Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come effettuare un backup Mac

di

Hai acquistato da poco un Mac e stai cercando delle valide soluzioni per effettuare un backup dei tuoi dati? Hai deciso di cambiare l’hard disk del tuo Mac e non sai come riversare i dati del tuo vecchio disco sul nuovo drive che hai acquistato? Allora mi sa che sei capitato nel posto giusto al momento giusto!

Con la guida di oggi, infatti, vedremo insieme come effettuare un backup Macutilizzando due soluzioni distinte: una inclusa "di serie" in macOS, che consente di copiare i propri dati in maniera costante su un disco esterno e di averli sempre a disposizione in caso di necessità, e una esterna, che invece consente di “clonare” l’intero contenuto del disco su un’altra unità e di effettuare il boot da quest'ultima (operazione che non consente di effettuare la soluzione predefinita del Mac).

Entrambi i software sono facilissimi da usare e non richiedono nessuna configurazione particolare: una volta scelti i parametri iniziali del backup, basta lasciarli lavorare e fanno tutto da soli. Allora, si può sapere che stai aspettando per cominciare? Prenditi cinque minuti di tempo libero, scegli la soluzione che ti sembra più adatta alle tue esigenze e segui le indicazioni che sto per darti. Vedrai, creare un backup del tuo Mac si rivelerà davvero un gioco da ragazzi!

Indice

Operazioni preliminari

Utility Disco

Prima di vedere in dettaglio come effettuare un backup su Mac, devi procurarti un disco adatto a compiere tale operazione e lo devi formattare correttamente, usando il file system Mac OS Esteso journaled.

Come facilmente intuibile, il disco che devi procurarti deve avere una capacità pari o superiore al disco del Mac. Sarebbe consigliabile un disco con addirittura il doppio della capienza del disco del Mac (in modo da conservare più copie di backup dei dati), ma ovviamente sta a te scegliere in base alle tue esigenze e al tuo budget. Ad ogni modo, se vuoi dei consigli su quale hard disk comprare, puoi consultare la mia guida all'acquisto dedicata agli hard disk esterni.

Per formattare il disco con il file system Mac OS Esteso journaled, collega l'unità alla porta USB del computer, avvia l’Utility Disco di macOS (che si trova nella cartella Altro del Launchpad) e seleziona il drive di backup dalla barra laterale di sinistra.

A questo punto, clicca sul pulsante Inizializza che si trova in alto al centro, imposta la voce Mac OS esteso (journaled) nel menu Formato, digita il nome che vuoi assegnare all’hard disk (es. TIME MACHINE) nell’apposito campo di testo e clicca prima sul pulsante Inizializza e poi su Fine per completare la procedura di formattazione. Il processo durerà pochi secondi e cancellerà completamente il contenuto del disco, pertanto prima di avviarlo assicurati di non avere alcun dato importante salvato sull'unità.

Time Machine

Time Machine

Adesso vediamo come effettuare un backup del Mac in maniera “tradizionale”, sfruttando l'ottimo Time Machine: lo strumento per il backup incluso "di serie" in macOS.

Time Machine provvede a copiare automaticamente su un hard disk esterno tutti i file, le applicazioni e le impostazioni presenti sul Mac. Utilizzandolo, potrai recuperare i file cancellati per sbaglio, ripristinarli ad una data precedente e ripristinare l’intero sistema in caso di problemi. Quando lo spazio sul disco di backup starà per esaurirsi, l’applicazione cancellerà in maniera intelligente i file più vecchi senza che tu debba muovere un dito.

Effettuare un backup con Time Machine

Time Machine

Per scoprire come effettuare un backup con Time Machine, non devi fare altro che collegare al Mac l’hard disk sul quale salvare le copie di sicurezza dei file ed aspettare che macOS ti chieda se vuoi usare il dispositivo come disco di backup. Rispondi quindi in maniera affermativa, cliccando sul pulsante Utilizza come disco di backup, e il Mac comincerà a copiare automaticamente tutti i dati presenti sul computer sull’hard disk esterno.

Se vuoi impostare una password per proteggere i tuoi backup (e quindi richiedere l'immissione della stessa in caso di ripristino dei dati), apponi il segno di spunta accanto alla voce Codifica disco di backup e poi digita la parola chiave che intendi utilizzare nella finestra che si apre.

