Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Miglior smartwatch Samsung: guida all’acquisto

di

Samsung è stata una delle prime aziende a puntare seriamente sui dispositivi indossabili. Forse i suoi primi smartwatch non brillavano per affidabilità e prestazioni – difatti non hanno ottenuto il successo di pubblico sperato -, ma ora le cose sono cambiate. Il colosso coreano ha fatto tesoro delle esperienze passate e, con il tempo, è riuscita a “sfornare” una serie di device estremamente interessanti; device che ora la pongono in un ruolo di leadership nel settore dei wearable device.

Sebbene i prodotti della concorrenza facciano passi da gigante, gli smartwatch Samsung rimangono fra i wearable più completi e affidabili disponibili sul mercato, non solo perché offrono un set di funzioni estremamente ampio ma anche perché la loro compatibilità si sta espandendo sempre di più. Pur essendo disegnati su misura degli smartphone Android prodotti dalla stessa azienda coreana, infatti, gli smartwatch di Samsung si possono abbinare a qualsiasi smartphone Android animato da Android 4.4 con almeno 1.5GB di RAM e, tramite un’apposita app gratuita, anche agli iPhone di Apple. Questo, in poche parole, significa che sono compatibili con la stragrande maggioranza degli smartphone attualmente disponibili sul mercato.

Se vuoi saperne di più, continua a leggere. Oggi voglio proporti una piccola guida all’acquisto tramite la quale conoscere gli smartwatch Samsung più da vicino, analizzare le loro caratteristiche tecniche e scoprire se ce n’è qualcuno che fa per te. Io scommetto di sì, ma forte il fattore prezzo (una delle principali note dolenti di questi prodotti) potrebbe trattenerti dal provarne uno.

Indice

Come scegliere uno smartwatch Samsung

Prima di scoprire i vari modelli di smartwatch Samsung presenti attualmente sul mercato, lascia che ti chiarisca le idee sulle caratteristiche tecniche di questi device e le differenze che li caratterizzano.

Smartwatch vs Smartband

Smartwatch Samsung

Gli smartwatch non sono l’unica tipologia di wearable prodotta da Samsung. Ci sono anche i visori per la realtà virtuale (di cui oggi però non ci occuperemo) e gli smartband, che invece sono molto simili agli smartwatch e quindi prenderemo in esame nell’articolo.

Gli smartband, che possono essere chiamati anche fitness band o fitness tracker, sono dei dispositivi focalizzati principalmente sul tracciamento delle attività sportive. Hanno la forma di braccialetti con un display al centro, mostrano l’ora come gli smartwatch ma hanno qualche funzione in meno rispetto a questi ultimi sul fronte della comunicazione e delle app disponibili. Generalmente, sono più economici degli smartwatch (a parità di fascia di mercato) e ne esistono anche dei modelli low-cost che non hanno display, assicurano una lunghissima autonomia e tracciano solo dati essenziali quali le distanze percorse e le calorie bruciate.

Gli smartwatch – inutile dirlo – sono gli orologi “smart” che permettono di vedere l’ora, tracciare le attività sportive, ricevere le notifiche dallo smartphone, rispondere alle chiamate (solo su alcuni modelli), utilizzare le app e tanto altro ancora. Sono sicuramente tra i dispositivi indossabili più completi in assoluto e possono essere adatti a vari scopi: quelli dedicati in maniera specifica allo sport, che includono il GPS, dispongono di funzioni studiate appositamente per il tracciamento delle attività sportive e spesso sono impermeabili, vengono definiti sportwatch.

Caratteristiche tecniche

Smartwatch Samsung

Ed ora ecco alcune caratteristiche tecniche ed estetiche che devi prendere in considerazione prima di scegliere uno smartwatch o un braccialetto “smart” a marchio Samsung.

