Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vincere asta eBay

di

Curiosando nelle offerte di eBay, sei capitato in una pagina relativa a un oggetto per te molto interessante, in vendita sotto forma di asta online. Anche sul celebre portale e-commerce, esattamente come nelle aste “dal vivo”, l’oggetto viene assegnato a chi formula l’offerta migliore: di conseguenza, hai deciso di partecipare all’asta e di piazzare la tua offerta, convinto di poterti aggiudicare il bene tanto ambito. Sul più bello, però, la tua offerta è stata superata e, purtroppo, non hai avuto la possibilità di controbattere degnamente: ripromettendoti di non compiere più lo stesso errore, ti sei fiondato immediatamente su Google alla ricerca di qualche utile trucco che ti permetta di vincere asta eBay e, dunque, risparmiare sugli oggetti acquistati con questo particolare formato.

Ho inquadrato alla perfezione il tuo problema? Allora sei nella guida giusta: di seguito intendo fornirti tanti utili consigli che puoi applicare quando decidi di acquistare un oggetto venduto sotto forma di asta online su eBay, così da aumentare le possibilità di aggiudicarti il bene al prezzo da te fissato (o a un prezzo inferiore, nel caso in cui l’asta sia poco affollata).

Dunque, senza esitare un attimo in più, concedimi qualche minuto del tuo tempo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da dirti sull’argomento: sono sicura che, al termine di questa lettura, sarai perfettamente in grado di agire al migliore dei modi e di aggiudicarti tutti quegli oggetti che desidereresti avere, risparmiando anche un bel po’ di soldi. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come funziona un’asta eBay

Hai mai sentito parlare di eBay prima d’ora? Sono sicuro di sì! Per tua informazione, questo portale nasce col preciso intento di facilitare lo scambio di oggetti tra utenti distanti: inizialmente, era possibile soltanto creare aste e parteciparvi; successivamente, eBay è diventato un vero e proprio portale di e-commerce, che ospita veri e propri negozi online e permette di acquistare e vendere praticamente qualsiasi cosa. Ad ogni modo, se le dinamiche di eBay non ti sono ben chiare, ti consiglio di approfondire l’argomento leggendo la mia guida su come funziona eBay, così da apprendere gran parte dei meccanismi di vendita e di acquisto che regolano questa piattaforma di e-commerce online.

E adesso bando alle ciance e veniamo subito al dunque: il metodo più veloce per cercare subito nuove aste è, indubbiamente, quello di utilizzare la barra di ricerca presente nella parte alta del sito ufficiale di eBay o dell’app del servizio per Android e iOS: digita in essa il nome dell’articolo che ti interessa acquistare e fai clic sul pulsante Cerca; puoi rendere più pertinente la ricerca scegliendo poi una delle categorie presenti nel menu a tendina che si apre selezionando la voce Tutte le categorie, collocata accanto alla barra di ricerca.

I prodotti ti verranno proposti in ordine di rilevanza: per cercare le sole aste online, è sufficiente apporre il segno di spunta accanto alla voce Asta, presente sulla sinistra, sotto la sezione Formato.

Oltre a questo filtro puoi applicarne molti altri: puoi scremare per condizione (per scegliere il grado di usura dell’oggetto), prezzo minimo e massimo, distanza dalla tua abitazione e provenienza; inoltre, a seconda della categoria di oggetto che ti appresti a cercare, è possibile scegliere tra ulteriori parametri che compariranno in corso d’opera.

Se è tua intenzione cercare le aste in scadenza nel breve periodo (metodo che, come scoprirai in seguito, potrebbe rivelarsi vincente), senza però indicare nessun tipo di oggetto, è sufficiente selezionare la voce Avanzata collocata in alto (accanto al pulsante Cerca) e, nella finestra che compare, scegliere una categoria nel menu a tendina presente sotto la voce In questa categoria.

In seguito, apponi il segno di spunta accanto alle voci Asta online e Inserzioni “In scadenza entro“, specificando poi il limite temporale di scadenza tramite l’apposito menu a tendina collocato subito accanto.

Se non hai ben chiaro il funzionamento delle aste su eBay, ti invito a leggere la mia guida tematica sull’argomento, in cui ti ho spiegato le basi per poter partecipare a un’asta online e ti ho fornito importanti delucidazioni sulle regole da rispettare per farlo in modo corretto.

Come vincere un’asta eBay

Ora che la parte “teorica” è completa e che disponi di sufficienti nozioni sull’argomento, è arrivato il momento di passare alla pratica e di capire, nel concreto, come aumentare le probabilità di vincere un’asta su eBay. Ciò non significa che, con i consigli che ti fornirò, l’asta sarà automaticamente vinta (i concorrenti potrebbero usare gli stessi trucchi a tuo danno), ma aumenterai le possibilità di potertela aggiudicare, specie se gli altri partecipanti non conoscono a fondo i meccanismi che regolano le aste in generale.

