Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come resettare cellulare Samsung

di

Il tuo smartphone Samsung ha cominciato a “fare i capricci”? Le applicazioni vanno continuamente in crash e Android funziona a passo di lumaca? In situazioni del genere potrebbe essere utile riportare il telefono allo stato di fabbrica e fare piazza pulita di tutte le applicazioni installate su di esso.

Se non sai come si fa, non temere, oggi vedremo come resettare cellulare Samsung senza perdere dati importanti. Impareremo dunque come effettuare il backup di foto, video, documenti e altri dati importanti, come riportare Android alle impostazioni di fabbrica e come ripristinare i file salvati in precedenza. È un’operazione molto delicata (senza un adeguato backup si perderebbero tutti i dati salvati sul cellulare) ma tutto sommato semplice da portare a termine.

Non devi far altro che accedere alle impostazioni di Android, selezionare l’opzione per il reset del sistema operativo e il gioco è fatto. E se Android non si avvia? Nessun problema, c’è un modo per cancellare tutti i dati presenti sullo smartphone e riportare il sistema operativo allo stato di fabbrica anche quando Android non sembra funzionare più. Di questo, però, parleremo alla fine del post. Ora concentriamoci sulla procedura di backup dei dati e sulla funzione di ripristino standard di Android.

Operazioni preliminari (backup)

Come resettare cellulare Samsung

Prima di resettare lo smartphone, mi raccomando, assicurati di aver effettuato una copia di backup di tutti i tuoi dati. Ci sono vari strumenti che possono tornarti utili in questo frangente, quasi tutti gratis.

  • Backup di Google – innanzitutto accedi alle impostazioni di Android, seleziona la voce “Account” e assicurati che sul tuo account Google sia attiva la sincronizzazione di tutti i dati più importanti, come ad esempio contatti, dati delle app e calendario (devi pigiare prima sul logo di Google presente nel menu delle impostazioni e poi sul tuo indirizzo Gmail). Altro “check” importante che devi fare è quello che riguarda le foto. Per essere sicuro che tutte le tue foto e tutti i tuoi video siano stati salvati online su Google Drive (operazione completamente gratuita per le foto fino a 16MP e i filmati fino a 1080p), apri l’applicazione Google Foto e recati nel menu delle impostazioni pigiando sull’icona ad hamburger collocata in alto a sinistra (le tre linee orizzontali). A questo punto, vai su “Backup e sincronizzazione”, accertati che la levetta situata in alto a destra sia impostata su ON e imposta le “Dimensioni caricamento” su “Alta qualità”. Per maggiori informazioni riguardanti il backup di Google Foto dai un’occhiata alla mia guida su come caricare immagini online.
  • Applicazioni per il backup – per archiviare in locale i tuoi dati rivolgiti ad applicazioni come Titanium Backup e Easy Backup & Restore, entrambe gratuite. La prima è senza ombra di dubbio la soluzione più completa per il backup su Android, permette di salvare tutto: applicazioni, dati e impostazioni, però per sfruttarla al meglio occorre che sul dispositivo sia stato effettuato il root. Easy Backup & Restore ha meno funzioni di Titanium, permette di salvare solo SMS, MMS, registro chiamate, calendario, segnalibri, e rubrica, ma funziona egregiamente anche senza il root. Per maggiori informazioni su entrambe le app leggi il mio tutorial su come effettuare backup su Android.
  • Backup sul PC – una volta effettuato il salvataggio dei dati con Titanium Backup ed Easy Backup & Restore, collega il telefono al computer e salva su quest’ultimo i tuoi backup. Ti ricordo, inoltre che con applicazioni quali Samsung Kies e Samsung Smart Switch (per i modelli più recenti di smartphone Samsung) puoi passare alcuni dati direttamente del cellulare al PC. Per maggiori dettagli consulta la mia guida su come collegare cellulare Samsung al PC.
  • WhatsApp (e simili) – se utilizzi WhatsApp o altre applicazioni di messaggistica, prima di formattare il tuo smartphone, verifica di avere una copia di backup delle tue conversazioni (o che sia attiva la funzione di salvataggio automatico delle chat sul cloud). Per quanto riguarda WhatsApp, trovi tutte le istruzioni del caso nel mio post su come salvare le chat di WhatsApp.

Altra operazione che ti consiglio di compiere, prima di resettare il tuo smartphone Android, è verificare la presenza di malware che potrebbero causare errori e rallentamenti nel sistema (ragione per la quale, molto probabilmente, ora stai tentando di riportare il dispositivo alle impostazioni di fabbrica). Ci sono tantissimi antivirus per Android che puoi utilizzare per questo scopo, da’ loro un’occhiata.

Resettare Android

Come resettare cellulare Samsung

Adesso dovresti essere pronto per entrare in azione. Per resettare cellulare Samsung, dirigiti quindi nelle impostazioni di Android (l’icona della rotella che si trova nel menu con la lista delle app installate sul dispositivo, o nel menu delle notifiche), seleziona la voce relativa a Backup e ripristino e fai “tap” su Ripristino dati di fabbrica.

