Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come copiare contatti da iPhone a SIM

di

Hai l’esigenza di copiare i contatti da un iPhone a un vecchio cellulare che supporta solo l’importazione della rubrica dalla scheda SIM e, dunque, vorresti sapere copiare contatti da iPhone a SIM? Si può fare, ma in modo abbastanza macchinoso.

Il problema è che l’iPhone, come avrai sicuramente notato "smanettando" nelle sue impostazioni, non prevede alcuna funzione per esportare i contatti su una SIM (consente solo di importarli da una SIM sulla sua memoria interna): di conseguenza, se vuoi portare i contatti da uno smartphone Apple a una scheda SIM, devi necessariamente usare un dispositivo che faccia da intermediario, che sia cioè in grado di importare i contatti dall’iPhone e poi copiarli sulla SIM.

A tal scopo, io ti consiglio di utilizzare uno smartphone Android: gli smartphone equipaggiati con il sistema operativo di casa Google, infatti, consentono di importare i contatti dagli iPhone tramite file VCF e di trasferirli su una SIM mediante delle app gratuite di facile utilizzo. Se, dunque, sei interessato a questa soluzione – nonostante sia macchinosa e non propriamente rapida – continua a leggere, trovi tutti i dettagli qui di seguito.

Indice

Esportare i contatti da iPhone

My Contacts Backup

Il primo passo che devi compiere è esportare i contatti dall’iPhone in un file vCard (.VFC), così da poterli importare su uno smartphone Android e, dunque, su una SIM. Ci sono varie app adatte allo scopo ma, ahimè, la maggior parte di esse sono un po’ ambigue riguardo la privacy: in sostanza, sono gratis ma richiedono il login con i social network e/o comunicano la lista dei contatti a dei server remoti, il che non è mai una buona cosa.

Alla luce di quanto appena detto, ti consiglio My Contacts Backup che non richiede login o autenticazioni di alcun tipo, né carica i contatti su server remoti. Ciò, ovviamente, significa che non è gratuita al 100%: è possibile usare la sua versione base gratuita se si hanno meno di 500 contatti in rubrica, ma se se ne hanno di più bisogna passare alla versione a pagamento, che costa 2,29 euro.

Detto ciò, per scaricare My Contacts Backup sul tuo iPhone, visita uno dei link che ti ho appena fornito direttamente dal "melafonino" (oppure cerca l’applicazione nell’App Store e seleziona la sua versione free dai risultati ottenuti), premi sul pulsante Ottieni/Installa e conferma la tua identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

A download completato, avvia My Contacts Backup, concedi all’applicazione i permessi relativi ai contatti, premi sull’icona dell’ingranaggio collocata in basso a destra e, se necessario, premi su Type e scegli di esportare i contatti nel formato vCard.

A questo punto, torna nella schermata principale dell’app e premi sul pulsante Backup, per avviare il salvataggio della rubrica. Se compare un avviso relativo al fatto che il backup occuperebbe troppo spazio, accetta di salvarne una versione "ridotta", senza foto profilo.

Al termine della procedura, premi sul bottone E-mail e auto-inviati il file VCF con la rubrica dell’iPhone a un indirizzo email al quale sai di poter accedere dal tuo device Android.

Importare i contatti su Android

Rubrica Android

Una volta ottenuto il file VCF con i contatti da importare sulla SIM, devi prendere uno smartphone Android e inserire in esso la scheda in questione.

Una volta inserita la SIM nel telefono Android, puoi procedere con l’importazione dei contatti provenienti dall’iPhone. L’operazione prevede due passaggi: prima devi importare la rubrica sulla memoria dello smartphone, poi sulla SIM.

Per importare il file VCF con i contatti nella rubrica di Android, devi innanzitutto scaricare quest’ultimo nella cartella dei Download (o in qualsiasi altra posizione) dello smartphone. Avvia, dunque, l’app che usi per gestire la posta elettronica (es. Gmail), apri il messaggio che ti se auto-inviato in precedenza e salva il file VCF con i contatti dell’iPhone, premendo sull’apposito pulsante (potrebbe essere necessario eseguire un tap prolungato sull’icona dell’allegato e poi selezionare la voce relativa al salvataggio in locale del file).

