Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggiornare a macOS Ventura

di

Come ogni anno, anche nel 2022 Apple ha rilasciato una nuova major release del suo sistema operativo per computer. macOS 13 Ventura è dunque tra noi e si prefigge lo scopo di consolidare quanto di buono già visto in macOS 12 Monterey aggiungendo varie interessanti novità, tra cui un nuovo modo di gestire il multitasking, un pannello delle preferenze rinnovato (più in stile iOS), la possibilità di annullare l'invio dei messaggi in Apple Mail e tante altre piccole-grandi migliorie che riguardano Spotlight, Foto, Safari, Messaggi e tante altre applicazioni incluse nel sistema.

Se sei qui e stai leggendo questa guida, immagino sia perché sei “stuzzicato” da questa nuova release di Apple ma non hai ancora le idee chiare su come aggiornare a macOS Ventura senza intoppi. Ho indovinato? Perfetto, allora lascia che ti dia una mano.

Di seguito, infatti, trovi una rapida panoramica sulle novità e i requisiti necessari a eseguire questa versione del sistema operativo Apple, più le istruzioni per aggiornare correttamente da macOS Monterey senza perdere i dati o, in alternativa, per fare un'installazione pulita formattando il disco. Ti assicuro che è molto più semplice di quello che immagini. Buona lettura!

Indice

Compatibilità e novità di macOS Ventura

macOS Ventura

Prima di entrare nel dettaglio di questa guida e spiegarti come aggiornare a macOS Ventura, mi sembra doveroso elencarti i modelli di Mac compatibili con questa versione del sistema operativo Apple, che per fortuna sono numerosi: eccoli in dettaglio.

  • iMac, iMac Pro, MacBook e MacBook Pro prodotti dal 2017 in poi.
  • MacBook Air e Mac mini prodotti dal 2018 in poi.
  • Mac Pro prodotti dal 2019 in poi.
  • Mac Studio prodotti dal 2022 in poi.

E adesso lascia che ti elenchi alcune delle principali novità di macOS Ventura, con le quali potrai cimentarti una volta effettuato l'aggiornamento del tuo Mac.

  • Stage Manager — un nuovo modo per gestire il multitasking. Organizza automaticamente applicazioni e finestre in un'unica vista per facilitare il lavoro contemporaneo su più elementi. È opzionale, in quanto sono in molti gli utenti che continuano a preferire il classico sistema di multitasking delle versioni precedenti di macOS.
  • Novità di Apple Mail — in primis la possibilità di annullare l'invio di un'email, ma anche tanti miglioramenti nella ricerca dei messaggi.
  • Nuovo menu delle impostazioni in stile iOS — al posto delle classiche Preferenze di sistema. Per qualcuno un passo indietro in termini di usabilità, ma di sicuro è una mossa che aiuta a far ambientare più rapidamente chi proviene da un iPad o un iPhone.
  • Spotlight migliorato — con una funzione per trovare immagini in Foto, Messaggi, Note, Finder e altre applicazioni, trovare testi nelle immagini (tramite il sistema OCR integrato in macOS), nuovi suggerimenti e un design rinnovato.
  • Passkey e miglioramenti in Safari — è il sistema che in futuro dovrebbe sostituire le password e consentire un accesso più semplice (e anche più sicuro) ad applicazioni e siti Web. macOS Ventura porta il supporto a questo sistema in Safari, che come a ogni major release del sistema operativo migliora le sue prestazioni e riceve varie migliorie, come in questo caso la possibilità di condividere schede e segnalibri facilmente.
  • Novità di Messaggi — arriva l'attesa funzione per editare i messaggi nell'app Messaggi predefinita di macOS, nella quale adesso è possibile condividere facilmente note, presentazioni, schede di Safari, contenuti di SharePlay e altro.
  • Libreria condivisa di iCloud (da fine 2022) — la nuova funzione di Foto permette di condividere foto e video con un massimo di cinque persone.
  • Continuity Camera — per usare iPhone come fotocamera del Mac.
  • Freeform (da fine 2022) — una nuova utility per la produttività che permette di raccogliere appunti, pianificare progetti e fare brainstorming di gruppo su una lavagna virtuale in cui è possibile inserire anche link, immagini, documenti e file video/audio.

Queste sono solo alcune delle funzioni introdotte in macOS Ventura. Per una panoramica più completa ed esaustiva di quello che ti aspetta, consulta pure il sito ufficiale di Apple.

