Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Ecosistema Huawei: cos’è e come funziona

di

Quando mi chiedono consigli su quale smartphone, tablet o computer acquistare, tra le caratteristiche che suggerisco di prendere maggiormente in considerazione c’è sempre l’ecosistema su cui questi si basano: vale a dire l’insieme di servizi e funzionalità software che i device in questione sono in grado di offrire agli utenti, per facilitare la loro vita.

Tra le aziende che hanno saputo abbracciare al meglio questa filosofia c’è sicuramente Huawei che con i suoi dispositivi, software e servizi ha costituito un vero e proprio ecosistema capace di semplificare la vita degli utenti in molteplici occasioni: quando c’è bisogno di trasferire file o informazioni tra dispositivi come smartphone, tablet e computer; quando non si vogliono usare diverse password per accedere a servizi online per ascoltare musica, guardare film o fare il backup dei proprio dati; quando si va a correre e si desidera ascoltare la musica senza portarsi dietro lo smartphone, e l’elenco potrebbe andare avanti ancora a lungo.

Come dici? Ti ho incuriosito con questo mio discorso e, ora, vorresti saperne qualcosa in più su cos’è l’ecosistema Huawei e come funziona? Nessun problema: se mi dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo, posso illustrarti alcuni esempi pratici di come i dispositivi, i software e i servizi della nota azienda asiatica collaborano tra di essi per aumentare la produttività (e il divertimento!) dell’utente. Scommetto che ne resterai piacevolmente sorpreso e che imparerai anche alcune cose sulle potenzialità dei tuoi device che non conoscevi!

Indice

Cos’è l’ecosistema Huawei

Huawei

Prima di spiegarti come funziona l’ecosistema Huawei, mi sembra doveroso illustrarti i componenti da cui esso è formato.

Ebbene, come già accennato in apertura del post, un ecosistema è composto da dispositivi hardware (ad es. smartphone, smartwatch, tablet e notebook), software e servizi online che cooperano per offrire all’utente una serie di funzioni che altrimenti necessiterebbero dell’installazione e della configurazione, spesso macchinosa, di molteplici soluzioni di terze parti (con risultati non altrettanto efficaci ed efficienti).

L’ecosistema di Huawei si è rafforzato in maniera importante a partire dal 2019, quando il governo USA ha applicato alcune restrizioni all’azienda cinese che le hanno impedito di integrare i servizi Google nei suoi device.

Huawei ha risposto a quelle decisioni lanciando Huawei Mobile Services: un insieme di soluzioni che comprende uno store di app e giochi (HUAWEI AppGallery), una serie di servizi come HUAWEI Music per la musica e HUAWEI Video per i contenuti video in streaming, un ID per sincronizzare i propri dati sul cloud e accedere a tutti i servizi dell’azienda (HUAWEI ID) e varie soluzioni software, come HUAWEI browser per navigare online da smartphone e tablet, e HUAWEI Phone Clone, un software che permette di trasferire i dati (tra cui foto, video, contatti e messaggi) da un telefono all’altro in pochi secondi e in modalità wireless. Per saperne di più, ti consiglio di dare un’occhiata agli approfondimenti che ho dedicato proprio a Huawei Mobile Services e a HUAWEI AppGallery.

A questi servizi si affiancano i dispositivi Huawei, tra cui i recenti smartphone della famiglia P40, il tablet MatePad Pro, i computer portatili MateBook X Pro, MateBook 13 e 14, gli auricolari wireless della famiglia FreeBuds e gli smartwatch della serie Watch GT, che possono cooperare tra di essi in varie modalità molto Smart.

Ad esempio, è possibile comandare lo smartphone dal tablet o dal computer, scambiare dati tra dispositivi semplicemente facendoli sfiorare o con un drag-adn-drop e ascoltare la musica dallo smartwatch senza portarsi dietro lo smartphone: ma di questo parleremo meglio nei prossimi capitoli della guida. Continua a leggere per saperne di più.

Come usare l’ecosistema Huawei

Fatte le dovute "presentazioni" dell’ecosistema Huawei, direi che è giunto il momento di scoprire, nel concreto, come esso funziona, facendoti alcuni esempi pratici delle sue potenzialità.

Dispositivi e funzioni

Huawei Share

Le funzioni dell’ecosistema Huawei che garantiscono il maggiore impatto – con "effetto WOW" assicurato – sono sicuramente quelle legate a HUAWEI Share: un sistema per mettere in comunicazione smartphone, notebook e tablet di casa Huawei in modo davvero sorprendente.

HUAWEI Share è supportato da una vasta gamma di dispositivi Huawei recenti, come gli smartphone della famiglia P40, il tablet MatePad Pro e i computer portatili MateBook X Pro, MateBook 13 e 14 (qui puoi trovare la lista completa) e consente di accedere a tante funzioni interessanti.

Ad esempio, con la Multi-screen Collaboration è possibile proiettare lo schermo dello smartphone sul notebook o sul tablet, comandare il telefono da quest’ultimo e scambiare file tra dispositivi con un semplice drag-and-drop (cioè con un semplice trascinamento degli elementi da trasferire).

