Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare Skype su Linux

di

Dopo aver letto la mia guida su come installare Linux, hai deciso di fare il “grande passo” e di imparare a gestire un sistema operativo differente da quello che sei solito usare. Uno dei programmi di cui ti avvali più spesso è Skype ma, essendo ancora poco pratico con la piattaforma del “pinguino”, proprio non hai la più pallida idea di come ottenerlo sulla tua distribuzione. Intenzionato a porre rimedio al problema, hai dunque aperto Google alla ricerca di una soluzione e sei capitato proprio qui, sul mio sito Web.

Come dici? Ho descritto esattamente la situazione in cui ti trovi? Allora ti dico fin da subito che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questa guida, infatti, avrò cura di spiegarti come installare Skype su Linux sulle distribuzioni più diffuse, avvalendoti dei gestori software integrati “di serie” in esse.

Dunque, senza attendere oltre, ritaglia qualche minuto del tuo tempo libero da dedicare alla lettura di questa guida: sono sicuro che, nel giro di pochi minuti, sarai perfettamente in grado di raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Informazioni preliminari

Come installare Skype su Linux

Prima di spiegarti come installare Skype su Linux, lascia che ti dia qualche informazione in più sui requisiti minimi e sui formati disponibili del pacchetto d’installazione del software.

Stando a quanto riportato sulla pagina ufficiale di Skype, il programma è ufficialmente compatibile con i sistemi operativi Ubuntu a 64 bit (versione pari o superiore alla 14.04), Debian a 64 bit (versione pari o superiore alla 8.0), OpenSUSE a 64 bit (versione pari o superiore alla 13.3) e Fedora a 64 bit (versione pari o superiore alla 24) e necessita di un processore Intel Pentium 4 o superiore e di almeno 512 MB di RAM installata.

In genere, il pacchetto Skype può essere installato senza problemi anche sulle varianti delle distribuzioni menzionate poc’anzi (ad es. Kubuntu, Lubuntu, Xubuntu e così via) e sugli altri sistemi operativi derivati dalle stesse (ad es. Linux Mint, Elementary OS, T.A.I.L.S o SLES).

Allo stato attuale delle cose, Skype per Linux è distribuito sotto forma di installer pre-impacchettato, disponibile in diversi formati: pacchetto DEB per Ubuntu, Debian e derivate; pacchetto RPM per Fedora, OpenSUSE e derivate; e pacchetto SNAP per Ubuntu (teoricamente compatibile anche con il sistema Snappy per Debian, Fedora, CentOS/ArchLinux e Gentoo).

Come installare Skype su Linux

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, è arrivato il momento di passare all’azione e di spiegarti, nel concreto, come installare Skype sulle distribuzioni Linux che attualmente lo supportano in maniera ufficiale.

Ubuntu, Debian e derivate (DEB)

Come installare Skype su Linux

Per quanto riguarda Ubuntu, Debian e le distribuzioni derivate, il programma è disponibile sotto forma di pacchetto .DEB: di seguito ti mostro come eseguirne l’installazione su Ubuntu, facendo riferimento alla versione 19.10 del sistema operativo; tuttavia gli stessi passaggi possono essere agevolmente applicati anche sulle altre distribuzioni compatibili con i pacchetti del summenzionato tipo.

Tanto per cominciare, collegati dunque al sito Web di Skype, clicca sul pulsante Scarica Skype, poi sulla freccia angolare posta nel pulsante Scarica Skype per [sistema operativo] e seleziona la voce Scarica Skype per Linux DEB dal menu proposto, per avviare il download del pacchetto d’installazione (premendo, se necessario, il pulsante OK).

Ultimato il download del file, se esso non viene aperto automaticamente, lancialo e attendi che la schermata di Ubuntu Software (o di qualsiasi altro applicativo in grado di gestire i pacchetti DEB) venga visualizzata.

Quando ciò avviene, clicca sul pulsante Installa collocato in alto, immetti la password di amministrazione/di root nell’apposito campo e clicca sul pulsante Autentica, per portare a termine il setup del programma: il gestore pacchetti si occuperà di installare, in modo del tutto automatico, sia il software principale che le dipendenze necessarie.

Ultimata l’installazione del software, puoi avviare Skype richiamandolo dall’area Applicazioni (su Ubuntu e sulle distribuzioni basate su GNOME, accessibile mediante il pulsante a forma di griglia collocato in basso a sinistra) o dal menu principale della tua distribuzione.

Come installare Skype su Linux

In alternativa, puoi effettuare l’installazione del pacchetto .DEB scaricato in precedenza mediante il Terminale: per agire in tal senso, avvia quest’ultimo richiamandolo dalla cartella Utilità dell’area Applicazioni di sistema e impartisci il comando cd ~/Scaricati, seguito dalla pressione del tasto Invio, per accedere alla cartella dei downloads (se la tua distribuzione è localizzata in lingua inglese, dovrai invece digitare cd ~/Downloads).

