Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ottenere lo SPID

di

Lo SPID (acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale) è un sistema di identificazione unico grazie al quale accedere a tutti i servizi online messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione, e non solo. Per ottenere lo SPID velocemente basta rivolgersi a un gestore autorizzato, chiamato Identity Provider e scegliere la modalità di riconoscimento più adatta al proprio caso, a distanza o in presenza presso un centro abilitato (questi ultimi variano da provider a provider).

I costi dello SPID partono da 0 euro per i privati che scelgono un metodo di identificazione “smart” (es. scansione della carta d’identità elettronica con lo smartphone, grazie alla tecnologia NFC) e arrivano fino a 20 euro se si sceglie un sistema di identificazione che prevede la presenza di operatori umani (di presenza o a distanza, via webcam). Per le aziende, invece, l’ottenimento dello SPID è sempre a pagamento (circa 35-40 euro).

Prima di richiedere le credenziali SPID, ovvero l’username e la password che ti permetteranno di accedere ai vari servizi che lo supportano, assicurati di avere almeno 18 anni di età, un documento d’identità valido (carta di identità, patente, passaporto o permesso di soggiorno, se non hai la cittadinanza italiana). È possibile anche ottenere lo SPID con tessera sanitaria identificandosi tramite il proprio codice fiscale. Tieni a portata di mano anche un numero di cellulare e un indirizzo di posta elettronica, grazie ai quali puoi completare la registrazione ed essere contattato.

Indice

Come ottenere lo SPID online

SPID

Come ti ho già accennato, per ottenere lo SPID devi rivolgerti a uno degli Identity Provider abilitati. Tra i provider riconosciuti più noti ci sono Register, Sielte, Namirial, Aruba, TIM, InfoCert e Poste Italiane (la lista completa qui). Naturalmente sei libero di scegliere in totale libertà a quale provider rivolgerti per ottenere le tue credenziali. Per agevolarti, ho scritto per filo e per segno la procedura che devi seguire con ciascuno di essi.

In linea di massima, ti verrà sempre chiesto di compilare un modulo online in cui dovrai inserire i tuoi dati personali e autenticarti tramite uno dei sistemi disponibili (es. firma digitale, Tessera Sanitaria con Carta Nazionale dei Servizi, Carta di Identità Elettronica, autenticazione “de visu” tramite webcam o di persona, etc.). Avvalendosi dei sistemi di autenticazione sopraccitati è possibile ottenere lo SPID da casa. Comodo, vero? Se, invece, si opta per quella “de visu”, bisogna provvedere al pagamento del servizio (tipicamente tra i 15 e i 20 euro) e recarsi in uno dei centri del provider prescelto. Ciò detto, è giunto il momento di sapere come ottenere lo SPID con ciascun Identity Provider.

Come ottenere lo SPID con Aruba

SPID

Se vuoi ottenere lo SPID con Aruba, sappi che puoi scegliere fra due offerte: quella dedicata agli utenti privati che prevede credenziali di primo e secondo livello gratis per due anni e quella dedicata alle imprese che invece costa 35 euro + IVA all’anno.

Per richiedere il tuo identificativo SPID con Aruba, collegati dunque a questa pagina, espandi il menu Acquista posto sulla sinistra e clicca sulla tipologia di SPID di tuo interesse (es. Aruba ID per il Cittadino). Nella pagina che viene aperta, clicca sul pulsante arancione per avviare la procedura guidata (es. Attiva Aruba ID per il Cittadino) e, nella nuova pagina apertasi, fai clic sul bottone arancione Prosegui.

Aruba ID

Scegli quindi il tipo di riconoscimento che preferisci fra quelli disponibili (es. Con firma digitale, Con firma remota, Con Carta Nazionale dei Servizi (CNS), Con Carta d’Identità Elettronica (CIE), con webcam etc.).

A scelta effettuata, clicca di nuovo sul bottone arancione Prosegui ed effettua il login inserendo le credenziali del tuo account Aruba. Se non hai ancora un account Aruba, crealo cliccando sul pulsante Registrati, compilando i moduli che ti vengono proposti e seguendo le istruzioni che visualizzi a schermo.

