Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare colori con i LED

di

Girovagando nel Web e sui social network, sei incappato in alcune splendide foto e video di ambienti completamente colorati da luci LED. Tra i tanti contenuti di questo tipo, ti sei soffermato sugli scatti di un soggiorno illuminato da più fonti di luce multicolore, quindi su quelli di una cucina bianca brillante e luminosa — quasi come se fosse in mezzo a un paesaggio innevato — e poi sul filmato di un gazebo accompagnato da una luce calda soffusa, rilassante e piacevole.

Scommetto che hai pensato a quanto sarebbe bello poter ottenere la stessa atmosfera in alcune delle stanze di casa tua. Sono d’accordo con te: poter fornire a ogni stanza una temperatura cromatica e un’intensità differente grazie all’illuminazione LED, è un’ottima idea, dopotutto ogni camera ha un suo specifico utilizzo e necessita di un colore e di un’intensità di luce dedicata.

A questo punto, che ne dici se ti aiutassi ad approfondire l’argomento parlandoti della particolarità delle luci LED colorate e delle incredibili atmosfere cromatiche che si possono ottenere con esse? Se riesci a trovare qualche minuto libero del tuo tempo, mettiti comodo e leggi attentamente le prossime righe per capire come creare colori con i LED: spero di poterti dare degli spunti interessanti per personalizzare e abbellire l’atmosfera di casa tua.

Indice

LED colorati e temperatura colore

LED

Quante volte hai sentito parlare di LED colorati e temperatura colore? E soprattutto, quanta confusione ha introdotto questo argomento nella tua familiarità con i LED? Immagino che non hai le idee molto chiare sull’argomento, ma non temere: in questo capitolo di spiegherò in poche semplici parole la differenza tra le due cose e, successivamente, ti guiderò all’applicazione di alcuni scenari in grado di soddisfare le tue esigenze.

I LED colorati sono dei componenti elettronici nei quali vengono introdotti diversi materiali semiconduttori in micro quantità e di diversa natura, i quali hanno la peculiarità di emettere luce colorata quando vengono attraversati dalla corrente elettrica. Per semplificare ulteriormente il concetto, stiamo parlando dei famosi LED RGB (Red, Green, Blue) o RGBW (Red, Green, Blue, White), ovvero i LED in grado di emettere luci di qualsiasi colore.

La temperatura colore, espressa in Kelvin (K), è invece il grado di colorazione emesso da un LED di luce bianca che si può spostare su una scala cromatica che va dal bianco caldo, tendente alle cromìe del rosso e quindi rilassante (1.800K), fino ad arrivare al bianco freddo, tendente al colore bluastro del ghiaccio, ottimo nel caso l’ambiente richieda un’illuminazione brillante ed energetica (12.000K).

temperatura colore

Una grande differenza tra queste due caratteristiche nei LED è il fatto che i LED colorati sono utilizzati generalmente per colorare gli ambienti, stimolare emozioni diverse, quindi come pura luce decorativa o se vogliamo luce secondaria. Mentre i LED bianchi a luce calda, neutrale o fredda sono utilizzati come luce primaria o luce ambientale.

Per farti un esempio calzante: con una lampadina a LED bianca puoi creare un’atmosfera calda e accogliente grazie alla temperatura colore che si muove attraverso la cromìa del rosso (quindi dal bianco-giallo-arancione-rosso), ma non puoi riprodurre nessun altro colore. Diversamente, con una lampadina RGB/RGBW puoi riprodurre tutti i colori della scala cromatica dei colori e nel contempo puoi imitare (ma non eguagliare) la temperatura colore emessa da un LED a luce calda, neutrale o fredda.

Un’ultima caratteristica tecnica che invece puoi ritrovare sia sulle luci LED colorate che sulle luci LED bianche, è l’intensità luminosa o il flusso luminoso espresso in Lumen (lm). Questo è niente meno che il valore luminoso della lampada ed è un elemento che potrai considerare in base all’utilizzo della stanza.

Se ti farebbe piacere approfondire il lato tecnico su come funzionano i LED colorati, ti suggerisco di leggere il mio tutorial su come funzionano i LED, che parla proprio di questo.

Come creare colori con i LED in camera

ambiente colorato

Ora che hai le idee un po’ più chiare sulla differenza tra il colore di una lampada LED e la sua temperatura cromatica, sei pronto per passare all’azione e colorare le stanze di casa tua con l’adeguata illuminazione. Allora coraggio, non perdiamoci in altre parole e vediamo subito come creare colori con i LED in camera.

