Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come pagare lo SPID

di

Hai deciso che è giunto il momento di attivare lo SPID, cioè il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ormai indispensabile per accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione, tuttavia prima di procedere vorresti sapere quanto costa e, soprattutto, come si fa a pagarlo. È proprio così? Bene, sei nel posto giusto! Nella guida di oggi voglio infatti spiegarti come pagare lo SPID.

Inizierò illustrandoti quali sono i costi e come è possibile pagare per attivare lo SPID di livello 2 (quello tipicamente più usato) con i principali provider, poi ti mostrerò in dettaglio anche come averlo gratis. Lo SPID in generale è un servizio gratuito, cioè non ha costi mensili o canoni per i privati cittadini, tuttavia possono esserci dei costi di attivazione, che variano da provider a provider e, soprattutto, in base al tipo di sistema di riconoscimento che si sceglie per verificare la propria identità (es. con CIE, CNS, via webcam o di persona). In linea di massima, si paga quando c’è di mezzo un operatore umano (es. per il riconoscimento via webcam o de visu), mentre è gratis quando si fa tutto da sé (es. scansionando la CIE con uno smartphone dotato di sensore NFC).

Come dici? Non vedi l’ora di saperne di più? Allora prenditi cinque minuti di tempo libero, mettiti bello comodo e comincia a leggere questa mia guida: al termine saprai tutto sui costi dello SPID e sarai pronto per scegliere il provider più adatto a te. A me non resta che augurarti buona lettura!

Indice

Come pagare lo SPID Aruba

Arba Spid, pagina del riconoscimento

Il costo di attivazione dello SPID di livello 2 con Aruba varia, come ti ho detto, in base al tipo di riconoscimento che sceglierai per verificare la tua identità: durante la procedura di attivazione dello SPID, che devi compiere collegandoti al sito ufficiale, ti sarà chiesto infatti come vuoi effettuare il riconoscimento.

Puoi effettuare il riconoscimento per ottenere lo SPID Aruba gratis con Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta di Identità Elettronica (CIE), se hai un lettore di smart card, Firma digitale (anche di altri provider) e Firma remota. In ogni caso, ti parlerò più approfonditamente delle procedure per l’attivazione gratis nell’ultimo capitolo di questa guida.

In alternativa, puoi attivare il tuo SPID Aruba scegliendo come modalità di riconoscimento l’opzione Con Webcam, che consiste in una rapida videochiamata con un operatore Aruba da uno smartphone o un PC dotato di webcam, e che però al momento in cui scrivo ha un costo di 19,90 euro + IVA.

Il pagamento può essere effettuato con carta, PayPal, bonifico bancario o bollettino postale, nei modi che sto per descriverti.

Dopo esserti registrato al sito e avviato la procedura guidata per l’attivazione, se hai selezionato la modalità di riconoscimento Con Webcam, visualizzerai la pagina Riepilogo ordine. Qui, clicca a sinistra in corrispondenza della modalità di pagamento che desideri usare, quindi fai clic su Prosegui: se hai scelto carta o PayPal, dovrai procedere inserendo dati della carta o le credenziali PayPal.

Se hai selezionato Bollettino Postale, nella pagina seguente dovrai solo cliccare su Concludi ordine e poi premere su Scarica bollettino, per avviare il download del bollettino postale in PDF pre-compilato.

Se hai scelto Bonifico Bancario, Aruba ti invierà un’email con tutti dettagli di conferma dell’ordine, compresa la causale da inserire nel bonifico e gli estremi di conto per completare il pagamento.

Dopo aver pagato il bollettino o effettuato il bonifico potrai portare a termine la procedura di attivazione dello SPID: collegati al sito di Aruba ed effettua il login, quindi, nel riquadro SPID, fai clic su Gestisci e potrai vedere se Aruba ha ricevuto il pagamento e terminare la procedura guidata.

Per maggiori dettagli su come attivare lo SPID Aruba, leggi la guida che ho dedicato al tema. Se, invece, sei interessato allo SPID Aruba ID Professionale, leggi l’altro tutorial che ti ho appena linkato.

