Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aprire file APK

di

Dando uno sguardo allo smartphone Android del tuo amico, hai notato la presenza di un’app che non avevi mai visto su Play Store. Incuriosito dalla cosa hai chiesto delucidazioni a riguardo, il tuo amico ti ha spiegato come e dove scaricare l’app ma a download ultimato ti sei trovato dinanzi un file APK? Beh, se le cose stanno così e se adesso vorresti capire come fare per poter aprire file APK ho una buona, anzi ottima notizia per te: ci sono qui io pronto a spiegarti tutto ciò che bisogna fare per riuscire nell’impresa.

Prima di illustrarti, passaggio dopo passaggio, che cosa bisogna fare per poter aprire file APK è bene però che tu capisca di cosa stiamo parlando. I file APK sono i pacchetti che contengono tutti i file delle applicazioni per Android, similmente agli .app su Mac, e per certi versi agli .exe su Windows. È possibile ottenere file APK da market alternativi per Android o da siti Internet specializzati, ma bisogna fare attenzione ciò che si scarica, onde evitare di incappare in problemi anche abbastanza seri.

Chiarito ciò, se sei dunque intenzionato a scoprire che cosa bisogna fare per poter aprire un file APK su Android, ma anche sul computer, ti invito a metterti comodo ed dedicare qualche minuto di tempo libero all’attenta letta di questa guida. Sono certo che alla fine potrai dirti più che soddisfatto di essere riuscito nel tuo intento e che sarai anche pronto ad affermare che effettuare questa operazione in realtà era un vero e proprio gioco da ragazzi. Pronto? Si? Molto bene, allora cominciamo.

Indice

Informazioni preliminari

Come aprire file APK

Prima di entrare nel vivo di questa guida e di spiegarti, nel concreto, come aprire file APK, lascia che ti dia qualche indicazione in più sulla natura di tale categoria di elementi.

Come ti ho già accennato all’inizio di questa guida, i file APK altro non sono che i pacchetti contenenti le app per Android: in genere, tali file possono essere scaricati in tutta sicurezza dai market di comprovata serietà disponibili per i device animati dal “robottino verde”, quali il Play Store di Google, AppGallery di HUAWEI oppure l’Appstore di Amazon.

Tuttavia, è possibile procurarsi anche APK da market di terze parti differenti da quelli menzionati poc’anzi, oppure da siti Internet, ed è qui che iniziano i problemi di sicurezza, soprattutto se si tenta di aprire file di questo tipo direttamente su Android (gli emulatori per Windows e macOS, invece, creano un ambiente protetto che non va a incidere sui dati del sistema operativo): tali file potrebbero essere infatti progettati per veicolare malware sui dispositivi degli utenti, mettendo a rischio non soltanto l’integrità dei dati, ma anche delle informazioni sensibili e dell’intero sistema operativo.

Per questo motivo, onde evitare che l’utente installi file di questo tipo con troppa leggerezza, Android ne blocca l’esecuzione per impostazione predefinita: l’esecuzione dei file APK può essere comunque autorizzata eseguendo una semplice procedura di sblocco ma, mi raccomando, verifica sempre l’attendibilità del sito o del market dal quale ti procuri i file, usando strumenti come WOT o McAfee Siteadvisor, oppure effettuando delle ricerche mirate su Google.

Inoltre, se hai intenzione di operare spesso con i file APK su Android, scegli e installa un buon antivirus gratuito per lo smartphone oppure per il tablet, così da stroncare sul nascere eventuali minacce informatiche potenzialmente veicolate da applicazioni di dubbia integrità.

Come aprire file APK su Android

Come aprire file APK su Android

Chiariti tutti gli aspetti collegati alla sicurezza del caso, lascia che ti spieghi come aprire file APK su Android nella maniera più semplice possibile. Esattamente come già accennato poco fa, il sistema operativo di Google consente l’apertura e l’esecuzione dei file APK, a patto di sbloccare una precisa funzione di sistema.

Dunque, se sul tuo dispositivo è presente un’edizione di Android pari o superiore alla 8.0, devi autorizzare l’app dalla quale andrai ad avviare l’installazione del file APK: per esempio, se intendi scaricarla dal browser di sistema, dovrai permettere a quest’ultimo di avviare file APK; se, invece, il file è già presente sul tuo dispositivo e intendi accedervi mediante un gestore file, dovrai operare su quest’ultimo.

