Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come ripristinare iPhone

di

Stai per vendere il tuo iPhone e vorresti sapere come ripristinarlo per riportarlo alle condizioni di fabbrica? Tranquillo, si tratta di un gioco da ragazzi. Tutto quello che devi fare è accedere alle impostazioni di iOS, selezionare la voce per il ripristino del device e il gioco è fatto. In men che non si dica, tutte le app e i dati presenti sullo smartphone verranno cancellati e il sistema operativo verrà riportato allo stato di fabbrica.

In alternativa, puoi collegare l’iPhone al computer e ripristinare il telefono tramite iTunes o, se utilizzi un Mac recente, tramite il Finder di macOS. La principale differenza tra le due procedure è che nella prima il sistema operativo iOS viene semplicemente resettato, mentre nella seconda viene scaricata da Internet la sua versione più recente e viene installata sull’iPhone (quindi bisogna anche aspettare molto di più).

Inoltre, collegando l’iPhone al computer è possibile attivare la modalità DFU, che consente di bypassare il bootloader del telefono e, dunque, ripristinare il dispositivo anche in caso di blocchi o altri errori. Può essere utile anche per eliminare completamente il jailbreak. Chiarito anche questo aspetto, direi di non perderci ulteriormente in chiacchiere e di passare subito all’azione: ecco come ripristinare iPhone passo dopo passo. Ti assicuro che è molto più semplice di quello che immagini.

Indice

Ripristinare iPhone senza iTunes

Come ripristinare iPhone

Cominciamo dalla procedura più semplice, quella per ripristinare iPhone direttamente da iOS, senza passare da iTunes o dal computer. Come già accennato in precedenza, grazie a questa funzione puoi riportare il tuo "melafonino" allo stato di fabbrica senza aggiornare la versione di iOS installata su di esso e, quindi, senza attendere lunghi download.

Prima di metterti all’opera, però, ti consiglio di recarti nelle impostazioni dell’iPhone e di effettuare un backup di tutti i tuoi dati su iCloud. A dire il vero, le funzioni di backup dovrebbero già essere attive di default, ma meglio controllare.

Pigia, quindi, sull’icona delle Impostazioni che si trova in home screen (l’ingranaggio), fai tap sul tuo nome, scegli l’icona di iCloud dal menu che si apre e spostati nella sezione dedicata ai Backup iCloud.

A questo punto, accertati che l’opzione Backup iCloud sia attiva (altrimenti attivala tu) e pigia sul pulsante Esegui backup adesso, per avviare il backup del tuo iPhone su iCloud. L’operazione potrebbe richiedere diversi minuti, quindi ti consiglio di collegare l’iPhone a una fonte di alimentazione e di connetterti a Internet tramite rete Wi-Fi, in questo modo eviterai lo spreco di batteria e traffico dati.

Per quanto concerne gli elementi multimediali, come ad esempio foto e musica, puoi salvarli su iCloud e sincronizzarli su tutti i tuoi iDevice sfruttando servizi come Libreria foto di iCloud e Libreria musicale di iCloud (meglio ancora se associata ad Apple Music): si tratta di due servizi a pagamento, o meglio, la Libreria foto di iCloud è gratuita ma necessita di un piano a pagamento per iCloud. Valuta tu se è il caso di sottoscrivere un abbonamento o se preferisci trasferire i contenuti multimediali del tuo iPhone sul computer, alla "vecchia" maniera.

Se vuoi saperne di più sulla Libreria foto di iCloud, leggi il mio tutorial su come archiviare foto su iCloud. Se, invece, vuoi una mano a trasferire foto da iPhone a PC, consulta la guida che ho dedicato all’argomento. Per quanto riguarda la musica, ti consiglio di leggere i miei post su come funziona Apple Music e come scaricare musica da iPhone in cui ti ho parlato di Apple Music e di altri servizi che permettono di scaricare e sincronizzare la musica tramite lo smartphone di Apple.

Portate a terminate tutte le operazioni di backup, puoi passare al ripristino del tuo iPhone. Recati, dunque, nelle impostazioni di iOS (pigiando sull’icona dell’ingranaggio presente in home screen) e seleziona le voci Generali > Ripristina dalla schermata che si apre.

A questo punto, seleziona l’opzione Inizializza contenuto e impostazioni, digita il codice di sblocco del tuo iPhone e avvia il ripristino del telefono, pigiando sul pulsante Inizializza iPhone che compare in basso.

