Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggiungere carta RdC su app Postepay

di

Se percepisci il Reddito di Cittadinanza, avrai sicuramente notato quanto sia noioso e dispendioso in termini di tempo controllare il saldo della tua carta o i pagamenti ricevuti riferendoti obbligatoriamente al numero verde, al sito ufficiale o agli ATM delle poste. Dico bene? Tranquillo, la maggior parte dei titolari del RdC reputano noiosa la procedura per controllare il saldo, e desidererebbero una soluzione più semplice e facilmente accessibile.

Fortunatamente nell'ultimo periodo le cose sono un po' cambiate grazie all'introduzione di nuovi metodi più semplici per controllare il saldo, evitando perdite di tempo inutili. Ad esempio, se hai una Postepay ora è possibile farlo direttamente dall'app ufficiale di quest'ultima (inserendo la carta del Reddito di cittadinanza nella stessa). La procedura per farlo è molto semplice e te ne parlerò a breve.

Nello specifico, ti parlerò di come aggiungere la carta RdC su app Postepay e ti illustrerò come controllare successivamente il saldo della tua carta. Quindi, non ti resta che metterti bello comodo e dedicare alcuni minuti del tuo tempo alla lettura dei prossimi capitoli, così saprai esattamente quali passaggio compiere. Io intanto ti auguro una buona lettura!

Indice

Come inserire carta RdC su app Postepay

App Postepay

La prima cosa che devi fare per inserire la carta RdC nell'app Postepay è ovviamente scaricare l'app Postepay dallo store ufficiale del tuo device, ovvero Play Store se hai uno smartphone Android o App Store, se hai un iPhone. Se non hai già provveduto in tal senso, procedi: in caso di problemi trovi tutte le indicazioni del caso qui.

Una volta scaricata l'app, dovrai premere su Accedi e successivamente inserire le tue credenziali, Username e Password, per accedere. Nel caso non dovessi essere registrato è obbligatorio farlo per poter usufruire dell'app, quindi dopo aver premuto su Accedi, premi sulla voce Oppure registrati per avviare il processo di registrazione.

Nella pagina successiva, inserisci Nome, Cognome e Codice Fiscale, premendo su Prosegui per andare avanti nel processo. Inserisci poi gli altri dati richiesti come Email, Data di nascita, Indirizzo di residenza e così via, metti la spunta sui consensi e premi su Conferma per proseguire. Dovrai poi inserire il tuo numero di cellulare, su cui riceverai un codice di conferma necessario per proseguire nella registrazione.

Provvedi dunque a inserire il codice nel campo indicato e premi su Prosegui. A questo punto dovrai solo creare la tua Password, confermandola poi nel campo successivo, per completare con successo la registrazione. In seguito, premendo su Vai alla MyPoste verrai rimandato alla schermata principale dell'app da dove potrai inserire la tua carta RdC.

Per farlo, ti basta premere sul pulsante Prodotti nel menu in basso e nella schermata successiva visualizzerai le carte che hai collegato. Se hai una Postepay Evolution già collegata, sarà necessario scorrere verso destra per raggiungere la sezione in cui aggiungere una nuova carta, altrimenti potrai vedere quella sezione a schermo. Per procedere premi su Inserisci dati carta, e nella schermata successiva inserisci le 16 cifre della tua carta RdC, premendo su Avanti per proseguire.

Nella schermata successiva devi inserire la data di scadenza presente sulla tua carta, premere su Avanti e infine inserire il codice CVV/CVC2 di 3 cifre presente sul retro della tua carta. In questo modo avrai aggiunto la tua carta RdC e potrai usufruire di tutti i servizi previsti dall'app.

Saldo RdC su app Postepay

Saldo carta

Dopo aver scoperto come inserire la carta RdC su app Postepay, puoi verificare il saldo della tua carta e i relativi pagamenti e ricariche ricevute operando attraverso l'app.

Per farlo, ti basta premere sul pulsante Prodotti nel menu dell'app, per accedere alla schermata con le tue carte. Qui potrai vedere il saldo attuale riportato sull'immagine della carta stessa, e un po' più in basso i movimenti relativi ai pagamenti effettuati o alle ricariche ricevute.

Anche in questo caso, se dovessi essere in possesso di una Postepay Evolution, per verificare il saldo della carta RdC che hai appena aggiunto dovrai scorrere verso destra, tenendo il dito sull'immagine delle carte, finché non appare l'immagine della tua carta RdC.

Altre soluzioni

Reddito di Cittadinanza

La possibilità di inserire la carta del RdC su Postepay è solo una delle soluzioni disponibili, ma insieme ad essa rimangono comunque valide quelle più “tradizionali”. Ad esempio, se lo desideri puoi ancora chiamare il numero verde 800.666.888 in modo gratuito dal tuo numero di telefono registrato, e seguire le istruzioni della voce automatica per richiedere il saldo. In questo caso è importante tenere a portata di mano la tua carta RdC così da poter inserire il codice a 16 cifre presente su di essa, quando ti viene richiesto.

In alternativa, puoi recarti fisicamente agli sportelli Postamat della tua città. Arrivato allo sportello ti basterà inserire la carta nell'ATM e selezionare la voce Consulta Saldo o Verifica Saldo. A questo punto ti verrà chiesto di inserire il codice PIN della carta per procedere con l'operazione, così l'ATM stamperà la ricevuta con indicato il tuo saldo.

Se vuoi, puoi anche vedere il saldo collegandoti al sito ufficiale del Reddito di Cittadinanza. Per farlo, ti basta accedere tramite SPID alla tua area personale e scendere in basso fino a visualizzare la carta con sopra indicato il saldo attualmente disponibile. Nell'area personale puoi anche visualizzare se hai ricevuto la ricarica sulla carta e quando quest'ultima è stata effettuata.

Queste sono le soluzioni tradizionali che sono sempre state a disposizione dei titolari del RdC e rimangono tutt'ora valide. Se vuoi approfondirle, ho parlato di alcune di esse in questa mia guida dedicata, così puoi reperire tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.