A login effettuato, controlla il riepilogo del tuo ordine, spunta le caselle riguardanti le condizioni del contratto (dopo averne preso visione) e fai clic sul pulsante Prosegui. A questo punto dovresti visualizzare un messaggio che rappresenta la conferma del tuo ordine e nel quale ti viene comunicato l’invio di una e-mail contenente tutte le istruzioni necessarie per ultimare la procedura di ottenimento dello SPID.

Pertanto, clicca sul link che hai ricevuto via e-mail e completa la procedura di ottenimento delle tue credenziali seguendo scrupolosamente le indicazioni che ti sono state fornite e che visualizzerai a schermo. La procedura richiederà soltanto pochi minuti.

Come ottenere lo SPID con TIM

SPID

Anche TIM permette di ottenere lo SPID. Lo fa tramite il servizio TIM id, grazie al quale è possibile ottenere il proprio identificativo di primo e secondo livello attraverso varie modalità di riconoscimento: webcam (gratis in alcuni periodi dell’anno, altrimenti costa generalmente 24,28 euro IVA inclusa), firma digitale, Tessera Sanitaria con Carta Nazionale dei Servizi o riconoscimento de visu presso il punto di riconoscimento di Pomezia (Roma).

Nel momento in cui scrivo, TIM id permette di accedere allo SPID usufruendo di tre diverse offerte: una per il cittadino e una per i diciottenni (in entrambi i casi il servizio è gratuito per i primi due anni e, salvo diversa comunicazione da parte di TIM, anche dal terzo anno in poi) e una per le imprese che prevede il pagamento di un canone annuo di 36 euro + IVA.

Per richiedere lo SPID tramite una delle offerte disponibili, collegati al sito Internet TIM id, scegli l’offerta più adatta a te, cliccando sul relativo alla tipologia di identità di tuo interesse (Cittadino o Impresa). Fatto ciò, seleziona la modalità di riconoscimento che preferisci apponendo il segno di spunta accanto una delle voci disponibili (es. CNS/TS, Di persona, Firma qualificata, Web Cam, etc.).

Dopodiché, clicca sul pulsante Continua, accetta i termini e le condizioni d’uso del servizio apponendo il segno di spunta accanto alle relative voci che visualizzi a schermo, compila il modulo relativo ai dati della tua utenza SPID (es. User ID, Numero di telefono mobile, etc.) e clicca sul pulsante Genera codice di verifica per convalidare il numero di cellulare che hai indicato (dovrai poi riportare il codice in questione nell’apposito campo di testo).

SPID

A questo punto, compila la restante parte del modulo con le informazioni richieste (es. Nome, Cognome, Luogo di nascita, etc.), clicca sul pulsante Continua situato in fondo alla pagina e segui le istruzioni che compaiono a schermo per ultimare la procedura, in base alla modalità di riconoscimento precedentemente scelta. Maggiori info qui.

Come ottenere lo SPID con Poste Italiane

SPID Poste

Tra i provider abilitati per l’ottenimento delle credenziali SPID c’è anche Poste Italiane che permette di effettuare l’identificazione tramite numero di cellulare certificato (quindi già collegato a un servizio di Poste Italiane), un lettore BancoPosta, una TS-CNS, una CIE o la firma digitale. Per richiedere l’identificazione de visu bisogna andare in un ufficio postale (al costo di 12 euro IVA inclusa).

Poste Italiane, inoltre, a seguito dell’entrata in vigore della normativa che obbliga l’uso dello SPID per accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione (cosa che è accaduta il 1° marzo 2021) ha introdotto una modalità di autenticazione che consente di ottenere le credenziali tramite Passaporto Italiano o Carta d’Identità Elettronica. Tutto ciò che si dovrà fare in questo caso è scaricare sul proprio smartphone l’applicazione PosteID (Android/iOS/iPadOS) e seguire le istruzioni inquadrando i documenti e il proprio volto, avvicinandoli allo smartphone per consentire la lettura elettronica.