Come ripristinare iPhone

Se ci sono dei file che non sono stati ancora caricati su iCloud, ti verrà chiesto se vuoi attendere il completamento dell’upload o se vuoi inizializzare ora il dispositivo: ti consiglio di scegliere la prima opzione, se non vuoi perdere alcun dato.

Il tuo "melafonino" si riavvierà ed, entro pochi minuti, verrà riportato allo stato di fabbrica. Al suo nuovo avvio, ti verrà proposta la procedura di configurazione iniziale di iOS, mediante la quale potrai decidere se configurare lo smartphone come un nuovo iPhone o se ripristinare un backup precedente da iCloud.

Ripristinare iPhone dal computer

Finder

Adesso passiamo alla procedura per ripristinare iPhone da computer, quindi tramite iTunes su Windows o tramite l’applicazione predefinita Finder su macOS 10.15 Catalina o successivi (sulle versioni più recenti di macOS, iTunes è stato rimosso).

Se tu utilizzi un computer equipaggiato con Windows e non hai ancora provveduto a installare iTunes, rimedia subito scaricando il software dal Microsoft Store di Windows 10. In alternativa, se utilizzi una versione meno recente del sistema operativo Microsoft, puoi procurarti il classico pacchetto d’installazione di iTunes dal sito Internet di Apple. Per maggiori informazioni, leggi la mia guida su come installare iTunes gratis.

Adesso, per ripristinare iPhone, devi collegare il telefono al computer tramite cavo USB ed eseguire un backup completo di dati, app e impostazioni presenti sul dispositivo. Se è la prima volta che connetti computer e iPhone, autorizza la comunicazione tra i due dispositivi pigiando sugli appositi pulsanti che compaiono sui due dispositivi e immetti il codice di sblocco sul "melafonino".

Successivamente, se usi iTunes, clicca sull’icona dell’iPhone che compare in alto a sinistra ed effettua un backup dei dati presenti sul "melafonino". Per copiare sul computer tutte le canzoni, le app e gli altri contenuti multimediali acquistati su iPhone, seleziona l’opzione Trasferisci acquisti da iPhone dal menu File > Dispositivi sito in alto.

Per avviare un backup di altri dati e impostazioni, clicca sul pulsante Effettua backup adesso che si trova in basso a destra e attendi che l’operazione venga portata a termine (potrebbero volerci diversi minuti). Per salvare anche i dati relativi alla salute e alla domotica, metti il segno di spunta accanto alla voce Codifica backup iPhone e imposta una password di protezione per il backup. Se ti viene chiesta la conferma per la copia delle app sul PC, rispondi in maniera affermativa.

Se, invece, utilizzi il Finder di macOS, puoi compiere le medesime operazioni aprendo quest’ultimo (l’icona del volto sorridente presente sulla barra Dock), selezionando il nome del tuo iPhone dalla barra laterale di sinistra e poi la scheda Generali collocata in alto.

Al termine delle operazioni di backup, devi disabilitare la funzione anti-furto Dov’è sull’iPhone. Recati, quindi, nelle impostazioni di iOS, seleziona prima il tuo nome, poi le voci Dov’è > Trova il mio iPhone dal menu che si apre, sposta su OFF la levetta dell’opzione Trova il mio iPhone e digita la password del tuo ID Apple.

Portato a termine anche questo passaggio, procedi con il reset del "melafonino", cliccando sul bottone Ripristina iPhone collocato in alto a destra in iTunes o nel Finder e accetta le condizioni d’uso di iOS, pigiando prima su Ripristina/Ripristina e aggiorna e poi su SuccessivoAccetto.

Come ripristinare iPhone

Dopo qualche minuto (la durata del processo dipende dalla velocità della tua connessione, visto che viene scaricata da Internet la versione più recente di iOS), comparirà un messaggio che ti avvertirà del fatto che iPhone è stato riportato allo stato di fabbrica.

A questo punto, devi decidere se configurare il dispositivo come un nuovo iPhone oppure se ripristinare iPhone da backup ottenendo indietro i dati, le app e le impostazioni che avevi in precedenza. A meno che tu non voglia vendere il telefono, scegli la seconda opzione e attendi pazientemente che vengano ripristinate tutte le informazioni.

Al termine della copia dei dati sul device, sarà eseguita un’altra sincronizzazione di iPhone con il computer e avrai il tuo smartphone finalmente funzionante tra le mani. Potrai, dunque, scollegarlo e iniziare a usarlo normalmente senza dover reinstallare alcuna applicazione e ritrovando tutti i dati che avevi sul telefono prima del ripristino.

