Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per iPod

di

Hai recuperato il tuo vecchio iPod dal cassetto e sei pienamente intenzionato a riportarlo “in vita”. Tuttavia, i programmi che eri solito usare al tempo non funzionano più e, adesso, sei alla ricerca di qualche software che possa aiutarti a gestire la memoria del lettore multimediale di Apple in tutti i suoi aspetti: dal caricamento dei brani alla gestione dello spazio libero e così via.

Se è questa la situazione in cui ti trovi, allora questo è proprio il posto giusto per te! Di seguito, infatti, ti elencherò una serie di programmi per iPod da poter usare per trasferire la musica sulla memoria del player, visualizzare i brani presenti in esso (ed eventualmente copiarli sul computer) e per effettuare altre operazioni di gestione a carattere generale.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da dirti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, avrai le idee ben chiare in merito ai programmi da usare per gli scopi che ti sei prefissato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Programmi per iPod

Adesso ti elenco quelli che, a mio avviso, sono i migliori programmi per iPod shuffle, iPod nano, iPod classic e iPod touch. Prima, però, lascia che ti faccia qualche precisazione in merito all’impiego degli stessi.

La maggior parte dei software di cui mi accingo a parlarti, consente di accedere alla memoria del dispositivo soltanto previa attivazione della modalità disco esterno. Se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un’opzione di iPod che permette ai software esterni di leggere e scrivere in modo “diretto” sulla memoria del lettore multimediale.

L’attivazione di questa funzionalità può essere effettuata tramite iTunes, su Windows, oppure mediante il Finder di macOS, ed è necessaria soltanto per iPod classic, iPod nano e iPod shuffle. Su iPod touch, invece, non è necessario procedere in tal senso. Chiaro? Bene, allora passiamo al sodo!

Windows

Programmi per iPod

Se utilizzi Windows, procedi innanzitutto con il download di iTunes: collegati alla sua pagina principale e, se possiedi l’ultima versione del sistema operativo di Microsoft, clicca sul pulsante Get it from Microsoft, per collegarti allo store del sistema operativo. Dopodiché premi i pulsanti Installa/Riproduci e Apri Microsoft Store e, una volta aperta la schermata dello store, clicca sul bottone Ottieni/Installa, per avviare il download e l’installazione del programma.

Se, invece, impieghi una versione precedente di Windows, clicca sul pulsante Scarica ora iTunes per Windows (64 bit) e attendi che il pacchetto d’installazione “classico” del programma venga scaricato sul computer. A download ultimato, avvia il file ottenuto e premi in sequenza i pulsanti Avanti, Installa, per due volte consecutive e Fine, per ultimare l’installazione del software. Per ulteriori delucidazioni, ti rimando alla lettura della mia guida su come installare iTunes gratis.

A prescindere dal metodo d’installazione scelto, sei ora pronto per abilitare la modalità disco di iPod: dopo aver avviato iTunes, connetti l’iPod al computer mediante il cavo USB, clicca sull’icona del lettore che dovrebbe comparire nella parte in alto a sinistra del software e poi sulla voce Riepilogo, che si trova sulla barra laterale di sinistra.

Per concludere, apponi il segno di spunta accanto alla voce Abilita utilizzo come disco, se non c’è già, e clicca sul pulsante Applica per confermare la modifica apportata. Laddove la voce fosse già spuntata e non cliccabile, vuol dire che il lettore multimediale può essere già usato in questa modalità.

macOS

Programmi per iPod

Su Mac, i passaggi da compiere non sono molto dissimili da quelli visti per Windows ma, se usi macOS 10.15 Catalina o successivi, devi agire tramite Finder. Dopo aver collegato il lettore di Apple al computer mediante il cavo USB ricevuto in dotazione, avvia il Finder di macOS (l’icona del fumetto sorridente che sta sulla barra Dock) e clicca sul nome dell’iPod che compare nella barra laterale di sinistra, sotto la voce Dispositivi.

Ora, individua il riquadro Opzioni, apponi il segno di spunta accanto alla voce Abilita utilizzo come disco, se non è presente, quindi clicca sul pulsante Applica/Fine e attendi che la modifica venga applicata. Qualora la summenzionata voce fosse già selezionata e non modificabile, vuol dire che la modalità disco è attiva per impostazione predefinita.

Se impieghi una versione di macOS precedente alla 10.15 Catalina, devi procedere, invece, tramite iTunes (programma presente “di serie” sul Mac), attenendoti esattamente alle medesime istruzioni già viste per Windows.