Decidere la spesa limite

Il primo (e forse più importante) consiglio che ti mi sento di darti per vincere un’asta eBay è decidere fin da subito quanti soldi sei disposto a spendere per l’oggetto in vendita. Può sembrare ovvio ma ponderare attentamente una decisione del genere fa spesso la differenza ed evita di sperperare denaro per oggetti che, in realtà, ne meriterebbero molto di meno.

Partendo dal presupposto che l’oggetto in vendita sia usato, controlla il suo livello di usura dalla descrizione fornita e dalle foto allegate, così da poter valutare il suo “stato di salute” effettivo. Se l’oggetto usato è ancora i buono stato, applica la cosiddetta regola del 50%: non dovresti mai spendere più del 50% del prezzo dell’oggetto venduto come nuovo (sia su eBay, sia in altri store online e fisici).

Per esempio, per un oggetto che, da nuovo, vale 50€, dovresti essere disposto a spendere non più di 25€ per aggiudicartelo, altrimenti rischi di pagarlo molto più del suo valore reale o ,peggio, di finire in un’asta serrata dove, per il solo gusto di vincere, pagheresti l’oggetto come nuovo o a cifre addirittura superiori!

Se, al contrario, l’oggetto è venduto come nuovo (mai aperto), controlla su altri siti di e-commerce il suo prezzo di vendita e calcola una spesa del 25% inferiore rispetto al prezzo “intero”: poiché è tua intenzione acquistare tramite asta, tanto vale risparmiare qualcosina. Dunque, se l’oggetto nuovo costa 100€ in qualsiasi altro negozio, riserva all’asta un budget di massimo 75€; in questo modo avrai la sicurezza che, anche in caso di asta serrata, potresti spuntarla con un risparmio del 25% rispetto all’acquisto del prodotto nuovo. Vien da sé che, se i rilanci dovessero superare il 75% del valore dell’oggetto nuovo, non converrebbe più partecipare all’asta.

Controllare la scadenza dell’asta

Altro aspetto molto importante da controllare è la scadenza dell’asta: essa è ben visibile accanto all’inserzione e nella pagina descrittiva, subito sopra il campo in cui inserire la tua offerta, alla voce Tempo rimasto.

Spesso, è possibile aggiudicarsi le migliori aste su eBay quando mancano meno di 30 minuti alla scadenza: è proprio in questo lasso di tempo che, in genere, si concentrano le offerte più alte e i rilanci più frequenti. Proprio per questo, un’asta con scadenza a breve termine può essere osservata, seguita e studiata con molta più facilità rispetto a un’asta con scadenza a lungo termine (durante quel periodo, infatti, potrebbe capitare davvero di tutto).

Quindi, il mio consiglio è di non piazzare offerte in aste che scadono dopo numerose ore o, peggio ancora, dopo giorni o mesi, concentrando, invece, gli “sforzi economici” sulle aste a scadenza breve: stai pur certo che, in questo modo, le probabilità di aggiudicarti l’oggetto di tuo interesse aumenteranno in modo sensibile!

Aggiungere l’asta agli oggetti osservati

Se manca ancora molto alla scadenza di un’asta, anziché rilanciare praticamente “alla cieca”, puoi aggiungerla alle inserzioni che osservi, così da poterla rapidamente recuperare quando la data di scadenza è più vicina. Per fare ciò, apri la pagina descrittiva dell’asta in corso e fai clic/tap sulla voce/pulsante Aggiungi a Oggetti che osservi, presente subito sotto il campo dedito all’inserimento della cifra del rilancio.

In questo modo, potrai ricontrollare l’asta quando mancherà poco tempo alla scadenza e, seguendo il criterio che ti ho mostrato nella sezione immediatamente precedente, piazzare magari l’offerta vincente.

Controllare la presenza del prezzo di riserva

I venditori che decidono di usufruire dell’asta per vendere online un oggetto possono anche stabilire fin da subito quanto guadagnare, fissando un prezzo di riserva in fase di inserimento: questo prezzo indica la cifra minima alla quale il venditore è disposto a vendere l’oggetto, rendendo quindi nulli tutti rilanci inferiori a esso. Se l’asta si chiude senza aver raggiunto almeno il prezzo di riserva, l’oggetto non sarà venduto; se, invece, le offerte sono pari o superiori al prezzo di riserva, l’asta sarà valida e il venditore potrà consegnare l’oggetto al miglior offerente senza problemi.

Il prezzo di riserva è segreto e non può essere visto direttamente da nessun acquirente: se sei capitato su un’asta con prezzo di riserva, visualizzerai una notifica soltanto se dovessi inserire un’offerta inferiore allo stesso. Dunque, se sei interessato ad aggiudicarti oggetti a prezzi praticamente stracciati, ti consiglio di fare bene attenzione a questo dettaglio e, magari, di investire altrove il denaro: venditori di questo tipo hanno bene in mente il profitto da trarre dalla vendita del bene messo a disposizione!

Nota: eBay applica una tariffa per abilitare il prezzo di riserva, a carico del venditore.

