Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come pulire la fotocamera del telefono

di

Nonostante il tuo smartphone abbia un comparto fotografico di tutto rispetto, ultimamente le foto che scatti con esso hanno una qualità tutt’altro che buona. A cosa potrebbe essere dovuto ciò? Salvo problemi hardware che potrebbero affliggere il tuo cellulare, è probabile che il problema sia lo sporco accumulatosi su una delle lente con cui è equipaggiato il dispositivo.

In questo caso, risolvere il problema è abbastanza semplice: basta armarsi di un po’ di pazienza ed effettuare delle semplici operazioni di pulizia sulle fotocamere. Come dici? Non hai la più pallida idea di come pulire la fotocamera del telefono? E allora lascia che ti guidi io, passo dopo passo, in questa operazione.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Alla grande! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui necessiti per concentrarti sulla lettura delle prossime righe e, cosa ancora più importante, cerca di mettere in pratica i suggerimenti che sto per darti. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Occorrente

Panno in microfibra

Prima di vedere nel dettaglio come pulire la fotocamera del telefono, assicurati di avere con te tutto l’occorrente necessario per procedere con le operazioni di pulizia che ti illustrerò nelle prossime righe. Di cosa hai bisogno per pulire la lente delle fotocamere del tuo telefono? Contrariamente a quanto tu possa pensare, non hai bisogno di chissà quali prodotti per procedere.

Tutto ciò che ti serve è un panno in microfibra o, in sua mancanza, un panno in pelle di daino o, ancora, in pelle di camoscio da inumidire, eventualmente, con qualche goccia d’acqua.

(24 Pezzi) Charm & Magic Microfibra Panno di Pulizia per Schermi, Came...
Vedi offerta su Amazon

Mi raccomando: non usare per nessun motivo panni abrasivi, salviette di carta o prodotti ad aria compressa: potrebbero arrecare danni irreparabili alla lente (ad esempio opacizzandola), cosa che comprometterebbe seriamente il funzionamento delle fotocamere del tuo smartphone.

Sappi che io non mi assumo alcuna responsabilità circa eventuali danni che potresti arrecare al tuo smartphone tentando di pulirne le fotocamere. Chiaro? Allora cominciamo.

Come pulire bene la fotocamera del telefono

Una volta reperito l’occorrente di cui hai bisogno, puoi finalmente procedere. Vediamo, pertanto, come pulire bene la fotocamera del telefono. Di seguito ti spiego come procedere sia per la fotocamera anteriore che per quella posteriore. Chiaramente, le indicazioni valgono un po’ per i telefoni di tutte le marche.

Fotocamera anteriore

Fotocamera anteriore smartphone

Iniziamo con la pulizia della fotocamera anteriore. Prima di spiegarti come procedere, voglio fare un breve inciso sulla posizione in cui questa può trovarsi. Sugli smartphone di ultima generazione, infatti, la fotocamera frontale può essere implementata in diversi modi.

Per entrare più nel merito, sugli iPhone con Face ID e su alcuni smartphone Android, la fotocamera si trova nel notch (la “tacca” posta nella parte superiore dello schermo); in alternativa, potrebbe consistere in un foro posizionato in alto a destra, in alto a sinistra o in alto al centro sullo schermo. Su altri dispositivi, soprattuto quelli di fascia medio-bassa e/o quelli meno recenti, la fotocamera si trova nella cornice superiore del dispositivo.

Una volta individuata la posizione della fotocamera anteriore del telefono, puoi provvedere a pulirla. Prendi, dunque, il panno in microfibra oppure quello in pelle di daino o in pelle di camoscio in tuo possesso e passalo delicatamente sulla lente, eseguendo un piccolo movimento circolare. Ripeti quest’operazione più e più volte, finché non ottieni il risultato desiderato.

Se sulla lente è depositata una grande quantità di sporco, che magari si è incrostato a causa del tempo trascorso, inumidisci leggermente il panno con 2-3 gocce d’acqua e passalo ancora una volta. Prima di riutilizzare la fotocamera, ricordati di asciugare la parte che hai inumidito.

Fotocamera posteriore

Come pulire fotocamera telefono

Dopo aver pulito la fotocamera frontale, è giunto il momento di passare alla fotocamera posteriore. I passaggi da effettuare non si discostano più di tanto da quelli che ti ho illustrato poc’anzi, per cui puoi stare sicuro che non avrai alcun problema circa il da farsi.

Anche in questo caso, infatti, devi prendere il panno in microfibra (oppure quello in pelle di daino o in pelle di camoscio, dipende da quello che hai a disposizione tu) e passalo con molta delicatezza sulla fotocamera (o sulle fotocamere, se hai uno smartphone in configurazione multi-lente). Nel fare ciò, esegui piccoli movimenti circolari finché non ottieni il risultato sperato.

Se necessario, inumidisci un po’ il panno con qualche goccia d’acqua, così da rimuovere tracce di sporco e incrostazioni particolarmente persistenti. Se opti per questa seconda possibilità, ricordati di asciugare la parte che hai passato con il panno inumidito e il gioco è fatto.

Fotocamera a scomparsa

Huawei P Smart Z

In commercio ci sono anche smartphone dotati di fotocamera a scomparsa: una soluzione adottata da alcuni produttori per realizzare dispositivi borderless, privi di notch, fori, etc. che, per certi versi, potrebbero essere considerati “antiestetici”.

Per quanto concerne le operazioni di pulizia da eseguire sulla fotocamera a scomparsa, tutto ciò che devi fare è aprire l’app Fotocamera (operazione fondamentale per attivare il meccanismo che fa comparire la lente) e provvedere a pulire la fotocamera seguendo le medesime indicazioni che ti ho fornito prima (quindi eseguendo dei delicati movimenti circolari su di essa utilizzando un panno in microfibra oppure in pelle di daino o in pelle di camoscio).

Nel pulire la fotocamera a scomparsa, ti invito a fare più attenzione del solito: se esercitassi troppa pressione mentre esegui le summenzionate operazioni di pulizia, infatti, rischieresti di rompere il meccanismo che fa comparire e scomparire la lente. Intesi?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.