Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aprire file JAR

di

Hai scaricato un programma in formato jar da Internet e non riesci ad aprirlo? Provando a fare doppio clic sulla sua icona, ti viene chiesto con quale software intendi aprirlo, oppure visualizzi una finestra che scompare rapidamente? Non disperare, la soluzione è più semplice di quanto credi.

Per poter gestire correttamente file di questo tipo, infatti, è necessario che sul computer sia installata la versione più recente della macchina virtuale Java, tramite un software specifico denominato JRE o JDK; in alcuni casi, bisogna effettuare alcune operazioni aggiuntive per far sì che il tutto avvenga senza intoppi.

Lo so, detta così sembra una cosa difficilissima ma, te lo assicuro, ti sbagli di grosso! Prova a mettere in pratica i suggerimenti che sto per darti e vedrai che, nel giro di breve tempo, capirai come aprire file jar nella maniera più semplice e veloce possibile. Adesso però forza, non perdere altro tempo prezioso, rimboccati le maniche e inizia a concentrarti sulle indicazioni che trovi qui di seguito. Buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

Come aprire file jar

Prima di andare avanti e di spiegarti, nel concreto, come aprire file jar, lascia che ti dia qualche indicazione in più riguardo la suddetta categoria di elementi. Nel dettaglio, i pacchetti di questo tipo contengono tutti i file necessari per poter essere eseguiti da qualsiasi piattaforma compatibile, a patto che su quest’ultima sia installato il software JRE, oppure l’ambiente JDK.

Nel dettaglio, JRE (o Java Runtime Environment) è un insieme di strumenti che contiene tutto il necessario per la creazione delle macchine virtuali Java e, chiaramente, per l’esecuzione dei vari programmi scritti in tale linguaggio di programmazione.

L’ambiente JDK (o Java Development Kit) aggiunge agli strumenti di JRE una serie di file, librerie e componenti che permettono di realizzare da zero programmi scritti in Java. Sia JRE che JDK sono concessi in licenza da Oracle e possono essere scaricati per Windows, macOS e Linux in forma gratuita.

Se procedere con l’installazione di JRE oppure di JDK è soltanto una tua scelta: se intendi soltanto eseguire i file .jar (o altri tipi di software scritti in Java), la prima soluzione va più che bene; qualora volessi invece affacciarti al mondo della programmazione Java e scrivere qualche programmino da te, dovrai optare per l’installazione di JDK.

Oltre alle versioni del software Java fornite in licenza da Oracle, c’è OpenJDK: se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un’implementazione open source della piattaforma Java (sia JDK che JRE), gestita e aggiornata continuamente da una comunità di sviluppatori indipendenti.

Salvo rari casi eccezionali, per quanto riguarda l’apertura e la gestione dei file jar, è possibile usare sia il software fornito da Oracle, sia quello messo a disposizione dalla comunità di OpenJDK; per semplicità, ti spiegherò come installare Oracle Java/JDK su Windows e macOS, mentre per Linux ti mostrerò come effettuare il download dei pacchetti di OpenJDK (disponibili quasi sempre nei repository delle varie distribuzioni).

Come aprire un file jar su Windows 10

Per iniziare, vediamo come aprire un file jar su Windows 10 dopo aver installato JRE oppure JDK. Ti faccio presente che la stessa procedura può essere applicata anche su tutte le altre edizioni del sistema operativo Microsoft, ad esempio Windows 11, siano esse più o meno recenti.

Installare JRE

Come aprire un file jar su Windows 10

Per installare JRE su Windows, collegati alla home page del software Java, premi sul pulsante Download gratuito di Java e, giunto alla pagina successiva, fai clic sul bottone Accettate e avviate il download gratuito.

Una volta completato il download del file d’installazione dell’ambiente Java, aprilo e clicca sui pulsanti , Installa, OK e Chiudi, per concludere la procedura. Qualora venissero rilevate delle versioni obsolete di Java sul disco, ti verrà chiesto di rimuoverle: quando ciò avviene, esegui l’operazione richiesta cliccando sui bottoni Disinstalla e Avanti.

Installare JDK

Come aprire un file jar su Windows 10

Se, invece, è tua intenzione installare Java Development Kit (JDK), collegati a questo sito Internet, individua la sezione Java SE Development Kit e clicca sulla scheda Windows, collocata poco più in basso.

Ora, fai clic sul link di download relativo alla voce x64 installer e attendi che il download del pacchetto d’installazione del programma venga portato a termine. pulsante Download jdk-[xx]-windows-x64_bin.exe. Se esegui Windows a 32 bit, devi necessariamente scaricare la versione 8 di JDK, disponibile su questo sito Web.

A download completato, apri il file appena ottenuto, clicca sul pulsante Next per due volte consecutive e concludi il setup premendo sul bottone Close.

