Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come scrivere un libro con ChatGPT

di

L’intelligenza artificiale (AI) è ormai ovunque. Questa tecnologia viene già impiegata in molteplici ambiti e settori, come quello dell’editoria online e offline, e ti stai chiedendo se potresti sfruttarla a tuo vantaggio per pubblicare libri da cui trarre dei profitti.

È con questo intento che hai deciso di leggere questo mio articolo su come scrivere un libro con ChatGPT. Beh, in tal caso sappi che ti trovi proprio nel posto giusto al momento giusto! Nelle prossime righe di questo tutorial, infatti, avrò modo di delucidarti sull’argomento fornendoti varie “dritte” su come sfruttare l’AI come strumento di lavoro.

Nel farlo, ti spiegherò come sfruttare la versione “base” di ChatGPT, accessibile gratuitamente a tutti. Se desideri ottenere risultati più accurati, però, ti consiglio caldamente di valutare l’abbonamento Plus di ChatGPT (parte da 20 dollari/mese che, con l’aggiunta dell’IVA, ha un costo di circa 23 euro/mese) e sfrutta i modelli GPT-4 e GPT-4o senza limiti, con risposte più rapide e aggiornate rese possibili dall’accesso a Internet da parte loro, e molto altro ancora tenendo conto, comunque, che GPT-4o è disponibile anche nell’account free, ma con delle limitazioni (una volta raggiunte si passa all’uso di GPT-3.5 per diverse ore, finché GPT-4o non torna disponibile). Ciò detto, passiamo all’azione!

Indice

Scrivere un libro con ChatGPT è legale?

ChatGPT

Prima di addentrarci nel vivo del tutorial, ci tengo a fare una doverosa precisazione. Ti scoraggio dallo scrivere interamente libri con ChatGPT (e simili) e di avvalerti dell’AI semplicemente per prendere spunto e magari per superare fasi di blocco.

Lascia perdere le fantomatiche storie di gente che ha fatto i soldi truffando Amazon e simili con la pubblicazione di opere senza senso scritte con l’intelligenza artificiale. Chiaro?

Se poi sei preoccupato della questione legale relativa alla produzione di contenuti editoriali con ChatGPT e, più in generale, con l’uso di modelli di AI generativa. Prima di spiegarti se scrivere un libro con ChatGPT è legale o meno, ci tengo a dirti che non sono un esperto legale specializzato nel diritto d’autore e, quindi, la mia non sarà una risposta tecnica che abbia un valore comparabile a quello di un consulente specializzato. Se ti stai effettivamente accingendo a scrivere e pubblicare un libro con l’uso dell’AI, faresti meglio a consultare un avvocato o, comunque, un esperto di queste tematiche.

Quello che posso dirti io è che al momento la legge non ha regolamentato l’uso di strumenti come ChatGPT. Tuttavia, questo non significa che scrivere un libro con strumenti AI e commercializzarli sia una cosa sempre fattibile.

Per evitare problemi di sorta, potresti pensare di realizzare l’opera con l’aiuto ChatGPT facendoti semplicemente ispirare dalle idee che potrebbe restituirti il chatbot a seguito dei tuoi input testuali. Mi raccomando: evita di fare “furbate”, come copia-incollare in ChatGPT il testo di un altro autore, chiedendo al modello di parafrasare e “rimpastare” il contenuto per realizzarne uno “semi-nuovo”: se vieni beccato, infatti, rischi di ricevere una bella denuncia per plagio, andando incontro al pagamento di ammende piuttosto salate.

E poi diciamocelo: dal punto di vista etico è veramente una delle azioni più sbagliate che si possa fare. Scopiazzare contenuti realizzati con impegno e dedizione da altri è una caduta di stile che ti invito a non fare per alcuna ragione al mondo. Intesi?

Prompt per scrivere un libro con ChatGPT

Passiamo, dunque, alla parte pratica del tutorial e vediamo insieme quali sono alcuni prompt utili per scrivere un libro con ChatGPT. Il prompt sarebbe sostanzialmente il comando testuale che dai a ChatGPT come input per andare a generare il contenuto del libro.

Valuta tu, poi, se oltre ai prompt di cui sto per parlarti sia il caso di sfruttare a tale scopo GPTs dedicati, come Assistente per la Scrittura di Libri e Creatore di Libri (questi sono visibili aprendo il menu Explore GPTs, disponibile per gli utenti che dispongono dell’abbonamento Plus).

Attenzione: ChatGPT può commettere errori, per cui ti sconsiglio dall’affidare totalmente all’intelligenza artificiale il compito di scrivere e revisionare il tuo libro.

Titolo e trama del libro

Scrivere titolo e trama libro con ChatGPT

Per quanto riguarda il titolo e la trama del libro, potresti sfruttare un prompt che vada a descrivere per sommi capi il contenuto che deve avere il libro. Nello scrivere il prompt, ti suggerisco di essere quanto più specifico e dettagliato possibile nell’impartire gli input: in questo modo ChatGPT sarà in grado di interpretare meglio le tue necessità restituendoti un output che sia quanto più azzeccato possibile.

