Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come programmare telecomando cancello FAAC

di

É una sera piovosa e sei di ritorno verso casa, in macchina. Sei piuttosto stanco e tutto quello che desideri è non dover scendere dall’auto per aprire il cancello. Per tua fortuna hai di recente acquistato un cancello automatico e tutto quello che devi fare è semplicemente pigiare sul tuo telecomando! C’è poco da dire, il cancello automatico rende qualsiasi abitazione più sicura e confortevole, che si viva in una villa o in un condomino è davvero una gran comodità.

Hai di recente scelto di installare un nuovo cancello automatico FAAC, uno dei marchi più noti in questo campo. Ti accorgi però che il telecomando in dotazione è molto piccolo e temi dunque di poterlo perdere. Perciò hai ben pensato di documentarti in Rete e scoprire come programmare un telecomando per cancello FAAC.

Ed eccoti dunque qui, non preoccuparti, ti trovi nel posto giusto. Ti insegnerò con pochi semplici passaggi come duplicare un telecomando per cancello FAAC. Che abbia tu deciso di utilizzare un telecomando originale FAAC o un comune telecomando universale, la procedura non cambia particolarmente. Ora non perdiamoci in chiacchiere e buon lavoro!

Indice

Informazioni preliminari

Informazioni preliminari

Prima di cominciare è bene che tu conosca le principali differenze tra le diverse tipologie di telecomandi per cancelli automatici in commercio. Innanzitutto, il telecomando è una delle componenti fondamentali per il funzionamento del cancello, in quanto alla pressione di uno dei tasti (sono solitamente due ma sono presenti in commercio anche modelli a quattro tasti) viene generato un impulso che, se letto correttamente dalla centralina, avvia l’accensione del motore elettrico e dunque l’apertura del cancello.

Venendo al telecomando, una prima differenza è costituita dal tipo di frequenza supportata. La gran parte dei modelli esistenti emette un segnale che viaggia su frequenze di 433.92 MHz ma è facile trovare anche modelli che supportano la frequenza 868.35 MHz. Sempre più di rado è invece possibile trovare modelli con frequenze particolari, come i telecomandi a 315 MHz o 330 MHz. In ogni caso i telecomandi FAAC sono prodotti all’avanguardia, con un segnale studiato per ridurre interferenze e clonazioni.

Un’ulteriore differenza, utile da conoscere se ti chiedi come programmare il telecomando per cancello FAAC, è quella relativa ai diversi tipi di segnale generati dal telecomando. La gran parte dei telecomandi in commercio è a codice fisso. Questo vuol dire che alla pressione del tasto viene generato un segnale sempre uguale che è riconosciuto dalla centralina sempre allo stesso modo. Questa procedura implica una maggiore facilità quando devi programmare un telecomando ma presuppone, allo stesso tempo, anche una minore sicurezza. Te ne ho già parlato anche nella mia guida su come codificare un telecomando CAME.

La seconda categoria è quella dei telecomandi rolling-code. In questo caso, alla pressione del tasto, il telecomando genera una frequenza sempre nuova che può essere decodificata e letta solo dalla centralina ricevente accoppiata al telecomando stesso. Questi telecomandi sono molto difficili da duplicare ma posseggono un grande vantaggio in termini di sicurezza, non potendo essere clonati da malintenzionati. FAAC ha brevettato una tecnologia proprietaria dal nome Self Learning Hopping che sfrutta questa funzionalità, migliorandola. Tramite questo sistema di codifica studiato da FAAC è infatti possibile duplicare il segnale del telecomando tramite una procedura specifica, un algoritmo infatti verifica e programma il segnale delle sole trasmittenti codificate dalla centralina ricevente.

In questo caso dovrai dunque munirti di un dispositivo Slave compatibile, vale a dire un telecomando con la sola possibilità di ricevere e acquisire una codifica, senza però avere la possibilità di duplicarla ulteriormente. Il dispositivo di partenza, che non ha invece limiti e che può trasmettere il proprio segnale così da essere duplicato, si definisce Master.