I cittadini in possesso di una Carta d’Identità Elettronica e che ricordano il PIN, non avranno nemmeno bisogno di scattare foto o video: l’attivazione sarà istantanea. Qualora non si abbia un Passaporto o una CIE, si può terminare la registrazione effettuando un bonifico SEPA standard, proveniente da un conto corrente italiano intestato a proprio nome o cointestato e, al costo simbolico di 1 euro (che verrà restituito al termine della procedura), è possibile ultimare l’operazione.

Chiarito ciò, se è tua intenzione richiedere le credenziali SPID tramite Poste Italiane, accedi al sito Internet PosteID e, dopo aver cliccato sul pulsante Registrati subito, scegli una delle opzioni disponibili nel menu di destra: Identificazione in ufficio postale, SMS su Cellulare Certificato, Identificazione presso Sportello Pubblico, etc.).

Dopo aver effettuato la tua scelta, compila i moduli che ti vengono proposti, fornisci tutti i dati personali che ti vengono richiesti e segui le istruzioni che visualizzi a schermo.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti ricevere via e-mail un codice di conferma: inseriscilo sul sito di Poste Italiane e, nella pagina che visualizzi, scegli il tipo di identificazione che preferisci fra quelle disponibili cliccando poi sul bottone Prosegui. Otterrai così le istruzioni che ti permetteranno di entrare in possesso del tuo identificativo SPID in tempi brevissimi.

Come ottenere lo SPID con Register

Register

Se decidi di ottenere le tue credenziali SPID tramite Register, che permette di ottenere un identificativo di primo e di secondo livello, sappi che puoi effettuare la procedura di registrazione tramite la Tessera Sanitaria abilitata come Carta Nazionale dei Servizi o tramite la firma digitale. Nel momento in cui scrivo, però, non è prevista l’autenticazione de visu tramite webcam. Comunque sia, il servizio non è gratuito: costa 49 euro/anno per i privati e 35 euro per i professionisti.

Per ottenere le tue credenziali SPID con questo Identity Provider, collegati al sito di Register, clicca sul bottone SPID per privati o SPID per professionisti (in base alla tipologia di tuo interesse) e, nella pagina che si apre, fai clic sul bottone Attiva/Acquista e poi su Procedi. A questo punto, inserisci i dati di iscrizione a Register.it, ovvero l’UserID/Email e password, e i tuoi dati di registrazione quali il cognome, l’indirizzo di residenza, il telefono, etc.

Una volta compilati tutti i campi, completa la procedura apponendo il segno di spunta accanto alla voce Accetto di ricevere comunicazioni commerciali nelle modalità indicate nell’informativa privacy, pigia sul pulsante Procedi e segui scrupolosamente le istruzioni che ti verranno fornite via e-mail per portare a termine la tua registrazione, effettuare il pagamento e ottenere le tue credenziali SPID.

Come ottenere lo SPID con Sielte

SPID

Sielte, invece, permette di ottenere le credenziali SPID gratis effettuando la procedura di riconoscimento tramite firma digitale, CNS, CIE e de visu recandosi tramite alcuni uffici preposti o webcam. Il servizio è gratuito per i primi due anni, così come l’identificazione tramite firma digitale, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica. Per quanto riguarda l’identificazione de visu o webcam, è necessario quasi sempre pagare, ma a volte alcune promozioni possono rendere anche questi metodi di autenticazione gratuiti (ma soltanto per brevi periodi di tempo).

Per richiedere lo SPID con Sielte, collegati a questa pagina Web e, dopo aver scelto la tipologia di SPID da attivare (Cittadino o libero professionista oppure Azienda), clicca sul pulsante Scegli > annesso alla modalità di riconoscimento che intendi utilizzare. Segui, poi, le indicazioni che compaiono a schermo per poter procedere nella maniera corretta.

Digita, quindi, i tuoi dati di contatto (indirizzo e-mail e numero di cellulare), i tuoi dati personali (nome, cognome, codice fiscale, indirizzo, etc.) e i dati di un tuo documento d’identità in corso di validità. Dopodiché, apponi il segno di spunta accanto alla voce Presto il consenso per accettare le condizioni inerenti il trattamento dei tuoi dati personali, metti il segno di spunta accanto alla voce Non sono un robot e clicca sul pulsante blu Procedi per proseguire con la procedura.

