Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Miglior cloud

di

Se sei una persona amante della fotografia, saprai senz’altro fin troppo bene che la memoria interna dei dispositivi mobili Android e iOS non basta mai. Se fai anche un utilizzo intenso del tuo smartphone sarai sicuramente una di quelle persone che non riesce a farsi bastare i 128 GB di memoria d’archiviazione degli smartphone più recenti. È così? Allora dovresti senz’altro rivolgerti a un servizio di cloud storage per archiviare le tue foto online.

Sei d’accordo con me ma, non essendo molto esperto del mondo del Web, non hai idea di quale sia il miglior servizio cloud? Saresti anche disposto a pagare un abbonamento, se solo si potesse avere spazio d’archiviazione illimitato (o quasi)? La soluzione ai tuoi problemi di spazio si trova in questa mia guida a poche righe di distanza da dove ora stai leggendo.

Nella guida di quest’oggi, infatti, voglio parlarti dei principali servizi di cloud storage, spiegandoti nel dettaglio le loro caratteristiche maggiormente degne di nota. Metterò quindi a confronto i servizi per l’archiviazione di file e immagini in Internet, così che potrai scegliere quello che più si adatta alle tue esigenze. Sei pronto per iniziare? Vedrai, sono sicuro che troverai questa mia guida molto interessante e sarai ansioso di condividere le informazioni apprese con un amico bisognoso di una dritta in merito. Scommettiamo? Come al solito, prima di iniziare, ti auguro una buona lettura!

Google Drive

Il primo servizio di cloud storage di cui voglio parlarti è uno tra i più famosi e conosciuti di tutti, in quanto offerto da Google, il colosso di Mountain View, lo stesso che ha dato vita al famoso e omonimo motore di ricerca.

Vuoi sapere quali sono le caratteristiche di Google Drive? Te ne parlo subito nel dettaglio. Prima di tutto devi sapere che Google Drive offre diversi spazi di archiviazione; quello più conosciuto è completamente gratuito ed offre la possibilità di ottenere fino a 15 GB di spazio in cloud.

In alternativa, vi è la possibilità di acquistare un piano Premium con abbonamento: si parte da un minimo di 100 GB di spazio online al costo di 1,99 euro al mese, oppure vi è la possibilità di ottenere fino a 10 TB di spazio di archiviazione in cloud al costo di 99 euro al mese, passando per un piano intermedio di cui ti sto per parlare.

Quest’ultimo è quello più acquistato e offre 1 TB di spazio di storage al prezzo di 9,99 euro al mese. Tutti i piani a pagamento indicati possono essere effettuati dietro pagamento anticipato annuale, potendo così avere diritto a uno sconto.

Tieni inoltre presente che lo spazio di archiviazione di Google Drive viene anche utilizzato da Google Foto e da Gmail; acquistando quindi un abbonamento Premium a Google Drive espanderai lo stesso spazio che viene utilizzato per le email e per le foto caricare da Google Foto, il cui spazio è illimitato soltanto per caricare le foto in alta qualità con dimensioni del file ridotte. Caricando invece le foto alla risoluzione originale si andranno a utilizzare i 15 GB di base di Google Drive.

Il punto di forza di Google Drive è sicuramente la presenza di numerosi strumenti aggiuntivi per la creazione e condivisione di documenti online e la possibilità di scaricare il nuovo strumento Backup e Sincronizzazione per avere sempre disponibile una copia di backup dei file presenti sul proprio computer. Te ne ho parlato nel dettaglio nella mia guida su come funziona Google Drive che ti invito a leggere per saperne di più sul funzionamento del servizio di cloud storage di Google.

Google Drive è inoltre disponibile tramite applicazione scaricabile gratuitamente su dispositivi mobili Android e iOS, permettendoti così di accedere ai tuoi file anche in mobilità.

Dropbox

Storico servizio per l’archiviazione di file online, Dropbox è altrettanto valido come servizio di cloud, anche se bisogna tenere conto del fatto che offre soltanto 2 GB di spazio gratuito alla creazione di un account.

Decisamente variegati sono invece i suoi piani di abbonamento, pensati per venire incontro a diverse esigenze: per i singoli utenti che hanno bisogno di maggiore spazio d’archiviazione vi è l’abbonamento alla versione Plus che offre 1 TB di spazio. Il prezzo? 9,99 euro con fatturazione mensile oppure 99,99 euro pagando anticipatamente l’intero anno di abbonamento.

Il target preferito di Dropbox sembra però essere quello aziendale: per i team, infatti, sono disponibili più piani tariffari.

  • Dropbox Standard: offre la possibilità di ottenere 2 TB di spazio in cloud al costo di 60 euro al mese o 600 euro all’anno. I prezzi indicati fanno però riferimento alla possibilità di utilizzare l’abbonamento in team da massimo 5 persone. Chiaramente più il team è grande più i prezzi salgono.
  • Dropbox Advanced: con questo abbonamento lo spazio di archiviazione diventa illimitato e i prezzi salgono a 90 euro al mese oppure 900 euro all’anno. Mi riferisco sempre a team di un massimo di 5 persone.
  • Drobox Enterprise: le aziende che sono intenzionate a utilizzare Drobox in maniera completamente illimitata sono tenute a contattare il supporto clienti per avere informazioni dettagliate sui prezzi relativi a questo abbonamento aziendale.