Controllare la presenza dell’opzione “Compralo subito” o “Proposta d’acquisto”

L’oggetto all’asta potrebbe contenere anche opzioni d’acquisto più dirette, così da fornire un’altra possibilità a chi vuole evitare la bagarre dell’asta e comprare subito il bene desiderato: poiché l’inserimento delle opzioni d’acquisto aggiuntive è gratuito, spesso esse vengono preferite al prezzo di riserva di cui ti ho parlato in precedenza.

Le opzioni di acquisto più utilizzate sono due: il compralo subito e la proposta d’acquisto. Se la pagina descrittiva dell’oggetto dovesse contenere il tasto Compralo subito, potrai procedere all’acquisto diretto pagando il prezzo deciso dal venditore, così da interrompere immediatamente l’asta e aggiudicarti l’oggetto senza troppa fatica.

La presenza del tasto Proposta d’acquisto, invece, denota la possibilità di proporre un prezzo e attendere che il venditore decida o meno di accettarlo, ponendo, dunque, fine all’asta. In questo caso, il venditore potrebbe anche aver inserito dei prezzi automatici, programmando l’asta affinché accetti automaticamente le proposte d’acquisto che lo soddisfano (pari o superiori al prezzo prestabilito). Tutto sta nello scoprire che prezzo ha fissato o quanto desidera guadagnare!

Queste voci sono molto diffuse nelle aste da parte di venditori di lunga data, perché offrire delle “proposte alternative” all’asta pura permette di vendere in maniera molto più proficua un oggetto.

Usare la “strategia del rilancio ponderato”

Hai deciso di partecipare all’asta e di provare ad aggiudicarti l’oggetto a suon di rilanci, concorrendo serratamente con gli altri partecipanti? In questo caso, il mio consiglio è quello di applicare inizialmente una strategia moderata, con pochi rilanci ma buoni: un ottimo modo per vedere come andrà l’asta è partire con l’offerta minima accettata al momento, conservando però il 50% del budget previsto per mettere appunto “l’assalto finale” (ossia negli ultimi 2 minuti di asta). Se la tua offerta viene superata negli ultimi minuti, piazza subito il 25% del rimanente budget e, in caso di ulteriore sorpasso, giocati (magari negli ultimi 15 secondi) l’ultimo 25% per tentare di aggiudicarti l’asta.

Questa tecnica potrebbe sembrarti complicata ma, fidati, non lo è affatto! Per farti meglio capire di cosa si tratta, ti propongo un esempio concreto: immagina che l’oggetto in asta sia venduto come nuovo e abbia un valore commerciale di 200€. Applicando i consigli che ti ho fornito in precedenza, dovresti essere disposto a spendere fino a 175€ per aggiudicartelo, presentandoti durante gli ultimi 30 minuti dell’asta (dopo aver già messo il bene tra gli Oggetti che osservi, così da non perderlo d’occhio).

Nel frattempo, l’asta è andata avanti e l’offerta minima accettata è 80€: rilancia subito usando la metà del budget che ti sei prefisso (87,5€), lasciando fare a eBay il resto. Il sistema, infatti, effettuerà automaticamente dei rilanci minimi finché la cifra massima da te prevista (87,5€, appunto) non sarà superata.  Se e quando ciò accade, attendi pazientemente gli ultimi 2 minuti di validità dell’asta per piazzare il resto del budget, rilanciando prima a 131,25€ e, in extremis, a 175€.

Con il giusto tempismo, questi rilanci potrebbero spiazzare i tuoi concorrenti, i quali potrebbero decidere di rinunciare subito, facendoti spendere molto meno di quanto avevi fissato come budget. Se qualcuno dovesse decidere di cavalcare l’onda e inseguirti nei rilanci, non preoccuparti: nel momento in cui ti supererà, sarai consapevole di aver fatto il possibile per aggiudicarti l’oggetto e avrai sicuramente fatto spendere molto più del dovuto al vincitore dell’asta (che avrà acquistato l’oggetto in vendita a un prezzo troppo vicino al valore commerciale, rischiando di perdere l’effetto “sconto” che puoi ottenere con un’asta online).

Ricorda alcune semplici regole per le aste: mai spendere più del budget prefissato, mai inseguire gli avversari che rilanciano in maniera sconsiderata e mai piazzare tutto il budget all’inizio dell’asta; venendo meno a uno di questi semplici accorgimenti, potresti spendere troppo o rischiare di farti superare dai concorrenti, anche nelle aste meno popolate.

Attivare le notifiche

Come dici? Vuoi essere avvisato immediatamente quando un’asta entra nel vivo, quando è in scadenza oppure quando la tua offerta viene superata, senza aspettare la classica email di avviso?

In tal caso, devi necessariamente affidarti all’app di eBay per Android e iOS: una volta installata l’app sul tuo dispositivo, aprila, fai tap sul pulsante (su Android) o sull’icona Il mio eBay (su iOS). Successivamente, pigia sul pulsante Accedi, inserisci le tue credenziali d’accesso all’account eBay, quindi fai tap sulla voce Impostazioni e, infine, seleziona l’opzione Notifiche. Per concludere, intervieni sulle voci proposte per ricevere le notifiche in tempo reale relative alle aste in scadenza, alle aste seguite, alle aste scadute e alle offerte superate.