Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come scaricare app Immuni

di

Dopo averne sentito tanto parlare, anche tu hai deciso di scaricare l’app Immuni, l’applicazione che le autorità italiane hanno scelto per tracciare i contatti (contact tracing) e notificare le esposizioni a persone risultate positive alla malattia da COVID-19 (exposure notification).

Dopo aver letto qualche articolo al riguardo, ti sei infatti tranquillizzato circa il fatto che l’app in questione tutela la privacy degli utenti e, dunque, sei pronto a utilizzarla per fare la tua parte ed evitare l’insorgenza di eventuali nuovi focolai di COVID-19. Tuttavia, non essendo molto pratico di tecnologia, non sai bene come procedere. Se le cose stanno così, non ti preoccupare: nelle prossime righe ti spiegherò in dettaglio come scaricare app Immuni sia su Android che su iPhone, indicandoti anche tutti i requisiti necessari al funzionamento dell’app.

Qualora servisse, te lo confermo anche io: Immuni è sicura. Si tratta di una soluzione open source, con un codice liberamente visibile da parte di tutti e che si basa sul sistema per il contact tracing e l’exposure notification ideato da Apple e Google, il quale assicura il massimo grado di sicurezza dei dati (viene semplicemente misurata la presenza di due soggetti tramite il Bluetooth LE con uno scambio di codici dinamici crittografati, senza invio di dati personali o posizioni geografiche). Detto questo, passiamo all’azione!

Indice

Come scaricare app Immuni su Android

Download app Immuni Android

L’app Immuni per Android è compatibile con tutti gli smartphone equipaggiati con Android 6 o successivi e con i servizi di Google integrati e aggiornati. Se, dunque, hai uno smartphone con i Google Play Services non ancora aggiornati, quando aprirai l’app per la prima volta ti verrà chiesto di aggiornarli.

Non potrai, invece, installare l’applicazione se hai un dispositivo Android senza i servizi di Google integrati. Al momento in cui scrivo, comunque, viene indicata come in arrivo la versione per i dispositivi Huawei con AppGallery.

Detto questo, per procedere al download di Immuni, apri il Play Store (il simbolo ▶︎ colorato che si trova in home screen o nel drawer delle app), cerca "Immuni" al suo interno e fai tap prima sull’icona dell’applicazione (l’omino con il corpo composto da due cerotti) presente nei risultati della ricerca e poi sul pulsante Installa.

Se ti viene chiesto di completare la configurazione dell’account, premi su Continua e ignora l’inserimento di un metodo di pagamento (l’app gratis al 100%).

Se stai leggendo questo tutorial direttamente dal tuo smartphone, puoi aprire la pagina di download dell’app Immuni premendo direttamente su questo link.

Al termine del download, troverai l’icona di Immuni nella home screen e/o nel drawer. Avvia quindi l’applicazione, segui la procedura di configurazione iniziale, per indicare Regione e Provincia in cui ti trovi, e dai tutte le autorizzazioni del caso.

Come scaricare app Immuni su iPhone

Download app Immuni iPhone

L’app Immuni per iPhone è compatibile esclusivamente con gli smartphone equipaggiati con iOS 13.5 o versioni successive. Se, dunque, non hai ancora provveduto, aggiorna iOS all’ultima versione disponibile, aprendo l’app Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio situata in home screen) e andando nel menu Generali aggiornamento software.

Fatto ciò, apri l’App Store (l’icona della "A" stilizzata su fondo azzurro che trovi in home screen), premi sulla scheda Cerca collocata in basso a destra e cerca "Immuni". Dopodiché premi sull’icona dell’applicazione (l’omino con il corpo composto da due cerotti) presente nei risultati della ricerca, fai tap sul pulsante Ottieni e conferma il download, autenticandoti tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Se stai leggendo questo tutorial direttamente dal tuo iPhone, puoi aprire la pagina di download dell’app Immuni premendo direttamente su questo link.

Al termine dello scaricamento, troverai l’icona di Immuni nella home screen. Avvia quindi l’app e segui la semplice procedura di configurazione iniziale, in cui indicare Regione e Provincia in cui ti trovi e dare tutte le autorizzazioni del caso.

Domande frequenti

App Immuni

Una volta installata l’app Immuni, immagino, avrai alcune dubbio circa il suo funzionamento. Ecco, dunque, una serie di risposte rapide che potrebbero aiutarti a dissiparli.

  • L’app è gratuita? Sì, al 100%.
  • L’app è obbligatoria? No. Ognuno è libero di scegliere se installarla o meno. In caso di positività alla malattia da COVID-19, si può scegliere se segnalare la propria positività nel database dell’app o meno.
  • L’app tutela la privacy? Sì. Per semplificare al massimo il discorso, rileva solo quando c’è un contatto prolungato tra due soggetti che hanno l’app installata, scambiando dei codici identificativi dinamici (che cambiano ogni ora, sono crittografati in maniera sicura e vengono cancellati ogni 14 giorni; inoltre si possono cancellare anche automaticamente). Non vengono comunicati posizione geografica, recapiti o altri dati personali. È tutto anonimo. Inoltre, i server che vengono usati per comunicare i dati sono italiani, gestiti da soggetti pubblici e controllati dal Ministero della Salute.
  • L’app consuma la batteria? Pochissimo, visto che si basa sul Bluetooth LE (Low Energy).
  • L’app deve restare aperta e in primo piano per funzionare? No. Basta installarla, seguire la semplice procedura di configurazione iniziale e poi resta sempre "sveglia" in background.
  • L’app funziona anche senza connessione Internet attiva? Sì, per quanto riguarda il contact tracing. Per la comunicazione con i server pubblici, chiaramente, occorre una connessione Internet attiva.
  • L’app funziona in tutte le Regioni? Il lancio è avvenuto con un test solo in Puglia, Abruzzo, Marche e Liguria. Installando l’app in "territori non supportati", questa dovrebbe funzionare ugualmente, ma le ASL/ASP non accettano le notifiche dei codici dei casi di positività. Puoi sapere se la tua Regione supporta l’app eseguendo una semplice ricerca online.

Per maggiori dettagli ti invito a consultare il mio tutorial su come funziona l’app Immuni, in cui ho trattato in maniera molto più dettagliata tutti gli aspetti legati al funzionamento di quest’ultima, e il sito ufficiale di Immuni.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.