Aprire un file

Come aprire file JAR

Ora, prima di eseguire qualsiasi file .jar, ti consiglio di impostare le variabili d’ambiente di Windows, in modo tale da essere assolutamente certo di non incappare in problemi dovuti all’apparente indisponibilità del file eseguibile di Java. Questa operazione va effettuata soltanto una sola volta.

Per iniziare, fai clic destro sul pulsante Start di Windows, seleziona la voce Sistema dal menu contestuale che compare sullo schermo e premi sulla voce Impostazioni di sistema avanzate, collocata in fondo alla finestra che compare sul desktop.

Sulle edizioni del sistema operativo meno recenti di Windows 10, devi invece fare clic destro sull’icona Computer/Questo PC, selezionare la voce Proprietà dal menu contestuale che compare e cliccare poi sulla voce Impostazioni di sistema avanzate, annessa alla barra laterale della finestra che compare in seguito.

Fatto ciò, clicca sul pulsante Variabili d’ambiente…, premi sul pulsante Nuova… sottostante il riquadro Variabili di sistema e assegna alla variabile i seguenti valori.

  • Nome variabile: JAVA_HOME
  • Valore variabile: il percorso in cui hai installato JRE oppure JDK (ad es. C:\Program Files\Java\jdk-17.0.1). Se non lo conosci, clicca sul pulsante Sfoglia directory, raggiungi il percorso Questo PC\Disco locale (C)\Programmi\Java, seleziona la cartella relativa alla versione di JRE/JDK in tuo possesso e premi sul bottone OK, in modo da selezionarla.

Fatto ciò, clicca sul pulsante OK per tornare alla schermata precedente e, in seguito, fai doppio clic sulla voce Path già disponibile nell’elenco delle Variabili di sistema e aggiungi, alla fine del campo Valore variabile, il testo ;%JAVA_HOME%\bin lasciando inalterato tutto il resto. Per concludere, riavvia Windows.

Come aprire un file jar su Windows 10

A questo punto, sei pronto per eseguire qualsiasi file con estensione .jar: solitamente, è sufficiente fare doppio clic sull’icona del file in questione, per avviarlo e visualizzarne il contenuto. In alternativa, puoi ottenere lo stesso risultato usando Windows PowerShell/Terminale Windows oppure il Prompt dei comandi.

Dunque, apri la cartella che contiene il file di tuo interesse e, premendo e tenendo premuto il tasto Shift della tastiera, fai clic destro su un punto vuoto della stessa e seleziona la voce Apri finestra PowerShell/Terminale qui oppure Apri Prompt dei comandi qui. Infine, impartisci il comando java -jar nomeFile.jar e dai Invio, per far partire l’applicazione corrispondente.

Come aprire file jar su Mac

Vediamo ora come installare, su Mac, gli ambienti virtuali JRE e JDK e come eseguire un file con estensione .jar.

Installare JRE

Come aprire file jar su Mac

Per effettuare l’installazione del Java Runtime Environment su macOS, collegati a questo sito Web, clicca sul bottone Download gratuito di Java e, giunto alla pagina successiva, premi sul pulsante Accettate e avviate il download gratuito, in modo da ottenere il pacchetto d’installazione per l’ambiente Java.

A download ultimato, apri il file .dmg ottenuto, fai doppio clic sul programma d’installazione contenuto al suo interno (ad es. Java X update Y) e, dopo aver cliccato sul pulsante Apri, premi sul bottone Installa e concludi l’installazione del software inserendo, quando richiesto, la password del Mac e premendo il tasto Invio della tastiera.

Infine, scegli se spostare il pacchetto d’installazione del programma nel Cestino oppure no, intervenendo sull’apposito pulsante, quindi apri le Preferenze di sistema (l’icona dell’ingranaggio che risiede sul Dock) e verifica che, al suo interno, sia presente l’icona di Java.

Installare JDK

Come aprire file jar su Mac

Per installare JDK, invece, apri questa pagina Web, individua la sezione Java SE Development Kit [xx] downloads e clicca sulla scheda macOS, situata poco più in basso; ora, se possiedi un computer dotato di processore Intel, clicca sul link di download corrispondente alla voce x64 DMG Installer; se, invece, possiedi un Mac con chip della famiglia Apple (ad es. Apple M1), utilizza il link situato in corrispondenza della voce Arm 64 DMG Installer.

Ad ogni modo, una volta ottenuto il pacchetto d’installazione di JDK, aprilo e fai doppio clic sul file .pkg contenuto al suo interno; giunto alla schermata d’installazione del software, premi sui bottoni Continua e Installa, immetti la password di amministrazione del Mac, quando richiesto e porta a termine il setup premendo sui pulsanti Installa software e Chiudi. Per concludere, scegli se spostare o meno il file d’installazione di JDK nel cestino, premendo sul pulsante dedicato.

