Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come resettare un telecomando universale per cancelli

di

Ti sei finalmente trasferito nella nuova casa e anche qui, esattamente come nella vecchia abitazione, l’ingresso è controllato da un cancello automatico. Giacché il telecomando che usavi per aprire il cancello della tua precedente casa è di tipo universale, vorresti resettarlo e configurarlo per aprire, chiudere e, in generale, gestire quello nuovo. Il problema, però, è che non hai la più pallida idea di come fare, ed è per questo motivo che, dopo una breve ricerca su Internet, sei capitato sul mio sito Web, con la speranza che io possa darti una mano a riuscirci.

Se le cose stanno in questo modo, sappi che non potevi trovarti in posto migliore! Di seguito, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come resettare un telecomando universale per cancelli e come programmarlo nuovamente. Bastano un pizzico di pazienza e un po’ di tempo libero per riuscire nell’impresa: non è poi così difficile come sembra, te lo assicuro!

Dunque, senza attendere oltre, mettiti comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: ti garantisco che, al termine della lettura di questa guida, avrai acquisito le competenze necessarie per riuscire brillantemente nell’impresa. A questo punto, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come ripristinare un telecomando universale per cancelli

Come ripristinare un telecomando universale per cancelli

Per riuscire a resettare un telecomando universale per cancelli, è sufficiente reimpostarlo in modalità di apprendimento e far sì che tutti i tasti configurati dimentichino le frequenze memorizzate in precedenza. Prima di continuare, ritengo doveroso precisare che non esiste una procedura standard, poiché ciascun telecomando potrebbe richiedere passaggi leggermente diversi: per questa guida, in particolare, farò riferimento al telecomando Bravo DOOR. Le indicazioni che ti darò, tuttavia, dovrebbero risultare facilmente applicabili anche a tanti altri modelli.

Per prima cosa, imposta dunque il telecomando in modalità di apprendimento, premendo e tenendo premuta la sequenza di tasti prevista dal dispositivo: sui telecomandi della linea Bravo, per esempio, è necessario premere e tenere premuti i tasti 1 e 3, finché il LED di trasmissione non inizia a lampeggiare rapidamente.

Quando ciò avviene, rilascia i due tasti e premi, nel giro di 3 secondi, il tasto da ripristinare, fin quando il LED non diventa fisso, segno che la sequenza precedente è stata “dimenticata” e che il tasto è pronto a riceverne una nuova. A questo punto, rilascia il tasto in questione e ripremilo, per lasciarlo vuoto. Ripeti quindi la medesima procedura per tutti gli altri tasti presenti sul telecomando.

A riprova dell’avvenuto ripristino del telecomando, prova a metterti nel raggio d’azione del cancello e premi il tasto che, precedentemente, usavi per aprire quest’ultimo: se tutto è andato per il verso giusto, non dovrebbe succedere nulla.

Come ti ho già accennato poco fa, gli step da compiere su altri telecomandi universali potrebbero variare leggermente: per attivare la modalità di apprendimento, potrebbe infatti essere necessaria la pressione di tasti diversi (ad es. B e D). Pertanto, qualora non dovessi riuscire al primo colpo, ti consiglio di far riferimento al manuale ricevuto a corredo con il telecomando, oppure di cercare su Google frasi come ripristinare telecomando [marca e modello].

Come riprogrammare un telecomando universale per cancelli

Come ripristinare un telecomando universale per cancelli

Sei riuscito a resettare con successo il telecomando e, adesso, vorresti usarlo per controllare un cancello diverso? Nessun problema! Se è tua intenzione duplicare un telecomando già attivo, devi assicurarti che quest’ultimo sia regolato correttamente e che abbia la batteria carica: puoi verificare con facilità la cosa, semplicemente provando ad aprire il cancello.