Come pagare lo SPID di Poste Italiane

Anche Poste Italiane è un provider SPID e permette il riconoscimento per l’attivazione dell’identità digitale in vari modi, sia online che di persona (presso gli Uffici Postali o lo Sportello Pubblico). Ora ti mostrerò i costi dei vari servizi e come effettuare il pagamento.

Come pagare lo SPID alla posta

Spid Poste, procedura di persona

L’attivazione dello SPID Poste di livello 2 ti permette di effettuare il riconoscimento dell’identità di persona presso gli Uffici Postali, ma ha un costo di 12 euro una/tantum che vanno pagati alla posta quando ti rechi all’appuntamento: dovrai portare con te un documento di riconoscimento e il codice fiscale.

In tutti i casi ti ricordo però che, anche effettuando il riconoscimento di persona, l’attivazione dello SPID delle Poste prevede comunque che prima tu effettui una registrazione online sul sito: trovi in dettaglio ogni passaggio della procedura nella mia guida dedicata a come fare lo SPID con Poste Italiane.

Una volta in possesso delle tue credenziali Posta ID, puoi richiede e pagare lo SPID alla posta di persona prenotando un appuntamento presso l’ufficio postale più vicino a te. Per farlo, collegati al sito di Poste Italiane, quindi accedi all’area personale con le credenziali create e clicca su Prenota Ticket, poi seleziona tra i servizi SPID, scegli luogo, data e ora dell’appuntamento e potrai pagare i 12 euro di persona.

Se hai difficoltà con la prenotazione online all’ufficio postale, dai un’occhiata al mio tutorial in cui ti spiego come prenotare appuntamento Poste per SPID e a quello su come pagare lo SPID delle Poste.

Come pagare lo SPID con Postepay

SPID Poste, pagina di attivazione

Se sei un cliente Postepay o BancoPosta e hai effettuato la certificazione del tuo numero di cellulare, sarai felice di sapere che per te l’attivazione dello SPID Poste ha una procedura facilitata e, soprattutto, è gratis. I clienti Postepay o BancoPosta sono infatti gli unici che possono effettuare il riconoscimento con un SMS su Cellulare certificato.

Quindi, per attivare lo SPID Poste dovrai prima di tutto avviare la procedura di richiesta online, che trovi descritta in questa guida in ogni passaggio, e usare per l’accesso le credenziali poste.it che già possiedi, associate alla Postepay o al conto BancoPosta, poi, durante la fase di attivazione, riceverai semplicemente un SMS sul tuo numero di cellulare certificato, con il codice OTP all’interno, che dovrai digitare nel browser o nell’app PosteID.

In alternativa, hai altre possibilità per effettuare il riconoscimento gratis e attivare lo SPID Poste, attraverso: Firma digitale, Carta Nazionale dei Servizi (e lettore smart card), Carta di Identità Elettronica (solo se possiedi il PIN della CIE + un lettore di smart card o uno smartphone NFC), oppure, di persona presso lo Sportello Pubblico.

Infine, puoi anche effettuare il riconoscimento online, con CIE (senza PIN) o Passaporto Elettronico (e uno smartphone dotato di tecnologia NFC) o con un bonifico simbolico, ma queste modalità hanno tutte un costo di 10 euro/una tantum. Se scegli il bonifico simbolico: dovrai solo effettuare un bonifico di 1 euro, che ti sarà restituito.

In ogni caso, qualunque sia il metodo di riconoscimento che hai scelto, se il servizio è a pagamento dovrai necessariamente pagare subito la cifra, esclusivamente online, in fase di attivazione, utilizzando una carta dei circuiti Postepay, VISA o Mastercard.

Come pagare lo SPID InfoCert

Infocert SPID, prezzi

Anche il provider InfoCert permette di attivare lo SPID con modalità di riconoscimento gratuite o a pagamento e, al momento in cui scrivo, le uniche opzioni senza costi sono con Carta Nazionale dei Servizi (e lettore smart card) o Firma digitale.

In alternativa, puoi effettuare il riconoscimento online, ma a pagamento, tramite Passaporto elettronico o CIE (se hai un lettore o uno smartphone con tecnologia NFC) oppure con Video di riconoscimento, al costo di 29,99 euro + IVA.

