Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per estrarre file ISO

di

Ti piacerebbe visualizzare il contenuto di un file ISO senza dover necessariamente masterizzare quest’ultimo su un dischetto ma non sai come riuscirci? Possiedi il dischetto di un programma, di un gioco o di un sistema operativo e vorresti crearne una copia di backup facile da spostare, organizzare e salvare su altri dispositivi? Non vedo dove sia il problema: in entrambi i casi, puoi riuscire nel tuo intento usando uno dei tanti software utili allo scopo. Come dici? Non sei assolutamente pratico sul da farsi e ti piacerebbe ricevere qualche dritta al riguardo? D’accordo, ti spiego tutto io.

Dedica, dunque, qualche minuto del tuo prezioso tempo alla lettura di questa guida e scopri, insieme a me, quelli che ritengo essere i migliori programmi per estrarre file ISO attualmente disponibili su piazza. Ce ne sono sia per Windows che per macOS, sia gratis che a pagamento. Inoltre, al contrario di quel che tu possa pensare, sono estremamente facili da usare.

Allora? Posso sapere che cosa ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo dinanzi il tuo fido computer e inizia immediatamente a concentrarti su quanto riportato qui sotto. Sono sicuro che alla fine potrai dirti più che sodisfatto. Scommettiamo?

Indice

Programmi per estrarre file ISO

Se hai bisogno di visualizzare il contenuto di un file ISO ma non vuoi masterizzarlo su un dischetto, puoi rivolgerti a uno dei programmi per estrarre file ISO che ho provveduto a segnalarti qui di seguito. Provali subito, sono molto semplici da usare.

7-Zip (Windows)

Programmi per estrarre file ISO

7-Zip è uno dei più popolari programmi per Windows per la gestione degli archivi compressi. Leggerissimo e open source, sotto la sua interfaccia utente essenziale nasconde un motore molto potente che permette di creare ed estrarre archivi in tutti i principali formati al massimo della velocità.

Tra i formati supportati in lettura ci sono ZIP, RAR e tutte le principali tipologie di archivi compressi. In output sono supportati i formati ZIP e 7Z. Mi chiedi quindi perché ho scelto di parlartene in questa guida? Semplice: perché 7-Zip è in grado anche di aprire le immagini ISO di CD/DVD e di estrarne il contenuto. In output sono supportati i formati ZIP e 7Z.

Per usarlo sul tuo PC, visita il sito Internet del programma e fai clic sul collegamento Download situato in alto, in corrispondenza della versione di Windows che stai impiegando (64 bit oppure 32 bit). A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca sui pulsanti Si e Install e, per concludere il setup, sul bottone Close.

A questo punto, devi associare il formato ISO a 7-Zip, in modo che i file immagine di CD e DVD si aprano automaticamente con esso. Per fare ciò, apri 7-Zip File Manager cercandolo nel menu Start e seleziona, nella finestra comparsa sul desktop, il menu Strumenti > Opzioni per accedere al pannello con le impostazioni del programma. Seleziona, dunque, il formato ISO facendo clic su di esso e clicca prima sul pulsante Applica e poi su quello OK per salvare i cambiamenti.

Adesso, non ti resta altro da fare se non estrarre il file ISO di tuo interesse. Per fare ciò, fai doppio clic sul file immagine da aprire e potrai visualizzarne subito il contenuto nella finestra di 7-Zip che ti sarà mostrata sul desktop.

IsoBuster (Windows)

Come scompattare un file ISO

IsoBuster è uno dei programmi più famosi per Windows per recuperare dati da CD e DVD danneggiati che include anche molte funzionalità legate ai file immagine in formato ISO. Permette, infatti, di estrarre file ISO, creare immagini di CD e DVD inseriti nel PC e convertire tra di loro alcuni dei principali formati di file immagine verso ISO/TAO/BIN/CUE/IBP/IBQ. È a pagamento (costa 39,95 dollari), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzionalità per un periodo di 30 giorni.

Per scaricare IsoBuster sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Scarica IsoBuster. Completato lo scaricamento, apri il file .exe ricavato e, nella finestra che si apre sul desktop, fai clic sui pulsanti Si, OK, Avanti (per quattro volte), Installa e, per concludere, pigia sui bottoni Fine e Si.