Aprire un file

Come aprire file jar su Mac

Una volta installato il software JRE oppure JDK, eseguire un file java con estensione .jar è un’operazione semplicissima: dopo aver individuato l’icona di quest’ultimo, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu contestuale proposto; se necessario, clicca nuovamente sul bottone Apri, in modo da superare le restrizioni volute da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati.

In alternativa, puoi altresì avviare un file jar direttamente dal Terminale di macOS: puoi aprire quest’ultimo selezionando il menu Vai > Utility del Mac e facendo doppio clic sull’icona omonima che trovi al suo interno.

Ora, impartisci il comando java -jar all’interno della finestra che va ad aprirsi, lascia uno spazio e trascina, sempre nella finestra del Terminale, l’icona del file .jar da avviare. Infine, dai Invio e attendi che l’applicazione contenuta al suo interno venga avviata. Per approfondimenti, puoi dare uno sguardo alla mia guida su come abilitare Java su Mac, nella quale ti ho fornito tutti i dettagli della questione.

Come eseguire un file JAR: Linux

Come eseguire un file JAR: Linux

Su Linux, il discorso dell’installazione di Oracle Java, sia JRE che JDK, si complica un po’: usando infatti i file forniti da Oracle, è necessario estrarre manualmente i componenti di Java, copiarli nelle directory più appropriate e definire, sempre manualmente, le variabili d’ambiente necessarie per l’esecuzione dei file, assegnando i permessi appropriati per ciascun utente.

Questa procedura può essere notevolmente semplificata installando, invece, OpenJDK: trattandosi infatti di una versione open-source di Java, essa è disponibile nei repository di quasi tutte le distribuzioni più note di Linux.

Tanto per farti un esempio, se intendi installare Java su Ubuntu, apri il Terminale richiamandolo dalla visuale Applicazioni del gestore desktop, impartisci il comando apt update al suo interno e dai Invio, così da avviare l’aggiornamento dei repository. Quando richiesto, inserisci la password del tuo account e premi nuovamente il tasto Invio della tastiera, per autorizzare l’operazione.

A questo punto, impartisci il comando sudo apt install openjdk-[versione]-jre, per installare OpenJDK in versione JRE (quindi il solo ambiente d’esecuzione di Java), oppure sudo apt install openjdk-[versione]-jdk, per installare l’intero ambiente di sviluppo Java. Abbi cura di sostituire a [versione] il numero di versione più recente del software: per esempio, per installare OpenJDK 18 (l’edizione più recente nel momento in cui scrivo questa guida), dovrai digitare il comando sudo apt install openjdk-18-jre oppure il comando sudo apt install openjdk-18-jdk.

Se hai dubbi circa l’edizione più recente di OpenJDK disponibile per la tua versione di Ubuntu, prova a effettuare una ricerca apt, impartendo il comando apt search --names-only "openjdk-*".

Una volta impartito il comando necessario, schiaccia il pulsante S per confermare l’installazione delle dipendenze e avviare l’installazione del software e, se richiesto, inserisci la password del tuo account e dai Invio. L’installazione e la configurazione di Java avverranno in maniera del tutto automatica.

Al termine della procedura, puoi eseguire i file .jar presenti sul computer facendo doppio clic sulle relative icone, oppure digitando, sempre dal Terminale, il comando java -jar /percorso/del/file.jar. Tutto qui!

Come aprire file JAR su Android, iOS e iPadOS

Come aprire file JAR su Android, iOS e iPadOS

Ti stai chiedendo se sia possibile aprire file JAR su dispositivi equipaggiati con il sistema operativo Android? Sfortunatamente, la risposta è negativa. Sebbene il “robottino verde”, così come le sue app, siano scritte quasi completamente in linguaggio Java, la macchina virtuale usata per eseguire i vari processi è differente.

Le piattaforme per computer, tramite i software Oracle JRE/JDK e OpenJDK, forniscono infatti la Java Virtual Machine (o JVM), in grado di gestire ed eseguire file con estensione .jar; su Android, invece, è presente un altro ambiente virtuale, denominato ART (o Android RunTime), che non è in grado di operare sulle applicazioni java “pure”, ma può gestire esclusivamente i file racchiusi nei pacchetti APK. Le edizioni di Android precedenti alla 5 usavano, invece, la macchina virtuale Dalvik, anch’essa incompatibile però con le applicazioni di tipo jar.

E su iPhone e iPad? Beh, la situazione non è poi molto diversa: i sistemi operativi di casa Apple non implementano affatto ambienti virtuali Java, pertanto è pressoché impossibile eseguire file scritti con tale linguaggio, mi dispiace.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.