Migliori programmi per iPod

Fatte le doverose precisazioni del caso, è il momento di entrare nel vivo di questa guida e di mostrarti quelli che sono, attualmente, i migliori programmi dedicati alla gestione di iPod. E indovina un po’, sono i software ufficiali di casa Apple!

iTunes (Windows)

Migliori programmi per iPod

iTunes è il programma di gestione ufficiale per i dispositivi Apple su Windows (e sulle versioni meno recenti di macOS). Tramite esso, è possibile trasferire agevolmente la musica dal computer all’iPod, visualizzare i file presenti sullo stesso e agire sulle impostazioni di sincronizzazione e di gestione degli elementi. Se non possiedi ancora iTunes, puoi scaricarlo e installarlo attenendoti ai passaggi che ti ho fornito nel capitolo iniziale di questa guida.

Una volta avviato il programma, collega l’iPod al computer mediante il cavo USB ricevuto in dotazione e attendi che il software riconosca il lettore: a identificazione avvenuta, dovresti veder comparire un’icona a forma di iPod nell’angolo in alto a sinistra della schermata di iTunes.

Facendo clic sull’icona in questione, vengono visualizzate le opzioni di gestione del dispositivo: tramite le voci presenti nella barra laterale di sinistra, è possibile agire sulle impostazioni di backup e sincronizzazione dei dati, della musica e degli altri eventuali elementi disponibili (sezione Impostazioni); per visualizzare il contenuto del dispositivo, riprodurne i vari elementi (ad es. la musica) o visualizzarne i dettagli, usa le voci che trovi sotto la dicitura Dispositivo, che risiede sempre sulla barra laterale di sinistra.

Chiaramente, a seconda del modello di iPod in tuo possesso, le voci potrebbero essere differenti: se, per esempio, disponi di iPod classic, visualizzerai soltanto le opzioni relative alla sincronizzazione/riproduzione della musica; se, invece, possiedi un iPod touch, avrai la possibilità di gestire, oltre che i brani multimediali, anche i video, le foto, i documenti e gli eventuali altri file condivisi tramite app.

Ad ogni modo, per applicare qualsiasi modifica, ricorda di premere il pulsante Sincronizza/Applica (in basso a destra) al termine di ogni operazione.

Nota: la sincronizzazione di iTunes con iPod Touch richiede l’autorizzazione di accesso alla memoria del device. Dunque, dopo aver collegato il lettore multimediale al computer, ricorda di autorizzarne l’accesso alla memoria sfiorando prima il pulsante Autorizza che compare su schermo e immettendo, in seguito, il codice di sblocco del lettore.

Finder (macOS)

Programmi per iPod senza iTunes

Se impieghi un Mac dotato di macOS 10.15 Catalina o successivi, dovresti notare che iTunes non è più presente nel sistema operativo: le sue funzionalità, infatti, sono state integrate nel Finder e negli altri programmi predefiniti di macOS, tra cui l’applicazione Musica.

Se ti interessa definire le opzioni di sincronizzazione per la musica (così come per i video e le altre categorie di documenti, se possiedi un iPod touch), collega il lettore al Mac tramite cavo USB, avvia il Finder di macOS, clicca sul nome dell’iPod che compare sulla barra laterale di sinistra, in corrispondenza della voce Dispositivi e seleziona la scheda relativa agli elementi che intendi sincronizzare (ad es. Musica). Ricorda, al termine di ogni modifica, di cliccare sul pulsante Sincronizza/Applica, per renderla effettiva.

Qualora volessi invece visualizzare o riprodurre i brani presenti nella memoria del lettore, avvia l’applicazione Musica di macOS e clicca sul nome dell’iPod, che sta sulla barra laterale di sinistra, sotto la dicitura Dispositivi. Facile, no?

Programmi per iPod senza iTunes

Se preferisci evitare l’impiego di iTunes o del Finder di macOS, o se entrambi i software non sono riusciti a soddisfare le tue aspettative, ti farà piacere sapere che puoi gestire l’iPod mediante alcuni programmi alternativi, parimenti validi. Tuttavia, per poterli usare agevolmente su Windows, è necessario che iTunes sia comunque installato nel sistema, per questioni di driver; non è comunque richiesta l’apertura del programma in alcun frangente.

Sharepod (Windows/macOS)

Programmi per iPod senza iTunes

La prima soluzione di cui voglio parlarti è Sharepod: un programma gratuito, disponibile per Windows e macOS, che consente di copiare la musica da iPod a computer e viceversa, senza bisogno dell’intervento di iTunes/Finder e in modo estremamente semplice.

Prima di andare avanti, però, devo farti una precisazione: a partire da macOS 10.15 Catalina, non è più possibile trasferire i brani dell’iPod nella libreria multimediale di Musica, giacché la condivisione delle liste in formato XML è stata eliminata. Tuttavia, si possono copiare i brani sul Mac sotto forma di file .m4a e importare l’intera cartella, in seguito, nella libreria musicale del computer.

Quest’ultima limitazione, invece, non è presente su Windows: al bisogno, i file importati possono essere copiati in maniera diretta nella libreria locale di iTunes, a patto di abilitare la condivisione della libreria in formato XML con gli altri programmi. Per poterci riuscire, apri iTunes, recati nel menu File > Preferenze…, clicca sulla scheda Avanzate, apponi il segno di spunta accanto alla voce Condividi XML della libreria di iTunes con altre applicazioni e premi il pulsante OK, per confermare.

