Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come migliorare su Rainbow Six Siege PS4

di

Sei un appassionato di Rainbow Six Siege, lo sparatutto tattico in prima persona sviluppato da Ubisoft Montreal, e ti stai divertendo molto a giocarci dalla tua PS4. Tuttavia, ti sei reso conto che in alcuni aspetti devi ancora migliorare molto, dato che ci sono dei giocatori particolarmente forti che riescono a sconfiggerti con relativa facilità.

Beh, lo capisco: Rainbow Six Siege è un gioco che può richiedere più attenzione rispetto ai soliti sparatutto, dato che è molto importante avere una strategia. In cerca di consigli, hai dunque effettuato una ricerca online su come migliorare su Rainbow Six Siege per PS4 e sei finito qui, sul mio sito. Le cose stanno in questo modo, vero? Allora sappi che sei capitato nel posto giusto!

Nel tutorial di oggi, infatti, ti darò alcuni consigli su come migliorare in Rainbow Six Siege per PS4, partendo dalle basi, quindi dalle meccaniche che ogni giocatore deve necessariamente conoscere, fino alle tattiche più avanzate. Il metodo di input su cui mi baserò sarà il classico controller, ma molti suggerimenti si possono attuare anche con mouse e tastiera. Detto ciò, al bando le ciance e passiamo subito al sodo. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Informazioni preliminari

Rainbow PS4

Prima di entrare nel dettaglio della procedura su come migliorare su Rainbow Six Siege per PS4, ritengo possa interessarti saperne di più in merito alle meccaniche di base del titolo di Ubisoft.

Ebbene, Rainbow Six Siege ha tre modalità principali: Ostaggio, Presidio e Bomba. In ognuna di esse, ci sono più round e questi ultimi vengono alternati tra Attacco e Difesa. In parole povere, se nel round precedente i membri di una squadra erano attaccanti, in quello successivo saranno difensori. Ogni partita ha un massimo di 10 giocatori, che vengono suddivisi in 2 squadre.

Il nome della modalità Ostaggio è autoesplicativo: gli attaccanti devono cercare di salvare una persona tenuta in ostaggio dai difensori, che avranno ovviamente il compito di premurarsi del fatto che questo non avvenga. Gli attaccanti devono portare l’ostaggio, partendo dall’interno dell’edificio in cui si trova, a un punto d’estrazione esterno, sempre cercando di non ferirlo. Nel caso l’ostaggio muoia, perde la squadra che lo ha ucciso.

Nella modalità Presidio, gli attaccanti devono mettere in sicurezza un contenitore di biorischio. Per raggiungere il loro obiettivo, i giocatori devono riuscire ad entrare nella stanza dove è contenuto il contenitore e restarci per 10 secondi senza che nessun giocatore dell’altra squadra sia presente.

Nel caso entri un difensore, la zona diventerà contesa e ci saranno probabilmente delle sparatorie. A tal proposito, la modalità Presidio può essere vinta anche sconfiggendo tutti i membri dell’altra squadra.

Infine, nella modalità Bomba, anch’essa con un nome abbastanza esplicativo e, probabilmente, tra le più conosciute del gioco, all’interno della mappa sono presenti 2 bombe da disinnescare attraverso un oggetto che viene fornito a uno dei giocatori all’inizio della partita. In questo caso, i difensori devono cercare di impedire agli attaccanti di disinnescare le bombe.

Vittoria sofferta Rainbow Six Siege PS4

Nel caso gli attaccanti riescano a utilizzare il disinnescatore, i difensori hanno la possibilità di fermarlo, distruggendolo con un apposito accessorio in loro possesso. All’inizio della partita, per trovare le bombe, si utilizzano dei robottini. In alcuni casi, le squadre potrebbero anche dover scegliere i personaggi da “bannare”, ovvero che entrambi i team non potranno utilizzare durante la partita.

