Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scompattare un file ISO

di

Hai scaricato da Internet un programma o un gioco in formato ISO e non sai come visualizzarne il contenuto sul tuo computer senza doverlo prima masterizzare su un dischetto vuoto? Tranquillo, non c’è bisogno di costose soluzioni a pagamento. Infatti, puoi rivolgerti a uno dei tanti strumenti a costo zero (o comunque fruibili in versione di prova gratuita) per scompattare un file ISO disponibili per Windows e macOS.

Sono tutti facilissimi da usare anche da parte di chi, un po’ come te, non si reputa un grande esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie. Nella maggior parte dei casi si tratta di risorse usate per esplorare ed estrarre anche il contenuto degli archivi compressi (quelli in formato ZIP, RAR ecc.), mentre in altri di programmi appositamente concepiti per lo scopo in questione.

Sempre restando in tema, per completezza d’informazione, sarà altresì mia premura spiegarti come fare per montare i file ISO, in modo tale che, oltre a poterne esplorare il contenuto, tu possa servirtene proprio così come se li avessi masterizzati e il relativo CD/DVD fosse inserito nel lettore collegato al PC. Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca a lupo per ogni cosa. Are you ready?

Indice

Scompattare un file ISO

Hai bisogno di scompattare un file ISO ma non sai come riuscirci? Allora usa gli strumenti per Windows e macOS che trovi segnalati qui di seguito e metti in pratica le relative istruzioni d’uso, posso assicurarti che è molto più semplice di quel che tu possa immaginare. Buona lettura e buon “lavoro”.

7-Zip (Windows)

Come scompattare un file ISO

Se stai usando un PC con su installato Windows, la prima tra le risorse utili allo scopo di cui desidero parlarti è 7-Zip. Non ne hai mai sentito parlare? No? Strano, è molo famoso. Ad ogni modo non c’è problema, rimediamo subito. Si tratta di uno dei migliori programmi gratuiti per la gestione degli archivi compressi disponibili per i sistemi operativi di casa Microsoft. Grazie ad esso, è possibile aprire qualsiasi tipo di archivio (ZIP, RAR ecc.) e file immagine di CD e DVD avendo la possibilità di estrarne il contenuto in una cartella qualsiasi.

Per servirtene, il primo passo che devi compiere è quello di collegarti al sito Internet di 7-Zip e cliccare sulla voce Download collocata accanto alla dicitura 64-bit x64 (se usi un sistema operativo a 64 bit) oppure accanto a quella 32-bit x86 (e usi un sistema operativo a 32 bit). A download completato, apri il file .exe ricavato e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, fai clic sul pulsante Si e su quello Install. Per concludere, pigia sul bottone Close.

A questo punto, devi associare il formato di file ISO a 7-Zip in modo che i file immagine di CD e DVD si aprano automaticamente con esso. Per fare ciò, cerca 7-Zip File Manager nel menu Start e apri il relativo collegamento.

Nella finestra che si apre, seleziona la voce Opzioni dal menu Strumenti presente in alto, per accedere al pannello con le impostazioni del programma. Seleziona, dunque, il formato di file ISO facendo clic su di esso, in modo tale che in sua corrispondenza compaia l’icona del programma, e clicca sui pulsanti ApplicaOK per salvare i cambiamenti.

Se nel cercare di associare il formato ISO a 7-Zip vedi comparire un messaggio d’errore, avvia 7-Zip File Manager con privilegi di amministrazione, facendo clic destro sul relativo collegamento nel menu Start, scegliendo le voci Altro > Esegui come amministratore dal menu che si apre e premendo poi sul pulsante Si nella finestra che compare sul desktop.

Ora sei pronto a scompattare un file ISO con 7-Zip. Puoi riuscirci semplicemente facendo doppio clic sul file immagine da aprire, selezionando gli elementi presenti in esso e trascinandoli in una posizione qualsiasi. La durata di estrazione dei file da un’immagine ISO dipende dalle dimensioni degli elementi da estrapolare e dalla potenza del PC in uso. In genere, comunque, bastano pochi minuti anche per file di dimensioni medio/grandi.

IsoBuster (Windows)

Come scompattare un file ISO

Un altro programma al quale puoi rivolgerti per scompattare i tuoi file ISO è IsoBuster. Si tratta di un famoso strumento per sistemi operativi Windows grazie al quale è possibile recuperare dati da CD e DVD danneggiati e che risulta comprensivo di numerose funzionalità per la gestione dei file in formato ISO, quali l’operazione oggetto di questo tutorial, la creazione di immagini da CD e DVD e la conversione tra i principali formati di immagine verso ISO/TAO/BIN/CUE/IBP/IBQ. Costa 39,95 dollari, ma si può scaricare in versione di prova gratuita funzionante per 30 giorni. In tal caso, l’unica cosa da considerare è che per estrarre i file ISO occorre comperare la licenza d’uso.