Come installare macOS Ventura

Una volta verificata la compatibilità del tuo Mac con macOS Ventura, puoi passare all'azione e fare l'aggiornamento a questa versione del sistema operativo. Vediamo, dunque, come preparare al meglio il computer e come installare macOS Ventura sia come aggiornamento di Monterey, sia da zero, effettuando quindi una cosiddetta “installazione pulita” con relativa cancellazione dei dati presenti attualmente sul Mac.

Operazioni preliminari

CleanMyMac X

L'aggiornamento diretto a una nuova versione di macOS non comporta la perdita né di dati, né di applicazioni o preferenze. Tuttavia, si tratta di un'operazione delicata in cui il contrattempo è sempre dietro l'angolo: meglio, dunque, essere previdenti e prepararsi per bene effettuando un backup dei dati presenti sul proprio Mac. Se non hai già provveduto a compiere quest'operazione, puoi farlo semplicemente con l'utility integrata Time Machine o copiando su un disco esterno i tuoi file: ti ho spiegato tutto in dettaglio nel mio tutorial su come fare il backup del Mac.

Per evitare di trovarti con un Mac un po' “appesantito” e portarti problemi di varia natura da Monterey a macOS Ventura, ti consiglio poi di dare une bella “lucidata” al sistema con applicazioni come CleanMyMac X. Non ne hai mai sentito parlare? No problem, rimediamo immediatamente. CleanMyMac X è una celebre soluzione all-in-one per la manutenzione, l'ottimizzazione e la protezione di macOS: una delle poche soluzioni affidabili di questo tipo, capace di unire funzioni realmente utili ed efficaci a un'interfaccia estremamente intuitiva completamente in italiano.

Tra le sue principali funzioni, quelle per liberare spazio sul disco andando a cancellare i file di cache, quelli superflui delle traduzioni in altre lingue e quelli pesanti/non usati da tempo (che l'utente può andare a individuare facilmente e selezionare); eliminare e prevenire i malware per Mac e velocizzare macOS andando a ottimizzare automaticamente alcune impostazioni di sistema.

Il programma si piò scaricare e usare gratis per liberare fino a 500MB di spazio sul disco: per superare questo limite occorre acquistare la versione completa di CleanMyMac X con prezzi a partire da 29,95 euro, oppure si può sottoscrivere un abbonamento a Setapp, un servizio realizzato dalla stessa azienda che produce CleanMyMac X, mediante il quale, in cambio di un piccolo canone mensile o annuale (il piano mensile è di 9,99$/mese con 7 giorni di prova gratis) è possibile usare una vasta gamma di applicazioni a pagamento per Mac senza acquistare le singole licenze; inoltre, con una piccola aggiunta sul canone è possibile installare numerose app a pagamento anche per iPhone e iPad: trovi tutti i dettagli nel mio tutorial dedicato.

Ciò detto, per scaricare CleanMyMac X gratis, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sul pulsante di download. Apri, dunque, il file dmg ottenuto, trascina l'icona di CleanMyMac X nella cartella Applicazioni e avvia il software dando conferma: al primo avvio ti verranno chiesti vari permessi che consentono al programma di funzionare al meglio; accettali tutti. Accetta anche i termini su privacy e Termini di servizio e segui il tutorial iniziale.

Bene: adesso puoi usare CleanMyMac X per liberare spazio e sistemare eventuali problemi presenti sul tuo Mac prima dell'aggiornamento a macOS Ventura. Dunque, accedi alla sezione denominata Scansione smart e premi sul pulsante Avvia per avviare un controllo generale su pulizia, protezione e velocità del tuo Mac. Al termine ti verrà mostrato un riepilogo con queste tre voci: cliccando su di esse potrai visualizzare l'elenco delle problematiche trovate (o, nel caso della “Pulizia”, la quantità di spazio che è possibile liberare sul disco) e scegliere in maniera granulare su quali elementi andare ad agire.

Ad esempio, cliccando sull'opzione Controlla elementi relativa alla “Pulizia” potrai scegliere se cancellare o meno File cache dell'utente, File di lingue, File di registro del sistema ecc. Una volta regolate le tue preferenze, premi il pulsante Avvia e attendi che CleanMyMac X elimini tutti i file superflui e i problemi rilevati sul computer: ci vorranno pochi secondi.

