Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scoprire gli anonimi su Tellonym

di

Ti sei iscritto a Tellonym, una piattaforma che permette agli utenti di ricevere domande in forma anonima da altre persone, e la cosa ti ha divertito moltissimo. Tuttavia, alcune domande che ti sono state poste avevano un tono decisamente inappropriato, il che ti ha spinto a voler sapere chi si nasconde dietro di esse. Beh, se questa è la descrizione della situazione in cui ti trovi in questo momento, non ci sono dubbi: ti trovi nel posto giusto!

Nei prossimi paragrafi di questa guida, infatti, avrò modo di spiegarti come scoprire gli anonimi su Tellonym. Vista la natura del servizio, ci tengo a dirti fin da subito che riuscirci non sarà un’impresa facile; anzi, a dirla tutta non è possibile risalire esattamente all’identità di chi pone le domande mediante questo servizio (in quanto tra le sue caratteristiche principali c’è proprio il totale anonimato garantito agli utenti). Comunque è possibile mettere in pratica delle “indagini” che possono portare a risultati interessanti.

Se fin qui ti è tutto chiaro e vuoi approfondire l’argomento, direi di non perdere altro tempo in chiacchiere e di procedere. Forza e coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di mettere in pratica le “dritte” che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per le tue ricerche!

Indice

Informazioni preliminari

Logo Tellonym

Prima di spiegarti come scoprire gli anonimi su Tellonym, mi sembra il caso di fornirti alcune informazioni preliminari circa la procedura in oggetto, così che tu sappia esattamente come devi muoverti.

Dal momento che, come ti ho già detto nell’introduzione dell’articolo, Tellonym è un social network che permette di rispondere a domande che vengono formulate in forma anonima da altre persone, non è tecnicamente possibile scoprire con esattezza chi è che le pone.

Tuttavia, cercando di usare un po’ di astuzia e facendo appello al tuo “sesto senso” potresti quantomeno provare ad analizzare le domande che ti vengono poste per tentare di capire se dietro di esse si cela qualche tuo conoscente. Magari puoi anche fornire risposte fuorvianti per provare ad alimentare la quantità di domande che ti sono poste dallo stesso utente e avere così più “materiale” da analizzare.

Lo so, forse pensavi che esistesse un modo più immediato e sicuro per riuscire a individuare gli anonimi su Tellonym, ma la realtà dei fatti è quella che ti ho appena prospettato: non credere a chi ti dice il contrario.

Come scoprire gli anonimi su Tellonym dal telefono

Entriamo, quindi, nel merito del discorso vedendo come scoprire gli anonimi su Tellonym dal telefono. Come detto, non si tratta di soluzioni definitive o certe al 100%. In ogni caso, prova a metterle in pratica e vedi se con gli accorgimenti elencati qui sotto riesci a raggiungere il tuo scopo.

Analizzare le domande poste

Analizzare risposte Tellonym

Analizzare le domande poste, come ti dicevo poc’anzi, è in realtà l’unica cosa che puoi fare concretamente per cercare di capire effettivamente chi è la persona che te le ha poste. Farlo richiede una certa abilità e, soprattutto, presuppone che tu conosca bene l’utente che ti ha interrogato su Tellonym.

Pertanto, cerca di vagliare ogni singola espressione presente nella domanda che ti è stata posta. Ad esempio, nelle domande ci sono espressioni tipiche di una zona che frequenti o in quella in cui vivi? Le domande contengono dei riferimenti o delle allusioni a persone, posti o situazioni di cui sono a conoscenza un numero relativamente ristretto di persone? O, ancora, nelle domande viene utilizzato un linguaggio forbito o piuttosto tecnico?

Raccogliere questi “indizi” potrebbe aiutarti a restringere notevolmente il campo della tua ricerca. Certo, in questo modo non potrai individuare esattamente l’identità di chi ti ha posto le domande ma, quantomeno, potrai iniziare a farti un’idea di chi potrebbe avertele poste: ad esempio un tuo amico, un compagno di scuola, un vicino di casa, un tuo stesso familiare e così via.

Dare delle risposte fuorvianti

Dare risposte fuorvianti su Tellonym

Dare delle risposte fuorvianti può essere un’altra “mossa” intelligente per cercare di riuscire a capire chi si potrebbe celare dietro le domande poste su Tellonym. Per quale motivo? Semplice: essendo il più vago possibile, puoi alimentare la mole di domande che ti vengono rivolte dall’utente sul quale stai “indagando” e avere così più informazioni da analizzare nei messaggi che ti vengono inviati, che potrebbero tornarti utili per riuscire a identificarlo.

Bisogna dire che non è detto che questo avvenga davvero: la persona, infatti, potrebbe anche smettere di farti nuove domande. Questo, tuttavia, potrebbe rappresentare un ulteriore indizio da raccogliere. Magari la persona potrebbe “intimorirsi”, pensando che tu l’abbia scoperta e questo potrebbe suggerirti che a porti le domande è un utente che conosci e frequenti nella vita reale.

Non usare app e servizi per scoprire anonimi su Tellonym

App per scoprire anonimi su Tellonym

Concludo questa guida fornendoti un suggerimento che potrebbe letteralmente salvare la tua privacy (e non solo): non usare app e servizi per scoprire anonimi su Tellonym. Ci sono soluzioni, infatti, che promettono di scoprire gli anonimi su Tellonym previa registrazione e/o dietro il pagamento di una certa somma di denaro, che solitamente consiste in pochi euro.

Perché dovresti stare alla larga da simili soluzioni? Innanzitutto, si tratta di app e servizi che in realtà non funzionano. Per convincerti della loro credibilità, molti di queste app e servizi potrebbero millantare fantomatiche recensioni positive che, come puoi ben immaginare, sono assolutamente false.

Oltre a non essere funzionanti, inoltre, queste soluzioni costituiscono un serio pericolo per la propria privacy e la propria sicurezza: dal momento che funzionano dietro registrazione, chiedono di fornire i propri dati personali e (dato che molti di questi sono a pagamento) persino quelli della propria carta di credito/debito.

Utilizzandoli, quindi, potresti subire non solo un furto di dati personali, ma anche di soldi. Quelli che ti ho appena elencato sono sicuramente degli ottimi motivi per stare alla larga da simili soluzioni, non trovi?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.