Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come montare file ISO

di

Hai scaricato dei file immagine in formato ISO da Internet e vorresti verificarne per bene il contenuto prima di masterizzarli, ma non sai come fare? Beh, puoi usare uno strumento per montare le immagini in formato ISO e il gioco è fatto! Non sai di che sto parlando? Nessun problema, ti spiego subito.

In gergo tecnico, “montare” un file ISO significa leggerne il contenuto tramite un’unità virtuale che simula la presenza di un dischetto nel computer: è un po’ come ingannare il sistema facendogli credere di aver già masterizzato l’immagine e averne riversato il contenuto su un CD o DVD, inserito poi nel computer.

Allora, che ne dici? Ti piace come idea? Se la risposta è affermativa, direi di non perderci più in chiacchiere e di passare immediatamente all’azione! Prenditi cinque minuti di tempo libero e scopri come montare file ISO grazie alle soluzioni per Windows e macOS che sto per consigliarti. Scommetto che resterai sorpreso dalla facilità con cui riuscirai a portare a termine l’operazione.

Indice

Come montare file ISO su PC

Se ciò che ti interessa capire è come montare file ISO su PC, le indicazioni alle quali devi attenerti sono quelle riportate di seguito. Puoi riuscirci sia usando lo strumento predefinito disponibile sulle più recenti versioni di Windows che ricorrendo a soluzioni di terze parti. Per tutti i dettagli del caso, prosegui nella lettura.

Come montare file ISO: Windows 11

Montare ISO Windows 11

Se hai necessità di montare file ISO con Windows 10 o Windows 11, puoi riuscire nel tuo intento ricorrendo all’uso dello strumento predefinito adibito a tal scopo.

Per potertene servire, ti basta fare clic destro sull’icona del file ISO da montare e selezionare la voce Monta dal menu contestuale che ti viene mostrato. Fatto ciò, verrà creata un’unità virtuale contenente tutti i dati del file immagine originale e potrai servirtene come se si trattasse di un vero dischetto inserito nel PC.

Dovresti quindi vedere comparire sul desktop anche una finestra di Esplora File con i file presenti nell’immagine appena aperta. Se non compare nessuna finestra, per accedere comunque al contenuto del file ISO clicca sull’icona di Esplora File (quella a forma di cartella gialla) situata sulla barra delle applicazioni, seleziona la voce Questo PC dalla barra laterale di sinistra e fai doppio clic sull’icona del disco virtuale contenente l’immagine.

Quando non avrai più bisogno dell’immagine ISO montata, smontala recandoti recandoti nuovamente nella sezione Questo PC di Esplora File, facendo clic destro sull’icona del disco virtuale di riferimento e selezionando la voce Espelli dal menu contestuale visualizzato.

Se, invece, quello che hai necessità di fare è riversare il contenuto di un file ISO su un CD o un DVD, al fine di poter ottenere una copia esatta del dischetto di origine, provvedi innanzitutto a inserire nel masterizzatore collegato al PC un dischetto vuoto, quindi fai clic destro sull’icona del file ISO sulla quale vuoi intervenire e scegli la voce Masterizza immagine disco dal menu proposto.

Nella finestra che ora ti viene mostrata, seleziona il masterizzatore da usare dal menu a tendina Masterizzatore CD situato in alto e avvia la scrittura dei dati sul disco premendo sul tasto Masterizza. Se preferisci che a masterizzazione conclusa venga effettuata una verifica dei dati scritti sul disco, seleziona preventivamente l’opzione Verifica il disco dopo la masterizzazione.

Come montare file ISO: Windows 7

Programmi per montare ISO

Se stai usando un PC con Windows 7 o precedenti, oppure cerchi una soluzione alternativa alle funzioni predefinite di Windows, puoi montare file ISO affidandoti a software di terze parti. Personalmente, ti consiglio WinCDEmu.

Si tratta di uno dei migliori programmi per il caricamento dei file ISO attualmente presenti in circolazione. È gratuito, open source e funziona su tutte le versioni di Windows da XP in poi.

Per effettuare il download di WinCDEmu, collegati alla pagina Github del software e clicca sul collegamento WinCDEmu-[versione].exe. A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca in sequenza sui tasti , Install, Installa e OK.

Completato il setup, accertati del fatto che WinCDEmu sia configurato in maniera ottimale. Per cui, avvia il programma facendo clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Microsoft) che trovi sulla barra delle applicazioni e selezionando il relativo collegamento che trovi nel menu Start, dopodiché verifica che il menu a tendina relativo alla lingua presente nella finestra che si apre sul desktop sia impostato su Italiano (altrimenti fallo tu). Seleziona quindi l’opzione Chiedi prima di montare un’immagine e premi sul pulsante OK.

A questo punto, per poterti finalmente servire del software per montare file ISO su disco virtuale, fai clic destro sull’icona del file ISO da montare, scegli l’opzione Seleziona un’unità e monta l’immagine dal menu contestuale mostrato, seleziona la lettera da assegnare all’unità virtuale che verrà creata da WinCDEmu e clicca sul tasto OK.

