Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Recensione Dreame T30

di

Scopa e paletta ormai sono un lontano ricordo per molte persone. Sono infatti sempre di più coloro che decidono di affidarsi alla tecnologia per tenere la propria abitazione sempre pulita e in ordine. In questo contesto non deve sorprendere il boom di prodotti come gli aspirapolvere senza fili, i quali consentono di pulire qualsiasi casa, ma anche uffici e locali commerciali, in maniera semplice, veloce ed efficace potendo contare su un carico di tecnologia sempre più avanzato.

Ammetto che anche io non posso fare più a meno di prodotti di questo tipo e, infatti, non appena ne ho l’occasione, mi piace provarne di nuovi. Eccomi dunque qui per parlarti di Dreame T30: un potentissimo aspirapolvere senza fili 9-in-1 da 150.000 giri/min e 550W con una potenza di aspirazione di 190AW e 27.000 Pa che Dreame, azienda partner di Xiaomi specializzata nella produzione di elettrodomestici dedicati alla pulizia della casa (ti ho già parlato di alcuni suoi prodotti, come Bot L10 Pro e H11 Max Wet & Dry Vacuum Cleaner, ricordi?), mi ha permesso di provare per qualche giorno per realizzare questa recensione.

Il dispositivo in questione, come altri dello stesso brand, si contraddistingue per un rapporto qualità-prezzo estremamente convincente, per una elevata autonomia (fino a 90 minuti per carica) e per una serie di funzioni tecnologiche che me lo hanno fatto apprezzare in diverse occasioni, prima fra tutte quella per la regolazione automatica della potenza in base alla quantità di sporco rilevata. Se sei alla ricerca di un aspirapolvere senza fili che sia potente ma allo stesso tempo non eccessivamente complesso da usare o costoso, potresti aver trovato una valida opzione per le tue necessità. Adesso però non voglio anticiparti troppo. Continua a leggere quest’articolo e scopri tutte le caratteristiche di Dreame T30 e le mie impressioni sul prodotto, che spero possano esserti utili per le tue valutazioni in vista di un possibile acquisto.

Indice

Confezione di vendita e accessori inclusi

Dreame T30

Come al solito nelle mie recensioni dedicate ai prodotti per la pulizia della casa (e non solo), voglio iniziare questo post parlandoti della confezione di vendita e dagli accessori in dotazione con il prodotto, che in questo caso sono davvero tanti.

Il peso complessivo della confezione di Dreame T30 — elegante e minimal come da abitudine in casa Dreame — è di circa 9 kg ed è facile da trasportare grazie alla comoda maniglia. Comprende l’aspirapolvere e tanti accessori e spazzole in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di pulizia (sia in casa che in auto). Il tutto è realizzato in materiale plastico di ottima qualità e con un look sobrio in grado di adattarsi a qualsiasi arredamento.

Per la precisione, oltre al corpo dell’aspirapolvere (che pesa 1.76 kg e comprende sia un serbatoio per lo sporco da 0.6l, sia un comodo display su cui vengono visualizzate tante informazioni utili), in confezione troviamo il tubo in fibra di carbonio (molto leggero ed elegante) che permette di mettere in “comunicazione” il corpo di Dreame T30 con i vari accessori disponibili; la barra multi-spazzola intelligente a V antigroviglio per pulire agevolmente tutti i tipi di pavimento — comprese piastrelle e moquette — evitando i grovigli dovuti a capelli e peli di animali e potendo contare su un’esclusiva funzione di riconoscimento della superficie trattata per adattare il tipo di pulizia da fare (è l’unico accessorio che consente di usufruire di questa possibilità); l’ugello a spazzola 2-in-1, molto comodo per pulire l’interno delle auto; la spazzola morbida per spolverare; la mini spazzola elettrica, ideale per i tessuti, e il LED ugello che permette di pulire nelle fessure avendo a disposizione una luce che illumina per bene l’ambiente circostante.