Devi sapere che puoi trovare tantissimi tipi di LED colorati in commercio (a forma di lampadina tradizionale, concatenati in lunghe strisce flessibili, tubolari che ricordano i neon ecc.). Le forme più particolari possono venirti in contro nelle installazioni più creative, come ad esempio sotto il divano, sopra un mobile, dietro la TV o al centro della stanza.

Se vuoi colorare la stanza con un effetto di luce perimetrale, ti suggerisco invece di prendere in considerazione le strisce LED RGB. Grazie alla versatilità di queste strisce, hai diverse possibilità di applicazione: puoi collocarle nel piano superiore dei mobili che circondano la stanza al fine di nasconderle bene e creare un “bagno” di luce lungo il perimetro. Se le strisce LED sono troppo lunghe, puoi sempre tagliarle con una forbice nel punto in cui si rendono visibili i giunti in stagno: in genere li trovi ogni metro o ogni 50 cm.

Dopo aver applicato la striscia LED nel lato della camera che ti interessa o, se ne hai avuto l’occasione lungo tutto il perimetro, non devi fare altro che collegare l’alimentatore in dotazione alla presa di corrente, poi premendo il pulsante Power (simbolo universale di ON/OFF) sul telecomando, sempre in dotazione, puoi accenderla. I telecomandi dei diversi prodotti LED sono molto simili tra loro, il pulsante Mode innesca i giochi di luce programmati, i pulsanti colorati attivano una luce statica del rispettivo colore, i pulsanti (+) e (-) ti consentono invece di aumentare e diminuire l’intensità della luce.

Qui sotto ti propongo alcuni kit pronti di strisce LED completi di striscia adesiva per una comoda e rapida applicazione, alimentatore adeguato e telecomando IR. Questi kit sono ottimi per rendere una camera colorata in pochi minuti, inoltre sono facilmente reperibili online a un prezzo davvero interessante.

Ksipze Striscia Led 10M Rgb Led Colorati Luci Led Light Strip con 44 T...
Vedi offerta su Amazon
Govee LED Striscia, 5m RGB con 44 Tasti Telecomando IR, 20 Colori 6 Mo...
Vedi offerta su Amazon

Se la luce perimetrale non è quello che cerchi, il miglior suggerimento che posso darti per colorare le camere di casa tua tramite le luci LED, è sicuramente quello di introdurti al mondo di Philips Hue e dei suoi prodotti smart. I numerosi kit di lampadine a LED di Philips sono l’ideale per arredare le camere di casa con diverse fonti di luce intelligenti, interamente controllabili da smartphone mediante connessione Wi-Fi o Bluetooth.

Con un kit di quelli che ti propongo qui sotto, sarai in grado di controllare simultaneamente o indipendentemente tutti i punti luce, deciderne la colorazione, regolare la loro intensità luminosa e la loro temperatura colore.

Philips Lighting Hue White Ambiance Starter Kit con 3 Lampadine, con B...
Vedi offerta su Amazon
Philips Lighting Hue White and Color Starter Kit con 3 Lampadine Attac...
Vedi offerta su Amazon
Philips Hue White and Color Lightstrip, Kit Base Striscia LED Smart da...
Vedi offerta su Amazon

Queste lampadine LED colorate possono essere applicate in qualsiasi supporto E27 con potenza inferiore ai 30W (i consumi sono davvero contenuti). Nei primi due kit sono presenti ben 3 lampadine, uno scenario possibile potrebbe essere il seguente: installi una lampadina LED al posto di quella tradizionale nel lampadario e le altre due potresti installarle in due lampade da terra, collocate magari in due angoli contrapposti della stanza.

In questo modo hai 3 fonti di luce colorate che si intersecano gradualmente tra loro. Ora devi collegare il controller Hue al tuo router con un cavo di rete Ethernet (se non ne possiedi uno, ti lascio qui sotto alcuni articoli comodamente reperibili dal Web a prezzi ottimi) poi collegalo all’alimentazione per avviarlo.

1aTTack.de Cat.7 Cavo di Rete 1,5m - Blu - 1 Pezzo - Ethernet LAN Cat....
Vedi offerta su Amazon
Amazon Basics - Cavo patch Ethernet di Cat6 con connettori RJ45, 1,5 m
Vedi offerta su Amazon

Successivamente, non devi fare altro che installare l’app Philips Hue su un dispositivo mobile connesso alla rete Wi-Fi di casa, per comodità trovi qui di seguito il link diretto per scaricare l’app su dispositivi Android (se non hai i servizi di google puoi provare a cercarla su uno store alternativo) oppure su dispositivi iOS/iPadOS. Dopo aver installato l’app, ti basta avviarla e attendere che venga completata la ricerca dei controller nella rete domestica. Dopo pochi secondi verrà rilevato il tuo controller Hue, quindi noterai che il pulsante verde Cerca… situato nella parte bassa dello schermo, si trasformerà in pulsante Connetti: pigialo per proseguire.