Quando non hai più bisogno di usare l’immagine ISO, ricordati di smontarla procedendo nel seguente modo: clicca sull’icona di Esplora file (quella con la cartella gialla) che trovi sulla barra delle applicazioni, seleziona la voce Computer dalla barra laterale di sinistra presente nella finestra comparsa sul desktop, fai clic destro sull’icona dell’unità virtuale e seleziona la voce Espelli dal menu contestuale.

WinCDEmu non è l’unico programma disponibile per montare file ISO su Windows. Nel caso in cui non ti avesse soddisfatto, infatti, puoi valutare di rivolgerti ad altri software che possono essere utili allo scopo, come quelli che trovi segnalati nella mia rassegna sui programmi per montare ISO. Se poi vuoi semplicemente esplorare il contenuto dei file ISO, puoi rivolgerti a un gestore di archivi, come quelli che trovi nella mia rassegna dedicata ai programmi per aprire file ZIP. Per quanto concerne invece la possibilità di masterizzare i file ISO, ti suggerisco di usare uno dei software ad hoc che ti ho segnalato nel mio tutorial su come masterizzare file ISO.

Come montare file ISO su USB

Come montare file ISO

Puoi anche decidere di montare file ISO su USB, ricorrendo all’uso di un software come Rufus. Quest’ultimo permette infatti la creazione di chiavette USB avviabili partendo da specifiche immagini ISO, in particolare quelle dei sistemi operativi (è anche possibile effettuarne il download diretto).

Per scaricare Rufus sul tuo computer, recati sul relativo sito Web e fai clic sul collegamento Rufus x.xx Portatile che trovi in corrispondenza della sezione Download.

Completato il download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, fai clic sul bottone .

In seguito, collega una chiavetta USB vuota al computer e, nella finestra di Rufus comparsa sullo schermo, premi nuovamente sul pulsante per verificare la presenza di aggiornamenti.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, seleziona la tua chiavetta USB dal menu a tendina Dispositivo/unità che si trova in cima, fai clic sul pulsante con la freccia posto in corrispondenza del segno di spunta e seleziona dal menu a tendina che si apre l’opzione Seleziona, dunque seleziona il file ISO da masterizzare sulla chiavetta USB, dopodiché indica il file system che vuoi usare dal menu a tendina File System e assegna un nome all’etichetta del volume digitandolo nel campo Etichetta volume.

Se il sistema operativo del file ISO di riferimento è Windows, provvedi altresì a selezionare l’opzione Installazione Windows standard che si trova in corrispondenza della dicitura Opzioni immagine.

Per finire, fai clic sui pulsanti Avvia e OK e attendi che la chiavetta UBS con l’immagine ISO venga generata.

Rufus non è l’unico software tramite cui è possibile montare file ISO su chiavette USB. Per lo scopo in questione torna comodo anche Media Creation Tool, un’utility gratuita per Windows resa disponibile direttamente da Microsoft che permette di scaricare il più recente OS distribuito dall’azienda e copiarlo su pendrive, e UNetbootin, un tool freeware e facile da “maneggiare” che funziona sui principali sistemi operativi. Te ne ho parlato in dettaglio nel mio tutorial su come masterizzare ISO su USB.

Come montare file ISO su Mac

Programmi per montare ISO: Mac

Hai un computer a marchio Apple e, dunque, ti stai chiedendo come montare file ISO su Mac? Anche in tal caso, puoi affidarti allo strumento predefinito del sistema operativo per compiere questo genere di operazioni: DiskImageMounter.

Per servirtene, fai clic destro sull’icona del file ISO su cui vuoi andare ad agire e seleziona le voci Apri con > DiskImageMounter dal menu che si apre.

Una volta effettuati i passaggi di cui sopra, ti verrà mostrata sulla scrivania una finestra del Finder contenente i file inclusi nell’immagine aperta in precedenza. Se non vedi comparire nessuna finestra, puoi procedere in maniera manuale, facendo clic sull’icona del Finder (quella con il volto sorridente) presente sulla barra Dock e selezionando il nome del disco virtuale sottostante la voce Posizioni, oppure facendo doppio clic sull’icona del disco sulla scrivania.

Quando no ne avrai più bisogno, provvedi a smontare il file ISO facendo clic destro sull’icona del disco virtuale che trovi sulla scrivania oppure nella sezione Posizioni del Finder e a selezionare la voce Espelli [nome immagine] dal menu contestuale.

Anche se vuoi masterizzare un file ISO puoi usare lo strumento predefinito di macOS. In tal caso, provvedi in primo luogo a inserire nel masterizzatore collegato al computer un dischetto vuoto, dunque fai clic destro sull’icona del file ISO su cui vuoi andare ad agire e seleziona la voce Masterizza immagine disco “nome file.iso” su disco dal menu che compare.

Nella schermata successiva, indica dunque il masterizzatore corretto dal menu Masterizza disco su situato in alto e imposta la velocità a cui masterizzare il dischetto tramite il menu a tendina Velocità.

Infine, avvia la copia dei fato premendo sul tasto Masterizza. Se lo reputi opportuno, puoi anche decidere di effettuare la verifica dei dati al termine della masterizzazione selezionando preventivamente l’opzione Verifica dati masterizzati.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.