Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come attivare il trasferimento di chiamata

di

Ti trovi fuori casa, l’autonomia del tuo cellulare inizia a scarseggiare e sai perfettamente che, prima o poi, quest’ultimo finirà per spegnersi. Per evitare di perdere qualche telefonata importante, vorresti attivare il trasferimento di chiamata sul numero dell’amico che resterà con te per l’intera giornata: il problema, però, è che non hai effettuato quest’operazione prima d’ora e, di conseguenza, non hai la più pallida idea sul da farsi.

Come dici? Ti trovi proprio in una situazione del genere? Niente paura, ci sono qui io ad aiutarti: nelle righe di seguito, infatti, ti spiegherò le tecniche più rapide ed efficaci per attivare la deviazione delle chiamate in entrata, sia dal cellulare che dal telefono fisso: in questo modo, avrai la possibilità di “dirottare” le chiamate dirette al tuo numero di telefono verso un’altra numerazione a scelta, così da poter risultare raggiungibile anche qualora il tuo smartphone o il cordless di casa, di fatto, smettessero di funzionare. È possibile trasferire le telefonate in entrata verso qualsiasi numerazione fissa o cellulare, a prescindere dal numero “originale” (cioè quello che dovrebbe ricevere le telefonate in condizioni normali).

Dunque, senza esitare oltre e prima che il tuo telefono si spenga definitivamente, prenditi qualche minuto di tempo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, terminata la lettura di questa guida, sarai in grado di attivare il tipo di deviazione a te più congeniale, con la certezza di non perdere nessuna telefonata importante. Detto ciò, non mi resta altro da fare che augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come attivare il trasferimento di chiamata sullo smartphone

Come ti ho già accennato in precedenza, trasferire le chiamate ricevute sul proprio numero di telefono non è affatto difficile! Per quanto riguarda la deviazione delle chiamate relative a un numero di cellulare, puoi seguire almeno due strade diverse: la prima prevede l’utilizzo di specifici codici messi a disposizione dell’operatore, la seconda prevede l’impiego delle funzionalità dello smartphone di cui si è in possesso. Di seguito ti fornirò le indicazioni necessarie per procedere in entrambi i modi.

I costi del servizio, di norma, prevedono che il mittente della telefonata paghi il traffico fino al raggiungimento del telefonino, mentre chi riceve il trasferimento di chiamata paga il traffico dal proprio numero a quello scelto per effettuare il trasferimento. In ogni caso ti coniglio di verificare i costi esatti sul sito del tuo operatore.

Codici operatore

Il metodo più semplice e immediato per attivare il trasferimento di chiamata sullo smartphone è quello di sfruttare i codici messi a disposizione dall’operatore. Usarli è molto semplice: basta aprire il dialer del cellulare (cioè la schermata che permette la composizione manuale del numero), digitare il codice previsto dal tipo di trasferimento che desideri attivare, disattivare o consultare, e attendere il messaggio di risposta che viene visualizzato successivamente sullo display del telefono. Prima di andare oltre, lascia che ti metta al corrente delle tipologie di deviazione di chiamata messe in genere a disposizione dall’operatore, che sono quattro.

  • Trasferimento incondizionato – in questo caso, tutte le telefonate in entrata vengono dirottate sul numero scelto.
  • Trasferimento su mancata risposta – abilitando questo tipo di deviazione, vengono trasferite le chiamate in entrata che non ricevono risposta.
  • Trasferimento su occupato – utilizzando questo tipo di deviazione, vengono dirottate le chiamate ricevute mentre si è impegnati in un’altra conversazione (laddove non fosse attivo l’avviso di chiamata), oppure le chiamate rifiutate manualmente.
  • Trasferimento se non raggiungibile – questo tipo di deviazione coinvolge, invece, le telefonate ricevute mentre il cellulare è spento o non raggiungibile.

Chiarita la differenza tra le varie tipologie di deviazione disponibili, è arrivato il momento di passare nel concreto e di mostrarti i codici necessari per utilizzare ciascuna di esse.

  • Trasferimento incondizionato – per trasferire tutte le chiamate in entrata, è sufficiente digitare il codice **21*+39NumeroDiDestinazione# (ad es. **21*+39012345#) e avviare una telefonata verso quest’ultimo. Allo stesso modo, puoi conoscere lo stato del servizio utilizzando il codice *#21#, oppure disattivare la deviazione digitando, invece, il codice ##21#.
  • Trasferimento su mancata risposta – per attivare la deviazione verso le chiamate a cui riesci a rispondere (o a cui non vuoi rispondere), devi usare il codice **61*+39NumeroDiDestinazione#. Puoi interrogare o disattivare il servizio usando, rispettivamente, i codici *#61# e ##61#.
  • Trasferimento su occupato – puoi abilitare il trasferimento delle chiamate su occupato usando il codice **67*+39NumeroDiDestinazione#. Puoi interrogare o disattivare il servizio utilizzando, rispettivamente, i codici *#67# e ##67#.
  • Trasferimento se non raggiungibile – puoi deviare le chiamate ricevute quando il telefono è spento o non raggiungibile utilizzando il codice **62*+39NumeroDiDestinazione#. Puoi interrogare o disabilitare il trasferimento utilizzando, rispettivamente, i codici *#62# e ##62#.