Dai, dunque, il via al periodo di prova del programma, cliccando, nella finestra che si è aperta, sul pulsante Si e su quello Registra in seguito, dopodiché pigia ancora sul bottone Si e inserisci nel lettore CD/DVD collegato al computer il dischetto da cui vuoi estrarre il tuo file ISO. Clicca poi sul menu File in alto a sinistra, seleziona l’opzione Apri file immagine dal menu che si apre e seleziona il file ISO di riferimento.

The Unarchiver (macOS)

Programmi per estrarre file ISO

Su macOS, invece, per estrarre i file ISO andandone ad esplorare il contenuto puoi avvalerti di The Unarchiver. Si tratta di un’applicazione scaricabile gratuitamente dal Mac App Store che consente di visualizzare il contenuto degli archivi compressi senza doverli necessariamente estrarre, oltre che quello dei file immagine ISO e BIN e dei file eseguibili per Windows (EXE).

Per usarlo, visita la relativa sezione del Mac App Store Online, fai clic sul pulsante Vedi in Mac App Store e, nella finestra “vera e propria” del Mac App Store che si apre sulla scrivania, clicca sul pulsante Ottieni/Installa. Se necessario, autorizza poi il download dell’applicazione digitando la password del tuo account Apple oppure tramite Touch ID (se hai un Mac dotato di tale componente).

A scaricamento ultimato, non devi far altro che cliccare con il tasto destro del mouse sull’icona dell’immagine ISO da estrarre e selezionare la voce Apri con > The Unarchiver dal menu che compare. I dati contenuti nell’immagine verranno automaticamente estratti in una cartella che verrà creata nello stesso percorso del file ISO.

Programmi per montare file ISO

Hai bisogno di montare dei file ISO perché non ti va di masterizzarli su un dischetto per potertene servire? Allora i software di cui hai bisogno sono quelli che ho provveduto a segnalarti qui sotto. Provali subito!

Gestore di file ISO predefinito (Windows)

Programmi per estrarre file ISO

Se possiedi un PC con su installato Windows 8/8.1 oppure Windows 10 e cerchi dei programmi per estrarre file ISO perché vuoi esplorare il contenuto dei file immagine senza però dover masterizzare tutto su dei dischetti, son ben felice di comunicarti che puoi affidarti al gestore di file ISO predefinito del sistema.

Mi chiedi come fare per potertene servire? Te lo spiego subito, è un gioco da ragazzi. Infatti, ti basta semplicemente fare doppio clic sull’icona dell’immagine ISO che desideri montare. Una volta fato ciò, si aprirà una finestra di Esplora File e ti verrà mostrato il contenuto della ISO montata. Et voilà!

In alternativa, puoi fare clic destro sull’icona del file ISO, selezionare la voce Monta dal menu contestuale e attendere l’apertura della finestra di Esplora File sul desktop.

Utility Disco (macOS)

Programmi per estrarre file ISO

Se stai usando un Mac, puoi montare i file ISO avvalendoti di Utility Disco, lo strumento predefinito di macOS per la gestione dei dischi e dei supporti collegati al computer, per la masterizzazione e, appunto, per la gestione dei file ISO.

Per servirtene, fa’ così: individua l’icona del file ISO, fai clic destro su di essa e seleziona la voce DiskImageMounter dal menu che si apre. Tutto qui! In seguito, potrai esplorarne il contenuto tramite l’ulteriore finestra che andrà ad aprirsi su schermo. Facile, vero?

Daemon Tools Lite (Windows/macOS)

Programmi per ISO

Daemon Tools Lite è uno dei programmi per la gestione dei file ISO più apprezzati al mondo, consente di creare file ISO, appunto, e di montare il contenuto di questi ultimi su dei drive virtuali che si possono poi aprire come se fossero dei CD/DVD a tutti gli effetti. Si può usare sia su Windows che su macOS.

Nel primo caso, è gratuito, ma è eventualmente disponibile anche nelle varianti Pro (la sottoscrizione presenta un costo base di 8 euro/mese) e Ultra (la sottoscrizione ha un costo base di 5 euro/mese) con svariate funzionalità aggiuntive, come ad esempio la possibilità di masterizzare immagini e creare penne USB avviabili. Per Mac, invece, è disponibile solo nella variante a pagamento (il prezzo base è pari a 9 euro/mese), ma si può scaricare in versione trial funzionante senza limitazioni per 20 giorni.