Durante la procedura online di richiesta dello SPID (che trovi illustrata nella mia guida su come ottenere lo SPID InfoCert), dopo aver scelto la modalità desiderata di riconoscimento, ti troverai davanti a una schermata di Riepilogo dell’ordine, quindi clicca su Aggiungi e vai al carrello.

Se hai scelto un’opzione a pagamento, premi su Procedi al pagamento, per visualizzare la schermata delle opzioni di pagamento, quindi scegli Carta di credito o PayPal e inserisci i dati della carta o le credenziali PayPal, per pagare subito online.

In alternativa, seleziona l’opzione Bonifico Bancario e riceverai via email tutte le informazioni sulla causale e gli estremi di conto a cui inviare i soldi. Ovviamente, potrai terminare la procedura di attivazione dello SPID solo quando InfoCert avrà ricevuto il bonifico.

Altra possibilità di ottenere uno SPID InfoCert è effettuando il riconoscimento di persona, presso le tabaccherie convenzionate Mooney, al costo di 8,90 euro, o presso i Centri autorizzati, al costo di 14,90 euro. Scegliendo queste opzioni, il pagamento dovrà essere effettuato di persona il giorno del riconoscimento, ma ricordati di portare con te il codice fiscale e un documento di riconoscimento.

Per sapere quali sono le tabaccherie convenzionate e i centri autorizzati più vicini a te, durante la procedura, dopo aver selezionato come opzione di riconoscimento Presso un InfoCert Point, ti basta cliccare più in giù sulla voce Scopri le sedi.

Ti ricordo comunque che, anche se vuoi effettuare il riconoscimento di persona, lo SPID InfoCert deve essere comunque richiesto online o con l’app MyInfoCert, disponibile per dispositivi Android e iOS/iPadOS.

Come pagare lo SPID Lepida

Spid Lepida, pagina di registrazione

Per quanto riguarda il provider SPID Lepida, come sempre, la procedura per la richiesta dello SPID dovrà essere svolta online e nell’ultima fase dovrai selezionare l’opzione di riconoscimento.

Hai la possibilità di ottenere gratis lo SPID Lepida se selezioni le opzioni di riconoscimento: De Visu (di persona al Comune), con Firma digitale, Carta Nazionale dei Servizi (e lettore smart card) o CIE (con lettore o smartphone con tecnologia NFC).

Se invece selezioni come opzione Da remoto, potrai effettuare il riconoscimento Via webcam con un’operatore o, in autonomia, scegliendo l’opzione Bonifico simbolico, inviando anche un solo centesimo sul conto dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia-Romagna, con gli estremi che riceverai per email.

Scegliendo il riconoscimento Da remoto, con webcam o bonifico simbolico, in entrambi i casi dovrai pagare un costo di 15 euro + IVA. Il pagamento per lo SPID Lepida avviene online, durante la procedura di attivazione, con carta o PayPal.

Come pagare lo SPID Namirial

SPID Namirial requisiti

Puoi ottenere lo SPID con il provider Namirial, completamente gratis e senza costi legati al riconoscimento, se usi: la Firma Elettronica Qualificata, la Carta Nazionale dei Servizi con PIN associato o Carta di Identità Elettronica e hai un lettore di smart card o uno smartphone con tecnologia NFC.

In alternativa, puoi effettuare il riconoscimento Da remoto (via webcam), al prezzo di 19,90 euro + IVA, se scegli la coda standard, o a 24,90 euro + IVA con la coda prioritaria, con cui il tempo di attesa per l’appuntamento con l’operatore sarà più breve.

Se hai scelto un’opzione di riconoscimento a pagamento, dovrai pagare lo SPID al termine della procedura di richiesta direttamente online con carta di debito o credito o PayPal. Puoi seguire la mia guida in cui ti spiego in ogni passaggio come ottenere credenziali SPID con Namirial.

Come pagare con lo SPID

PagoPA, pagamenti online

Lo SPID ti permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione, ma se quello che cerchi di preciso è come pagare con lo SPID, devi sapere che per gli avvisi di pagamento verso la PA non ti serve lo SPID.

Collegandoti infatti al sito di pagoPA e cliccando su Paga Ora, nel riquadro a destra, potrai inserire manualmente i dati di pagamento o inquadrare il codice QR sull’avviso di pagamento, senza dover accedere con lo SPID.