Se vorresti scrivere un romanzo o un libro di racconti, nel prompt non dovresti mai mancare il genere letterario in cui stai operando (es. gialli, racconti fantasy, libri rosa, etc.), chi sono i principali protagonisti del racconto con tanto di caratteristiche caratteriali che li contraddistinguono, l’ambientazione in cui si svolgono gli eventi, etc. Non dimenticarti, inoltre, di essere specifico nel descrivere l’output che intendi ottenere dalla risposta di ChatGPT.

“Agisci come uno scrittore professionista specializzato in [genere letterario di tuo interesse]. Suggeriscimi il titolo di un nuovo romanzo in cui ci sono i seguenti protagonisti: [protagonista 1]; [protagonista 2]; etc., tenendo conto che il racconto è ambientato in [luogo di tuo interesse]. Suggeriscimi [_N_] varianti di titoli e una trama sulla base degli input che ti ho fornito.”

Se non stai scrivendo un romanzo, bensì un libro divulgativo su un argomento specifico (es. la crescita personale/professionale, l’arte di comunicare, etc.), nel prompt dovresti assicurarti di inserire la tematica specifica da trattare nel libro, il tipo di stile, linguaggio e tono che vuoi venga usato nel libro (es. professionale, amichevole, e così via) e, naturalmente, anche l’output specifico che intendi ottenere.

“Agisci come uno scrittore professionista specializzato in [argomento principale del libro]. Suggeriscimi il titolo di un nuovo libro di self-help in cui spieghi come [richiesta dei lettori da soddisfare], tenendo conto che vorrei che il libro avesse un linguaggio [stile di linguaggio con cui dev'essere scritto il libro]. Suggeriscimi [_N_] varianti di titoli e una trama sulla base degli input che ti ho fornito.”

Capitoli del libro

Scrivere elenco capitoli libro scritto con ChatGPT

Una volta che avrai definito titolo e trama dello scritto, potrai chiedere a ChatGPT di organizzare i capitoli del libro e di scrivere materialmente il loro contenuto.

Per quanto riguarda il titolo dei capitoli, potresti usare un prompt in cui vai a chiedere a ChatGPT di scrivere il titolo sulla base della trama e delle informazioni che hai precedentemente fornito. Ad esempio, potresti usare un prompt simile a questo.

“Suggeriscimi i titoli dei capitoli del libro che ha come tema ”[titolo che hai scelto tra ]“ tenendo conto della trama che hai generato. Vorrei che il libro fosse composto da [_N_] capitoli.”

Riguardo al contenuto dei capitoli, invece, potresti andare a definire cosa vuoi tirar fuori da ciascuno di essi fornendo indicazioni specifiche circa lo svolgimento degli eventi (se si tratta di un romanzo) o la spiegazione degli argomenti (se si tratta di un libro divulgativo). Nel farlo dovresti includere nel prompt il titolo di ciascun capitolo e le varie caratteristiche che questo dovrebbe avere, come ad esempio la sua lunghezza in token (un token solitamente rappresenta una parola o una parte di essa). Naturalmente, ti invito a realizzare il contenuto dando in pasto a ChatGPT le istruzioni per un capitolo per volta.

“Realizza il contenuto del capitolo [titolo del capitolo], che dev'essere lungo [_N_] token.”

Dai test che ho fatto utilizzando la versione gratuita di ChatGPT, non sono riuscito quasi mai a superare le 2.500 parole per capitolo. Per ovviare al problema, potresti aggiungere il seguente prompt dopo che il modello ha terminato la generazione di una prima parte di ciascun capitolo.

“Prosegui la creazione del capitolo aggiungendo altri dettagli su [informazioni da includere].”

Prefazione

Creare prefazione libro con ChatGPT

A questo punto, potresti utilizzare il materiale che hai prodotto finora con ChatGPT per andare a realizzare la prefazione del libro. Si tratta di un modo intelligente di usare le informazioni che difatti andrai a includere nel libro, così che la prefazione possa essere quanto più in linea possibile con il contenuto realmente presente nel libro.

Per riuscirci, usa il seguente prompt, andando a incollare l’intero contenuto di tutti i capitoli del libro realizzati con ChatGPT al posto della voce [contenuto del libro].

Crea la prefazione del libro [titolo del libro] basandoti sul seguente contenuto: “[contenuto del libro]”.

Copertina

DALL·E

Come probabilmente già saprai, ChatGPT permette di realizzare contenuti di tipo testuale. Se vuoi, però, potresti realizzare la copertina e le immagini del tuo libro sfruttando DALL•E, un’altra applicazione di AI generativa di OpenAI (la medesima software house che sviluppa ChatGPT), di cui ti ho parlato in quest’altra guida.

Scrivere un libro con ChatGPT e venderlo su Amazon

Completare profilo KDP Amazon

Hai deciso di scrivere un libro con ChatGPT e venderlo su Amazon? Per quanto riguarda la prima parte della richiesta — ovvero scrivere il libro aiutandoti con l’AI — dovresti aver già capito come fare grazie alle informazioni che ti ho fornito nei capitoli precedenti.

Per quanto riguarda la vendita del libro su Amazon, invece, sappi che la cosa è fattibile sfruttando la piattaforma Kindle Direct Publishing, di cui ti ho parlato specificatamente nell’articolo dedicato all’argomento e che ti ho appena linkato. Mi raccomando, nel vendere il libro su Amazon, ricordati di specificare che l’hai in parte realizzato con l’aiuto dell’AI.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.