Come effettuare un backup Mac con Time Machine

Tu, a questo punto, non devi fare più nulla: Time Machine eseguirà automaticamente i suoi backup ogni qualvolta il drive sarà collegato al computer e gestirà tutti i dati in maniera intelligente, andando ad aggiornare e ad aggiungere ai backup esistenti solo i dati necessari (backup incrementale).

Se quando hai collegato il disco al Mac non è comparsa alcuna richiesta da parte di Time Machine, procedi come segue: apri Preferenze di sistema (l'icona dell'ingranaggio che si trova nella barra Dock), clicca sulla voce relativa a Time Machine, pigia sul pulsante Seleziona disco di backup, scegli il disco da utilizzare per il backup e clicca sul pulsante Utilizza il disco. Assicurati che ci sia il segno di spunta anche sulla voce Esegui backup automaticamente nella barra laterale di sinistra.

Anche in questo caso, se vuoi, puoi mettere il segno di spunta accanto alla voce Codifica i backup per attivare la richiesta della password per il ripristino dei dati dal backup.

Time Machine

Qualora ne avessi bisogno, sappi che Time Machine permette di effettuare i backup anche sui dischi connessi in rete. Tutto quello che devi fare è collegare il disco sul quale vuoi effettuare il backup al router che utilizzi per connetterti a Internet e collegare il Mac alla rete generata da quest'ultimo.

Se hai un router AirPort Extreme 802.11ac di Apple, devi assicurarti che la partizione del disco destinata al backup sia impostata in modo da accettare la condizione dei dati. Avvia, quindi l'Utility AirPort sul tuo Mac (si trova nella cartella Altro del Launchpad), clicca sul nome dell'AirPort Extreme e poi sul pulsante Modifica per accedere alle impostazioni del dispositivo (se è la prima volta che svolgi questa operazione, potrebbe esserti chiesto di sbloccare il router inserendo la sua password).

Nella finestra che si apre, recati dunque sulla scheda Dischi, scegli il disco o la partizione che intendi utilizzare con Time Machine, metti il segno di spunta accanto alla voce Abilita condivisione file e pigia sul bottone Aggiorna per salvare i cambiamenti. Lo stesso procedimento vale anche per le Time Capsule, i router di Apple con hard disk integrato.

AirPort Utility

Nota bene che se il disco di backup è su una rete, il server della rete deve usare la condivisione file Apple File Protocol (AFP) e sia il Mac che il disco di backup devono disporre di macOS 10.5.6 o versioni successive. Per maggiori dettagli al riguardo, consulta il sito Internet di Apple.

Ripristinare un backup con Time Machine

Ripristino Time Machine

Una volta creato il tuo backup, puoi usare Time Machine per ripristinare le versioni precedenti di file e cartelle che hai sul disco del computer (o riportare "in vita" dati cancellati dal disco).

Per usufruire di questa possibilità, apri il Finder (l'icona del volto sorridente che si trova sulla barra Dock) e recati nel percorso che contiene, o conteneva, le cartelle e i file che desideri ripristinare. A questo punto, clicca sull'icona di Time Machine collocata in alto a destra, nella barra dei menu di macOS (l'orologio accanto all'orologio di sistema) e seleziona la voce Entra in Time Machine dal menu che viene visualizzato sullo schermo.

Ti verrà mostrata una schermata (molto coreografica!) con al centro la cartella che hai aperto nel Finder e sulla destra una barra temporale, mediante la quale selezionare il backup da ripristinare. Fai quindi clic destro sul file o sulla cartella che intendi ripristinare, seleziona la voce Ripristina [nome file o cartella] su dal menu che si apre, scegli la destinazione in cui copiarlo e il gioco è fatto.

Nota: se non vedi l'icona di Time Machine nella barra dei menu di macOS, vai in Preferenze di sistema > Time machine e apponi il segno di spunta accanto alla voce Mostra Time Machine nella barra dei menu.

Ripristinare il Mac con Time Machine

Ripristino backup da Time Machine

In caso di necessità, i backup di Time Machine possono essere utilizzati anche per ripristinare l'intero sistema, riportandolo allo stato in cui era alla data del backup scelto.

