Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Recensione iRobot Braava Jet m6

di

Come ho detto anche nella mia recensione di Roomba i7, amo affidarmi alla tecnologia per mantenere la mia abitazione sempre pulita e in ordine senza troppa fatica; devo ammettere, però, che non avevo mai pensato di poter delegare a un "maggiordomo Smart" anche l’incombenza di lavare i pavimenti: quello l’ho sempre fatto io "a manina" e, quando iRobot mi ha contattato per farmi provare il suo Braava Jet m6, mi si è aperto un mondo!

iRobot Braava Jet m6 è un robot lavapavimenti capace di pulire il pavimento sia con acqua che a secco. Nel primo caso, usa panni con fibre traspiranti per eliminare il grasso e lo sporco (anche quello più ostinato e appiccicoso). A tal proposito, vale la pena menzionare il Precision Jet Spray di cui dispone, che scioglie lo sporco senza bagnare mobili, tappeti o pareti. Per la pulizia a secco, invece, usa dei panni elettrostatici capaci di catturare agevolmente sporco, polvere e peli di animali domestici. Grazie alla sua lunga autonomia e all’uso intelligente della base di ricarica, Braava Jet m6 riesce a coprire senza problemi anche le abitazioni più ampie. Inoltre, con la sua forma squadrata, riesce a pulire anche negli angoli e lungo i bordi. Dispone poi di sensori molto avanzati che permettono di mappare la casa, scegliere quali stanze pulire (anche in base a una programmazione automatica) e visualizzare report dettagliati sugli ambienti già puliti. Si può comandare da app, manualmente o addirittura con la voce, grazie all’integrazione con Alexa e Google Assistant.

Interessante, vero? Scommetto che anche tu non avevi mai approfondito la conoscenza di robot di questo genere e/o che non eri a conoscenza di dispositivi avanzati come questo, in grado non solo di pulire casa, ma anche di mappare l’abitazione per far scegliere all’utente le singole stanze da pulire e agire in maniera intelligente sulle aree più sporche, giusto? Allora direi di non perdere altro tempo e addentrarci sùbito nel vivo di questa recensione, che spero ti sia utile. Buona lettura!

Indice

Installazione

iRobot Braava Jet m6

iRobot Braava Jet m6 viene fornito con tutto quello che serve: a parte il robot, nella confezione di vendita si trovano la base di ricarica, il vassoio antigoccia da agganciare a quest’ultima, il cavo di alimentazione, i panni per la pulizia (panni monouso e panni lavabili in microfibra, sia per il lavaggio con acqua che per la pulizia a secco) e un flacone di soluzione liquida per la pulizia. Non manca, poi, il manuale con tutte le istruzioni su come usare il dispositivo (anche in italiano).

L’installazione avviene in tempi rapidissimi e, soprattutto, in maniera molto semplice: basta posizionare la base di ricarica in una zona ben coperta dal segnale Wi-Fi e senza ostacoli nelle immediate vicinanze (per non ostruire il passaggio del Braava Jet) e collegarla all’alimentazione elettrica; dopodiché si aggancia il vassoio antigoccia (utile per raccogliere i residui d’acqua) e si collega il robot alla base, facendolo scorrere verso i contatti.

A questo punto bisogna eseguire la configurazione iniziale del dispositivo mediante app per smartphone: l’app si chiama iRobot HOME, è compatibile sia con Android che con iOS/iPadOS e si può scaricare facilmente visitando uno dei link che ti ho appena fornito e premendo sul pulsante Ottieni/Installa. Se stai usando un iPhone/iPad, potrebbe esserti chiesto di verificare la tua identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

App iRobot HOME

Completata l’installazione dell’app, avvia quest’ultima, acconsenti alla ricezione delle notifiche e seleziona il tuo Paese di residenza. Dopodiché fai tap sui pulsanti Continua e Accetta ed esegui l’accesso al tuo account iRobot: se non ne hai ancora uno, premi sulla voce Non hai un account? Creane uno, compila il modulo che ti viene proposto e premi sul pulsante Crea un account, per proseguire.