Nella nuova schermata leggerai la richiesta di premere il pulsante rotondo situato sopra il controller Hue, quindi procedi pure e in pochi secondi avrai raggiunto il traguardo. A connessione avvenuta, vedrai all’interno dell’app l’elenco con le 3 nuove luci LED da te installate. Qui potrai rapidamente accenderle o spegnerle facendo tap sul relativo switch di controllo sulla destra (ON/OFF), ma la cosa che ti interesserà maggiormente in questo momento sarà la gestione dei colori e dell’intensità luminosa, quindi tocca il nome di una lampada e verrai introdotto nella schermata di controllo completa della singola luce. Da qui puoi gestire tutte le caratteristiche della fonte di luce e dargli anche un nome personalizzato. buon divertimento!

Un ultimo suggerimento che posso darti è quello di dare uno sguardo ai tantissimi video di YouTube che mostrano diversi setup di illuminazione ambientale, magari potresti cominciare dando un’occhiata ai video su come montare le strisce LED RGB e sicuramente come si taglia una striscia LED.

Come creare colori con i LED dietro la TV

luce colorata dietro tv

Uno dei modi migliori per creare la giusta atmosfera mentre stai guardando un film, una serie TV o una partita di calcio, è sicuramente quella di spegnere la luce principale della camera e focalizzare l’attenzione sullo schermo. Magari con una luce decorativa riflessa sul muro e quindi nascosta dietro alla TV che ti aiuta non solo a prevenire la stanchezza degli occhi, ma anche a godere della bella atmosfera creata. In questo capitolo, dunque, ti spiegherò come creare colori con i LED dietro la TV!

Ci sono diversi modi per creare una luce LED colorata dietro alla TV, e te le elencherò tutte qui sotto: dalla più semplice e quindi più economica, fino ad arrivare alla più complessa, cinematografica e quindi un pochino più dispendiosa da allestire.

Il metodo più semplice è quello di posizionare una o più lampade LED RGB/RGBW da appoggio dietro alla TV rivolte verso il muro, così da ottenere un effetto di colore radiante ma statico, oppure regolabile manualmente.

Philips Hue White and Color Ambiance Iris, Lampada da Tavolo Smart, Ne...
Vedi offerta su Amazon
Philips Hue White and Color Bloom Lampada da Tavolo Smart, con Bluetoo...
Vedi offerta su Amazon
Philips Lighting Hue Play Lampada LED Connessa, Unità Base con Aliment...
Vedi offerta su Amazon

Se vuoi una soluzione più avvolgente, potresti considerare di applicare una striscia LED RGB/RGBW lungo tutto il perimetro posteriore della TV al fine di avere una luce riflessa più ampia. Esistono dei kit appositi che ti consentono di applicare la striscia in tutti e 4 i lati del televisore grazie a degli appositi connettori angolari flessibili.

Se l’idea ti alletta, trovi qui sotto qualche esempio di striscia LED per pannelli TV dai 40 ai 70 pollici. Quando hai ottenuto il tuo kit, ti basta rimuovere la pellicola adesiva posteriore e applicare le strisce lungo il perimetro posteriore della TV, poi non devi fare altro che collegare il cavo di alimentazione alla presa di corrente e metterti comodo sul divano, potrai controllare il nuovo bagno di luce dietro la TV col telecomando in dotazione.

LED TV Retroilluminazione, AUA 3M Striscia LED RGB USB Impermeabile 50...
Vedi offerta su Amazon
Lepro Striscia LED RGB 2m 5050 SMD, USB Alimentata e Telecomando Wirel...
Vedi offerta su Amazon

L’alternativa più rapida, cinematografica e anche più dispendiosa potrebbe essere quella di acquistare un televisore equipaggiato con la tecnologia Ambient Light, quindi con a bordo installato il controller di fabbrica e i corpi LED per le animazioni di luce e colori. Questi televisori non richiedono installazioni aggiuntive e ti consentono di modificare la modalità della retroilluminazione LED comodamente dal telecomando della TV.

Qui sotto ti propongo 3 modelli di televisori Philips Ambilight, progettati con un sistema di retroilluminazione scenografica che richiama i colori e la luminosità dei LED posteriori in base ai colori delle immagini visualizzati sullo schermo. L’area illuminata dai LED del sistema Ambilight crea un effetto di espansione dello schermo proiettando i colori sul muro posteriore alla TV, ti garantisco che sarà un’esperienza davvero coinvolgente.