Come programmare telecomando cancello FAAC

La prima operazione da effettuare è certamente quella di identificare il modello di telecomando a disposizione. i telecomandi FAAC sono ben riconoscibili dal colore e dalla disposizione dei tasti utilizzata dal produttore ma puoi sempre aiutarti verificando di persona sul sito ufficiale FAAC, dove puoi trovare anche il manuale d’uso corrispondente al modello in tuo possesso. Ti consiglio successivamente di verificare lo stato di carica delle batterie in dotazione. Generalmente è garantita una durata di almeno un anno ma è bene controllare personalmente, così da non avere alcun problema nella fase di duplicazione del telecomando. Puoi rimuovere il vano sul retro e sostituire direttamente la batteria o, più semplicemente, effettuare una prova di apertura del cancello a distanza, per verificare l’intensità del segnale.

A questo proposito, tutti i telecomandi FAAC che presentano la sigla LP, ossia Long Range (“lungo raggio), riescono a coprire quasi il doppio della normale distanza di apertura. Si tratta di un nuovo brevetto FAAC basato su un’analisi dell’ambiente circostante, eseguita dalla centralina, che a ogni pressione dei pulsanti sul telecomando riconfigura in maniera automatica l’elettronica massimizzando la potenza del segnale.

Come programmare telecomando cancello FAAC xt2 433 SLH LR

Come programmare telecomando cancello FAAC xt2 433 SLH LR

Il primo modello che ho deciso di illustrarti è il telecomando FAAC xt2 433 SLH LR. Come puoi intuire dalla sigla, e dalle nozioni che ti ho appena fornito, si tratta di un telecomando a frequenza 433.92 MHz e munito delle tecnologie proprietarie SLH e LR. La sigla xt2 indica invece il numero di canali e dunque di pulsanti disponibili. La versione a due pulsanti è riconoscibile per la sua colorazione bianca, la versione a quattro canali è invece di colore nero.

Trattandosi di un modello rolling-code con tecnologia FAAC Self Learning Hopping non potrai programmare il telecomando usando la procedura classica per duplicare un telecomando ma dovrai attenerti alle istruzioni fornite dal produttore. Devi innanzitutto assicurarti che il telecomando originale a tua disposizione sia un dispositivo Master, ossia un dispositivo abilitato a trasmettere il proprio segnale a un altro telecomando. Per fare ciò tieni premuto un pulsante qualsiasi dei due disponibili e osserva il funzionamento del LED. Se il LED, prima di emettere luce fissa, lampeggia velocemente per 1-2 volte vuol dire che sei in possesso di un telecomando Master perfettamente programmabile. Se non osservi nessun lampeggìo del LED, il dispositivo in tuo possesso è di tipo Slave e può essere solo abilitato a ricevere una codifica, senza poterla trasmettere.

Se per qualche ragione, ad esempio perché devi cedere il tuo telecomando Master a un nuovo inquilino o a un tuo affittuario, non vuoi che questa persona sia in grado di duplicare il segnale del tuo telecomando, puoi procedere alla conversione del telecomando da Master a Slave. Attenzione: si tratta di una procedura irreversibile, vale a dire che il tuo telecomando non potrà più tornare allo stato di Master. Premi simultaneamente i pulsanti 1 e 2 (puoi distinguerli dal numero di “cerchietti” raffigurati accanto) del telecomando Master e rilasciali quando il LED inizierà a lampeggiare lentamente. Ripeti questa procedura per una seconda volta e premi poi in questa successione i pulsanti: 1-2-1. Un doppio lampeggìo del LED dovrebbe confermare l’avvenuta operazione.

Ora che hai a disposizione i due telecomandi, Master e Slave puoi eseguire la corretta procedura per programmare un telecomando per cancello FAAC.

Avvicina i due dispositivi e premi contemporaneamente i pulsanti 1 e 2 del telecomando Master da duplicare, finché il LED non inizia a lampeggiare. Tieni ora premuto, sul telecomando Master, il pulsante che dovrà inviare il segnale da duplicare e mantieni premuto, sul dispositivo Slave, il pulsante che vuoi programmare fino a quando non vedrai il LED lampeggiare. Questo sarà il segnale indicante l’avvenuta procedura di programmazione!