Dreame T30

Per rendere l’uso dell’aspirapolvere comodo in ogni occasione, ci sono poi l’adattatore flessibile inferiore, pensato per migliorare la manovrabilità negli spazi più stretti, e il tubo flessibile elasticizzato, più flessibile di quello standard in fibra di carbonio e dunque in grado di estendere gli scenari d’uso del Dreame T30.

Completano il ricco set di accessori il caricabatterie, il filtro HEPA lavabile (che assicura la pulizia dell’aria emessa dal dispositivo), la manualistica (in italiano) e il supporto di ricarica e appoggio 2-in-1 a muro (con 2 viti, 2 tasselli e adesivo del modello di montaggio). Manca, ahimè, una base di appoggio e ricarica da pavimento.

Prestazioni e impressioni d’uso

Dreame T30

Non mi soffermerò sulla procedura di montaggio di Dreame T30, in quanto rapidissima e super intuitiva: di fatto basta incastrare il corpo dell’aspirapolvere nei vari accessori e si può immediatamente passare alle opere di pulizia.

Come già detto in precedenza, il corpo di Dreame T30 — complice la presenza di una generosa batteria da 2.900 mAh — pesa 1.76 kg: non proprio una piuma, ma ti posso assicurare che il peso è distribuito molto bene e che l’utilizzo risulta agevole anche per periodi prolungati.

Oltre al classico grilletto che serve ad azionare l’aspirapolvere e al comodo serbatoio da 0.6l (che si svuota con un semplice tocco), sul corpo di Dreame T30 sono presenti due tasti e un pratico display: il primo tasto permette di scegliere la modalità operativa (dunque la potenza) da usare per la pulizia; il secondo permette di attivare l’aspirazione continua senza necessità di tenere premuto il grilletto; il display, invece, mostra la modalità operativa che si sta utilizzando, il livello di sporco rilevato, il tempo di esercizio residuo e comunica quando bisogna sostituire il filtro.

Dreame T30

Le modalità operative tra cui scegliere sono quattro: Auto (in cui la potenza di aspirazione viene regolata in automatico in base allo sporco presente sulla superficie trattata; il livello di sporco viene controllato ogni 0,5 secondi tramite un sensore apposito che funziona con qualsiasi accessorio), Eco (per consumare poca energia e limitare la potenza di aspirazione), Media (per bilanciare consumi e potenza di aspirazione) e Turbo (per la massima potenza di aspirazione, a discapito dell’autonomia).

Nei miei test la durata della batteria in modalità Eco è stata davvero di 90 minuti come dichiarato dal produttore: un ottimo risultato, soprattutto considerando che gli aspirapolvere ciclonici più blasonati e costosi assicurano tipicamente 60 minuti di autonomia con la stessa modalità operativa.

In modalità Media, invece, la durata della batteria mi è sembrata circa la metà (altro risultato più che positivo, secondo il mio punto di vista). La modalità Turbo non permette di pulire per più di 10-12 minuti, ma questo è più che accettabile visto che parliamo di un aspirapolvere dotato di un motore molto potente, con 150.000 giri/min, 550W e una potenza di aspirazione di 190AW e 27.000 Pa (quando gli aspirapolvere ciclonici più blasonati e costosi si fermano spesso a 150AW).

Dare un giudizio sulla modalità Auto è difficile in quanto, come già detto, questa regola la potenza di aspirazione in maniera automatica in base alla quantità di sporco rilevata (la quale viene riportata anche sul display, tramite un cerchio colorato). Nel complesso posso dire di aver raggiunto tranquillamente sessioni di 30-35 minuti di pulizia, in quanto il passaggio tra i vari livelli di potenza è davvero efficace e ben bilanciato.