A questo punto, per avviare l’installazione del pacchetto Skype, impartisci il comando sudo dpkg -i skypeforlinux-64.deb, premi il tasto Invio della tastiera e, quando richiesto, digita la password di amministrazione/di root per ultimare il setup del programma.  Qualora dovessi riscontrare eventuali errori dovuti alle dipendenze non soddisfatte, puoi risolverli impartendo il comando sudo apt -f install, sempre seguito dalla pressione del tasto Invio.

Ubuntu (SNAP)

Come installare Skype su Linux

Se preferisci utilizzare il sistema Snappy su Ubuntu (ossia il gestore software distribuito da Canonical, contraddistinto da alcune interessanti migliorie relative alla gestione delle dipendenze e alla sicurezza dei pacchetti), ti farà piacere sapere che Skype è altresì disponibile sotto forma di pacchetto SNAP.

Per ottenerlo, visita il sito Internet del programma, premi il pulsante Scarica Skype e, successivamente, clicca sulla sulla freccia angolare posta nel pulsante Scarica Skype per [sistema operativo].

Ora, scegli la voce Scarica Skype per Linux SNAP dal menu visualizzato a schermo e, giunto alla pagina di Snapcraft, clicca sui pulsanti InstallView in Desktop store e Apri link, in modo da avviare il gestore software di Ubuntu. Per concludere, clicca sul pulsante Installa e, se richiesto, immetti la password di amministrazione/password di root, per portare a termine il setup del programma.

In alternativa, puoi velocizzare il tutto installando il pacchetto SNAP direttamente dal Terminale: avvia dunque quest’ultimo dalla cartella Utilità dell’area Applicazioni di Ubuntu, impartisci il comando sudo snap install --classic skype, seguito dalla pressione del tasto Invio. Se necessario, inserisci la password di amministrazione/di root quando richiesto e premi il tasto Invio, per portare a termine il setup del programma.

Nota: le stesse modalità d’installazione sono teoricamente applicabili su tutti i sistemi operativi che dispongono del sistema Snappy/demone snapd attivo.

Fedora, OpenSUSE e derivate (RPM)

Come installare Skype su Linux

Se possiedi una distribuzione il cui gestore pacchetti principale è compatibile con i file RPM (ad es. Fedora, OpenSUSE e derivate dalle stesse), procedi in questo modo: visita la pagina principale di Skype, clicca sul bottone Scarica Skype, poi sulla freccia angolare annessa al pulsante Scarica Skype per [sistema operativo] e scegli l’opzione Scarica Skype per Linux RPM dal menu visualizzato a schermo, così da iniziare il download del file d’installazione (se necessario, premi il pulsante OK per confermare).

A download ultimato, se il file ottenuto (ad es. skypeforlinux-64.rpm) non si avvia automaticamente, provvedi a lanciarlo tu e, quando vedi la finestra del gestore Software (o di qualsiasi altro programma adibito alla manutenzione dei pacchetti RPM), clicca sul pulsante Installa, inserisci la password di amministrazione/password di root e premi il pulsante Autentica, per ultimare il setup del programma.

Come installare Skype su Linux

In alternativa, puoi scegliere di effettuare l’installazione di Skype da linea di comando, mediante il Terminale (che si trova nella cartella Utilità del gestore Applicazioni di GNOME, o nel menu di sistema della tua distribuzione): dopo aver avviato l’apposito software, impartisci il comando cd ~/Scaricati, seguito dalla pressione del tasto Invio, per posizionarti nella cartella in cui dovresti aver scaricato il pacchetto RPM.

In seguito, impartisci il comando rpm -ivh skypeforlinux-64.rpm, premi il tasto Invio della tastiera e, quando richiesto, immetti la password di amministrazione/password di root del sistema, premendo subito dopo il tasto Invio. A installazione ultimata, puoi avviare Skype tramite il menu delle Applicazioni della tua distribuzione.

Installare Skype su Linux a 32 bit

Installare Skype su Linux a 32 bit

Installare Skype su Linux a 32 bit è un’impresa quasi impossibile, poiché Microsoft ha completamente eliminato il supporto per la vecchia architettura, almeno sui sistemi operativi del “pinguino”.

Tuttavia, se possiedi Ubuntu 16.04 a 32 bit (o distribuzioni basate su di esso, anche più recenti), puoi tentare di effettuare il setup del programma mediante Snapcraft e il relativo pacchetto SNAP, che dispone ancora della variante a 32 bit del programma (chiaramente non aggiornata e potenzialmente esposta a bug), seguendo le istruzioni che ti ho fornito in precedenza. Tieni però presente che, in alcuni casi, tale procedura potrebbe non essere efficace.

Non è invece possibile installare Skype su sistemi operativi Linux a 32 bit non compatibili con Snappy, poiché tale architettura non è più ufficialmente supportata dal programma di Microsoft, almeno per quanto riguarda il “pinguino”.

Se ti trovi proprio in questa situazione, puoi invece servirti di Skype Web, la versione online del servizio Microsoft utilizzabile mediante i più comuni browser per Linux (Chromium, Firefox e Google Chrome sono soltanto alcuni esempi).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.