Per scaricare Daemon Tools Lite su Windows, collegati al sito Internet ufficiale del programma e pigia sul pulsante Scarica. A scaricamento ultimato, apri il file .exe appena ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sul bottone Si, su quello Licenza gratuita e sul bottone Installa.

A questo punto, seleziona l’opzione Licenza Gratuita, fai clic sul pulsante Concordo & Continua, togli il segno di spunta dalla casella relativa all’installazione di programmi extra (es. Avast) e premi sul pulsante Installa. Se durante il setup ti viene proposta l’installazione del controller Disc Soft, acconsenti alla cosa. In conclusione, pigia sul pulsante Esegui.

Successivamente, clicca bottone Monta velocemente nella parte in basso a sinistra della finestra del programma, seleziona il file di tuo interesse e troverai il file immagine sotto forma di unità CD/DVD virtuale nella sezione Questo PC di Windows.

Per quel che concerne l’uso di Daemon Tools Lite su macOS, collegati a quest’altra pagina del sito Internet del programma e fai clic sul bottone Scarica. A download ultimato, apri il pacchetto .dmg ricavato, trascina l’icona del software nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri per due volte consecutive. Così facendo, andrai ad avviare l’applicazione aggirando le limitazioni che Apple impone verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Nella finestra che a questo punto vedi comparire sulla scrivania, pigia sul pulsante Sono d’accordo, digita la password del tuo account utente su macOS e fai clic sul bottone Installa assistente. Se vedi comparire un avviso relativo al blocco dell’estensione di sistema, recati in Preferenze di Sistema facendo clic sulla relativa icona (quella con l’ingranaggio) sulla barra Dock, pigia sulla voce Sicurezza e Privacy nella finestra che si apre e premi sul pulsante Consenti che si trova in basso. Successivamente, clicca sul pulsante Continua nella finestra del programma e, per concludere, pigia sul bottone Apri DAEMON Tools.

Una volta visualizzata la finestra del software sulla scrivania, pigia sui bottoni Prova e Chiudi, dopodiché potrai montare un file ISO facendo clic sul pulsante Monta velocemente situato in basso a sinistra e selezionando il file immagine di tuo interesse dalla finestra che compare.

Programmi per creare file ISO

Se, invece, desideri estrarre i file ISO nel senso che vuoi crearli partendo dai tuoi dischetti, puoi avvalerti dei programmi appositi che trovi qui di seguito. Anche in tal caso, si tratta di soluzioni di semplice impiego.

ImgBurn (Windows)

Programmi per estrarre file ISO

In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per estrarre file ISO è praticamente impossibile non fare il nome di ImgBurn. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un rinomato software di masterizzazione a costo zero incentrato sulla copia e la masterizzazione, appunto, dei file ISO.

È solo per Windows e purtroppo non viene aggiornato da un po’ di tempo, ma continua a funzionare impeccabilmente anche sulle versioni più recenti del sistema operativo di casa Redmond.

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma, clicca sulla voce Mirror x – Provided by MajorGeeks e, nella pagina che si apre, pigia sul collegamento Download@MajorGeeks. In seguito, collegati a quest’altra pagina e scarica il file della traduzione che permette di avere l’interfaccia del software in italiano (invece che in inglese).

A questo punto, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sui pulsanti Si e Next. Seleziona quindi la casella I accept the terms of the License Agreement, clicca ancora sul bottone Next per quattro volte di fila e, per concludere, sui pulsanti e Close.

Estrai ora il file italian.lng della traduzione dall’archivio ZIP scaricato in precedenza e copialo nel percorso C:\Program Files\ImgBurn\Languages. Se ti viene chiesta una conferma per completare l’operazione, acconsenti facendo clic sul pulsante Continua.

Ora, non ti resta altro da fare se non inserire nel lettore CD/DVD collegato al computer il disco da cui vuoi estrarre l’immagine ISO, avviare ImgBurn facendo doppio clic sul collegamento che è stato aggiunto sul desktop e selezionare la voce Crea l’immagine di un disco dalla finestra del programma.