Detto ciò, una volta identificata l’app dalla quale intendi aprire il file APK, recati nelle Impostazioni di Android facendo tap sul simbolo a forma d’ingranaggio residente nella schermata Home oppure nel drawer del dispositivo, raggiungi le sezioni App e notifiche > Avanzate > App con accesso speciale/Accesso speciale alle app e fai tap sulla voce Installa app sconosciute.

Ora, esamina la lista delle applicazioni presenti su Android alla ricerca di quella da cui intendi agire sul file APK (ad es. il browser Google Chrome), fai tap sul suo nome e sposta da OFF a ON la levetta corrispondente alla voce Consenti da questa origine; se necessario, attendi lo “scadere” del timer e rispondi in maniera affermativa all’avviso successivo.

Come aprire file APK su Android

Tieni presente che, su alcune versioni di Android, i nomi di menu e opzioni potrebbero essere leggermente diversi: per farti un esempio, sui dispositivi a marchio Xiaomi, devi accedere ai pannelli Impostazioni > Protezione privacy > Permessi speciali > Installa app sconosciute.

Se, invece, sul tuo dispositivo è in esecuzione Android 7.0 o precedenti, non devi autorizzare alcuna app nello specifico, ma soltanto abilitare l’installazione dei file da origini sconosciute per l’intero sistema operativo: puoi riuscirci recandoti nel menu Impostazioni > Sicurezza (o simili) e spostando da OFF a ON la levetta corrispondente alla voce Origini sconosciute.

Una volta conclusa la procedura di sblocco, non ti resta che accedere al file APK da installare mediante l’app che hai autorizzato in precedenza (se necessario), rispondere in maniera affermativa all’avviso riguardante i file potenzialmente dannosi (se viene mostrato) e fare tap sui pulsanti Installa e Fine/Apri, per completare l’installazione dell’app e avviarla.

Non dimenticare, una volta completata la procedura, di revocare le autorizzazioni per l’installazione di file da origini sconosciute, ripetendo la stessa procedura che ti ho illustrato poco fa e disattivando tutti gli interruttori che hai abilitato in precedenza.

Qualora ti stessi interrogando circa la possibilità di poter aprire file APK su iOS, mi dispiace informarti che la risposta è negativa: non si possono infatti eseguire app di questo tipo su smartphone e tablet prodotti da Apple, a meno di non impelagarsi in procedure estremamente complesse — e, lascia che te lo dica, alquanto sconsigliabili.

Come aprire file APK su computer

Come aprire file APK su computer

Al contrario di quanto potresti pensare, è possibile aprire file APK su PC non soltanto per visionarne il contenuto, ma anche per eseguire le applicazioni contenute al loro interno, grazie ad alcuni programmi progettati per lo scopo.

Per esempio, se ti interessa prendere visione degli elementi contenuti in un pacchetto APK perché ti stai avvicinando al mondo della programmazione Android e vorresti capire qualcosa in più in merito all’organizzazione interna dei file contenenti le app, puoi ottenere questo risultato usando un qualsiasi programma gratuito per la gestione degli archivi compressi con supporto agli archivi APK, quale potrebbe essere 7-Zip per Windows oppure Keka per macOS.

Una volta scaricato e installato il programma scelto (ti ho spiegato come fare nella guida che ti ho linkato poco fa), non ti resta che individuare il pacchetto APK del quale visionare il contenuto, fare clic destro sulla sua icona e selezionare le voci 7-Zip > Apri se ti trovi su Windows, oppure Apri con > Keka se impieghi invece macOS, dal menu contestuale che compare sullo schermo.

Qualora volessi invece eseguire un file APK sul computer esattamente come se ti ritrovassi al cospetto di uno smartphone oppure di un tablet animato dal sistema operativo di Google, devi installare un emulatore per Android dotato di supporto per il caricamento manuale dei file APK. Di seguito ti illustro, nel dettaglio, il funzionamento dell’emulatore BlueStacks per Windows e macOS.

