Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare BlueStacks

di

Alcuni tuoi amici più esperti di tecnologia ti hanno parlato degli emulatori Android e, in particolar modo, di BlueStacks, un programma che permette di eseguire, sia su Windows che su macOS, applicazioni e giochi disponibili soltanto per smartphone e tablet Android.

Questo argomento ti incuriosisce molto, ma complice un po’ di inesperienza, sei un po’ dubbioso su come sia effettivamente possibile utilizzare Android su PC, senza perdersi in complicate procedure di dual boot? Se è questo ciò che ti preoccupa puoi stare del tutto tranquillo. Bluestacks è un emulatore per Android di facilissima installazione e configurazione. Come dici? Non ci credi? Continua a leggere questo tutorial e segui passo le indicazioni che sto per fornirti; ti spiegherò in maniera semplice e dettagliata come scaricare BlueStacks e anche come configurarlo, in modo da permetterti di accedere al Play Store e scaricare così app e giochi per Android.

Su, che aspetti? Mettiti seduto bello comodo e prenditi qualche minuto di tempo libero, sono sicuro che, se seguirai alla lettera le mie istruzioni, potrai riuscirci in men che non si dica. Si tratta, infatti, soltanto di eseguire un paio di semplici passaggi, in quanto l’utilizzo di un emulatore Android non va assolutamente ad intaccare il sistema operativo predefinito del tuo PC o del tuo Mac. Ora che ti ho rassicurato, ti senti pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Ti auguro una buona lettura.

Indice

Caratteristiche principali di BlueStacks

Il punto di forza degli emulatori Android per Windows e macOS è dato dalla loro estrema facilità di installazione e utilizzo. Emulare il sistema operativo Android su PC tramite software come BlueStacks significa, infatti, poter usufruire del sistema operativo senza dover ricorrere a complicate procedure di dualboot. Il sistema operativo Android, infatti, viene virtualizzato all’interno di un software, una macchina virtuale che limita il funzionamento dell’OS all’interno dello stesso.

In quest’ottica, quindi, puoi immaginare che sia molto utile l’utilizzo di BlueStacks, specialmente se stai cercando un emulatore Android semplice da utilizzare. Questo software è disponibile per Windows e MacOS, e gratuito ma eventualmente è possibile effettuare l’upgrade alla versione a pagamento, al prezzo di 4 dollari al mese oppure di 40 dollari all’anno.

I vantaggi dati della sottoscrizione sono principalmente l’assenza di banner e interruzioni pubblicitarie, le quali si traducono in suggerimenti relativi all’installazione di applicazioni o giochi promozionali che vengono visualizzati all’interno del software. I prezzi indicati fanno riferimento alla versione corrente del software, ma potrebbero subire variazioni, in caso di promozioni o nuovi aggiornamenti.

Scaricare BlueStacks su Windows e macOS

Vuoi scaricare BlueStacks sul tuo computer? Benissimo, allora collegati subito al sito Internet ufficiale. Nella schermata principale, premi sul pulsante Scarica Bluestacks e poi su Download.

Attendi adesso il download del file di installazione dell’emulatore e poi avvialo, facendo doppio clic su di esso. Su Windows, se richiesto, premi poi su  nella finestra di controllo dell’account utente, per avviare l’esecuzione del client di installazione. Una volta che si sarà avviato, premi sul pulsante Installa Ora.

Non ci sono altre operazioni da effettuare, per effettuare l’installazione di BlueStacks su Windows; quest’ultimo, infatti, una volta terminato il download dei suoi file necessari e, dopo che avrai premuto sul pulsante Completo, si avvierà automaticamente.

Vorresti scaricare BlueStacks su Mac? Nessun problema. Dopo aver scaricato il file di installazione con estensione .dmg fai doppio clic sulla sua icona e conferma l’apertura dell’installer, premendo su Apri.

Adesso, nella nuova schermata visualizzata, fai clic sui pulsanti Continuare e poi su Installare, digita la password che usi per accedere al Mac e clicca sul pulsante Installa Assistente. Fatto ciò, attendi il termine dell’installazione automatica e, se richiesto, premi sul pulsante Apri le preferenze di sistema.

A questo punto devi agire tramite la sezione Impostazioni del Mac: premi prima su Consenti e poi sul simbolo del lucchetto (lo trovi in basso a sinistra) Per terminare l’installazione di BlueStacks su macOS, digita nuovamente la password del Mac e poi fai clic su Sblocca.

Configurare BlueStacks

Hai eseguito tutte le procedure che ti ho indicato e BlueStacks si è avviato? Benissimo! Hai visto che ci sei riuscito? Adesso non ti resta che configurarlo con un account Google in tuo possesso, in modo da poter accedere al Play Store e scaricare app e giochi tramite lo stesso.

Per farlo, premi su Inizia, digita i tuoi dati di login (email e password), premi poi su Avanti e su OK per accettare i termini di servizio di Google e, infine, fai clic sul pulsante Comincia a usare BlueStacks. Complimenti, adesso hai ufficialmente terminato anche la procedura di  configurazione di BlueStacks. Hai visto che non era poi così difficile?

Nel prossimo capitolo di parlerò più nel dettaglio di come utilizzare BlueStacks per scaricare e installare le applicazioni e i giochi Android tramite il Play Store.

Utilizzare BlueStacks

Scaricare applicazioni Android su BlueStacks è molto semplicemente, dal momento in cui la procedura è identica a quella che si può eseguire su qualunque dispositivo mobile con installata la più recente versione del sistema operativo Google.

Devi quindi innanzitutto avviare il Play Store tramite la sua icona situata nella schermata home e, dopoche avrai cercato l’applicazione da scaricare tramite il motore di ricerca interno del negozio virtuale Google, fai clic prima sul pulsante verde Installa e poi su Accetto. Attendi ora che che l’app o il gioco si scarichi e installi automaticamente e premi sul pulsante Apri, per avviare l’applicazione scaricata, esattamente come avresti fatto su smartphone o tablet Android.

Tutte le applicazioni scaricate su BlueStacks vengono aggiunte alla sezione Home. Quindi, una volta scaricata un’app puoi avviarla facendo clic sulla sua icona, nello stesso modo in cui è possibile fare su smartphone e tablet Android.

Che ne dici adesso di dare uno sguardo alle impostazioni avanzate di BlueStacks? Fai clic sull’icona a forma di un ingranaggio che è situata nella barra in alto. Premendo sulla voce Impostazioni puoi vedere alcune schermate che servono per effettuare alcune configurazioni avanzate, come per esempio per modificare la lingua dell’emulatore (scheda Preferenze) e regolare il quantitativo di CPU e RAM allocata (scheda Engine).

Quando hai finito di utilizzare BlueStacks, puoi chiuderlo e tornare al desktop di Windows o alla scrivania di MacOS. Per farlo, clicca sulla che trovi in alto a destra e poi clicca su Si, per uscire completamente dal programma.

Alternative a BlueStacks

Ora che hai scoperto il mondo degli emulatori Android, vorresti saperne di più ed eventualmente provarne altri? Nessun problema. Se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di leggere la mia guida intitolata Emulatori Android e Android per PC. Vi troverai maggiori informazioni su altri emulatori, come ARC Welder, Memu e Android x86.