Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come emulare Android su Mac

di

Muori dalla voglia di provare un’applicazione per Android che non è compatibile con il tuo smartphone? Beh, potresti emulare il sistema operativo di Google sul PC e testarla in questo modo. Come dici? Non hai un PC Windows, bensì un Mac? Beh, non vedo dove sia il problema!

Anche sui computer della "mela morsicata" è possibile utilizzare degli emulatori che permettono di testare il celeberrimo sistema operativo mobile di casa Google. Lo so, detta così può sembrare una cosa difficile da fare ma ti garantisco, invece, che riuscirci è un gioco da ragazzi. Coraggio: scopri subito come emulare Android su Mac, grazie alle indicazioni che trovi qui sotto, e provaci tu stesso.

Non devi far altro che metterti bello comodo, prenderti tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cercare di attuare le "dritte" che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento con il sistema operativo del "robottino verde"!

Indice

Che cos’è un emulatore Android

Emulatore Android

Prima di addentrarci nel vivo di questa guida e vedere nel dettaglio come emulare Android su Mac, mi sembra doveroso spiegarti che cos’è un emulatore Android.

Detta in termini "spiccioli", emulare Android significa riprodurre il sistema in una cosiddetta macchina virtuale, che è un programma in grado di simulare in tutto e per tutto un sistema operativo. Questo permette così di utilizzare Android sul Mac, proprio come se si utilizzasse uno smartphone o un tablet.

Emulando Android sul Mac è possibile, infatti, scaricare app (anche dal Play Store) e testare il loro funzionamento, con la sola differenza che anziché usare delle gesture touch screen bisogna adoperare il mouse. Per scaricare app dal Play Store, ovviamente, bisogna collegarsi a un account Google esistente (o crearne uno nuovo).

Chiariti questi aspetti, se ti è tutto chiaro, direi che possiamo finalmente procedere: nei prossimi paragrafi, trovi elencati alcuni dei migliori emulatori Android disponibili sulla piazza. Sentiti libero di usare quello che ritieni più adatto alle tue esigenze.

Migliori emulatori Android per Mac

Veniamo, dunque, all’azione vedendo più da vicino il funzionamento di quelli che, a mio modesto parere, sono i migliori emulatori Android per Mac. Li trovi elencati proprio qui sotto.

BlueStacks

BlueStacks

La prima soluzione che ti consiglio di provare per emulare Android su Mac è BlueStacks (disponibile anche per Windows). La sua facilità d’utilizzo, dovuta al fatto che non bisogna effettuare operazioni di dual boot per emulare Android, lo rendono uno dei programmi più apprezzati dagli utenti che necessitano di virtualizzare sul PC il sistema operativo del "robottino verde".

Per scaricarlo, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Scarica BlueStacks, posto al centro della pagina. A download completato, apri il file .dmg che hai ottenuto, fai doppio clic sull’icona di BlueStacks presente nella finestra apertasi e poi clicca sul pulsante Apri che si trova nella nuova finestra comparsa a schermo.

Successivamente, fai clic sul pulsante Installa Ora, digita la password del tuo account utente su macOS e fai clic sul pulsante Installa assistente. Attendi, dunque, che la procedura d’installazione dell’assistente venga portata a termine e, se necessario, fai clic sul pulsante Apri le preferenze Sicurezza.

BlueStacks

Ora devi concedi all’applicazione i permessi per funzionare correttamente. Nella finestra di Preferenze di Sistema del Mac, clicca quindi sul pulsante Consenti, premi sul simbolo del lucchetto chiuso posto in basso a sinistra, digita la password di amministrazione di macOS e fai clic sul pulsante Sblocca.

Fatto ciò, clicca sul pulsante Inizia che dovresti vedere nella finestra principale di BlueStacks e accedi al tuo account Google inserendo, negli appositi campi di testo, e-mail e password. Accetta, dunque, i termini e le condizioni d’uso del servizio, cliccando sui bottoni Avanti e Accetto, e poi pigia sul pulsante Comincia a usare BlueStacks.

BlueStacks

Adesso sei finalmente pronto per usare Android sul Mac e scaricare le app da testare mediante il Play Store. In che modo? Proprio come faresti sul tuo smartphone o tablet.

Ti basta, infatti, cliccare sull’icona del Play Store situata nella schermata Home, cercare l’app da testare, tramite la barra di ricerca posta in alto, e cliccare sui pulsanti Installa e Accetto, per effettuarne il download.

Al termine dello scaricamento, potrai avviare l’app cliccando sul pulsante Apri o sulla relativa icone nella schermata Home.