Per pagare alcuni servizi diversi dagli avvisi di pagamento verso la Pubblica Amministrazione, dovrai prima accedere su pagoPA con SPID o con CIE: per tutti i dettagli ho qui una guida che ti spiega come pagare su pagoPA.

Ti ricordo poi che puoi effettuare le stesse operazioni e gli stessi pagamenti, che permette la piattaforma pagoPA da browser, anche con varie applicazioni che supportano pagoPA, ad esempio Satispay che consente anche di pagare online e nei negozi fisici ottenendo dei cashback (è disponibile come app sia per Android, sia per iPhone e se ti registri con il codice ARANZULLA puoi avere 5 euro di bonus all’iscrizione!) oppure app IO, disponibile per Android e iOS/iPadOS (in questo caso dovrai prima effettuare l’accesso con SPID o CIE). Per maggiori dettagli su come pagare con pagoPA e come funziona l’app IO, leggi le guide che ti ho appena linkato.

Come non pagare lo SPID

CIE ID applicazione

Ti ho già detto che hai molte possibilità per ottenere lo SPID gratis e senza i costi legati al riconoscimento, ora ti mostrerò in dettaglio come fare e la procedura da seguire, a prescindere dal provider.

Di base, qualsiasi provider tu scelga, se possiedi una Carta nazionale dei Servizi attivata (se non sai come attivarla leggi questa guida) lo SPID è sempre gratis, tuttavia per sfruttare questa opzione devi necessariamente avere anche un lettore smart card, che puoi trovare facilmente negli store di elettronica online e fisici, e collegarlo al PC seguendo questo tutorial.

Ewent EW1052 Lettore di smart card USB SmartCard Reader, Plug & Play, ...
Vedi offerta su Amazon
LETTORE SMART CARD EWENT EW1052 TESSERA SANITARIA FIRMA DIGITALE CARTA...
Vedi offerta su eBay
ATLANTIS lettore smart card P005-SMARTCRV-U, tessera sanitaria, lettor...
Vedi offerta su Amazon
P005-SMARTCRV-U LETTORE ATLANTIS P005-SMARTCRV-U SMART CARD reader VE...
Vedi offerta su eBay
Bit4id Lettore Smart Card di Firma Digitale miniLector Evo – con conne...
Vedi offerta su Amazon

In fase di attivazione dello SPID, a prescindere dal provider, la procedura guidata sullo schermo ti dirà quando inserire la tua carta nel lettore per la lettura dei dati.

Spesso i provider offrono lo SPID gratis anche con riconoscimento tramite Carta d’identità elettronica, ma la procedura varia da provider a provider. Ovvero, alcuni provider (es. Aruba) offrono gratuitamente lo SPID con la CIE, ma è richiesto un lettore smart card collegato al computer per poterla leggere.

Altri provider, (es. Sielte, Namirial e Lepida), permettono di avere lo SPID senza costi di riconoscimento, se questo viene effettuato con la CIE, anche senza lettore smart card, ma con uno smartphone con tecnologia NFC.

Per effettuare il riconoscimento con CIE e smartphone, dovrai installare sul tuo dispositivo l’app CieID per Android o iOS/iPadOS e attivare il documento: ho qui una guida che ti illustra proprio come attivare la CIE.

Fatto ciò, durante la procedura di richiesta online dello SPID, le istruzioni su schermo ti diranno quando devi aprire l’app CieID. In ogni caso, non devi far altro che aprire l’applicazione e posizionare la tua carta d’identità con il retro appoggiato alla fotocamera frontale, poi a scansione eseguita vedrai un messaggio di conferma, sia sullo schermo dello smartphone che nella pagina del browser, dopodiché puoi procedere con l’attivazione dello SPID.

Altra possibilità di ottenere lo SPID senza costi e con quasi tutti i provider è con Firma digitale riconosciuta, ti consiglio di dare uno sguardo a questo tutorial che ti spiega proprio che cos’è e come ottenerla.

Per il resto, le altre modalità di riconoscimento possono essere soggette o meno a costi ed essi sono variabili in base al provider, quindi, una volta scelto con chi fare lo SPID, ti conviene consultare le varie informazioni legate ai costi direttamente sul sito Web ufficiale.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.