  • Dimensioni, materiali e cinturini – per quanto possa sembrare banale, questo è un consiglio preziosissimo. Prima di acquistare uno smartwatch o uno smartband Samsung, valuta attentamente le dimensioni di quest’ultimo, il suo peso sul polso, la qualità dei suoi materiali costruttivi e la varietà dei cinturini disponibili: avere uno smartwatch che può cambiare “pelle” con vari cinturini rende il dispositivo più longevo e divertente da usare.
  • Display – il display di uno smartwatch può essere quadrato o circolare e usare pannelli di vario tipo. I display circolari, che Samsung predilige, offrono un’area d’azione inferiore rispetto a quelli quadrati ma risultano più belli da vedere e in linea con quello che è l’aspetto tradizionale di un orologio. Per quanto riguarda il tipo di pannello utilizzato, Samsung per i suoi smartwatch adopera pannelli Super AMOLED che sono leggermente meno visibili sotto la luce del sole rispetto a quelli LCD IPS (usati da altri produttori, soprattutto in ambito economico) ma assicurano una riproduzione fedelissima dei neri (in quanto i pixel non sono retroilluminati e quindi quelli neri sono effettivamente spenti) e consumi energetici ridotti. I modelli di smartwatch più avanzati sono equipaggiati con display di tipo always-on che mostrano costantemente l’orario e altre informazioni sullo schermo, anche quando l’utente non porta l’orologio al volto o pigia sul quadrante (proprio come se si trattasse di un orologio tradizionale).
  • Resistenza ad acqua e polvere – la maggior parte dei dispositivi indossabili Samsung è resistente ad acqua e polvere, in ogni caso prima di acquistarne uno controlla bene la certificazione relativa ad impermeabilità e resistenza alla polvere.
  • Notifiche e chiamate – tutti i wearable di Samsung sono in grado di ricevere le notifiche dallo smartphone e di rispondere a queste ultime. Non tutti, però, consentono di rispondere vocalmente (dettando il testo da scrivere), digitando liberamente il testo da inviare al proprio interlocutore (alcuni limitano la scelta a delle riposte predefinite da impostare sullo smartphone) e, cosa ancora più importante, non tutti permettono di rispondere alle chiamate in vivavoce perché non tutti hanno lo speaker.
  • Sensori e funzionalità – i dispositivi indossabili possono avere vari sensori e componenti, e quindi varie funzionalità. Tra i sensori più importanti ci sono quelli per il rilevamento del battito cardiaco, il barometro (per misurare le altezze e i cambi di pressione atmosferica), il sensore di luminosità (senza, lo schermo non regola automaticamente la sua luminosità) e poi ovviamente il GPS.
  • Batteria – prima di acquistare uno smartwatch o uno smartband è bene verificarne anche l’autonomia, quindi la durata della batteria. Gli smartwatch hanno un’autonomia massima di 1-2 giorni, ma l’utilizzo di sensori come il GPS può ridurne di molto la durata (arrivando a 3 o 4 ore). Gli smartband, visto il loro set di funzioni più limitato, in genere hanno un’autonomia maggiore rispetto agli smartwatch.

Compatibilità

Smartwatch Samsung

A differenza di quello che si potrebbe pensare, gli smartwatch Samsung non sono equipaggiati con Android Wear, bensì con Tizen OS: un sistema operativo sviluppato dall’azienda coreana che ha dalla sua la compatibilità con una vasta gamma di smartphone.

Gli smartwatch e gli smartband Samsung, infatti, sono compatibili con tutti gli smartphone Android con Android 4.4 (o successivi) e almeno 1.5GB di RAM e con gli iPhone a partire da iPhone 5 con iOS 9 o successivi (previa installazione della app Samsung Gear S sullo smartphone).

Al momento, su iPhone mancano alcune funzionalità disponibili su Android come ad esempio la possibilità di rispondere alle notifiche, ma l’esperienza d’uso complessiva è comunque ottima. Sui terminali Android prodotti da Samsung ci sono alcune piccole funzioni esclusive, come ad esempio la sincronizzazione delle email con lo smartwatch, che mancano su altri device.

Quale smartwatch Samsung comprare

Arrivato a questo punto, direi di non perderci ulteriormente in chiacchiere e di vedere quale smartwatch Samsung o smartband potrebbe fare maggiormente al caso tuo. Buon divertimento!

Samsung Galaxy Watch


Samsung Galaxy Watch è l’attuale top di gamma della famiglia, l’ultimo smartwatch prodotto da Samsung e il primo ad utilizzare il nuovo brand dei coreani per quanto riguarda i wearable. Viene proposto in due modelli con casse da 46mm e 42mm e dispone di un form factor circolare come quello che troviamo negli orologi tradizionali. Proprio per ricordare i modelli classici è disponibile la possibilità di impostare quadranti che riproducono le lancette non solo visivamente, ma anche per quanto riguarda il ticchettio e l’effetto profondità.

Ad essere precisi lo smartwatch è disponibile con cassa da 42mm sia in versione Bluetooth, sia in versione LTE (in esclusiva con TIM, con eSIM), con i colori Midnight Black e Rose Gold, mentre nella variante da 46mm abbiamo solo il colore Silver. Il quadrante è ovviamente personalizzabile sulla base delle preferenze dell’utente, o anche dell’umore di un particolare momento. Anche il cinturino è personalizzabile con modelli facilmente reperibili sul mercato: la versione da 42mm supporta cinturini da 20mm, quella da 46mm cinturini da 22mm.

