Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come anonimizzare l’indirizzo IP

di

Le rivelazioni relative allo scandalo datagate ci hanno confermato che mantenere l’anonimato in Rete non è una cosa semplice. Bisogna fare attenzione a innumerevoli variabili e anche affidandosi a sistemi rodati come Tor non si può avere la garanzia che la propria identità sia completamente al sicuro.

Cos’è TOR? Te ne ho parlato anche altre volte. Si tratta di un sistema che usa una rete di computer sparsi in giro per il mondo per far “rimbalzare” la connessione dell’utente e rendere il suo indirizzo IP (cioè il numero identificativo della sua connessione) non riconoscibile all’esterno.

Come appena detto, in alcune circostanze non garantisce il 100% di anonimato in Rete ma rimane uno dei sistemi più affidabili (e facili da usare) per non far trapelare la propria identità online. Se vuoi saperne di più e vuoi divertirti a scoprire come anonimizzare l’indirizzo IP utilizzandolo, continua a leggere.

Il modo più semplice per entrare nel mondo di Tor è scaricare l’applicazione gratuita Tor Browser, una versione modificata di Mozilla Firefox configurata per la navigazione anonima tramite TOR. Non si sostituisce all’edizione standard del browser di casa Mozilla ed è molto facile da usare.

Per scaricare Tor Browser sul tuo computer, collegati al sito Internet del software e clicca sul link 32/64-bit (sig) che si trova in corrispondenza della voce italiano (it) nella colonna Microsoft Windows della tabella con tutti i collegamenti per il download del programma.

A scaricamento ultimato, apri il pacchetto d’installazione di Tor Browser (es. torbrowser-install–4.0.1_it.exe) ed estrai tutti i file dell’applicazione in una cartella di tua scelta. Non si tratta di una vera e propria installazione, in quanto il browser è di natura portabile.

Tutto quello che devi fare è cliccare sul pulsante OK, scegliere la cartella in cui estrarre Tor Browser cliccando sul pulsante Sfoglia e completare l’opera premendo su Installa e Fine.

Per anonimizzare l’indirizzo IP con TOR, recati nel percorso in cui hai estratto il browser e avvia il collegamento Start Tor Browser. Nella finestra che si apre, clicca sul bottone Connetti e attendi qualche secondo affinché venga stabilita una connessione con la rete TOR.

Se tutto fila per il verso giusto si aprirà la versione modificata di Firefox con la pagina di benvenuto nel mondo di TOR, così potrai cominciare a navigare online nascondendo il tuo indirizzo IP all’esterno. Ti avverto: l’apertura dei siti non sarà molto veloce ma questo è uno scotto inevitabile che bisogna pagare se si vuole restare anonimi in Rete.

Attenzione inoltre a come usi TOR. Per mantenere la tua identità al sicuro devi mantenere una condotta adeguata al contesto, ovvero devi seguire alcune regole come quelle che trovi elencate qui sotto.

  • Non usare Google per effettuare ricerche, usa StartPage che è il motore di ricerca predefinito di Tor Browser.
  • Non attivare mai plugin esterni come Flash Player, Silverlight o funzioni come JavaScript (sono tutte disattivate di default in Tor Browser). Potrebbero lasciare trapelare dei dati sulla tua reale identità.
  • Non installare estensioni nel browser di TOR.
  • Non aprire i file scaricati tramite Tor Browser mentre sei ancora online.
  • Non usare Tor per scaricare dati da Torrent o altre note reti P2P.

Per verificare come appare il tuo indirizzo IP all’esterno mentre usi Tor (ossia quale indirizzo “vedono” i siti che visiti) collegati a servizi come WhatIsMyIP, mentre per interrompere la navigazione anonima chiudi semplicemente la finestra del browser.