Insomma, essenzialmente Rainbow Six Siege vede contrapposte 2 squadre, una di attaccanti e una di difensori, che cercano di ottenere o difendere un determinato obiettivo, che sia un ostaggio, un contenitore di biorischio o delle bombe.

Le meccaniche di base del gioco sono, dunque, molto semplici e intuitive, ma in realtà Rainbow Six Siege è un gioco che si basa molto sulla strategia. Infatti, il gioco di squadra è fondamentale, considerato anche il fatto che ogni giocatore ha un operatore diverso, scelto a inizio partita. Nel caso non lo sapessi, gli operatori sono i personaggi giocabili del titolo di Ubisoft.

Come migliorare su Rainbow Six Siege PS4

Dopo averti spiegato nel dettaglio le modalità di gioco, direi che sei pronto per entrare nel vivo dell’azione e imparare come puoi migliorare le tue performance su Rainbow Six Siege per PlayStation 4.

Trovare il proprio operatore ideale

Operatori Rainbow Six Siege PS4

Come accennato nel capitolo introduttivo, all’inizio della partita, ogni giocatore deve selezionare il proprio operatore, cioè il personaggio che utilizzerà (che non può essere duplicato nella stessa squadra).

Scegliere il giusto operatore è di fondamentale importanza, dato che ognuno di essi ha delle statistiche diverse in termini di corazza e velocità (le puoi vedere in basso a destra nella schermata di selezione dei personaggi, appena sotto all’arma primaria di quell’operatore).

Inoltre, ogni personaggio ha il suo ruolo (assalitore o difensore) e la sua dotazione. Per farti un esempio concreto, prenderò in esame l’operatore Tachanka, che viene utilizzato per le fasi difensive.

La sua dotazione di base consiste in una mitraglietta 9X19VSN e in uno shotgun SASG-12 come armi primarie, in una pistola PMM e in una GSH-18 come armi secondarie. Ha 3 tacche in termini di corazza e 1 tacca in velocità.

Tachanka è considerato come un operatore relativamente semplice da utilizzare, dato che è uno dei primi personaggi inseriti nel gioco. Tuttavia, la sua velocità. non esattamente delle migliori, lo rende un po’ “goffo” e, secondo molti, è un grande svantaggio. Ho fatto questo esempio per farti capire quanto possa cambiare da un operatore all’altro.

Giusto per darti un quadro più completo, prendo in esame anche l’operatore Jackal, che ha il ruolo di assalitore. La sua dotazione comprende un fucile d’assalto C7E, una mitraglietta PDW9 e uno shotgun ITA12L come armi primarie e una pistola USP40 e uno shotgun ITA12S come armi secondarie. Ha 2 tacche sia in corazza che in velocità.

Come avrai intuito, ci sono molteplici differenze tra un operatore e l’altro ed è molto importante scegliere i personaggi che più si adattano al proprio stile di gioco, sia per quanto riguarda la fase offensiva che quella difensiva.

Assalitori Difensori Rainbow Six Siege PS4

Conta che all’inizio del gioco ti vengono forniti solamente determinati operatori: puoi ottenere gli altri spendendo i punti fama, che si guadagnano semplicemente portando a termine le partite, oppure i crediti R6, acquistabili tramite le microtransazioni. Solitamente, il numero di punti fama minimo per portarsi a casa un operatore è pari a 10.000, ma ovviamente ci sono dei personaggi che costano di più (dipende anche dal periodo).

Per farti degli esempi concreti, l’operatore Jackal che ho citato in precedenza costa 10.000 punti fama o 240 crediti R6. Insomma, potresti dover giocare un po’ prima di ottenere determinati personaggi.

Utilizzare i giusti gadget

Jackal Rainbow Six Siege PS4

Oltre alle statistiche, al ruolo e alla dotazione, ogni operatore dispone anche di alcuni gadget, che possono diventare di fondamentale importanza durante le partite.