Come aprire file APK su PC Windows

Come aprire file APK

Per installare l’emulatore BlueStacks su Windows, collegati al suo sito Internet ufficiale, clicca sul pulsante Scarica BlueStacks e, una volta ottenuto il file d’installazione del programma (ad es. BlueStacksMicroInstaller_XX.exe), aprilo e clicca sui pulsanti e Installa ora, per avviare il download dei file necessari da Internet e portare a termine il setup del programma.

A installazione completata, dovresti ritrovarti al cospetto della schermata principale dell’emulatore: qualora il programma non dovesse avviarsi in automatico, puoi servirti dell’icona che, nel frattempo, è stata aggiunta sia al menu Start che al desktop di Windows.

Durante il primo avvio, verrà effettuata un’analisi del computer e la successiva decompressione dei file necessari all’esecuzione delle app Android; in seguito, visualizzerai una finestra, la cui parte centrale, che rassomiglia in maniera evidente al drawer di Android, contiene i collegamenti alle app installate in BlueStacks.

Come aprire file APK su PC Windows

Ora, se è tua intenzione usare l’emulatore soltanto per eseguire file APK, puoi evitare l’esecuzione del Play Store (con associazione di account Google) e andare dritto al “sodo”: per caricare il file, clicca sul pulsante [APK] situato nella piccola barra laterale di destra del programma, oppure premi la combinazione di tasti Ctrl+Maiusc+B sulla tastiera e serviti il pannello successivo per selezionare il pacchetto di tuo interesse. Se non vedi la barra laterale di BlueStacks, clicca sul pulsante collocato in alto.

A seguito di questa operazione, l’installazione dell’app verrà portata a termine in maniera del tutto automatica; al termine della procedura, l’icona dell’applicazione installata comparirà nella schermata Home di BlueStacks, accessibile cliccando sul simbolo della casetta situato in alto. Per avviare l’APK installato, clicca sulla sua icona e, se ti viene richiesto, Applica le impostazioni grafiche e riavvia il programma, usando il pulsante che compare sullo schermo.

Come aprire file APK su Mac

Come aprire file APK su Mac

Anche BlueStacks per Mac consente di effettuare l’installazione di pacchetti APK in modo estremamente semplice. Cambiano, però, le modalità d’installazione del programma: per ottenerlo, collegati a questo sito Web e clicca sul pulsante Scarica BlueStacks, per effettuare il download del file di setup del programma, in formato .dmg.

A download completato, lancia il file ottenuto, fai doppio clic sull’icona di BlueStacks Installer, situata nella finestra che va ad aprirsi e, quando necessario, premi sul pulsante Apri per superare le restrizioni imposte dal Mac nei confronti degli sviluppatori non certificati.

Ora, premi sul bottone Installa ora, digita la password del Mac nell’apposito campo, clicca sul pulsante Installa assistente e attendi che la copia dei file necessari al funzionamento dell’emulatore venga porta a a termine.

Per ultimare il setup, concedi al programma i permessi necessari al suo corretto funzionamento: clicca dunque sui pulsanti Apri le Preferenze Sistema e Consenti e, giunto nella schermata delle Preferenze di Sistema di macOS, fai clic sul simbolo del lucchetto serrato visibile in basso a sinistra, in modo da autorizzare la modifica delle impostazioni.

A questo punto, digita la password di amministrazione del Mac e clicca sul pulsante Sblocca, in modo da concludere il setup e visualizzare la schermata principale del software. Qualora il programma non dovesse avviarsi in automatico, aprilo tu, mediante l’icona che è stata aggiunta, nel frattempo, al Launchpad.

Giunto alla schermata iniziale di BlueStacks, clicca sul pulsante Inizia ed effettua l’accesso al tuo account Google; successivamente, premi sui bottoni Avanti, Accetto e Comincia a usare BlueStacks, per finalizzare la fase di configurazione iniziale.

A questo punto, per installare un file APK in BlueStacks, individua il file in questione mediante il Finder di macOS, fai clic destro sulla sua icona e seleziona le voci Apri con > BlueStacks dal menu contestuale che compare; per avviare le applicazioni installate, apri l’emulatore, clicca sulla scheda My Apps (in alto) e poi sul nome dell’applicazione da eseguire.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.