Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori oggetti da stampare in 3D

di

Ultimamente hai deciso di avvicinarti al mondo della stampa 3D, acquistando la tua prima stampante di questo tipo. Tuttavia, non hai molte idee in merito agli oggetti con cui iniziare e avresti bisogno di “spunti” in tal senso. Anzi, l’ideale sarebbe avere qualche modello 3D gratuito già pronto all’uso, in modo da iniziare a piccoli passi e imparare come funziona questo mondo.

Non preoccuparti: sei arrivato nel posto giusto! Infatti, in questo tutorial ti illustrerò quelli che ritengo essere i migliori oggetti da stampare in 3D. Ho impostato la guida in modo che anche tu possa seguirla anche se sei alle prime armi, quindi non dovresti avere particolari problemi nel portare a termine la stampa degli elementi coinvolti. In ogni caso, ci sarà ovviamente modo di discutere anche di oggetti un po’ più complessi da realizzare.

Che ne dici? Sei pronto per approfondire come si deve il mondo delle stampanti 3D e le sue infinite potenzialità? Secondo me non vedi l’ora di dare vita ai tuoi primi progetti in tal senso. Forza allora, tutto quello che ti serve è solamente un po’ di tempo libero e di buona volontà. Di seguito trovi tutte le indicazioni del caso, che possono fornirti degli spunti interessanti per utilizzare la tua stampante 3D. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Informazioni preliminari

Oggetti 3D

Prima di entrare nel dettaglio dei migliori oggetti da stampare in 3D, lasciati dare qualche informazione in più sull’argomento.

Il mondo delle stampanti 3D è molto intrigante, dato che permette di far diventare qualsiasi idea presente sul computer — o quasi — un oggetto fisico. Mediante questo strumento si possono dunque realizzare oggetti di vario genere, utili o con finalità di svago, in completa autonomia.

Ma come funziona questa tecnologia? Ebbene, in genere le stampanti 3D per uso domestico utilizzano la tecnica Fused Deposition Modeling (FDM). Senza entrare troppo in tecnicismi, viene utilizzato un filamento e il materiale scelto viene riscaldato mediante un ugello estrusore in movimento.

Stampante 3D

Quest’ultimo si sposta nei classici tre assi (x: larghezza, y: altezza, z: profondità), seguendo le indicazioni derivanti dal modello 3D utilizzato dall’utente. La fusione del materiale avviene mediante il calore prodotto dall’ugello, mentre la solidificazione avviene attraverso l’utilizzo di raggi ultravioletti.

Insomma, ora conosci come funziona di base una classica stampante 3D, aspetto che ritengo importante per chi vuole avvicinarsi seriamente a questo mondo. In ogni caso, ho solamente sfiorato la superficie di questo complesso argomento: se vuoi approfondire ulteriormente la questione, puoi fare riferimento alla mia guida alle migliori stampanti 3D, nella quale sono entrato più nel dettaglio della questione.

Migliori oggetti da stampare in 3D

Dopo averti illustrato rapidamente come funzionano le più comuni stampanti 3D, direi che è giunta l’ora di entrare nel vivo del tutorial, illustrandoti gli oggetti più validi da stampare. Non preoccuparti se non hai ancora raggiunto una certa dimestichezza con la stampa 3D: ho improntato la guida principalmente su oggetti che si possono stampare senza troppi problemi e soprattutto con modelli 3D già pronti.

Statuina

Statua stampante 3D

Sei sei un nerd, nel senso buono del termine (ne ha mai avuto uno negativo?), sicuramente ti sei avvicinato al mondo della stampa 3D anche per via della possibilità di realizzarti da solo delle statuine, delle “action figure”.

Chiaramente online si trovano modelli 3D dei più disparati, realizzati dalla community. Un ottimo portale che contiene miriadi di queste soluzioni è Cults, un sito in cui puoi trovare parecchi modelli 3D anche totalmente gratuiti.

Ovviamente, trattandosi di realizzazioni effettuate dagli utenti, è bene prestare una certa attenzione alla qualità del modello 3D scelto e tenere questi oggetti solamente per uso personale (raffigurando personaggi su cui vige spesso il diritto d’autore, sarebbe un reato rivenderle). Si tratta, infatti, di statuine da utilizzare principalmente per capire come utilizzare la stampante 3D.

Se vuoi un consiglio, per allenarti con questa tecnologia e comprendere come fare una statuina, un buon modello di partenza è quello del drago realizzato dall’utente KERBEROSFI. Non si tratta certamente della “action figure” più precisa del mondo, ma il modello è gratuito e può aiutarti a mettere alla prova la tua stampante 3D.

Ovviamente, se non ti garba questo modello, puoi scegliere tra molti altri disponibili direttamente sul portale che ti ho indicato e in generale online.

Cover e avvolgicavi

Cover Stampante 3D

Se cerchi qualcosa di più utile per i tuoi dispositivi tecnologici, potresti pensare di realizzare una cover oppure un avvolgicavi.

Nel primo caso, online è possibile trovare molteplici custodie relative ai più disparati dispositivi mobili (ti basta fare una ricerca con i termini cover [modello cellulare] su Cults e siti simili), mentre nel secondo caso ti consiglio di partire da un modello 3D preciso: l’avvolgicavi realizzato dall’utente CWANDT.

Tra l’altro, se non sai dove tenere i mille cavi legati ai tuoi dispositivi, un modello 3D a cui potrebbe interessarti dare un’occhiata è il contenitore per cavi realizzato dall’utente EIRIKSO.