A questo punto, devi rinominare il file in questione in contacts.vcf. A tal scopo, puoi usare qualsiasi file manager per Android, come ad esempio Files di Google: in genere, per completare l’operazione basta eseguire un tap prolungato sul file da rinominare, scegliere l’opzione Rinomina dal menu che si apre (o dal pulsante con i tre puntini) e cambiare il nome del file in contacts.vcf.

Fatto anche questo, devi usare l’applicazione Contatti di Google (o qualsiasi altro gestore di contatti dotato di supporto per i file VCF) per importare nella rubrica di Android i contatti provenienti dall’iPhone. Avvia, dunque, l’app in questione, premi sul pulsante ☰ collocato in alto a sinistra e seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre.

Nella schermata successiva, fai tap su Importa, spunta l’opzione File .vcf e seleziona il file contacts.vcf che hai rinominato in precedenza nella cartella Downloads (o in qualsiasi altra posizione tu abbia scelto), in modo da avviare l’importazione di tutti i contatti in esso contenuti nella rubrica di Android.

Nota: se hai un dispositivo Android privo del Play Store di Google, puoi procurarti le app che ho menzionato in precedenza avvalendoti di uno dei tanti store alternativi, come spiegato nel mio tutorial su come installare app su Huawei.

Esportare i contatti sulla SIM

Copy to SIM card

Ora non ti resta che procedere con l’importazione dei contatti sulla SIM. Per fare questo, ti consiglio di usare l’app gratuita Copy to SIM Card che permette di importare facilmente i contatti dalla memoria dello smartphone alla SIM, sia singolarmente che in massa.

Una volta installata l’app, avviala, concedile il permesso di accedere ai contatti e recati nella scheda CONTATTI TELEFONO, per assicurarti che siano visibili tutti i contatti che vuoi copiare sulla SIM. Qualora così non fosse, premi sul pulsante ⋮ collocato in alto a destra, seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre e scegli quali contatti mostrare nell’applicazione tramite le caselle poste sotto la dicitura ‌Choose contacts to display.

Nella medesima schermata, puoi anche impostare la Lunghezza massima contatti SIM e altre caratteristiche relative ai nominativi da importare sulla scheda. Per salvare il tutto, premi sul pulsante OK.

Adesso puoi passare al trasferimento vero e proprio dei contatti sulla SIM: recati, dunque, nella scheda CONTATTI TELEFONO dell’app, spunta le caselle relative ai contatti da importare sulla scheda (premi su Seleziona tutti, se vuoi selezionarli tutti), fai tap sul pulsante ⋮ collocato in alto a destra e scegli l’opzione Copia selezionati nella SIM dal menu che si apre.

In alternativa, se vuoi importare tutti i contatti sulla SIM, puoi anche scegliere l’opzione Copia tutti i contatti del telefono nella SIM, senza doverli prima selezionare nella scheda CONTATTI TELEFONO. Al termine della procedura, potrai vedere tutti i contatti salvati sulla SIM nella scheda CONTATTI SIM dell’app.

Ricorda che le SIM hanno una memoria limitata e quindi la tua scheda potrebbe non "reggere" l’intera rubrica che vuoi caricare su di essa. Generalmente, in base al tipo di SIM, il limite va da 40 a 250 contatti. Da notare che ci sono anche limiti sul numero di caratteri utilizzabili (8-15).

Missione compiuta! Ora non ti resta che inserire la SIM con i contatti nel telefono su cui intendi utilizzarla e il gioco è fatto. Qualora volessi importare i contatti da una SIM alla memoria interna del cellulare, segui le indicazioni presenti nel mio tutorial su come importare contatti da SIM a telefono.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.