Anche Galaxy Watch, come tutti i wearable Samsung, fanno uso del sistema operativo Tizen, mentre per quanto riguarda il display abbiamo un 1,2″ sulla versione da 42mm e un 1,3″ per quella da 46mm, entrambi SuperAMOLED e a risoluzione 360×360 pixel. Il chipset integrato è un dual-core da 1,15 GHz che viene supportato sui modelli solo Bluetooth da 0,75 GB di RAM e 4 GB di storage, mentre in quelli con connettività LTE abbiamo 1,5 GB di RAM e 4 GB di storage, con lo spazio di archiviazione che non può essere espanso.

Per quanto riguarda la batteria c’è da dire che va molto meglio la versione da 46mm, che monta un’unità da 472 mAh e offre oltre 80 ore di autonomia con un uso caratteristico portando lo spessore a circa 13 millimetri. La versione da 42mm si ferma invece a 45 ore, con uno spessore che comunque non è molto più ridotto (12,7 millimetri). Entrambi i modelli dispongono di modalità GPS funzionante in spazi aperti: il più grande può essere utilizzato per 23 ore con questa modalità, il più piccolo invece per sole 14 ore.

Per il resto i due modelli hanno le stesse caratteristiche, soprattutto per quanto riguarda quelle legate al fitness. Il nuovo Galaxy Watch si rivolge agli amanti del benessere e consente di monitorare oltre 39 tipologie di allenamento come se si avesse costantemente un personal trainer al polso. In più dispongono di un cardiofrequenzimetro per l’analisi continua del battito cardiaco, e possono calcolare automaticamente le calorie bruciate durante le attività fisiche. Il tutto in abbinamento all’app per smartphone Samsung Health.

Oltre alle funzionalità legate al fitness Samsung Galaxy Watch può essere utilizzato per ricevere le notifiche dello smartphone, per pianificare la giornata e ricevere promemoria, supporta tantissime app di terze parti e può essere utilizzato in quasi tutte le circostanze grazie all’impermeabilità fino a 5 ATM che lo abilita anche per il monitoraggio delle abilità di nuoto o sotto la pioggia. Il modulo NFC consente inoltre di eseguire pagamenti in totale sicurezza, mentre le versioni LTE consentono di uscire di casa senza l’ossessione di portarsi lo smartphone dietro.

Compra Samsung Galaxy Watch 42mm

Samsung Galaxy Watch, Smartwatch Android, Bluetooth 4.2, processore Du...
Vedi offerta su Amazon
Samsung Galaxy Watch, Smartwatch Android, Bluetooth v4.2, 1.15GHz, 4 G...
Vedi offerta su Amazon

Compra Samsung Galaxy Watch 46mm

Samsung Galaxy Watch Smartwatch Android, Bluetooth, Fitness Tracker e ...
Vedi offerta su Amazon

Samsung Gear Fit 2 Pro

Samsung Gear Fit 2 Pro è uno smartband che cerca di coniugare la comodità dei fitness tracker con le funzioni avanzate degli smartwatch. Si presenta come un braccialetto in silicone in cui è incastonato un display Super AMOLED curvo da 1.5″ avente 216 x 432 pixel di risoluzione. Lo schermo è molto bello a vedersi, ma purtroppo non può contare su un sensore di luminosità e la sua visibilità sotto la luce diretta del sole risulta estremamente ridotta. Inoltre non supporta la modalità always on e quindi per accenderlo bisogna avvicinare il polso al volto.

Come appena accennato, si tratta di un dispositivo focalizzato sul fitness; e infatti permette di tracciare varie attività sportive (corsa, ciclismo ecc.), conta i passi, le calorie bruciate, il battito cardiaco e molto altro ancora. La sua dotazione di sensori comprende accelerometro, giroscopio, rilevatore del battito cardiaco, barometro e GPS. Rispetto al Fit 2 standard, che va a sostituire, dispone della resistenza ai liquidi fino a 50 metri di profondità e la possibilità di rispondere alle chiamate e ai messaggi in abbinamento ad uno smartphone via Bluetooth.

L’autonomia è di circa 3-4 giorni (che diventano circa 9 ore se si utilizza ininterrottamente il GPS) e il sistema operativo che lo anima è Tizen. Questo significa che si può abbinare agli smartphone Android e agli iPhone e che permette di ricevere le notifiche da questi ultimi.

È disponibile in due taglie: Small (32 g di peso) e Large (50g di peso).