A questo punto, ti verrà mostrato un riepilogo contenente tutte le informazioni che hai fornito: assicurati che tutti i dati che hai immenso siano corretti e, dopo aver preso visione delle condizioni generali del contratto e del manuale operativo (tramite i link situati a fondo pagina), conferma la tua intenzione di ottenere le credenziali SPID con Sielte.

Come ottenere lo SPID con Namirial

Namirial

Namirial è un altro Identity Provider che consente di ottenere lo SPID di primo e di secondo livello, eseguendo il riconoscimento con firma digitale, con TS/CNS e CIE gratis, oppure effettuandolo de visu con operatore e via webcam a 19,90 euro. È gratuito per gli utenti privati, mentre per le aziende costa 35 euro/anno + IVA.

Per richiedere lo SPID con Namirial, recati su questa pagina del suo sito Web, clicca sul pulsante Richiedi subito Namirial ID posto al centro della pagina e clicca sul bottone Attiva gratis. Ora, fai clic sul bottone Ottieni gratis, poi sul pulsante Avanti (in basso a destra) e spunta le caselle relative all’accettazione delle condizioni d’uso del servizio e quelle riguardanti la policy sulla privacy.

Ora, clicca di nuovo sul bottone Avanti (in basso a destra) e seleziona il tuo metodo di identificazione preferito (es. CNS, CIE, Firma, etc.). Non ti resta che seguire le istruzioni che ti vengono date a schermo per portare a termine l’operazione.

Come ottenere lo SPID con InfoCert

SPID

InfoCert è un altro provider a cui puoi rivolgerti per ottenere il tuo identificativo SPID di primo e secondo livello. InfoCert permette di ottenere le credenziali tramite la firma digitale, mediante documento elettronico (29,90 euro), riconoscimento del volto via webcam o de visu presso gli uffici fisici preposti. Tutti i metodi di riconoscimento sono gratuiti, fatta eccezione per il riconoscimento via webcam che costa 29,90 euro. Per i primi due anni il servizio è gratuito e non è previsto il pagamento di alcun canone annuale.

Per ottenere il tuo identificativo SPID con InfoCert, collegati a questa pagina Web e fai clic sul bottone azzurro Richiedi SPID InfoCert ID e scegli tra InfoCert ID Personale (gratis) o InfoCert ID Professionale (24,90 euro + IVA). Dopodiché clicca sul pulsante Scegli annesso al metodo di riconoscimento che desideri utilizzare (es. Di persona in un InfoCert Point, Online con documento elettronico, etc.).

Clicca, quindi, sul bottone Registrati, compila il modulo di registrazione che ti viene proposto e segui le indicazioni che compaiono a schermo per completare la procedura (che cambia a seconda del metodo di identificazione scelto poc’anzi).

Come recuperare le credenziali SPID smarrite

SPID

Hai smarrito le tue credenziali SPID e non sai come procedere? Innanzitutto calmati e non andare nel panico! I provider di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti offrono delle procedure che permettono di recuperare facilmente le proprie credenziali SPID. Solitamente è sufficiente inserire l’indirizzo e-mail o il numero di cellulare che hai fornito in fase di registrazione e seguire le istruzioni che visualizzi a schermo. Per sapere nel dettaglio l’esatta procedura che devi seguire, clicca su uno dei seguenti link (in base al provider a cui ti sei rivolto per ottenere il tuo SPID) e segui le istruzioni che ti vengono fornite.

Come ottenere lo SPID INPS

Come registrarsi al sito INPS con SPID

Sei giunto su questo articolo per sapere come ottenere lo SPID INPS? Beh, in tal caso sappi che la cosa non è fattibile. L’INPS è un fornitore di servizi compatibile con il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ma non è un ente certificatore. Maggiori info qui.

In caso di problemi

SPID

Se riscontri problemi durante la fase di ottenimento del tuo identificativo SPID, non esitare a contattare l’assistenza online di SPID cliccando su questo link.

In alternativa, puoi contattare l’assistenza anche per telefono chiamando i contatti dei vari provider, reperibili a quest’altro indirizzo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.