Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per rimborsi autostradali

di

Siamo alle solite: sei in partenza per le vacanze ma dopo poco tempo ti sei trovato per l'ennesima volta bloccato in coda in autostrada a causa di uno dei tanti cantieri autostradali che purtroppo causano continui rallentamenti alla viabilità. Sei davvero stufo di dover pagare un servizio e poi ritrovarti sempre in coda per ore e ore. Vorresti davvero trovare un modo per poter ottenere un indennizzo quando ti ritrovi in queste situazioni.

Cercando in Rete, hai letto che tutto questo è ora possibile tramite un'app, la quale permette di ottenere un rimborso fino al 100% qualora si dovesse subire un ritardo nel proprio viaggio a causa dei cantieri sparsi sulla rete di Autostrade per l'Italia. Vorresti saperne di più? No problem, sei capitato nel posto giusto al momento giusto.

Nel corso di questo tutorial, infatti, ti parlerò delle app per rimborsi autostradali tramite le quali ti sarà possibile ottenere un rimborso nel momento in cui ti ritroverai bloccato in autostrada a causa di un cantiere. Buona lettura!

Indice

App per richiedere rimborso Autostrade

Hai subìto un grosso ritardo durante il tuo ultimo viaggio in autostrada a causa dei tanti cantieri presenti. La cosa proprio non ti va giù, dato che hai pagato il pedaggio ma in compenso hai ottenuto un servizio scadente.

In Rete hai letto della possibilità di ricevere un rimborso, per cui ora vorresti capire quali app per chiedere rimborso Autostrade dovresti utilizzare. Non ti preoccupare, sono qui proprio per aiutarti. Nel corso dei prossimi paragrafi ti parlerò di alcune soluzioni che potrebbero fare al caso tuo, tramite le quali potrai capire se potrai ottenere un rimborso per il ritardo.

Free To X

Free To X

Il primo servizio di cui voglio parlarti è Free To X, una società che ha come obiettivo principale quello di realizzare servizi avanzati per la mobilità. Ad esempio, Free To X si sta impegnando a realizzare la più grande rete di ricarica ad alta potenza sulla rete autostradale, in modo da poter ricaricare le auto elettriche con semplicità.

Tra gli altri servizi messi a disposizione c'è il cashback, che viene erogato in automatico, previa registrazione al servizio, nel momento in cui si accumulano almeno 10 minuti di ritardo dovuto ai lavori sulla rete di Autostrade per l'Italia. Trovi tutte le condizioni, per capire meglio come funziona, qui.

Per poter sfruttare questo servizio devi prima di tutto scaricare l'app Free To X disponibile al download sul Play Store di Android e App Store di iOS. Per installarla, segui la solita procedura: cercala nel market del tuo dispositivo, premi sulla sua icona (o collegati direttamente a uno dei link di download che ti ho fornito poc'anzi, per fare prima) e premi sul pulsante Installa.

Una volta installata l'app, aprila e consenti l'accesso alla posizione del tuo dispositivo facendo tap sul pulsante Consenti o su Mentre usi l'app, a seconda del dispositivo in tuo possesso.

Giunto nella schermata principale dell'app, fai tap sul pulsante con l'icona dell'euro posta nella barra in basso che ti permette di accedere alla sezione Cashback. Per procedere puoi decidere di registrare la tua targa o il Telepass (o dispositivo equivalente), qualora lo utilizzassi.

Se decidi di procedere con la registrazione della targa fai tap sulla voce Registra la tua targa e nella schermata seguente scegli tra Privato, Partita IVA e azienda: fai tap sul pulsante Avanti per proseguire. Nella pagina successiva seleziona il proprietario del veicolo e prosegui toccando sul pulsante Avanti. Adesso non ti rimane che seguire le indicazioni a schermo per creare il tuo account Free To X: inserisci tutti i dati richiesti (ad esempio nome, cognome, email) e tocca sul pulsante Registrati.

Una volta completato il processo di registrazione, accedi sull'app con l'account appena creato inserendo email e password.

Prosegui con la verifica della tua identità scattando una foto fronte e retro di un documento di identità (ad esempio la carta d'identità o la patente di guida) e prosegui inserendo i dati del veicolo, ovvero la targa.

Qualora utilizzassi il Telepass, o un dispositivo equivalente, dovrai anche inserire tutti i dati richiesti, che solitamente trovi all'interno dell'ultima fattura. Una volta fatto questo non ti rimane che attendere il processo di attivazione e validazione del tuo account, che solitamente avviene in poche ore.

Una volta completato anche questo passaggio, riapri l'app e fai tap sul pulsante Consenti alla richiesta di attivazione delle notifiche. Giunto nella schermata principale, entrando nella sezione Profilo dalla barra in basso, vedrai tutti i tuoi dati, compresi quelli relativi alla targa del veicolo e il codice identificativo del Telepass (se presente).

Immagino che ora tu ti stai chiedendo come richiedere un rimborso, non è vero? Una volta registrata la targa riceverai in automatico i rimborsi per i viaggi pagati sia con i contanti che con le carte. Una volta ottenuto il rimborso potrai trasferirlo sul tuo conto semplicemente inserendo l'IBAN del tuo conto bancario. Per farlo, tocca sulla scheda Profilo posta in basso e inserisci l'IBAN nella sezione Conto per l'accredito.

In alternativa, puoi anche procedere manualmente. Se utilizzi Telepass ti basterà aprire l'app, toccare sul pulsante Telepass o Altri Operatori e fotografare la fattura dell'ultimo mese. Qualora tra i pedaggi pagati presenti in fattura ve ne sia almeno uno eleggibile a ricevere un rimborso, ti basterà toccare sulla notifica che riceverai dall'app e accettare l'erogazione del rimborso.

Se, invece, non possiedi un Telepass, ricorda sempre di richiedere la ricevuta al casello. Successivamente ti basterà aprire l'app, toccare sul pulsante Carte o Contanti e poi su Scansiona la ricevuta di un singolo viaggio: fotografa la ricevuta ottenuta al casello e segui le istruzioni a schermo per confermare i dati.

Qualora fosse possibile ottenere un rimborso, ti basterà accettare l'erogazione del rimborso per ogni tratta aggiunta eleggibile per un rimborso.

Telepass

Telepass

Possiedi un Telepass e vuoi capire come poter ottenere un cashback di rimborso a causa delle lunghe code che hai trovato durante il tuo viaggio in Autostrada?

Devi sapere che oltre all'app Free To X, di cui ti ho parlato nel precedente paragrafo, Telepass mette a disposizione dei suoi clienti il programma Rimborso Pedaggio, che prevedere un cashback del 50% sull'importo del pedaggio fino a un massimo di 200 euro all'anno.

Per poter utilizzare questo servizio, però, è necessario abilitare il servizio Assistenza Stradale all'interno dell'Area Riservata del sito Web Telepass o dell'omonima app disponibile al download sul Play Store di Android e sull'App Store di iPhone. Il servizio è attualmente proposto gratuitamente per 12 mesi, scaduti i quali ha un costo di 2 euro al mese.

Una volta attivato il servizio, verrà automaticamente attivato anche il servizio Rimborso Pedaggio, di cui ti ho parlato in precedenza. Per richiedere un rimborso non dovrai far nulla, perché verrà calcolato in automatico al momento del pagamento del pedaggio tramite il dispositivo Telepass. Potrai visualizzare tutti i rimborsi ottenuti dallo storico presente all'interno dell'app.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.