A questo punto, per collegare il robot all’app, devi selezionare Braava jet m series dall’elenco su schermo, autorizzare l’uso del Bluetooth, premere sui pulsanti Per iniziare e Consenti servizi di localizzazione, acconsentire all’uso dei servizi di localizzazione, premere nuovamente su Continua e digitare il nome da assegnare al dispositivo.

Dopodiché controlla che la rete Wi-Fi rilevata dall’app sia quella effettivamente in uso (altrimenti premi su Modifica la rete Wi-Fi e seleziona quella corretta), premi sul pulsante Sì, continua, immetti la chiave della rete e vai avanti.

Ora, tieni premuti i pulsanti Spot e Home sul Braava Jet m6 per due secondi (sono quelli posti ai lati del pulsante CLEAN) e attendi che il LED centrale si illumini di azzurro. Torna quindi nell’app, metti la spunta sull’opzione Ho premuto i pulsanti, premi sul pulsante Continua e seleziona il nome del tuo robot dalla schermata successiva.

Se disponibile, ti verrà poi proposto di eseguire un aggiornamento software del dispositivo: accetta, premendo sul pulsante Avvia aggiornamento, e attendi che la procedura venga portata a termine (potrebbero volerci diversi minuti). Alla fine, premi sul pulsante Fine, per iniziare a usare il tuo robot lavapavimenti.

Nota: se avevi già installato e configurato l’app iRobot HOME sul tuo smartphone, per avviare l’associazione del Braava Jet m6, devi premere sul pulsante ☰ collocato in alto a sinistra e selezionare la voce Aggiungi un robot dal menu che si apre.

App iRobot

Una volta completata l’associazione tra Braava Jet m6 e app, bisogna installare un panno per il lavaggio o per la pulizia a secco nella parte posteriore del robot, seguendo le linee guida presenti su quest’ultimo (in seguito, per rimuovere il panno bisogna premere l’apposito tasto posto sul "muso" del robot).

Dopodiché bisogna riempire il serbatoio del dispositivo con acqua e, se lo si desidera, con la soluzione per la pulizia dei pavimenti fornita in dotazione: quest’ultima è l’unica che garantisce un utilizzo in completa sicurezza del robot. Altre soluzioni potrebbero danneggiare il dispositivo e, dunque, ne é sconsigliato l’utilizzo.

Per accedere alla tanica in cui inserire l’acqua (385ml) ed eventualmente la soluzione per pulire i pavimenti (59ml), basta sollevare lo sportellino superiore del robot: facilissimo.

Pulizia della casa

Completata l’installazione del robot e riempito il serbatoio interno, è possibile usare iRobot Braava Jet m6 per la pulizia della propria abitazione. Come ti accennavo, il dispositivo si può comandare da app (la soluzione sicuramente più completa e flessibile), con la voce (grazie all’integrazione con Alexa e Google Assistant) oppure manualmente, usando i tasti presenti su di esso. Ecco tutti i dettagli.

Utilizzo da app

App iRobot

Poiché l’utilizzo da app è quello che ritengo più comodo e flessibile, ho cominciato direttamente da quello. In particolare, visto che ci tenevo a sfruttare pienamente le funzioni di programmazione e pulizia a zona del Braava Jet m6, mi sono concentrato sin da sùbito sulla mappatura della casa.

Per impostazione predefinita, la mappatura della casa viene eseguita automaticamente durante le opere di pulizia: il robot sfrutta i suoi sensori per costruire una mappa dell’abitazione, che generalmente viene completata al 100% in 2-5 giorni (possibilmente con pulizie fatte sia di giorno che di sera, quindi in varie condizioni di illuminazione, ma avendo cura di lasciare sempre un minimo di visibilità in ogni ambiente).

Per velocizzare la pratica, però, è possibile far eseguire al robot dei giri di addestramento, in cui il dispositivo gira per casa senza pulire ma con il solo scopo di realizzare la mappatura. Questa funzione è stata una delle prime che ho sfruttato e mi ha dato sin da sùbito ottimi risultati (sebbene ci sia stato qualche piccolo intoppo in ambienti non illuminati in maniera adeguata; nulla di grave comunque).

