Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come aggiornare le app senza Play Store

di

Hai acquistato uno smartphone o un tablet Android sprovvisto di Play Store e, nonostante qualche titubanza iniziale, ti ci stai trovando piuttosto bene. Il problema è che ora vorresti aggiornare le tue app preferite e non sai come riuscirci. Beh, se le cose stanno in questo modo, non temere, hai diverse soluzioni che puoi mettere in campo.

La prima è controllare, molto banalmente, se sul tuo smartphone/tablet c’è uno store alternativo a quello di Google che puoi usare per aggiornare le app all’ultima versione disponibile; altrimenti puoi prendere le redini della situazione e installare tu stesso uno store da usare per installare, gestire e aggiornare le app, proprio come eri abituato a fare con quello di Google.

Non è niente di difficile, te l’assicuro. Prenditi, dunque, qualche minuto di tempo libero e scopri come aggiornare le app senza Play Store grazie alle indicazioni che sto per darti. Le procedure sono valide un po’ per tutti i terminali Android (anche quelli che sono già provvisti dello store di Google, volendo) e tutte le versioni del sistema operativo. Buona lettura!

Indice

Operazioni preliminari

Origini sconosciute

Prima di entrare nel vivo della guida e spiegarti come aggiornare le app senza Play Store, mi sembra doveroso spiegarti come abilitare le fonti esterne (dette anche origini sconosciute) su Android: si tratta di una procedura essenziale in questa situazione, che permette di installare i pacchetti .apk delle applicazioni per Android da fonti non ufficialmente riconosciute, quindi da fonti differenti dal classico Play Store di Google.

La procedura è molto semplice, ma potenzialmente pericolosa: in Rete, infatti, non è difficile trovare dei pacchetti .apk modificati contenenti dei malware; pertanto, ti invito a utilizzare solo store affidabili (come quelli che sto per consigliarti in questa guida) e ad evitare il download di applicazioni da siti o app terze, a meno che non siano controllate da aziende riconosciute a livello mondiale (es. Amazon o Facebook).

Ciò detto, ecco come abilitare le fonti esterne: sulle versioni più recenti di Android è tutto molto immediato. Quando si prova a installare un file .apk, infatti, compare automaticamente un avviso che permette di attivare la funzione in oggetto semplicemente attivando una levetta relativa all’app che si sta usando per aprire il file .apk (es. il browser per navigare in Internet o il file manager).

In alternativa, è possibile recarsi nel menu Impostazioni > Sicurezza > Altre impostazioni > Installa app da fonti esterne (queste voci potrebbero cambiare leggermente a seconda della versione di Android in uso), selezionare l’app con la quale aprire il file .apk da installare sul dispositivo e attivare la levetta Consenti installazione di app.

Sulle vecchie versioni di Android, invece, bisogna attivare la levetta relativa alle origini sconosciute nel menu Impostazioni > Sicurezza. Nulla di difficile, insomma.

Store alternativi al Play Store

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, lascia che ti parli di alcuni store alternativi che puoi usare, al posto di quello di Google, per scaricare e aggiornare le app su Android. Se non sono già presenti sul device in uso, gli store in questione possono essere installati semplicemente tramite dei pacchetto .apk da scaricare dai rispettivi siti Internet. Trovi spiegato tutto qui sotto.

HUAWEI AppGallery

Huawei AppGallery

Se hai uno smartphone Huawei con HMS e, dunque, sprovvisto di servizi Google (ad esempio Mate 30 Pro, P40 lite, Mate Xs, P40, P40 Pro o P40 Lite), puoi aggiornare tranquillamente le tue app con HUAWEI AppGallery, lo store di Huawei incluso “di serie” in tutti i device in questione.

Gli aggiornamenti possono essere scaricati sia in automatico che manualmente. Per procedere, apri dunque HUAWEI AppGallery selezionando l’apposita icona presente in Home screen; dopodiché premi sulla scheda Utente (in basso a destra), vai su Aggiornamenti e ti verrà mostrata la lista di tutte le app da aggiornare.

Per procedere con l’aggiornamento delle singole app, premi sul relativo pulsante Aggiorna. Per attivare l’aggiornamento automatico di tutte le app (valido solo quando il dispositivo è connesso alle reti Wi-Fi), sposta su ON la levetta relativa alla funzione Aggiornamento automatico tramite Wi-Fi.

Come vedi, nulla di complesso. Ad ogni modo, qualora volessi approfondire il funzionamento di HUAWEI AppGallery puoi leggere il tutorial che ho dedicato a questo store.

Amazon Appstore

Amazon Appstore

Amazon Appstore non credo abbia bisogno di troppe presentazioni: è lo store ufficiale di Amazon, sul quale è possibile trovare migliaia di app e giochi, sia gratis che a pagamento. Tutto, naturalmente, testato e fornito in maniera sicura.

Per scaricare Amazon Appstore (qualora non già presente sul tuo device), collegati all’indirizzo amazon.it/gp/mas/blp/install e accetta il download del relativo file .apk: se lo scaricamento non parte in automatico, premi sulla voce Riprova il download (e rispondi affermativamente ad eventuali avvisi comparsi sullo schermo).