Nota: su molti store è disponibile anche il modello precedente di Samsung Gear Fit 2, ma ormai la differenza di prezzo tra i due non è così sostanziosa. Personalmente ti consiglio di lasciarla perdere e di investire qualche euro in più per acquistare la versione più recente del device.

Compra Samsung Gear Fit 2 Pro taglia S

Samsung R5AK906L8EL Smartwatch, Versione Francese, Nero
Vedi offerta su Amazon

Compra Samsung Gear Fit 2 Pro taglia L

Samsung Gear Sport

Un altro modello di smartphone molto interessante per chi ama il fitness e lo sport a dismisura è il Samsung Gear Sport, pensato proprio per il monitoraggio continuo delle attività sportive e per il benessere in generale. Si caratterizza per il display SuperAMOLED da 1,2″ con funzionalità touch, capace di supportare la risoluzione massima di 360 x 360 pixel ed è naturalmente impermeabile fino a 5 ATM.

Si tratta di un orologio con display circolare, ma lo stile non è elegante come Galaxy Watch, ma sportivo e pensato per resistere anche a situazioni non convenzionali. Sotto la cassa troviamo un processore dual-core con una frequenza operativa di 1 GHz che viene supportato da 0,75 GB di RAM e 4 GB di memoria di storage non espandibile, mentre il sistema operativo al solito è Tizen.

Questo modello implementa un modulo NFC, la tecnologia GPS per la geolocalizzazione degli spostamenti e dispone di diversi sensori: accelerometro, barometri, giroscopio, cardiofrequenzimetro per il monitoraggio continuo del battito cardiaco, e sensore luminosità. La cassa è spessa 11,6 millimetri, mentre il peso è irrisorio: solo 50 grammi. La batteria integrata è da 300 mAh, e secondo Samsung si possono raggiungere 6 giorni di autonomia con una singola carica (ma solo se si usa in maniera moderata.

Questo smartwatch si abbina allo smartphone attraverso l’app Samsung Health, e può ripeterne tutte le notifiche attraverso il motore di vibrazione integrato. Dispone di controlli touch, come dicevamo sopra, ma alcune operazioni possono essere effettuate ruotando la ghiera che circonda il display. Sono ben 60 le sessioni di allenamento supportate (in continuo aggiornamento) e c’è anche la possibilità di monitorare il saldo calorico della giornata.

È venduto con cinturini blu e nero, è stato rilasciato sul mercato a fine 2017 e ancora oggi è lo smartwatch pensato specificatamente per lo sport più interessante fra quelli proposti dal produttore coreano.

Compra Samsung Gear Sport

Samsung Gear Sport Smartwatch, GPS, Impermeabile 5ATM, Lettore MP3 Int...
Vedi offerta su Amazon

Samsung Gear S3

Smartwatch Samsung

Samsung Gear S3 era fino a poco tempo fa il top di gamma degli smartwatch Samsung. È disponibile in due versioni: una più “aggressiva” e sportiva denominata Frontier e una più classica denominata Classic. Le differenze sono puramente estetiche e costruttive: S3 Frontier ha un cinturino in silicone e una cassa in acciaio inossidabile, S3 Classic ha un cinturino in pelle e una cassa in acciaio spazzolato. I cinturini sono di varie misure per adattarsi a polsi differenti.

Samsung Gear S3 è equipaggiato con un display Super AMOLED circolare da 1.3″ avente 360 x 360 pixel di risoluzione, un sensore di luminosità integrato (la visibilità è ottima anche sotto la luce diretta del sole) e il supporto alla modalità always on. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, la modalità always on è una modalità di risparmio energetico che permette di visualizzare l’ora e altre informazioni sul display dello smartwatch senza che questo debba essere portato al volto. La modalità always on di Gear S3 spicca particolarmente per il fatto che i quadranti continuano ad essere animati anche quando questa è attiva (anche se in maniera minore rispetto a quando l’orologio viene portato al volto dall’utente).

La memoria interna dello smartwatch è di 4GB (permette di archiviare la musica e di ascoltarla senza l’ausilio dello smartphone, basta collegare l’orologio a un paio di cuffie Bluetooth), la RAM è di 768MB, mentre il processore che lo anima è un Exynos 7270 Dual-core a 1GHz che assicura un’ottima velocità nell’apertura e nell’esecuzione delle app. Da sottolineare anche la certificazione IP68 relativa all’impermeabilità e alla resistenza alla polvere e la vasta gamma di sensori di cui dispone il device: accelerometro, giroscopio, barometro e cardiofrequenzimetro. Poi c’è il GPS che consente di tracciare i percorsi e visualizzare informazioni sulle località da raggiungere senza prendere lo smartphone.