Per avvalersi della Multi-screen Collaboration, bisogna attivare NFC, Wi-Fi, e Bluetooth sui dispositivi da collegare; dopodiché bisogna proseguire in maniera diversa a seconda dei device in uso.

Huawei P40 Lite 5G con Bluetooth Minispeaker, Display Punch FullView d...
Vedi offerta su Amazon
HUAWEI P40 Pro con Bluetooth Speaker, Acoustic Display da 6.58”, Quatt...
Vedi offerta su Amazon

Per connettere uno smartphone a un laptop Huawei, bisogna avviare il software PC Manager sul computer (lo si trova preinstallato, altrimenti si può scaricare gratuitamente dal sito di Huawei visitando la pagina relativa al proprio notebook, es. Huawei MateBook X Pro), dopodiché bisogna selezionare la voce Il mio telefono collocata in basso a destra, premere sull’opzione Multi-screen Collaboration e rispondere in maniera affermativa che compare sullo telefono.

Comparirà così, sul display del notebook, una riproduzione in tempo reale di quello che accade sullo schermo dello smartphone, con la possibilità di comandare quest’ultimo con il touchpad e la tastiera del computer. Sarà inoltre possibile trasferire file dal telefono al computer aprendo l’app Galleria o Gestione file sullo schermo virtuale dello smartphone e trascinandoli verso il desktop del laptop; allo stesso modo sarà possibile fare un trascinamento inverso e, ancora, copiare-incollare appunti tra i due dispositivi.

Con le funzioni Condivisione appunti e Documenti recenti, entrambe accessibili da PC Manager, è inoltre possibile visualizzare la lista degli appunti e dei documenti recenti aperti sui propri device. Comodissimo, vero? Ma non è finita qui!

È possibile condividere documenti, foto e video tra smartphone e computer anche usando il sistema OneHop, che funziona in maniera indipendente rispetto alla Multi-screen Collaboration. Basta infatti selezionare, sullo smartphone, i file da copiare sul PC, appoggiare il telefono sul computer e in pochi istanti il trasferimento delle informazioni avviene in automatico.

Un’altra chicca? Scuotendo lo smartphone e appoggiandolo sul notebook, è possibile avviare una registrazione dello schermo del computer (di max 60 secondi), che verrà salvata direttamente sul telefono, pronta per essere condivisa in caso di necessità (es. per ricevere assistenza tramite WhatsApp o altri sistemi di messaggistica).

Huawei MateBook X Pro Notebook Intel Core i7-8565U, FullView Touchscre...
Vedi offerta su Amazon
HUAWEI MateBook 13 Laptop, FullView Display 2K da 13 Pollici, AMD Ryze...
Vedi offerta su Amazon
HUAWEI MateBook D 14" Notebook Portatile, Processore AMD Ryzen 5, 8 GB...
Vedi offerta su Amazon

Per connettere uno smartphone a un tablet Huawei, bisogna invece richiamare l’area di notifica su quest’ultimo, premere sull’icona relativa alla Multi-screen Collaboration e rispondere in maniera affermativa all’avviso che compare sul telefono.

Comparirà così, sul display del tablet, una riproduzione in tempo reale di quello che accade sullo schermo dello smartphone, con la possibilità di comandare quest’ultimo e trasferire file in maniera semplicissima (con un trascinamento degli elementi di proprio interesse dal riquadro con lo schermo dello smartphone verso la Home screen del tablet).

Per maggiori informazioni su Huawei Share e sulle sue tante potenzialità, consulta il sito ufficiale di Huawei.

HUAWEI MatePad Pro Tablet, 10.8'' Fullview Display, Processore Kirin 9...
Vedi offerta su Amazon

Altro esempio di interazione Smart tra dispositivi Huawei è quello che riguarda gli auricolari true wireless FreeBuds 3i, FreeBuds 3 e FreeBuds Lite: questi ultimi, infatti, si possono abbinare allo smartphone in modo molto più semplice di quanto avviene con i classici auricolari Bluetooth.

Huawei FreeBuds

Aprendo la custodia dei FreeBuds in prossimità di uno smartphone Huawei, comparirà infatti su quest’ultimo un avviso che permetterà di stabilire il collegamento con gli auricolari con un semplice tap.

Una volta stabilito il collegamento, gli abbinamenti successivi saranno automatici e, quindi, FreeBuds risulteranno sempre pronti all’uso.

Huawei Freebuds3i Auricolari True Wireless In Ear con Cancellazione In...
Vedi offerta su Amazon
HUAWEI Freebuds 3 Auricolare, Bluetooth, Nero
Vedi offerta su Amazon
Huawei 55030713 FreeBuds Lite Cuffie Auricolare, True Wireless, Blueto...
Vedi offerta su Amazon

Stesso discorso vale anche per gli smartwatch Huawei: abbinando FreeBuds a uno smartwatch come Watch GT2 o Watch GT2e, è possibile andare a correre lasciando lo smartphone a casa e ascoltare la musica caricata direttamente sull’orologio.