A questo punto, pigia sui pulsanti Ripristina telefono e Cancella tutto e attendi che il telefono venga riavviato per essere poi riportato alle impostazioni di fabbrica. Non dovrebbe volerci tantissimo. Se utilizzi un telefono dotato di memoria espandibile, potrebbe esserti chiesto se vuoi cancellare anche i dati conservati sulla microSD (foto, video, file di backup ecc.). Non è un’operazione obbligatoria, quindi sta a te scegliere. Ricordati, inoltre, che resettando Android perderai la possibilità di accedere ai file criptati presenti sulla scheda SD del telefono (ammesso che tu abbia utilizzato la funzione di cifratura dei dati).

Al nuovo avvio dello smartphone dovrai affrontare la procedura di configurazione iniziale di Android. Dovrai dunque selezionare la lingua in cui desideri utilizzare il sistema (presumibilmente l’italiano), dovrai scegliere una connessione wireless, impostare i tuoi account Google e Samsung e così via.

Dopo aver resettato il telefono, procedi al ripristino dei dati attivando la sincronizzazione dell’account Google e utilizzando le applicazioni di backup menzionate in precedenza (oppure ricopiandoli direttamente dal PC).

Hard Reset dei cellulari Samsung

Come resettare cellulare Samsung

Nel malaugurato caso in cui non riuscissi più ad avviare Android, effettua una backup dei dati presenti sul telefono collegando lo smartphone al PC e riporta il dispositivo allo stato di fabbrica mediante l’hard reset.

L’hard reset è una procedura che permette di reimpostare Android agendo dalla Recovery, un software che opera al di fuori del sistema operativo e permette di svolgere varie azioni “delicate”, quale per l’appunto il ripristino di Android. Te ne ho parlato anche nel mio tutorial su come effettuare il root su Android.

Per accedere alla Recovery devi spegnere il tuo smartphone e riavviarlo tenendo premuti i tasti Volume +, Power e Home, fino a quando non compare la schermata di Recovery. Se non riesci a spegnere normalmente il cellulare, prova a rimuovere temporaneamente la batteria (se possibile) o cerca su Internet la combinazione per forzarne lo spegnimento.

A questo punto, utilizza il tasto Volume – per spostarti sull’opzione wipe data/factory reset della Recovery e pigia sul tasto Power per selezionarla. Si aprirà una schermata con una serie di No e un solo Yes: spostati su quest’ultimo usando il tasto Volume – e pigia sul tasto Power per selezionarlo. Ad operazione completata, seleziona l’opzione reboot system now dalla schermata che si apre (usando sempre il tasto Power) e il gioco è fatto.

Tutti i dati presenti sulla memoria del telefono verranno cancellati (quelli presenti sulla SD rimarranno intatti) e Android verrà riportato alle impostazioni di fabbrica. Se hai bisogno di istruzioni più precise riguardo la procedura di hard reset di uno smartphone Samsung, prova a cercare su YouTube, ci sono tantissimi video-tutorial dedicati all’argomento.

Resettare cellulare Samsung tramite PC

Come resettare cellulare Samsung

Se lo ritieni più comodo, puoi resettare il tuo cellulare Samsung anche tramite PC. Tutto quello che devi fare è avviare l’applicazione Smart Switch (che presumibilmente hai già installato sul computer), cliccare sul pulsante Altro che si trova in alto a destra e selezionare la voce Inizializzazione e ripristino del software di emergenza dal menu che compare.

Nella finestra che si apre, seleziona la scheda Inizializzazione dispositivo e digita il nome del modello del tuo device nell’apposito campo di testo. Il nome modello non è il nome commerciale dello smartphone (es. Samsung Galaxy S6) bensì quello tecnico che trovi nelle specifiche del device (es. SM-G920F) o sullo stesso telefono accedendo alla sua Download Mode. Per attivare la Download Mode devi spegnere il tuo cellulare Samsung e devi tenere premuti i tasti Power + Volume Giù + Home.

Dopo aver digitato il nome del modello del tuo smartphone, pigia sul pulsante Cerca, digita il numero di serie del dispositivo nel campo di testo che compare in basso (il numero di serie lo puoi trovare nella Download Mode o nella confezione del cellulare) e clicca prima su Conferma e poi su OK per due volte consecutive.

A questo punto devi attivare la Download Mode sul tuo smartphone spegnendo completamente quest’ultimo e riavviandolo tenendo premuti i tasti Power + Volume Giù + Home. Quando compare la schermata blu, premi il tasto Volume Su e collega il cellulare al PC usando un cavo USB. Superato anche questo step, clicca sul pulsante OK che compare sullo schermo del PC e attendi che venga completato il download dei file necessari al ripristino del telefono.

Al termine del download comincerà il ripristino vero e proprio del device, che potrebbe durare diversi minuti. Al termine della procedura il tuo smartphone verrà riportato allo stato di fabbrica e potrai decidere se configurarlo come un nuovo device o se ripristinare un backup effettuato precedentemente con Smart Switch o altre app (come quelle di cui ti ho parlato nel capitolo iniziale di questo tutorial).

Nota: se il tuo smartphone non viene riconosciuto da Smart Switch, probabilmente è perché utilizza una versione di Android inferiore alla 4.3. Per risolvere il problema aggiorna Android oppure usa il vecchio Samsung KIES.