Ripristinare iPhone bloccato

Come ripristinare iPhone

Hai un iPhone bloccato, che non riesci a ripristinare tramite le procedure standard illustrate in precedenza? Avevi eseguito il jailbreak sul tuo "melafonino", ora hai cambiato idea e stai cercando un modo per liberartene efficacemente? Allora devi provare ad attivare la DFU mode sul tuo device e a sfruttare quest’ultima per ripristinare il telefono in maniera corretta.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, la DFU mode è una modalità di avvio speciale dei dispositivi iOS che consente di cancellare completamente i dati presenti su questi ultimi e bypassare il bootloader, in modo da superare eventuali blocchi o errori ed eliminare tutti i file del jailbreak. Se ripristini un iPhone jailbroken senza utilizzare la modalità DFU, tutti i dati di Cydia, infatti, rimarranno inutilmente sulla memoria del dispositivo.

Per attivare la modalità DFU di iPhone, devi procedere in modo diverso a seconda del modello di "melafonino" in tuo possesso. Se hai iPhone XiPhone 8/8 Plus o iPhone SE 2020 e successivi, a telefono acceso, devi premere in sequenza i tasti Volume +Volume – e il tasto laterale destro; dopodiché devi tenere premuto il tasto laterale destro e attendere che lo schermo diventi nero. A questo punto, rilascia tutti i tasti, tieni premuti tasto laterale destro e Volume – per 5 secondi, rilascia il tasto laterale destro, continua a tenere premuto Volume – per altri 5 secondi e aspetta che sul computer compaia il messaggio relativo alla presenza di un dispositivo in modalità di recupero.

Se hai un modello di iPhone meno recente, per attivare la DFU mode devi spegnere il telefono, dopodiché devi tenere premuto il tasto Power, aspettare circa 3 secondi e cominciare a tenere premuto anche il tasto Home. Aspetta, poi, altri 10 secondi, rilascia il tasto Power e continua a tenere premuto il tasto Home per altri 8 secondi. Se hai un iPhone 7 o un iPhone 7 Plus, al posto del tasto Home devi premere il tasto Volume –.

Nella modalità DFU, lo schermo del telefono rimane spento. Se ciò non accade, significa che l’iPhone è entrato in modalità di recupero e non in DFU, quindi devi ripetere tutta la procedura.

Una volta in DFU mode, puoi avviare normalmente il ripristino di iPhone, come visto in precedenza. Per maggiori dettagli sull’intera procedura, consulta la mia guida su come mettere iPhone in DFU.

Configurazione iniziale di iOS

Come ripristinare iPhone

Dopo aver ripristinato l’iPhone, come già detto prima, si avvierà la procedura di configurazione iniziale di iOS: si tratta di una procedura abbastanza semplice da portare a termine, anche se con il tempo si è allungata a dismisura. Di seguito trovi elencati tutti gli step di cui essa è composta.

  • Scelta della lingua.
  • Scelta del Paese di residenza.
  • Possibilità di "iniziare subito" importando i dati da un dispositivo iOS/iPadOS, da avvicinare all’iPhone.
  • Collegamento a una rete Wi-Fi.
  • Accettazione delle condizioni relative a dati e privacy.
  • Configurazione del Face ID o del sensore Touch ID.
  • Impostazione del codice di sblocco del telefono.
  • Scelta tra ripristino dei dati da un backup precedente, l’importazione dei dati da un terminale Android o configurazione del telefono come nuovo iPhone.
  • Accesso o creazione di un ID Apple.
  • Accettazione delle condizioni d’uso di iOS.
  • Configurazione degli aggiornamenti automatici di iOS.
  • Configurazione di iMessage e FaceTime.
  • Attivazione o disattivazione dei servizi di localizzazione.
  • Configurazione di Siri.
  • Configurazione di Tempo di utilizzo.
  • Accettazione o rifiuto dell’invio di dati diagnostici ad Apple.
  • Accettazione o rifiuto dell’invio di dati diagnostici agli sviluppatori delle app.
  • Configurazione schermo True Tone (sui modelli supportati)
  • Scelta aspetto chiaro o scuro per l’interfaccia di iOS.
  • Regolazione del grado di zoom dello schermo.
  • Tutorial sulle gesture o regolazione della vibrazione per il tasto Home.

Dopo aver portato a termine tutti questi passaggi, scorrendo lo schermo verso l’alto, potrai goderti il tuo "nuovo" iPhone. Se hai scelto di ripristinare un backup da iCloud o dal computer, le applicazioni verranno installate automaticamente in maniera graduale, intanto potrai cominciare a usare lo smartphone.

Affinché la procedura di configurazione venga portata correttamente a termine deve esserci una SIM installata nel telefono.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.