Tra le caratteristiche di maggior risalto di Dropbox vi è la presenza di un’interfaccia utente minimale ed essenziale che risulta quindi immediata oltre che di facile utilizzo. Da non dimenticare inoltre i suoi strumenti per la collaborazione e la produttività, tra cui Dropbox Paper, strumento per la scrittura sul Web.

Dropbox è inoltre disponibile sotto forma di app gratuita per dispositivi mobili Android e iOS; potrai così accedere ai tuoi file anche tramite lo smartphone o il tablet.

Se desideri saperne di più su Dropbox, consulta la mia guida dedicata al suo funzionamento.

OneDrive

Continuando a parlare dei migliori servizi di cloud è arrivato il turno di parlarti nel dettaglio di OneDrive, ovvero il servizio di cloud storage di casa Microsoft.

Registrando un account gratuito si ottengono soltanto 5 GB di spazio d’archiviazione ma, ovviamente, vi è la possibilità di espandere il servizio attraverso la sottoscrizione di un piano a pagamento. I prezzi per l’abbonamento Premium a OneDrive partono da 65 euro all’anno e permettono di ottenere 1 TB di spazio d’archiviazione.

Se lo spazio ancora non basta, al prezzo di 99 euro all’anno, invece, è possibile avere fino a 5 TB di spazio online per l’archiviazione di file. I due piani indicati sono sottoscrivibili anche tramite abbonamento mensile: il prezzo è rispettivamente di 7 euro (1 TB) al mese e 10 euro al mese (5 TB).

Nonostante i prezzi non siano forse così economici per i privati, vi è la flessibilità data dalla possibilità di accedervi anche tramite abbonamento mensile. Inoltre è interessante far notare che entrambi gli abbonamenti a OneDrive includono la versione completa dela suite Microsoft Office, potendo così ottenere tutti gli strumenti per la produttività (Word, Excel, Powert Point e One Note) in maniera totalmente illimitata su PC e Mac.

Per i privati è invece consigliato l’abbonamento OneDrive da 50 GB, dal momento in cui il costo è molto più accessibile: 2 euro al mese per avere un notevole spazio di archiviazione in cloud. In questo specifico piano di abbonamento non è però inclusa la suite di prodotti Microsoft Office.

Per quanto riguarda l’integrazione con gli strumenti per la produttività OneDrive offre anche la possibilità di utilizzare le versioni online dei suoi software inclusi in Microsoft Office: Word Online, Excel Online, Power Point Online e One Note Online.

OneDrive è disponibile anche come app gratuita scaricabile su dispositivi mobili Android, iOS e Windows Phone, permettendoti così di visualizzare i file in cloud in qualsiasi momento della giornata.

Vuoi saperne di più sul funzionamento di OneDrive? Ti consiglio la lettura attenta della mia guida completamente dedicata al servizio di cloud storage offerto da Microsoft.

iCloud

iCloud è il servizio di cloud storage predefinito per gli utenti Apple ed è impossibile evitare di consumare i pochi GB di spazio disponibile se si è in possesso di uno (o più di uno) dispositivo Apple, ancora di più se si ha in particolar modo la passione per la fotografia.

Lo spazio di iCloud viene utilizzato per l’archiviazione di foto e di documenti su iCloud Drive; sono inoltre moltissime le applicazioni di iOS e MacOS che si interfacciano con il noto cloud storage.

Di conseguenza, tra app, documenti e foto che si sincronizzano online, puoi facilmente capire in autonomia perché 5GB non sono abbastanza. Chi fa un utilizzo smodato del proprio dispositivo Apple si troverà ben presto costretto a scegliere se acquistare uno tra questi piani in abbonamento o se continuare a utilizzare iCloud gratuitamente, liberando la memoria con backup esterni.

Fortunatamente per chi desidera utilizzare questo servizio di cloud storage, è possibile espandere man mano che si consuma lo spazio d’archiviazione, con prezzi abbastanza competitivi.

Vi sono infatti diversi tipi di abbonamenti: il primo tra tutti permette di ottenere fino a 50 GB al prezzo di 0,99 euro al mese. In alternativa, si possono avere 200 GB di spazio online al prezzo di 2,99 euro al mese e, se ancora lo spazio non dovesse bastare, vi è il piano che propone 2 TB di spazio in cloud al prezzo di 9,99 euro al mese.

In quanto si tratta di un servizio di cloud storage pensato esclusivamente per gli utenti Apple, iCloud è disponibile su iOS, MacOS e PC Windows. Non è invece disponibile sotto forma di applicazione per Android.

Mega

Mega, servizio di cloud storage di Kim Dotcom, creatore del famoso servizio di cloud sharing Megaupload, è quello che offre subito più spazio di archiviazione gratuito: si parla di ben 50 GB inizialmente. Purtroppo però lo spazio di archiviazione diminuisce dopo 30 giorni, riducendosi fino a 15 GB.

A differenza degli altri servizi, Mega permette di aumentare il proprio spazio gratuitamente per un periodo di tempo limitato, attraverso il suo programma Obiettivi. È infatti richiesta l’installazione dell’applicazione per Android, Windows Phone e iOS oltre che il client per PC MegaSync per poter aumentare lo spazio fino a un massimo di 180 giorni.

Chi desidera ottenere spazio d’archiviazione in maniera illimitata può sottoscrivere un abbonamento al servizio. I prezzi partono da 4,99 euro al mese per 200 GB (1 TB per il trasferimento) fino a 29,99 euro al mese per uno storage da 8 TB (16 TB per il trasferimento).