Il giro di addestramento viene proposto direttamente dall’app non appena si va nella scheda Mappe intelligenti e si superano le schermate di presentazione iniziali. In alternativa, è possibile avviarla premendo sul pulsante ⋮ collocato in alto a destra e richiamando l’opzione Corsa di addestramento dal menu proposto. Al termine del giro, il robot torna automaticamente sulla base; in alternativa è possibile forzarne il rientro premendo il pulsante CLEAN nell’app e poi selezionando l’apposita funzione a schermo. In caso di "incidenti di percorso", il dispositivo invia una notifica richiedendo assistenza da parte dell’utente.

Quasi inutile dire che per eseguire la mappatura è consigliato rimuovere dal pavimento tutti gli oggetti che potrebbero costituire un ingombro durante il passaggio del robot (come si farebbe, del resto, prima di pulire anche con un semplice straccio).

Una volta completata la mappatura, bisogna confermare la mappa e assegnare un nome alle varie stanze che la compongono. Per compiere quest’operazione, vai nella scheda Mappe intelligenti dell’app iRobot HOME, seleziona la mappa e digita il nome che vuoi assegnarle (es. Casa).

In seguito, aggiungi eventuali divisori mancanti per le camere e assegna dei nomi a queste ultime. Fatto anche questo, spostati nella scheda relativa alle zone da escludere e, se vuoi, premi sul pulsante Aggiungi una zona da escludere per delineare delle aree da escludere dalla pulizia per ciascuna stanza, sfruttando il riquadro rosso comparso su schermo.

App iRobot

Eseguita la mappatura, ho messo immediatamente alla prova il mio Braava Jet m6, andando nella schermata principale dell’app iRobot HOME (dove viene indicato anche lo stato di carica del dispositivo e c’è l’icona della campanella, per visualizzare le notifiche), premendo sul pulsante CLEAN e selezionando infine l’opzione Scegli stanze dal menu proposto. Ho dunque scelto le stanze da pulire e avviato la pulizia.

Seguendo la medesima procedura, avrei potuto anche sfiorare il pulsante Pulisci tutto e avviare una pulizia completa della casa o il pulsante Pulisci prima, per far entrare in azione iRobot Braava Jet m6 dopo il Roomba in mio possesso. Ebbene sì! Roomba e Braava Jet comunicano in maniera intelligente e costituiscono un sistema davvero comodo per gestire la pulizia della casa a 360°: il primo elimina lo sporco dall’abitazione, torna sulla base e il secondo si aziona in automatico per lavare i pavimenti!

Io, ad ogni modo, ho preferito programmare la pulizia completa in maniera automatica: per fare ciò, sono andato nella scheda Programma dell’app, ho premuto sul pulsante + collocato in alto a destra e ho scelto giorno/ora della pulizia completa (che viene eseguita con panno umido, ovunque possibile). Nella stessa schermata avrei potuto impostare anche la pulizia di singole stanze.

Da segnalare che, andando nella scheda Impostazioni dell’app iRobot HOME e selezionando la voce Preferenze per il lavaggio acqua dal menu proposto, è possibile scegliere se eseguire una pulizia standard (per lo sporco più comune, in quanto equilibra il livello di potenza di pulizia in relazione all’area totale da coprire); una pulizia profonda (per lo sporco più ostinato, in quanto pulisce con la massima potenza riducendo l’area totale) o una pulizia con copertura estesa (per lo sporco leggero, in quanto agisce più velocemente su una maggiore superficie, impiegando meno tempo ed energia nella pulizia di qualunque luogo). C’è poi la barra di regolazione per impostare la quantità di Jet Spray da utilizzare sulle aree più sporche.

App iRobot

Durante le operazioni di pulizia, se iRobot Braava Jet m6 rileva una carica della batteria insufficiente, torna alla base per poi riprendere il lavoro non appena carico; in mancanza d’acqua nel serbatoio, invece, segnala la cosa con un LED rosso sulla parte frontale.

In qualsiasi momento, è possibile fermare la pulizia e far ritornare il robot alla base, premendo il pulsante CLEAN dell’app e scegliendo una delle opzioni che compaiono sullo schermo.

Nella scheda Cronologia, invece, ci sono dei report dettagliati con i giorni, le zone e la durata di ogni pulizia (con eventuali interruzioni), mentre nella scheda Guida ci sono articoli informativi, domande a risposte frequenti e un collegamento per contattare l’assistenza di iRobot in caso di problemi.