Ad ogni modo, per ottenere Sharepod, collegati a questo sito Internet, premi il pulsante Download Sharepod, attendi che il pacchetto d’installazione del software venga scaricato sul computer e, al termine del download, aprilo.

Ora, se utilizzi Windows, clicca sul pulsante , scegli la lingua da usare (presumibilmente English) dal menu a tendina che ti viene proposto, clicca sul pulsante OK e poi su Next per due volte consecutive. Successivamente, apponi il segno di spunta accanto alla casella relativa all’installazione di QuickTime (ciò consente di riprodurre i file presenti nella memoria dell’iPod senza prima scaricarli), clicca sul pulsante Next per tre volte consecutive e concludi il setup cliccando sui pulsanti InstallFinish.

Su macOS, invece, la cosa è molto più semplice: dopo aver lanciato il pacchetto .dmg scaricato, trascina l’icona di Sharepod nella cartella Applicazioni del Mac e il gioco è fatto!

A partire da questo momento, i passaggi per i sistemi operativi Microsoft e Apple si equivalgono: dopo aver avviato il programma e collegato l’iPod al computer tramite cavo USB, attendi che il lettore multimediale venga riconosciuto e utilizza la schermata principale del software per effettuare le operazioni di tuo interesse.

Per esempio, se vuoi trasferire brani dall’iPod al computer, devi selezionarli uno per volta (aiutandoti con i tasti CtrlShift della tastiera) e utilizzare il menu a tendina che sta in basso a destra sull’opzione desiderata (ad es. Export Selected Item(s) to Folder). Facile, no?

iMazing (Windows/macOS)

Programmi per iPod senza iTunes

Un gradino più in alto c’è iMazing, un programma completo dedicato alla gestione dei dispositivi a marchio Apple, tra cui, ovviamente, gli iPod. Sebbene il programma possa essere scaricato in forma del tutto gratuita, sia su Windows che su macOS, esso prevede dei limiti sulle operazioni che è possibile compiere: per esempio, si possono trasferire in totale al massimo 50 brani musicali (o altri elementi), in entrambe le direzioni. Per bypassare questo limite, è necessario acquistare la versione completa del software, con prezzi a partire da 39,99€.

Per provare iMazing, collegati alla sua pagina principale, premi il pulsante Download gratuito e attendi che il file d’installazione del software venga copiato sul computer. A download ultimato, avvia il summenzionato file e, se usi Windows, premi i pulsanti  e Avanti, apponi il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza e concludi l’installazione del programma, cliccando in sequenza su Avanti per due volte di seguito, poi su Installa e Fine. Se impieghi macOS, invece, devi semplicemente trascinare l’icona di iMazing nella cartella Applicazioni del Mac, servendoti della schermata del Finder che ti viene proposta.

Conclusa l’installazione del software, avvialo e clicca sul pulsante Più tardi, per saltare l’acquisto di una licenza d’uso a pagamento; successivamente, connetti l’iPod al computer mediante il cavo USB ricevuto in dotazione e, se possiedi un iPod touch, sbloccalo e autorizza la comunicazione tra gli apparecchi, rispondendo affermativamente all’avviso che compare sul display del lettore (e immettendo, quando richiesto, anche il suo codice di sblocco).

Il gioco è praticamente fatto: non ti resta che cliccare sul nome dell’iPod che si trova nella barra laterale di sinistra e selezionare l’icona relativa alla funzione che ti interessa usare (ad es. Musica, per poter trasferire file dall’iPad al computer, e viceversa).

Altri programmi per iPod

Altri programmi per iPod

Oltre alle soluzioni che ti ho elencato nel corso di questa guida, esistono anche altri programmi per iPod altrettanto validi e che si prestano a una discreta varietà di scenari d’impiego. Di seguito te ne elenco alcuni.

  • YamiPod (Windows) – è un programma dedicato principalmente alla gestione (e al trasferimento) dei brani musicali presenti nella memoria dell’iPod. Ne esiste anche una versione per macOS ma, attualmente, non è compatibile con le versioni del sistema operativo pari o superiori a 10.15 Catalina. È gratuito.
  • Esplora File (Windows) – dopo aver attivato la modalità disco, è possibile accedere ad alcune aree della memoria di iPod, compresa quella contenente la libreria musicale, anche tramite l’Esplora File di Windows, esattamente come si farebbe su una comune chiavetta USB.
  • MediaMonkey (Windows) – è un programma, esteticamente molto simile a iTunes, che consente di gestire rapidamente la raccolta musicale di iPod, fornendo funzionalità di modifica dei tag e gestione intelligente di playlist e code di riproduzione. È gratuito, con possibilità di sblocco di funzioni aggiuntive a pagamento.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.