Nox Player

Nox

Nox Player è un altro emulatore Android per Mac (disponibile anche per Windows) che ti consiglio di provare, soprattutto se hai intenzione di testare giochi, dato che è stato pensato per essere adoperato soprattutto dagli amanti del mondo videoludico.

Offre anche alcune funzioni avanzate che possono tornare molto utili: permette, ad esempio, di ottenere i permessi di root e creare più istanze della stessa app. L’interfaccia dell’emulatore, purtroppo, non è disponibile in italiano, ma comunque risulta semplice da utilizzare. Ti rammento, inoltre, che il programma presenta dei banner pubblicitari (sebbene non siano particolarmente invasivi).

Per servirtene, devi per prima cosa recarti sul suo sito Web ufficiale e cliccare sul link Mac Version, posto immediatamente sotto il pulsante "Download". A scaricamento completato, fai doppio clic sull’installer scaricato e premi sul pulsante Apri, nella finestra comparsa a schermo.

Ora devi seguire le indicazioni che compaiono a schermo per portare a termine l’installazione di Nox Player. Clicca, dunque, sul pulsante Continue, premi sul bottone Accept, attendi che venga portato a termine la procedura d’installazione e clicca sul pulsante Finish.

Nella finestra che si apre, fai poi clic sul pulsante Agree, trascina Nox Player nella cartella Applicazioni di macOS, apri quest’ultima e, dopo aver fatto clic destro sull’icona del programma, seleziona la voce Apri, per due volte di seguito. Quest’operazione va fatta soltanto al primo avvio di Nox Player e serve a "bypassare" le restrizioni imposte da Apple verso i software non certificati.

Adesso, fornisci la password di amministrazione del tuo Mac e clicca sui pulsanti OK e Apri le preferenze Sicurezza. Nella finestra di Preferenze di Sistema che è comparsa a schermo, pigia dunque sul bottone Consenti, clicca sull’icona del lucchetto serrato collocato in basso a sinistra, digita la password di amministrazione del Mac e, infine, clicca sul bottone Sblocca.

Adesso devi semplicemente attendere che Android venga caricato e poi potrai scaricare e testare tutte le app che vorrai. Se desideri provare le app presenti sul Play Store, naturalmente devi avviare quest’ultimo, cliccando sulla sua icona presente nella schermata Home di Android, e accedere al tuo account Google.

Nox

Fatto ciò, provvedi a cercare l’app di tuo interesse, mediante l’apposito campo di ricerca posto in alto, e scarica l’app come faresti su un qualsiasi dispositivo Android, ovvero cliccando sui pulsanti Installa e Accetto.

Ad installazione completata, avvia l’app cliccando sul pulsante Apri o sulla sua icona nel menu principale e testa le sue funzionalità.

ARC Welder

Chrome Web Store

Un altro emulatore Android che faresti bene a prendere in considerazione è ARC Welder. Non ne hai mai sentito parlare? In sostanza si tratta di un’applicazione per il browser Google Chrome che permette di emulare Android in maniera abbastanza semplice.

Ho deciso di parlartene come ultima soluzione perché presenta due limiti piuttosto importanti: in primis, offre la possibilità di testare una volta app per volta, obbligando l’utente a cancellarla per usarne un’altra; inoltre non supporta i Google Play Services e, di conseguenza, non consente di scaricare app dal Play Store (è possibile installare app soltanto tramite pacchetti APK).

Ciò detto, vediamo come utilizzare anche questo emulatore. Innanzitutto, avvia Chrome sul tuo Mac (se non l’hai ancora installato, scopri come riuscirci leggendo le istruzioni presenti in quest’altra guida), recati su questa pagina del Chrome Web Store e pigia sui pulsanti Aggiungi e Aggiungi app. Tieni conto che potrebbe volerci qualche minuto per scaricare l’applicazione, visto il suo "peso".

ARC Wender

A installazione terminata, avvia ARC Welder, cliccando sulla sua icona presente nel menu delle applicazioni di Chrome, e fai clic sul pulsante Choose presente nella finestra apertasi.

Ora, clicca sul pulsante (+), seleziona il file APK dell’applicazione che intendi testare e imposta le tue preferenze riguardanti la sua visualizzazione. Mediante il menu Orientation, ad esempio, puoi decidere di eseguire l’app in verticale oppure in orizzontale, mentre mediante il menu Form factor puoi scegliere la tipologia di device da testare. Fatto ciò, pigia sul pulsante Test e l’applicazione dovrebbe partire.

Dove puoi procurarti le app e i giochi da testare con ARC Welder? Tra i vari portali a cui puoi rivolgerti, ci sono ApkMirror e TorrApk, che offrono la possibilità di scaricare i pacchetti APK di tutti i principali applicativi per Android. Maggiori info qui.