Comandi vocali

Alexa

Un’altra "chicca" che rende l’uso di iRobot Braava Jet m6 davvero comodo è la compatibilità del robot con gli speaker intelligenti della famiglia Amazon Echo e con i dispositivi Google Home.

Io, ad esempio, ho diversi dispositivi Amazon Echo sparsi per la casa e, dopo aver attivato la skill iRobot HOME nell’app Alexa, mi sono divertito ad avviare la pulizia della casa pronunciando la frase "Alexa, chiedi a Braava Jet di iniziare la pulizia".

Il dispositivo ha compreso il comando alla perfezione e mi ha chiesto conferma sulle varie azioni da compiere: con quale robot pulire casa (se con Braava Jet o con il mio Roomba), in quali stanze operare e così via.

Insomma, davvero tutto molto comodo. Inoltre, c’è anche la possibilità di impostare un nome personalizzato per il robot e rendere i comandi vocali ancora più semplici da impartire.

Utilizzo manuale

iRobot Braava Jet m6

Sebbene, come abbia già sottolineato in precedenza, l’uso di Braava Jet m6 da app sia quello da preferire, nei momenti in cui si va particolarmente di fretta può essere molto comodo gestire il robot manualmente, avvalendosi dei tasti disponibili sullo stesso.

Ad esempio, premendo il tasto CLEAN è possibile avviare la pulizia, metterla in pausa e riprenderla; tenendo premuto il medesimo pulsante per tre secondi è possibile mettere il robot in stop, mentre mantenendo la pressione per dieci secondi si riavvia il dispositivo.

Per impostazione predefinita, Braava Jet m6 pulisce l’intera casa, muovendosi in modo metodico sul pavimento, con alcune sovrapposizioni tra una passata e l’altra, in modo da assicurarsi che ogni punto sul pavimento venga pulito tre volte.

In caso di esaurimento della carica, si va a posizionare automaticamente sulla base, per poi riprendere il lavoro non appena carico. In alternativa è possibile comandare il ritorno sulla base premendo il tasto Home. Per maggiori dettagli, ti invito a consultare il manuale ufficiale di iRobot Braava Jet m6, presente nella confezione di vendita del dispositivo, oppure online.

Cura e manutenzione

Manutenzione viRobot Braava Jet m6

Come ogni dispositivo tecnologico, anche iRobot Braava Jet m6 ha bisogno di cura e manutenzione per mantenere il suo funzionamento sempre al meglio. Comunque non preoccuparti: prendersi cura di questo "robottino" è davvero semplicissimo.

Per la pulizia di corpo del robot, sensori e lettore del panno basta usare un panno umido; per quella delle ruote basta estrarre delicatamente eventuali detriti o capelli accumulati; per la manutenzione del serbatoio basta una sciacquata con acqua calda (ma non bollente), mentre per il vassoio antigoccia bisogna eseguire una pulizia con panno umido o con acqua calda nel lavandino (dopo aver rimosso il robot da sopra e averla staccata dalla base di ricarica, naturalmente).

Conclusioni

iRobot Braava Jet m6

Il mio giudizio su iRobot Braava Jet m6 non può che essere positivo: il robot è riuscito ad agire efficacemente su tutti i pavimenti della mia abitazione; il Precision Jet Spray scioglie effettivamente lo sporco in maniera impeccabile e la possibilità di programmare la pulizia, delimitandola anche a determinate aree della casa, è di una comodità disarmante. Stesso discorso vale per i comandi vocali.

Non posso che promuovere il prodotto a pieni voti, ma sento tuttavia il dovere di sottolineare che si tratta di un prodotto premium e che, come tale, richiede un esborso consistente da parte di chi decide di acquistarlo. Il prezzo è giustificato dal carico di tecnologia a bordo, sia chiaro, ma resta non alla portata di chiunque. Al netto di questo, non ci sono dubbi: se ritieni di aver bisogno di un robot lavapavimenti e puoi permetterti un prodotto top, con iRobot Braava Jet m6 vai sul sicuro!

iRobot Braava Jet m6 (6134), Robot lavapavimenti WiFi, Precision Jet S...
Vedi offerta su Amazon

Articolo realizzato in collaborazione con iRobot.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.