Al termine del download, accedi al menu delle notifiche (eseguendo uno swipe dalla cima dello schermo verso il basso) oppure all’app Download e apri il file appena scaricato. A questo punto, consenti tutte le autorizzazioni richieste, premi sul pulsante Installa e il gioco è fatto.

Se l’installazione dell’app viene bloccata perché non è attivo il supporto alle fonti esterne, rimedia come spiegato nel capitolo a inizio guida.

Una volta installato l’Amazon Appstore, avvialo, esegui l’accesso con il tuo account Amazon e usalo per installare le tue app preferite: purtroppo lo store non “vede” le applicazioni già installate sul dispositivo e, quindi, non permette di installarle. Se vuoi mantenere aggiornate le tue app in modo semplice, ti consiglio di disinstallarle e reinstallarle tramite Amazon Appstore.

Per installare un’app con Amazon Appstore, non devi far altro che selezionarla (sfogliando la Home o cercandola nella barra collocata in alto) e premere sul pulsante Ottieni. Una volta fatto, troverai tutti gli aggiornamenti disponibili nella sezione Le mie App (in basso), selezionando la scheda Aggiornamenti applicazioni.

Per ricevere delle notifiche quando sono disponibili degli aggiornamenti per le app che hai installato da Amazon Appstore (purtroppo non c’è l’aggiornamento automatico), recati nella sezione Account, scegli la scheda Impostazioni, vai su Notifiche e sposta su ON la levetta relativa agli aggiornamenti delle applicazioni.

APKPure

APKpure

APKPure è uno store indipendente per Android, grazie al quale è possibile scaricare/aggiornare migliaia di app facilmente. Pur essendo generalmente sicuro e affidabile, ti consiglio di usarlo solo se non dovessi trovare le app di tuo interesse sugli store che ti ho consigliato prima (questo perché non gestito da aziende famose come Huawei o Amazon ma, per l’appunto, da terze parti meno controllate).

Per scaricare APKPure sul tuo device (qualora non fosse già presente), collegati al sito apkpure.com/it/apkpure-app, premi sul pulsante di Download, chiudi eventuali annunci e attendi che venga prelevato il pacchetto .apk dello store (rispondendo affermativamente ad eventuali avvisi su schermo).

Una volta ottenuto il pacchetto d’installazione di APKPure, espandi il menu delle notifiche (eseguendo uno swipe dalla cima dello schermo verso il basso) oppure apri all’app Download e richiama il file appena scaricato. A questo punto, consenti tutte le autorizzazioni richieste, premi sul pulsante Installa e il gioco è fatto.

Se l’installazione dello store viene bloccata perché non hai ancora attivo il supporto alle fonti esterne, rimedia come spiegato prima.

Completato il download e l’installazione di APKPure, avvia lo store in questione, concedi i permessi necessari al suo funzionamento (eccetto quello per le chiamate, non essenziale) e scarica le app di tuo interesse, cercandole tramite la Vetrina o la barra di ricerca e premendo sul relativo tasto di download.

Per scaricare gli aggiornamenti (disponibili solo per le app scaricate con lo stesso APKpure), premi sul pulsante ☰ collocato in alto a destra e, dopo aver selezionato la scheda Aggiornamenti, ti ritroverai immediatamente di fronte alla lista delle app da aggiornare.

Puoi scegliere se aggiornare tutte le applicazioni contemporaneamente, premendo sul pulsante Aggiorna tutto presente a fondo schermo, o se procedere con l’aggiornamento di ciascuna di esse singolarmente, premendo sul relativo pulsante Aggiorna. Dovrai poi confermare l’installazione di ciascuna app, rispondendo Installa agli avvisi che compariranno su schermo.

Per ricevere delle notifiche riguardanti la disponibilità di aggiornamenti per le app (non c’è, purtroppo, la funzione di aggiornamento automatico), seleziona la scheda Me, in basso a destra, poi l’icona dell’ingranaggio (in alto a destra) e attiva le levetta relativa alla voce App updates available

Siti per scaricare app

Siti Facebook e WhatsApp

Nel (remoto) caso in cui non avessi trovato le app di tuo interesse negli store menzionati in precedenza, puoi ricorrere all’aggiornamento delle tue app scaricandone “manualmente” i pacchetti .apk da alcuni siti Internet.

Questa pratica, in verità, te la sconsiglio per i discorsi sulla sicurezza che abbiamo fatto a inizio guida. Ad ogni modo, ci sono applicazioni, come Facebook e WhatsApp, che si possono scaricare liberamente dai rispettivi siti ufficiali (quindi da fonti sicure) ed esistono siti, come APKMirror, ritenuti ragionevolmente sicuri dalla community e che possono essere presi in considerazione in caso di reale necessità (anche se da usare comunque con una certa cautela).

Per adoperare i file .apk delle app, non devi fare nulla di diverso rispetto a quanto ti ho già illustrato nei passi precedenti del tutorial: attivare il supporto alle fonti esterne, aprire il pacchetto d’installazione dell’app da installare (tramite tendina delle notifiche o file manager) e rispondere Aggiorna/Installa all’avviso su schermo.

Nel caso in cui qualche passaggio non ti fosse chiaro, ti invito a consultare il mio tutorial specifico su come installare file .apk.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.