Dreame T30

Bene: ma come pulisce questo Dreame T30? Dalle prove che ho fatto su un pavimento con piastrelle e su vari tappeti, ottimamente. L’aspirapolvere di Dreame è riuscito ad aspirare tutto al primo colpo, compresi i peli di animali (ho un gatto in casa; un gatto a pelo lungo per la precisione, quindi potrai immaginare il problema rappresentato dai peli “svolazzanti” presenti in giro per l’abitazione!). Ho usato prevalentemente la barra multi-spazzola intelligente a V antigroviglio per usufruire anche della funzione di rilevazione automatica della superficie da trattare (esclusiva di questo accessorio; da non confondere con quella di rilevamento del livello di sporco che invece funziona con tutti gli accessori) e confermo che non ci sono stati problemi dovuti ai grovigli di pelo. Un leggero “intoppo” c’è stato solo su un tappeto con peli molto alti, dove quasi tutti gli aspirapolvere fanno fatica, ma è bastata una seconda passata per pulire a fondo anche quello.

Non avendo un’auto non ho potuto testare come si deve l’ugello a spazzola 2-in-1, mentre gli altri accessori mi sono sembrati tutti adempiere perfettamente al proprio compito: con la spazzola morbida per spolverare ho “rimesso a nuovo” la tastiera del computer da cui sto scrivendo in questo momento (per decenza non ti dico quanta polvere è saltata fuori!), mentre la mini spazzola elettrica mi ha permesso di pulire meglio di quanto avessi mai fatto il divano su cui amo gustarmi serie TV e sessioni di gaming.

Promossi anche l’adattatore flessibile inferiore e il tubo flessibile elasticizzato, anche se ammetto che con quest’ultimo mi sono trovato a faticare un po’ di più a muovere con precisione l’aspirapolvere (ma probabilmente è un problema mio, dato che nel 90% dei casi uso tubi più rigidi, come quello “classico” in fibra di carbonio fornito anch’esso in dotazione con il Dreame T30).

Dreame T30

Per quanto concerne la rumorosità, siamo sicuramente sotto la media degli aspirapolvere di questo tipo, anche se ovviamente quando si aziona la modalità Turbo Dreame T30 fa sentire la sua potenza anche in termini sonori (nulla di insopportabile comunque).

Al termine delle opere di pulizia, il Dreame T30 si ricarica in circa 3 ore. Personalmente non ho montato la base di ricarica a parete — avrei preferito una più semplice base da pavimento — ma anche qui nessun problema insormontabile. Basta inserire la spina e poggiare il corpo di dell’aspirapolvere su una qualsiasi superficie piana per caricarlo senza il rischio che cada e si danneggi. Da sottolineare il fatto che la batteria è rimovibile, quindi si può anche sostituire con una certa facilità in caso di bisogno.

Valutazioni finali

Dreame T30

A questo punto direi che posso “tirare le somme” e dare le mie impressioni finali su Dreame T30. Ebbene, come avrai anche intuito dal resto della recensione, ho fatto davvero fatica a trovare difetti o problemi nell’uso di questo aspirapolvere senza fili. A parte qualche piccola “indecisione” su un tappeto molto alto, dove anche aspirapolvere più costosi hanno faticato, il prodotto ha svolto sempre egregiamente il suo lavoro.

Mi avrebbero fatto comodo una base da pavimento, qualche dB di rumorosità in meno alla massima potenza e un peso leggermente più contenuto? Certo, ma è davvero “cercare il pelo nell’uovo” in un dispositivo completo, affidabile e con un concentrato di potenza e autonomia che è difficilissimo — se non impossibile — ritrovare in questa fascia di prezzo.

Se consideriamo che nel momento in cui scrivo Dreame T30 è disponibile su Amazon a 459 euro con un coupon di 60 euro che porta il suo prezzo finale a 399,99 euro, non posso che consigliartelo.

Dreame T30 Aspirapolvere Senza Fili Potente 27Kpa, Scopa Elettrica Ric...
Vedi offerta su Amazon

Se prima dell’eventuale acquisto vuoi saperne di più sul prodotto, ti consiglio di visitare anche questo sito, dove troverai tutte le informazioni delle quali potresti aver bisogno.

Articolo realizzato in collaborazione con Dreame.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.