Come anonimizzare lindirizzo IP

Tor Browser è disponibile anche per OS X. Se utilizzi un Mac, scaricalo collegandoti al suo sito Internet ufficiale e clicca sul link sul link 32-bit (sig) che si trova in corrispondenza della voce italiano (it) nella colonna Mac OS X della tabella con tutti i collegamenti per il download del programma.

A download completato, apri il pacchetto dmg di Tor Browser (es. TorBrowser–4.0.1-osx32_it.dmg) e trascina l’icona del software nella cartella Applicazioni di OS X. Dopodiché avvia il browser dalla cartella delle applicazioni del tuo Mac e pigia sul bottone Connetti per stabilire la connessione con la rete e avviare la navigazione anonima.

È tutto! Ricordati di seguire le linee guida che ti ho illustrato poc’anzi e, quando hai terminato la tua sessione di navigazione con TOR, premi cmd+q sulla tastiera del Mac per chiudere completamente il programma di navigazione.

Come anonimizzare lindirizzo IP

Vorresti tanto provare l’ebbrezza di anonimizzare l’indirizzo IP quando navighi in mobilità, dal tuo smartphone o il tuo tablet? Nessun problema. Esistono delle app che permettono di sfruttare Tor anche sui dispositivi portatili.

Android

Su Android ti consiglio di utilizzare Orbot e OrBrowser: uno è il client ufficiale di Tor per Android che permette di configurare il telefonino per navigare in maniera anonima, l’altro è un browser pre-configurato per la navigazione online tramite TOR.

Il primo passo che devi compiere dopo aver scaricato entrambi dal Play Store è avviare Orbot e seguire la procedura di configurazione iniziale. Seleziona quindi l’utilizzo della lingua italiana nel menu per la scelta della lingua, pigia su Avanti, metti il segno di spunta accanto alla voce Ho capito e desidero continuare senza il root (a meno che tu non abbia un dispositivo sbloccato con il root, in quel caso devi invece pigiare sul pulsante Richiedi accesso superuser) e concludi il wizard premendo su Avanti e Fine.

Una volta tornato alla schermata iniziale dell’applicazione, tieni premuto il dito sul pulsante Power che si trova al centro e attendi che venga stabilita la connessione con la rete TOR, dopodiché seleziona l’icona del mondo in alto a destra e pigia su Check browser per cominciare a navigare con OrBrowser.

Al termine della navigazione anonima, apri nuovamente Orbot, pigia sul pulsante Power per disconnetterti dalla rete Tor e chiudi l’app pigiando sul bottone Menu che si trova in alto a destra (l’icona con i tre puntini) e selezionando la voce Exit dal menu che si apre.

iPhone/iPad

Purtroppo iOS non può ancora fregiarsi di client ufficiali per la rete TOR, tuttavia esistono diversi browser che permettono di navigare tramite questa rete su iPhone e iPad.

Uno dei più affidabili è Onion Browser che è anche open source. Lo puoi acquistare direttamente dall’App Store per 0,89 euro e non richiede alcuna configurazione: per usarlo, non devi far altro che avviarlo e aspettare che venga stabilita la connessione con la rete TOR.

In caso di difficoltà con la connessione (se non riesci a visualizzare nessun sito), chiudi l’applicazione in maniera forzata e riaprila. Per chiudere l’app in maniera definitiva devi premere due volte di seguito sul tasto Home dell’iPhone e spostare verso l’alto la schermata di Onion Browser.

Come anonimizzare lindirizzo IP

Per aumentare il livello di sicurezza di Tor sarebbe opportuno usarlo su un sistema diverso da Windows (che è preso maggiormente di mira dagli “spioni”) e su un computer su cui non sono presenti dati sensibili. A tal proposito ti segnalo l’esistenza di Tails, una distro Linux avviabile da chiavette USB e schede SD che include tutto quello che occorre per navigare in maniera anonima correndo il minor numero possibile di rischi.

Nota: questo tutorial è stato scritto a puro scopo informativo. Non mi assumo nessuna responsabilità circa l’uso che potrai fare dei software illustrati in esso.