Come programmare altri telecomandi cancello FAAC

Come programmare altri telecomandi cancello FAAC

Puoi trovare in commercio un gran numero di telecomandi FAAC. Molti di essi utilizzano delle frequenze di trasmissione diverse, sto parlando di modelli come il FAAC xt2 868 SLH LR. Si tratta infatti di un telecomando che invia un segnale a 868.35 MHz sfruttando sempre la tecnologia Self Learnig Hopping di tipo rolling-code. Ti chiedi se la procedura per programmare il telecomando FAAC sia diversa? Fortunatamente il processo di codifica è identico a quello dei telecomandi a 433.92 MHz e ti basterà seguire le istruzioni già viste sopra.

I telecomandi della serie FAAC xt4 433 RC sono invece dei modelli a 4 canali che utilizzano una tecnologia rolling-code “senza compromessi”, vale a dire che se intendi duplicare uno di questi telecomandi dovrai utilizzare necessariamente l’operazione di programmazione tramite centralina.

Esistono ovviamente anche dei modelli più semplici a codice fisso. Si tratta di telecomandi meno recenti ma ancora facilmente reperibili in commercio, come il FAAC xt4 433 SL. In questo caso la procedura di programmazione del nuovo telecomando è molto semplice e non prevede differenze tra modelli Master o Slave.

Avvicina dunque il nuovo telecomando da codificare al modello già codificato. Tieni premuto il pulsante del vecchio telecomando che dovrà inviare il segnale e premi contemporaneamente il pulsante da codificare sul nuovo telecomando. Continua a premere entrambi i pulsanti finché il LED del nuovo telecomando emetterà due lampeggii per poi stabilizzarsi su una luce fissa. La procedura è già conclusa e sei riuscito a programmare il telecomando FAAC con pochi semplici passaggi!

Come programmare telecomando universale cancello FAAC

Come programmare telecomando universale cancello FAAC

Non hai intenzione di spendere quel qualcosa in più per acquistare un telecomando originale FAAC? Nessun problema, puoi comunque acquistare un telecomando universale. Ne esistono molti in commercio e, quasi tutti, presentano le stesse funzionalità. Assicurati di sceglierne uno della stessa frequenze del telecomando da duplicare.

WHY EVO - Radiocomando Universale Apricancello - Ampio Raggio - Multif...
Vedi offerta su Amazon

Procedi poi alla fase di programmazione. Te ne ho già parlato in questa mia precedente guida su come duplicare un telecomando universale. Attenzione: questa procedura funziona solo se vuoi duplicare un telecomando a codice fisso. Se il tuo telecomando è di tipo rolling-code o Self Learning Hopping dovrai necessariamente seguire le istruzioni descritte sopra.

Come programmare telecomando cancello da centralina FAAC

FAAC

Hai necessità di duplicare il segnale di un modello rolling-code oppure hai smarrito il tuo telecomando originale, dunque devi programmare il telecomando del cancello da centralina FAAC? Tranquillo, è un’operazione che può inizialmente spaventare ma grazie alle istruzioni che sto per darti vedrai che sarà tutto molto semplice

Non è infatti richiesta alcuna competenza particolare o una conoscenza approfondita di elettronica. Ti avviso però fin da subito che dovresti eseguire questa procedura solo se il cancello è di tua proprietà. Se vivi in un condominio devi prima contattare l’amministratore in quanto, con questo metodo, andando a programmare il telecomando sulla centralina finirai per modificare il segnale emesso cancellando quello precedente. In questo modo i tuoi vicini si ritroveranno con dei telecomandi non funzionanti e da codificare. Non mi assumo pertanto alcuna responsabilità circa eventuali disguidi derivanti dalla errata applicazione delle istruzioni presenti nel mio tutorial.

Esistono diversi modelli di centralina, in questa guida ti spiegherò come programmare il telecomando FAAC xt2 433 SLH direttamente dalla sua centralina. Apri il vano della centralina ricevente e avvicina il tuo nuovo telecomando originale FAAC xt2 433 SLH. Tieni dunque premuto i tasti 1 e 2 fino a quando il LED inizierà a lampeggiare. Ora, sulla centralina, premi il tasto SW1 se stai codificando il pulsante 1 del telecomando, in alternativa premi il tasto SW2 per il pulsante 2. Il LED della centralina inizierà a lampeggiare, dovrai ora premere entro 5 secondi il tasto del telecomando che vuoi programmare. Il LED del telecomando, che stava finora lampeggiando, emetterà una luce fissa per poi spegnersi. L’operazione è finalmente completata.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.