Per usufruire di questa possibilità, devi avviare il Mac in modalità di recupero (tenendo premuta la combinazione di tasti cmd+r durante l'accensione del computer, fino a quando non compare il logo della mela morsicata sullo schermo). Dopodiché devi selezionare la voce Usa l'italiano come lingua principale, cliccare sul pulsante (->) e collegare il disco con il backup di Time Machine al Mac.

A questo punto, fai clic sulla voce Ripristina da backup di Time Machine, pigia sul pulsante Continua per due volte consecutive, scegli il disco del backup, vai ancora avanti, scegli la data del backup da ripristinare e clicca nuovamente su Continua.

Per concludere, seleziona il disco del Mac, clicca sul pulsante Sblocca per sbloccarlo tramite la digitazione della password di amministrazione di macOS e clicca sul pulsante Ripristina. La procedura di ripristino del sistema durerà un bel po'.

Per ulteriori informazioni, se qualche passaggio non ti è chiaro, puoi consultare il mio tutorial su come effettuare un backup con Time Machine, in cui ti ho spiegato in maniera più dettagliata come utilizzare il sistema di backup incluso nei Mac.

Carbon Copy Cloner

Carbon Copy Cloner

Se non vuoi realizzare un semplice backup dei tuoi dati, ma un vero e proprio clone dell’hard disk presente all’interno del tuo Mac, devi rivolgerti a soluzioni di terze parti, come ad esempio Carbon Copy Cloner.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, Carbon Copy Cloner è un’applicazione che consente di copiare l’intero contenuto del disco fisso su un drive esterno (o anche un file immagine) in modo da poter sostituire senza fatica l’hard disk del Mac o conservare delle “istantanee” dello stato del sistema. È diventato a pagamento dopo essere stato gratuito per anni, ma si può provare gratis per 30 giorni.

Per scaricare la trial di Carbon Copy Cloner sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sul pulsante Download 30-Day Trial. A download completato, apri l'archivio zip appena scaricato, copia Carbon Copy Cloner nella cartella Applicazioni di macOS e avvia il software facendo doppio clic sulla sua icona (se ti viene chiesta la conferma per la sua esecuzione, clicca sul pulsante Apri che compare sul desktop di macOS).

Installazione Carbon Copy Cloner

Nella finestra che si apre, scegli se attivare o meno la ricerca automatica di aggiornamenti per Carbon Copy Cloner (io ti consiglio di accettare), pigia sul pulsante Prova, attendi 3 secondi e avrai accesso alla schermata principale del programma.

A questo punto, clicca sul pulsante Seleziona origine e scegli il disco del tuo Mac, dopodiché clicca sul pulsante Seleziona destinazione, seleziona il disco esterno su cui clonare il disco del computer e pigia sul pulsante Clona (collocato in basso a destra) per avviare il processo di clonazione del drive. Per dare conferma, dovrai digitare la password di amministrazione del Mac.

Se vuoi escludere alcuni file dal backup, espandi il menu a tendina collocato sotto l'icona del disco di origine e seleziona la voce Copia alcuni file da quest'ultimo. Si aprirà una finestra mediante la quale potrai deselezionare le cartelle da non includere nel backup e creare dei filtri di esclusione in base a regole personalizzate.

Cliccando, invece, sul pulsante Impostazioni avanzate, puoi impostare Carbon Copy Cloner in modo da eseguire uno script prima e/o dopo la clonazione del disco e attivare/disattivare opzioni di risoluzione dei problemi, come quelle per non aggiornare file più recenti nella destinazione, non mantenere i permessi e non mantenere gli attributi estesi.

Carbon Copy Cloner

Se vuoi, puoi anche cliccare sul pulsante collocato sotto la voce Programmazione nella finestra principale di Carbon Copy Cloner e impostare una programmazione in base alla quale eseguire la clonazione del disco, mentre espandendo il menu a tendina collocato accanto al simbolo della chiocciola (@) puoi impostare il programma in modo che ti invii delle notifiche via email in caso di errori durante la creazione dei backup.

In caso di necessità, per ripristinare un backup effettuato con Carbon Copy Cloner, non dovrai fare altro che effettuare il boot dal disco che contiene il backup (impostandolo come disco di avvio in Preferenze di sistema o tenendo premuto il tasto alt in fase di boot e selezionandolo dalla schermata per la scelta dell'unità di avvio), avviare Carbon Copy Cloner dalla copia "clonata" di macOS e clonare il contenuto del disco di backup sul disco del Mac. Facile, no?