HUAWEI Watch GT 2 Smartwatch 46 mm, Durata Batteria fino a 2 Settimane...
Vedi offerta su Amazon
HUAWEI WATCH GT 2e Smartwatch, 1.39" AMOLED HD Touchscreen, GPS e GLON...
Vedi offerta su Amazon

Servizi

Huawei Mobile Services

Analizzati gli scenari di utilizzo più interessanti dell’ecosistema Huawei, direi di passare ai servizi, che quali permettono di accedere a una vasta gamma di contenuti digitali usando un unico identificativo, HUAWEI ID, che si può creare con semplicità da qualsiasi device dell’azienda cinese (sia durante la configurazione iniziale dello stesso che in seguito, agendo dalle impostazioni).

Innanzitutto, creando un HUAWEI ID si ha automaticamente accesso a HUAWEI Mobile Cloud: uno spazio per creare backup online di Galleria, Contatti, Browser ecc. e tramite il quale sincronizzare i propri dati con altri device.

Tra i servizi ai quali si ha accesso mediante HUAWEI ID ci sono poi quelli dedicati all’intrattenimento, come HUAWEI Music, un servizio di musica in streaming con oltre 50 milioni di canzoni e 1,2 milioni di album disponibili, e HUAWEI Video, per accedere a film, serie TV e documentari in alta definizione, in cambio di piccoli abbonamenti mensili (spesso anticipati da periodi di prova gratis senza alcun obbligo di rinnovo e con la possibilità di disdire in qualsiasi momento).

Discorso a parte lo merita HUAWEI AppGallery: lo store di app e giochi di Huawei che si arricchisce in maniera costante di applicazioni di rilievo e propone anche contenuti esclusivi, estrazioni a premi e ricompense.

Puoi accedere ai servizi dell’ecosistema Huawei da tutti i device più recenti dell’azienda. Per approfondimenti al riguardo, dai pure un’occhiata ai miei tutorial su cosa sono e come funzionano gli HMS e su come funziona HUAWEI AppGallery.

Promo Huawei per la tua estate

Huawei Promo

Se sei interessato all’acquisto dei dispositivi Huawei, ti segnalo che dal 15/06 al 31/08 2020 è attiva la promo Huawei per la tua estate, grazie alla quale puoi ricevere vari vantaggi, servizi Huawei e bonus offerti dai partner commerciali dell’azienda.

Ad esempio, acquistando Huawei P40 Pro+, Huawei P40 Pro o Huawei P40 Pro+, puoi avere lo speaker Huawei Mini Speaker e gli auricolari true wireless Huawei FreeBuds 3i più sconti e bonus da Italo, HYPE e Alitalia, 3 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Video, 50GB di spazio extra su HUAWEI Cloud e 6 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Music.

HUAWEI P40 Pro con Bluetooth Speaker, Acoustic Display da 6.58”, Quatt...
Vedi offerta su Amazon

Acquistando, invece, Huawei MatePad Pro ci sono sconti e bonus da Italo, HYPE e Alitalia, 3 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Video, 50GB di spazio extra su HUAWEI Cloud e 6 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Music.

HUAWEI MatePad Pro Tablet, 10.8'' Fullview Display, Processore Kirin 9...
Vedi offerta su Amazon

Promozioni interessanti sono riservate anche a chi decide di acquistare Huawei P40 Lite 5G, smartphone abbinato allo speaker Huawei Mini Speaker e agli auricolari true wireless Huawei FreeBuds 3i, con in più sconti e bonus da Burger King e Satispay, 3 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Video, 50GB di spazio extra su HUAWEI Cloud e 6 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Music.

Huawei P40 Lite 5G con Bluetooth Minispeaker, Display Punch FullView d...
Vedi offerta su Amazon

Gli sconti e i bonus da Burger King e Satispay più i 3 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Video, i 50GB di spazio extra su HUAWEI Cloud e i 6 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Music sono inclusi anche con l’acquisto di un MatePad T8.

HUAWEI MatePad T 8 da 8 Pollici, CPU Octa-core con performance potenti...
Vedi offerta su Amazon

Acquistando, invece, ‌Huawei Smart S, Huawei Y6p o Huawei Y5p si possono avere bonus da Burger King e AliExpress, 3 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Video, 50GB di spazio extra su HUAWEI Cloud e 6 mesi di abbonamento gratis su HUAWEI Music.

HUAWEI Y6p Nero + Cuffia AM115, DewDrop Display da 6.3”, Tripla Fotoca...
Vedi offerta su Amazon
HUAWEI Y5p Verde + Cuffia AM115, DewDrop Display da 5.45”, Memoria 2+3...
Vedi offerta su Amazon

La promo coinvolge anche l’assistenza Huawei, con il 20% di sconto sui ricambi, il 40% di sconto per un cambio look dello smartphone e una sorpresa per tutti i clienti.

Per maggiori informazioni, ti consiglio di consultare il sito ufficiale della campagna Huawei per la tua estate.

Articolo realizzato in collaborazione con Huawei.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.