Infine, per disattivare completamente qualsiasi tipo di trasferimento di chiamata, puoi sfruttare il codice unico ##002#: anche in questo caso, dopo qualche secondo, dovresti ricevere come risposta un messaggio che ti avvisa della totale disattivazione del trasferimento di chiamata.

Impostazioni di Android

Se non riesci a memorizzare i codici operatore menzionati poc’anzi e possiedi un telefono Android, puoi attivare o disattivare il trasferimento di chiamata agendo tramite le impostazioni del sistema operativo.

In che modo? Nulla di più semplice: per prima cosa, avvia l’app Telefono pigiando sull’icona a forma di cornetta collocata nel drawer (o nella schermata principale) del dispositivo, dopodiché premi il pulsante (⋮) collocato in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni dal menu proposto.

A questo punto, se ti trovi su una versione di Android pari o precedente alla 7.0, tocca le voci Chiamate > Deviazione chiamateVoce; se stai usando Android 8.0 o successivi, devi, invece, toccare le voci Account per le chiamate > [nome operatore] > Imp. chiamate GSM > Deviazione chiamate > Voce.

Giunto nell’apposita sezione, fai tap sulla tipologia di trasferimento che intendi impostare (scegliendo, per esempio, tra Devia sempre, Quando occupato, Quando senza risposta o Quando non raggiungibile), indica il numero di telefono verso il quale effettuare la deviazione di chiamata (è sempre meglio anteporre anche il prefisso italiano +39 o 0039) e pigia sul pulsante Attiva per abilitare il trasferimento. Dopo qualche secondo, in corrispondenza della voce da te scelta, dovresti visualizzare la dicitura Deviazione al numero +39NumeroIndicato.

Per disabilitare una deviazione già attiva, sempre dal pannello relativo alla gestione del trasferimento di chiamata, pigia sul tipo di deviazione di tuo interesse e tocca il pulsante Disattiva che viene mostrato a schermo. Tutto qua!

Impostazioni di iPhone

Non utilizzi un telefono Android ma un iPhone? Nessun problema: anche in questo caso puoi effettuare la deviazione delle chiamate attivandole dalle impostazioni di iOS, tramite una procedura estremamente semplice.

Tanto per cominciare, fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ingranaggio) collocata nella schermata home del “melafonino”, scorri la schermata successiva fino a identificare la voce Telefono, fai tap sulla stessa, tocca successivamente la voce Inoltro chiamate e sposta su ON l’omonima levetta, quando essa diventa disponibile.

Per finire, pigia sulla voce Inoltra a e digita il numero di telefono verso il quale deviare le chiamate ricevute sull’iPhone e il gioco è fatto. Se lo desideri, puoi disattivare in qualsiasi momento il trasferimento delle chiamate spostando su OFF la medesima levetta di cui ti ho parlato poco fa.

Nota: la procedura appena illustrata permette di attivare soltanto il trasferimento incondizionato di tutte le chiamate in ingresso. Per attivare, invece, altre tipologie di deviazione (su occupato, su non disponibile, su non risposta e così via), devi necessariamente far riferimento ai codici di cui ti ho parlato nella precedente sezione.

Come attivare il trasferimento di chiamata su telefono fisso

Come attivare il trasferimento di chiamata

Sei intenzionato attivare il trasferimento di chiamata su un telefono fisso? Nessun problema, questo servizio è supportato dalla maggioranza degli operatori nazionali. Prima di procedere, però, ti consiglio di consultare attentamente i termini del contratto telefonico sottoscritto con il gestore, poiché potrebbero essere applicati costi aggiuntivi per l’utilizzo di questo servizio.

Tutto chiaro? OK, cominciamo: in modo molto simile a quanto visto in precedenza per i cellulari, puoi abilitare la deviazione totale delle chiamate entranti componendo il codice *21*NumeroDestinazione#, sostituendo al posto di NumeroDestinazione il recapito verso cui intendi dirottare le telefonate in arrivo (ad es. *21*012345#).

Per conoscere lo stato del servizio di trasferimento di chiamata, puoi, invece, utilizzare il codice #*21# e, per disattivarlo completamente (ritornando, dunque, a ricevere le chiamate sul tuo numero di telefono fisso), è sufficiente usare il codice #21#.

Nota: se disponi di una linea VOIP, cioè qualora il telefono fisso fosse collegato direttamente al modem Fibra, puoi utilizzare anche i codici *22*numero# (per deviare le chiamate soltanto quando il numero chiamato è occupato) e *23*numero# (per trasferire le telefonate soltanto quando il telefono è libero ma non si risponde). Anche in questo caso, puoi interrogare lo stato del servizio usando i codici #*22#/#*23# o disattivarli tramite i codici #22#/#23#.

Se necessiti di ulteriori informazioni riguardo i servizi di deviazione delle telefonate messi a disposizione dai gestori di telefonia fissa, ti invito a consultare le sezioni informative dei relativi portali Web.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.