In ottica fitness, Gear S3 ha ben pochi rivali. Difatti include contapassi, misuratore di distante e altezze, calcolatore di calorie bruciate e un sistema di tracciamento delle attività che supporta tantissime discipline sportive: la corsa, il ciclismo, il nuoto e molto altro ancora. Alcune attività vengono addirittura riconosciute in automatico dall’orologio, che così comincia a monitorarle in maniera del tutto autonoma. Si può monitorare perfino il sonno. I dati raccolti vengono poi sincronizzati sullo smartphone tramite l’applicazione S Health di Samsung.

Come facilmente intuibile, trattandosi di un prodotto top di gamma, il Gear S3 include anche microfono e altoparlante per rispondere in vivavoce alle chiamate. In realtà ne esiste addirittura un modello con supporto alle SIM, ma purtroppo in Italia non è stato commercializzato. Quasi inutile sottolineare, poi, che si può rispondere alle notifiche dello smartphone tramite risposte predefinite, tastiera o dettatura vocale.

La batteria è da 380 mAh e assicura un’autonomia di circa 3-4 giorni. La comodità d’uso è ai massimi livelli grazie ai due tasti laterali e, soprattutto, alla ghiera girevole che permette di interagire facilmente con tutte le app. Una menzione particolare, poi, va fatta alle tante watchface, cioè ai tanti quadranti virtuali che è possibile impostare sullo smartwatch e che permettono di personalizzarlo in tantissimi modi diversi. Per concludere, ecco le misure: 46 x 49 x 12.9 mm per 62 grammi di peso per Gear S3 Frontier e 46 x 49 x 12.9 mm per 57 grammi di peso per Gear S3 Classic.

Compra Samsung Gear S3

Samsung Gear S3 Frontier Smartwatch, IP68, 4 GB, Grigio [Importato dal...
Vedi offerta su Amazon

Samsung Gear S2

Smartwatch Samsung

Samsung Gear S2 è il modello precedente di Gear S3, che fino a qualche tempo fa potevi pensare di acquistare per risparmiare qualcosina. Tuttavia ad oggi è un modello fuori produzione, quindi è difficile trovarlo in commercio e i prezzi non sono sempre convenienti.

Le principali differenze tra Gear S2 e Gear S3 stanno nella componente telefonica: il Gear S2 non permette di rispondere alle chiamate in vivavoce; nell’autonomia, che su S2 difficilmente supera i 2 giorni; nella presenza del GPS (disponibile solo su Gear S3 e nella versione 3G di Gear S2 che in Italia non è stata commercializzata) e nella modalità always on, che su S2 è presente ma è decisamente meno completa di quella offerta da Gear S3.

Per il resto abbiamo a che fare con un dispositivo di primissimo livello: monta un display circolare Super AMOLED da 1.2″ con 360 x 360 pixel di risoluzione e sensore di luminosità integrato; un processore Dual-core a 1.2GHz; 512MB di RAM; una memoria interna da 4GB utilizzabile per l’archiviazione della musica; e una serie di sensori fra cui accelerometro, barometro, giroscopio e cardiofrequenzimetro.

Sistema operativo, funzioni fitness, compatibilità e sistema di input (ghiera e tasti laterali) sono gli stessi presenti su S3. È quasi la stessa anche la differenziazione tra il modello Classic e quello Standard dello smartwatch, con il Gear S2 Classic che è un po’ più piccolo del Gear S2 standard e ha dei cinturini in pelle intercambiabili rispetto ai cinturini in silicone del Gear S2 “liscio”.

Samsung Charm

Smartwatch Samsung

Come facilmente intuibile dalla foto qui sopra, la Samsung Charm è una fitness band economica, priva di display, che permette di monitorare le distanze percorse e le calorie bruciate. Consiste in un braccialetto in silicone con un indicatore LED al centro che permette di ricevere notifiche riguardanti chiamate in arrivo sullo smartphone, carica e messaggi. È disponibile in varie colorazioni e si può abbinare a tutti gli smartphone equipaggiati con Android 4.4 e superiori (via Bluetooth). Misura 18,2 x 18,2 x 6,5 mm, pesa appena 3 grammi e ha un’autonomia di 14 giorni.

Compra Samsung Charm

Altri smartwatch Samsung

Se vuoi una panoramica ancora più completa sui dispositivi indossabili di Samsung, fa’ un “salto” sul sito ufficiale dell’azienda coreana: lì potrai trovare l’elenco completo dei wearable attualmente in commercio e le loro principali caratteristiche.