Per farti un esempio concreto, Tachanka porta con sé uno scudo mobile, che può essere utilizzato per crearsi un riparo in modo manuale. Potresti pensare di utilizzarlo in un angolo, magari in accoppiata con la mitragliatrice fissa, di cui ti parlerò più avanti nel corso della guida. Inoltre, l’operatore dispone di filo spinato, in grado di rallentare gli avversari.

Jackal dispone, invece, di una claymore e di una granata fumogena. Insomma, potresti pensare di “ostacolare” la vista degli avversari e di eliminarli con la claymore, magari portandoli nella tua trappola dopo averli stanati con l’Eyenox Model III, che ti illustrerò più avanti nel tutorial. Nel caso non lo sapessi, la claymore è una mina antiuomo.

Insomma, come puoi vedere, gli sviluppatori hanno pensato nel dettaglio alle combinazioni di gadget degli operatori e l’utilizzo di queste ultime in abbinata all’abilità del personaggio è un aspetto molto importante per puntare in alto su Rainbow Six Siege.

Sfruttare le caratteristiche peculiari degli operatori

Tachanka Rainbow Six Siege PS4

Sempre rimanendo in campo di operatori, ogni personaggio ha la sua abilità speciale, che è utile comprendere e utilizzare.

Ad esempio, Tachanka consente al giocatore di posizionare un treppiede che va a creare una sorta di mitragliatrice fissa, in grado di “disintegrare” gli avversari in men che non si dica. Si tratta, dunque, di un operatore potenzialmente molto interessante, perlomeno sulla carta.

Per quanto riguarda Jackal, invece, quest’ultimo dispone di un’abilità speciale chiamata Eyenox Model III, che ti permette di identificare e tracciare i passi dei nemici in tempo reale. Si tratta quindi di un operatore molto tattico e infatti viene considerato come tra quelli più difficili da utilizzare, perlomeno per i giocatori alle prime armi.

Insomma, queste abilità speciali possono garantirti un ottimo vantaggio competitivo se sfruttate a dovere. Per farti un esempio concreto relativo a Tachanka, potresti pensare di rallentare i nemici con del filo spinato e farli fuori rapidamente con la comoda mitraglietta fissa, magari proteggendoti dietro allo scudo mobile durante le situazioni più concitate.

In parole povere, è necessario studiarsi per bene gli operatori (dal primo all’ultimo) e comprendere quale personaggio si adatta di più al proprio stile di gioco. Ti consiglio, dunque, di analizzare come si deve le dotazioni, le abilità e i gadget dei personaggi tramite il sito ufficiale di Ubisoft, prima di farli tuoi e provarli sul campo.

Partita Rainbow PS4

Se vuoi consiglio, appuntati le varie possibilità offerte dagli operatori e prova a crearti una strategia, cercando poi di “riprodurla” sul campo. Ti posso assicurare che in questo modo, eseguendo tutti i test del caso, scoprirai nuovi dettagli e riuscirai a migliorare con il passare del tempo.

Come migliorare la mira su Rainbow Six Siege PS4

Campo di addestramento Rainbow PS4

Come in ogni sparatutto che si rispetti, anche in Rainbow Six Siege la mira è di fondamentale importanza, dato che sprecare troppi colpi può portare alla sconfitta, soprattutto in un gioco strategico come questo, in cui una volta che l’operatore è morto bisogna attendere il round successivo.

Premesso che per migliorare come si deve la mira è necessario molto allenamento (che puoi fare anche in modalità Campo di addestramento contro l’intelligenza artificiale), un aspetto fondamentale da tenere in considerazione sono le impostazioni relative ai controlli.

Visto che su PlayStation si utilizza il controller, il mio consiglio è quello di provare con questa configurazione, che ritengo equilibrata: 40 di sensibilità verticale, 80 di sensibilità orizzontale, 7 di zona morta di sinistra e 5 di zona morta di destra.

Opzioni controller Rainbow PS4

Ovviamente, ognuno ha le sue preferenze e, nonostante io mi sia trovato bene per mirare con questa configurazione, per te potrebbe non funzionare. Ti consiglio, dunque, di “giocare” con queste opzioni fino a quando non trovi quella adatta a te. Non limitarti ad utilizzare quella di base: spesso i giocatori professionisti la modificano per giocare al meglio.