Se, invece, devi programmare un telecomando direttamente dalla centralina, assicurati di avere accesso a quest’ultima e di poterla regolare in modalità di trasmissione. Qualora non avessi mai fatto nulla del genere prima d’ora, ti consiglio fortemente di contattare l’amministratore del condominio o l’installatore del tuo sistema: agire sulla trasmittente, senza averne le giuste competenze, potrebbe compromettere il sistema d’automazione del cancello e comportare spese successive, anche elevate.

Ad ogni modo, per poter riprogrammare il telecomando, impostalo in modalità di apprendimento così come ti ho spiegato nella sezione precedente e premi, entro 3 secondi, il tasto su cui intendi impostare l’apertura, la chiusura o altre operazioni sul cancello.

Fatto ciò, nel giro di breve tempo, avvicina il telecomando originale (a 1 cm di distanza o meno) e tieni premuto, su quest’ultimo, il tasto di cui vuoi effettuare la copia; se stai agendo da una centralina, impostala per la trasmissione del comando che vuoi memorizzare. Attendi, dunque, che il LED lampeggi tre volte, quindi rilascia il tasto del telecomando “originale” o disattiva la modalità di trasmissione della centralina e il gioco è fatto! Ripeti poi la medesima operazione per tutti gli altri tasti funzione che vuoi archiviare.

Anche in questo caso, ho fatto riferimento ai telecomandi della linea Bravo; su altri apparecchi di questo tipo, invece, potresti dover premere il tasto di destinazione (presente sul telecomando da riprogrammare) e quello di origine (presente sul telecomando originale) contemporaneamente, finché il LED non ne notifica l’avvenuta copia con successo.

In caso di problemi

Come ripristinare un telecomando universale per cancelli

Come dici? Hai seguito pedissequamente i passaggi che ti ho suggerito in questa guida e, dopo aver ripristinato con successo il telecomando, non sei riuscito a programmarlo nuovamente? Come primo accorgimento, verifica che il telecomando originale, quello da duplicare, sia sufficientemente carico. In seguito, prova a ripetere la procedura di duplicazione in una zona totalmente priva di interferenze.

Se neppure questo tentativo dovesse andare a buon fine, controlla che il telecomando ricevente supporti la stessa frequenza di trasmissione del telecomando da duplicare o della ricevente da controllare. In genere, le centraline commercializzate in Italia ricevono segnale su frequenza a 433,92 MHz.

Altro parametro da controllare è la tipologia di trasmissione effettuata dal telecomando che intendi duplicare: a codice fisso oppure a rolling code. Nei telecomandi (con relative riceventi) a codice fisso, i segnali trasmessi per controllare il cancello hanno sempre lo stesso codice; nei telecomandi a rolling code, invece, il codice è casuale e diverso per ogni trasmissione e viene “riconosciuto” dalla centralina mediante un sofisticato sistema di sincronizzazione.

Dunque, se la ricevente è configurata per l’approccio rolling code, difficilmente riuscirai a duplicarne il telecomando originale, a meno di non usare un telecomando “vuoto” appositamente fornito dal produttore dell’intero sistema di automazione (FAAC e CAME commercializzano dispositivi di questo tipo). In questo caso, però, la centralina deve necessariamente avere slot di memoria liberi e non deve essere stata bloccata a monte dall’installatore.

FAAC XT2 868 SLH LR Radiocomando trasmittente 868MHz, Bianco
Vedi offerta su Amazon
Faac 787007 XT2 433 SLH Automazione cancello telecomando trasmittente ...
Vedi offerta su Amazon
Radiocomando Rolling code 4 canali dual frequency came TOPD4RBS Blu
Vedi offerta su Amazon

Altro dettaglio che potrebbe impedire la duplicazione del telecomando originale è la tipologia di quest’ultimo: i telecomandi quarzati, per esempio, lavorano su frequenze più basse della norma e si basano sul funzionamento di un elemento a quarzo.

Telecomandi di questo tipo appartengono a sistemi di automazione non recentissimi e, generalmente, hanno dimensioni molto elevate, a causa del quarzo. Inoltre, su alcuni telecomandi potrebbe essere stata volontariamente bloccata la funzione di duplicazione.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.