Per scaricare IsoBuster sul tuo PC, vista il sito Internet del programma e fai clic sul bottone Scarica IsoBuster. A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare su schermo, pigia sui bottoni Si, OK e Avanti (per quattro volte consecutive). Porta poi a termine il setup pigiando sui bottoni Installa, Fine e Si.

Avvia quindi il periodo di prova del prova del programma cliccando sui pulsanti SiRegistra in seguito nella finestra che compare sul desktop. A questo punto, clicca sul menu File in alto a sinistra, seleziona l’opzione Apri file immagine dal menu che si apre e seleziona il file ISO di riferimento.

Compiuti i passaggi di cui sopra, vedrai il contenuto del file ISO nella parte destra della finestra del programma. Per scompattarlo, trascina fuori dalla finestra del software gli elementi di tuo interesse e rilasciali nella posizione che preferisci.

The Unarchiver (macOS)

Programmi per estrarre file ISO

Stai usando un Mac? In tal caso, puoi estrarre un file ISO usando The Unarchiver. Trattasi di un’applicazione gratuita per macOS che consente di esplorare e scompattare gli archivi compressi (ZIP, RAR ecc.) e i file ISO, BIN ed EXE (gli eseguibili di Windows), il tutto in maniera incredibilmente semplice e veloce.

Per effettuarne il download, visita la relativa sezione del Mac App Store Online, fai clic sul pulsante Vedi in Mac App Store e, nella finestra “vera e propria” del Mac App Store che si apre sulla scrivania, clicca sul pulsante Ottieni/Installa. Se necessario, autorizza il download dell’applicazione digitando la password del tuo account Apple oppure tramite Touch ID (se hai un Mac dotato di tale componente).

Completata la procedura di scaricamento, fai clic destro sull’icona del file ISO da scompattare e seleziona le voci Apri con > The Unarchiver dal menu che compare. Così facendo, i dati contenuti nel file ISO verranno automaticamente estratti in una cartella che verrà creata nello stesso percorso del file immagine.

Keka (macOS)

Come scompattare un file ISO

Un altro software per macOS che puoi usare per scompattare un file ISO è Keka. Si tratta di un’applicazione che, similmente a The Unarchiver, consente di estrarre tutti i principali formati di immagine e di archivio in maniera rapida e veloce. È gratis ed è open source. Da notare che è eventualmente disponibile in una versione a pagamento sul Mac App Store (costa 3,49 euro) utile per supportare il lavoro svolto dagli sviluppatori.

Per scaricare la versione gratuita di Keka, recati sul sito Internet del programma e pigia sul bottone Scarica. Completato il download, apri il pacchetto .dmg ricavato, trascina l’icona di Keka nella cartella Applicazioni di macOS, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu che compare, in modo tale da aprire il programma andando ad aggirare le limitazioni che Apple impone verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la finestra del software sulla scrivania, trascinaci sopra, in corrispondenza della voce Rilascia qui per estrarre, il file ISO che vuoi scompattare e aspetta che la procedura di estrazione venga avviata e completata.

Indica, quindi, la posizione su macOS in cui intendi estrarre il file immagine e clicca sul bottone Estrai. In seguito, tutti i file presenti nell’immagine ISO saranno salvati in una cartella apposita nella posizione specificata in precedenza. Ecco fatto!

Montare un file ISO

Ti interessa scompattare un file ISO nel senso che vorresti accedere al contenuto di un file immagine come se quest’ultimo fosse stato masterizzato su un CD o un DVD inserito nel lettore collegato al computer ma non vuoi compiere l’operazione in questione? Allora usa le risorse per montare i file immagine che trovi indicate qui sotto e segui le relative istruzioni d’uso. È molto più facile di quel che tu possa pensare.

Gestore di file ISO predefinito (Windows)

Programmi per estrarre file ISO

Stai usando un PC con su installato Windows 10 oppure Windows 8/8.1 e hai bisogno di montare un file ISO? In tal caso, sono lieto di farti sapere che non devi scaricare e installare assolutamente nulla sul computer. Infatti, ti basta usare il gestore di file ISO predefinito del sistema.