Per accedere agli altri strumenti offerti dal software puoi far riferimento al menu laterale: nella sezione Pulizia trovi i tool per rimuovere i file superflui, gli allegati di Mail, svuotare i Cestini e così via; in Protezione puoi cancellare eventuali file dannosi dal Mac, correggere le vulnerabilità del sistema e cancellare i dati della navigazione online e delle applicazioni di messaggistica; infine la sezione Velocità consente di velocizzare macOS andando a regolare i programmi impostati per l'avvio automatico, liberare la RAM, riparare i permessi del disco, risolvere i problemi i navigazione mediante la cancellazione della cache dei DNS, e molto altro ancora.

CleanMyMac X

Ti segnalo, inoltre, il menu di accesso rapido a CleanMyMac X presente nella menubar: quest'ultimo ti permette di monitorare in tempo reale lo stato di disco, RAM, batteria, CPU e grado di protezione del sistema operativo fornendoti anche dei consigli utili su come ottimizzare il Mac. Supporta anche la gestione dello spazio su Dropbox. Per saperne di più e avere una panoramica ancora più completa su CleanMyMac X, consulta il mio tutorial dedicato al programma.

Passare da macOS Monterey a macOS Ventura

macOS Ventura

Una volta preparato il Mac come si deve, sei pronto per aggiornare a macOS Ventura. Effettuare il passaggio da macOS Monterey è rapido e indolore: ti basta aprire Preferenze di sistema, selezionare Aggiornamento software e attendere che compaia la voce relativa alla disponibilità di macOS Ventura

Clicca, dunque, sul pulsante Aggiorna ora e attendi pazientemente che l'aggiornamento venga scaricato. Al termine della procedura (durante la quale puoi anche chiudere Preferenze di sistema e continuare a lavorare normalmente con il tuo Mac), partirà automaticamente la schermata di installazione del nuovo macOS (altrimenti trovi l'applicazione per installare macOS Ventura nel Launchpad).

Per il resto non c'è molto da fare, se non seguire le semplici indicazioni su schermo: premi su Continua, accetta le condizioni d'uso, seleziona il disco di destinazione su cui installare il sistema operativo (se necessario, sblocca l'unità inserendo la password di amministrazione del Mac) e dai conferma. Il Mac si riavvierà più volte e, al termine, avrai macOS Ventura a tua disposizione!

Installazione pulita di macOS Ventura

macOS Ventura

Se vuoi fare un'installazione pulita di macOS Ventura andando quindi a cancellare il contenuto attuale del disco, puoi raggiungere il tuo scopo creando una chiavetta USB con i file d'installazione del sistema operativo. Assicurati, dunque, di avere una chiavetta USB con almeno 32GB di spazio liberoscarica macOS Ventura come descritto nei capitoli precedenti.

Una volta ottenuto l'installer di macOS Ventura apri il Terminale (lo trovi nella cartella Altro del Launchpad) e impartisci il comando sudo /Applications/Install\ macOS\ Ventura.app/Contents/Resources/createinstallmedia –volume /Volumes/nomevolume dove al posto di nomevolume devi inserire il nome attuale della chiavetta USB su cui intendi copiare il sistema operativo.

Inserisci dunque la password di amministrazione del Mac, rispondi Y alle richieste che ti vengono fatte e dai Invio. Quando la procedura di copia dei file raggiungerà il 100%, potrai passare all'installazione di macOS Ventura su qualsiasi Mac compatibile usando la chiavetta che hai appena creato.

Dunque, collega la tua chiavetta al Mac su cui installare il sistema operativo e, se acceso, spegnilo. A questo punto, se si tratta di un Mac con processore Intel, accendilo e tieni premuto il tasto alt della tastiera; se invece si tratta di un Mac con processore Apple Silicon (es. M1 o M2), tieni premuto il tasto Power

Quando sullo schermo vedi comparire la lista dei dispositivi da cui poter effettuare il boot, seleziona l'installer di macOS Ventura, quindi apri Utility Disco, seleziona l'unità principale del Mac (presumibilmente Macintosh HD), sbloccala inserendo la relativa password e premi sul pulsante Inizializza. Digita, ora, il nome che vuoi assegnare al disco, scegli il formato APFS e conferma l'inizializzazione (che cancellerà tutti i file presenti sull'unità).

A formattazione del disco completa, clicca sul pulsante Fine, chiudi Utility Disco, seleziona la voce per installare macOS e procedi normalmente con l'installazione del sistema operativo come visto anche nella procedura di aggiornamento da Monterey nei passi precedenti della guida.

Articolo realizzato in collaborazione con MacPaw.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.