Insomma, la stampa 3D può essere utilizzata anche per realizzare accessori utili per la tua vita tecnologica.

Anelli e portachiavi

Anelli portachiavi Stampante 3D

Tra gli oggetti più popolari tra coloro che hanno appena acquistato una stampante 3D, troviamo gli anelli e i portachiavi. Si tratta, infatti, di progetti relativamente semplici da portare a termine.

Un modello 3D interessante da cui partire per quanto riguarda l’anello è quello realizzato dall’utente 3D-MON, mentre per quel che concerne il portachiavi un primo esperimento interessante può essere basato sul modello a forma di cuore creato dall’utente RUBIXDESIGN.

Se non hai ancora ben imparato a utilizzare la stampa 3D, questi modelli 3D possono aiutarti a prendere confidenza con il mezzo senza dedicare troppo tempo alla fase di realizzazione (probabilmente inizialmente farai qualche errore, ma poi potrai affinare il tuo metodo).

Si tratta, inoltre, di piccoli esperimenti che possono consentirti di “sorprendere” in pochi minuti le persone che non hanno ancora visto le potenzialità di questa tecnologia.

Molletta da bucato

Molletta da bucato stampante 3D

Se stai cercando di realizzare qualcosa che può tornarti utile nel contesto quotidiano, un progetto interessante può essere quello relativo alla molletta da bucato.

Tra i modelli più interessanti da questo punto di vista, c’è quello realizzato dall’utente ANT-103. Partendo da quest’ultimo, potrai poi realizzare una molletta funzionante mediante una molla da 7mm. Ovviamente, online sono presenti molti altri modelli di questo tipo, quindi puoi scegliere quello che soddisfa maggiormente le tue esigenze.

Realizzare una molletta da bucato può risultare interessante, in quanto può farti comprendere che la stampa 3D può essere abbinata anche a creazioni più “tradizionali” semplicemente mettendoci un po’ di impegno.

Barche

Barchetta stampante 3D

Se sei un appassionato di barche, potresti divertirti a stampare un “modellino” di questo tipo tra quelli disponibili online.

In questo caso, se vuoi partire da un modello semplice, risulta molto interessante dare un’occhiata al progetto creato dall’utente BIGLILDESIGN. Si tratta di una barchetta molto semplice ma al contempo con dei dettagli non di poco conto.

Se hai invece un po’ più di dimestichezza con il mondo della stampa 3D, un modello intrigante è quello realizzato dall’utente VANDRAGON_DE. Si tratta di una barca con parecchi dettagli, che tra l’altro si sviluppa su più “piani”.

Insomma, anche da questo punto di vista ci sono parecchie soluzioni interessanti, che potrebbero aiutarti a mettere alla prova le tue abilità di stampa.

Per maggiori informazioni

Oggetto 3D

Ovviamente risulta impossibile illustrarti in un singolo tutorial tutti i modelli 3D che ritengo validi da stampare. Infatti, online si trovano miriadi di soluzioni adatte a tutti i gusti.

Il mio consiglio è dunque quello di approfondire l’argomento andando a cercare tutorial, libri, video e corsi che possano esserti d’aiuto per stampare gli oggetti che ti sembrano più validi. Quelli presenti in questa guida sono infatti solamente degli esempi, tra l’altro tarati verso il basso in termini di difficoltà di stampa.

Prendi, dunque, i modelli citati come una sorta di “biglietto da visita” del mondo della stampa 3D: dei progetti pensati per introdurti come si deve alla tecnologia. Dal mio punto di vistam questi modelli assolvono al loro compito, ma chiaramente mi sono basato anche sui miei gusti personali e ti assicuro che le stampanti 3D consentono di fare molto di più.

Basti semplicemente pensare al fatto che si possono potenzialmente creare i propri modelli 3D. Insomma, il limite è solamente la tua fantasia e sono sicuro che, se ci metterai il giusto tempo e la passione, riuscirai anche tu a creare degli oggetti fantastici.

Stampante 3D in azione

A tal proposito, se vuoi iniziare ad approcciarti al mondo della creazione dei modelli 3D, non posso che consigliarti di dare un’occhiata al mio tutorial relativo ai programmi per le stampanti 3D, in cui ho illustrato sia soluzioni relative alla fase di stampa che alla progettazione dei modelli.

Spero di aver suscitato in te la voglia di approfondire il mondo della stampa 3D con questa guida, fornendoti alcune indicazioni interessanti per mettere alla prova come si deve la tua stampante e le tue tecniche per dare vita ai modelli 3D.

Conta che questo mondo è in continua espansione e possono quindi esserci novità dietro l’angolo. Si stanno infatti trovando soluzioni per stampare in 3D il vetro e qualcuno ha addirittura già utilizzato questa tecnologia per mettere in piedi della case (chiaramente con strumenti che vanno ben oltre le stampanti casalinghe).

Idee per stampante 3D

Inoltre, durante la pandemia da COVID-19, la stampa 3D si è rivelata particolarmente utile. In particolare, in Italia è salito agli onori delle cronache un progetto che prevedeva la realizzazione di valvole per respiratori realizzate proprio con le stampanti 3D. Queste ultime, nelle loro versioni “tradizionali” erano infatti esaurite e non si potevano reperire facilmente: la stampa 3D ha dato una mano a ridurre l’emergenza.

Chissà quali saranno in futuro le applicazioni di questa interessante tecnologia. Nel frattempo, sicuramente è intrigante iniziare a prendere confidenza con lo strumento direttamente dalla comodità della propria abitazione, magari partendo con piccoli progetti come quelli descritti in questo tutorial.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.