Per servirtene, devi, molto banalmente, fare clic destro sull’icona del file ISO e selezionare la voce Monta dal menu contestuale che si apre. In alternativa, puoi fare doppio clic sull’icona del file ISO di tuo interesse.

In entrambi i casi, in seguito, si aprirà sul desktop una finestra di Esplora File con all’interno il contenuto dell’immagine appena montata. Facile, vero?

Utility Disco (macOS)

Programmi per estrarre file ISO

Anche su macOS, per montare i tuoi file ISO, puoi avvalerti dello strumento predefinito per la gestione dei file immagine e dei dischi, interni ed esterni, collegati al computer. Si tratta di Utility Disco e per usarlo non devi scaricare e installare assolutamente nulla sul computer.

Per servirtene, ti basta fare clic destro sull’icona del file ISO di riferimento e selezionare, dal menu contestuale che si apre, la voce DiskImageMounter. In alternativa puoi, molto semplicemente, fare doppio clic sul file immagine relativamente al quale ti interessa andare ad agire.

In tutti e due i casi, successivamente, il file ISO verrà montato sul Mac e potrai quindi accedere al suo contenuto mediante la finestra che andrà ad aprirsi sulla scrivania. Un vero e propio gioco da ragazzi!

Daemon Tools (Windows/macOS)

Come scompattare un file ISO

Gli strumenti già inclusi in Windows e macOS per montare i file ISO non ti hanno convinto in maniera particolare o comunque sia cerchi una valida alternativa? Allora, il miglior suggerimento che posso darti è quello di mettere alla prova Daemon Tools, una vera e propria istituzione per quel che concerne la gestione dei file immagine su PC e Mac. Consente, infatti, di montare il contenuto dei file ISO su dei drive virtuali che si possono poi aprire come se fossero dei dischetti veri e propri. Da notare che permette anche di generare nuovi file ISO partendo praticamente da zero.

Per Windows è disponibile sia in versione gratuita (denominata Daemon Tools Lite) che a pagamento (con un prezzo base a partire da 5 euro/mese) e in questo secondo caso sono incluse funzioni extra, come la possibilità di masterizzare immagini e creare penne USB avviabili. Per macOS, invece, è disponibile la sola variante a pagamento (con un prezzo base pari a 9 euro/mese), ma si può scaricare in versione trial funzionante senza limitazioni per 20 giorni.

Per scaricare Daemon Tools Lite su Windows, collegati al sito Internet del programma e fai clic sul bottone Scarica. A download completato, apri il file .exe ricavato e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sui pulsanti Si, Licenza gratuita e Installa. Seleziona poi l’opzione Licenza Gratuita, clicca sul bottone Concordo & Continua, rimuovi la spunta dalla casella relativa all’installazione di programmi extra e pigia sui bottoni Installa ed Esegui. Se durante la procedura di setup ti viene proposta l’installazione del controller Disc Soft, acconsenti.

Ora che visualizzi la finestra del software sul desktop, pigia sul bottone Monta velocemente situato in basso a sinistra e seleziona il file ISO presente sul PC relativamente al quale vuoi andare ad agire. Dopodiché troverai il file in questione sotto forma di unità CD/DVD virtuale nella sezione Questo PC/Computer di Windows.

Se, invece, stai usando macOS, per scaricare Daemon Tools sul computer recati su quest’altra pagina Web e clicca sul pulsante Scarica. A download completato, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona del software nella cartella Applicazioni di macOS, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale che si apre. Pigia poi sul pulsante Apri nella finestra comparsa su schermo, in modo tale da avviare l’applicazione aggirando le limitazioni che Apple impone verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Nella finestra che compare sulla scrivania, fai clic sul bottone Sono d’accordo, digita la password del tuo account utente su macOS e fai clic sul bottone Installa assistente. Se ti viene mostrato un avviso relativo al blocco dell’estensione di sistema, apri le Preferenze di Sistema facendo clic sulla relativa icona (quella con l’ingranaggio) sulla barra Dock, pigia sull’icona di Sicurezza e Privacy nella finestra che si apre e premi sul pulsante Consenti (in basso). In seguito, seleziona, nella finestra del programma, i bottoni Continua e Apri DAEMON Tools.

A questo punto, clicca qui pulsanti Prova e Chiudi, in modo tale da avviare il periodo di prova gratuito del programma. In seguito, monta il tuo file ISO facendo clic sul pulsante Monta velocemente situato in basso a sinistra e selezionando il file immagine di riferimento. Potrai poi accedervi dalla barra laterale del Finder oppure dalla scrivania, proprio come se si trattasse di un comune dischetto.