Oltre ai controlli, potrebbe interessarti saperne di più in merito ai pad. Per questo motivo, ti consiglio di consultare la mia guida ai migliori controller per PS4, dove ho illustrato tutte le possibilità legate anche ai pad più avanzati.


Controller Wireless Asimmetrico - PlayStation 4 - Classics - PlayStati...
Vedi offerta su Amazon

Coordinarsi con i propri compagni

Coordinarsi Rainbow Six Siege PS4

Può sembrare banale, ma ogni giocatore buon giocatore deve tenere conto del detto “l’unione fa la forza”. Infatti, ogni gioco online diventa al contempo più divertente e competitivo quando ci si coordina con i propri compagni di squadra. Su Rainbow Six Siege, questo concetto viene portato all’estremo, dato che si tratta di un titolo strategico.

Per farti un esempio concreto, un approccio offensivo interessante è quello di “spaventare” gli avversari con le cariche a grappolo dell’operatore Fuze, che possono essere messe, ad esempio, sulle finestre con le “X” (ti ricordo che si può utilizzare il rampino per salire, basta avvicinarsi al muro esterno), e coglierli di sorpresa con gli altri personaggi, ad esempio tramite l’operatore “furtivo” Nøkk, in grado di utilizzare il riduttore di presenza Hel.

Nel frattempo, un altro giocatore con l’operatore Maverick potrebbe irrompere nella stanza dove sono i nemici utilizzando la sua fiamma ossidrica, magari accompagnata da un Blitz con il suo scudo balistico.

Insomma, le combinazioni tra gli operatori sono innumerevoli e quella che ti ho illustrato sfiora solamente la punta dell’iceberg delle possibilità offerte da Rainbow Six Siege. Ovviamente, l’ideale sarebbe coordinarsi attraverso la chat vocale della PlayStation 4, ma ovviamente potresti voler coordinarti anche con giocatori sconosciuti che incontri online.

In questo caso, puoi usare la chat vocale presente direttamente in gioco oppure la freccia sinistra del controller, che consente di indicare un punto in cui ci sono nemici.

Imparare a conoscere i suoni

Suoni Rainbow Six Siege

Trattandosi di un gioco strategico, oltre a non avere troppa fretta, è molto importante imparare a conoscere i suoni del titolo di Ubisoft, individuando la loro provenienza.

Per questo motivo, è consigliato giocare a Rainbow Six Siege con un buon headset da gaming. Per maggiori informazioni in tal senso, ti invito a consultare il mio tutorial sulle migliori cuffie per PS4.

Asus ROG Strix Fusion 700 Wireless Cuffie Gaming (Bluetooth 4.2, 7.1 C...
Vedi offerta su Amazon
Turtle Beach Recon Cuffie per Chat - PlayStation 4
Vedi offerta su Amazon

In ogni caso, nel gioco la maggior parte delle tattiche utilizzate dai giocatori sono caute. Infatti, spesso è necessario avere molta pazienza per stanare gli altri utenti e comprendere da dove provengono i passi o il rumore delle armi.

Un aspetto che in pochi tengono in considerazione è che il rumore varia a seconda della velocità e della corazza dell’operatore coinvolto. Per questo motivo, potresti comprendere dai suoni quando si sta avvicinando un nemico particolarmente pericoloso e decidere, dunque, in anticipo se affrontarlo o meno.

In questo caso, è molto difficile darti delle indicazioni precise, i suoni si possono imparare solamente giocando molte partite a Rainbow Six Siege.

Perfetto, adesso conosci tutti i consigli del caso su come migliorare nel titolo di Ubisoft. Ovviamente, stiamo parlando di un gioco complesso e in continua evoluzione, quindi ti consiglio di prendere le informazioni contenute in questa guida come una “base” per migliorare e di “studiare” continuamente l’evoluzione del gameplay.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.