Adesso, seleziona l’unità CD/DVD/Blu-Ray di riferimento dal menu a tendina Origini (in alto), clicca sull’icona della cartella gialla sottostante per indicare il percorso in cui salvare il file ISO che stai per generare e il nome che vuoi assegnagli e pigia sull’icona grande con i due CD che si trova in basso a sinistra, in modo tale da dare il via alla procedura.

Utility Disco (macOS)

Programmi per estrarre file ISO

Se possiedi un Mac, puoi, anche in tal caso, prendere in considerazione l’uso di Utility Disco, lo strumento predefinito di macOS di cui ti ho già parlato nelle precedenti righe per quel che concerne la possibilità di montare i file ISO.

Per servitene per il tuo scopo, inserisci nel lettore CD/DVD collegato al tuo Mac il disco da cui intendi estrarre l’immagine ISO, dopodiché richiama Utility Disco facendo clic sulla relativa icona (quella con l’hard disk e lo stetoscopio) annessa alla cartella Altro del Launchpad. In alternativa, puoi aprire Utility Disco anche dalla cartella Applicazioni > Altro di macOS, mediante Spotlight oppure tramite Siri.

Una volta visualizzata la finestra dell’utility su schermo, seleziona il nome del dischetto nella barra laterale di sinistra, seleziona la voce File sulla barra dei menu (in alto a sinistra), poi quella Nuova immagine e clicca, nell’ulteriore menu che si apre, sulla voce Immagine da “[nome disco]”.

Per concludere, digita il nome che vuoi assegnare al file finale nel campo Salva col nome, scegli la posizione per il salvataggio dal menu Situato in, seleziona l’opzione master DVD/CD dal menu Formato, la voce nessuna dal menu Codifica e pigia sul pulsante Salva.

Quello che alla fine otterrai sarà file immagine in formato CDR. Per trasformarla in ISO, apri il Terminale di macOS facendo clic sulla relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di comando) presente nella cartella Altro del Launchpad, oppure richiamalo dalla cartella Applicazioni > Uility di macOS, mediante Spotlight o tramite il Launchpad e, nella finestra che compare sulla scrivania, e immetti il seguente comando.

sudo hdiutil makehybrid -iso -joliet -o [percorso ISO] [percorso CDR]

Al posto dei valori [percorso ISO] e [percorso CDR] devi inserire, rispettivamente, il percorso completo del file ISO da creare e del file CDR di origine.

Successivamente, schiaccia il tasto Invio sulla tastiera e digita la password relativa al tuo account utente sul Mac per confermare l’esecuzione dell’operazione.

Se, invece, vuoi estrarre un file ISO nel senso che desideri aprire quest’ultimo senza doverlo necessariamente masterizzare su un dischetto, fa’ così: individua la relativa icona, fai clic destro su di essa, seleziona la voce DiskImageMounter dal menu che si apre. In seguito, potrai esplorarne il contenuto tramite l’ulteriore finestra che andrà ad aprirsi su schermo. Facile, vero?

Burn (macOS)

Programmi per estrarre file ISO

Su Mac puoi altresì valutare l’impiego di Burn: si tratta di un programma gratuito specifico per la masterizzazione su macOS e che torna utilissimo anche per compiere l’operazione oggetto di questo tutorial. Non viene più aggiornato da tempo, ma continua a funzionare egregiamente anche con le versioni più recenti del sistema operativo.

Per scaricare Burn, collegati al suo sito ufficiale e clicca sul collegamento Download 64-bit version situato a destra. Successivamente, apri l’archivio ZIP ricavato e sposta l’icona di Burn (quella con il dischetto giallo e nero) nella cartella Applicazioni di macOS. Facci poi clic destro sopra e seleziona la voce Apri per due volte di seguito, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

A questo punto, inserisci nel lettore CD/DVD collegato al tuo Mac il dischetto da cui vuoi ricavare il file ISO, seleziona la scheda Copia nella finestra del programma comparsa su schermo, clicca sul pulsante Scan in basso a destra, scegli l’unità del tuo masterizzatore CD/DVD e fai clic sul pulsante Salva per avviare la creazione dell’immagine ISO.