Riassumendo, per avere questo tipo di soluzione non ti serve un kit e non devi installare nulla poiché è tutto incluso e preinstallato nel televisore. I modelli di Philips Ambilight che ti propongo di seguito sono comodamente reperibili online e vantano delle più moderne tecnologia a bordo, come i pannelli LED/OLED 4K UHD, smart hub per la connettività e l’interattività e l’integrazione nativa con l’assistente vocale Amazon Alexa.

Philips TV Ambilight 43PUS6814/12 43" 4K UHD TV LED Pixel Precise Ultr...
Vedi offerta su Amazon
Philips TV Ambilight 50PUS8505/12 50" 4K UHD TV LED (Processore P5 Per...
Vedi offerta su Amazon
Philips TV Ambilight 55OLED855/12 55" 4K UHD TV OLED Processore P5 AI ...
Vedi offerta su Amazon

Per renderti ulteriormente conto di quanto possa essere semplice applicare la luce colorata dietro la TV, ti suggerisco di guardare alcuni video su come montare LED dietro la TV oppure come mettere luci colorate per TV su YouTube al fine di vedere a livello pratico le esperienze di alcuni youtuber che trattano proprio questo argomento.

Come creare colori con i LED a ritmo di musica

led colorati a ritmo di musica

Se invece il tuo scopo è quello di creare un’illuminazione ambientale che reagisce e si anima a ritmo di musica, beh, allora questo è il capitolo che fa al caso tuo. Infatti ti spiegherò passo-passo come utilizzare lo strumento pensato per raggiungere tale scopo, quindi rimbocchiamoci le maniche e vediamo come creare colori con i LED a ritmo di musica.

Un modo semplice ed efficace per ottenere un’illuminazione colorata e animata a ritmo di musica è quello di mettere il controller LED Colorful X2 tra la tua sorgente audio e una striscia LED RGB (digitale) con chip indirizzabili, esatto non puoi utilizzare una lampadina LED o una striscia LED qualsiasi. Per prima cosa è necessario reperire il tutto, quindi qui sotto ti propongo il kit facilmente reperibile online a costi competitivi composto da 1 striscia LED, 1 alimentatore da 5V, 1 controller LED e 1 cavo jack da 3.5" supplementare.

BTF-LIGHTING Strip Led WS2812b Indirizzabile Individualmente 5m 300Led...
Vedi offerta su Amazon
BTF-LIGHTING Digital indirizzabile Led Strip Music Controller X2 (vers...
Vedi offerta su Amazon
Funzioni di protezione Alimentatore switching Alimentatore switching p...
Vedi offerta su Amazon
Syncwire Cavo Aux 3,5mm in Nylon 1M Cavo Jack per Cuffie, Apple iPhone...
Vedi offerta su Amazon

Dopo aver ottenuto il tuo kit, puoi procedere con l’installazione. Posiziona la striscia LED nel punto in cui vorresti venga diffusa la luce colorata, dietro al divano, sopra i mobili, lungo tutta la parete, le possibilità sono infinite. Per applicarla ti basta rimuovere la pellicola adesiva che si trova nella parte inferiore e premerla delicatamente sulla superficie lungo il quale vuoi farla scorrere.

Ora prendi il capo della striscia LED e taglia il connettore a 3 pin, poi avvita i fili seguenti al morsetto del controller Colorful X2: i cavi V+ (rosso) e V- (bianco) della striscia LED vanno nei morsetti V+ e V- del controller, mentre il cavo D (verde) va stretto nel morsetto D del controller (che indica il cavo per la comunicazione dati). A questo punto ti resta da collegare i due cavi di alimentazione supplementare all’alimentatore, quindi devi stringere i cavi V+ (rosso) e V- (bianco) supplementari ai morsetti V+ e V- dell’alimentatore.

Per concludere, dovrai collegare un cavo elettrico con spina terminale a 10A (ampere) all’alimentatore, quindi stringi i cavi marrone e blu rispettivamente ai morsetti dell’alimentatore L e N, poi stringi il cavo giallo-verde al morsetto della terra sull’alimentatore (icona con 3 righe orizzontali), segui molto accuratamente questi passaggi prima di collegare l’alimentatore alla presa della corrente, se non sei sicuro del collegamento ti suggerisco di farti supportare da un amico o un conoscente che conosca le basi nel settore elettrico.

Ecco fatto, il controller è pronto per pilotare la striscia LED a ritmo di musica, è quindi il momento di riprodurre un brano musicale. In dotazione trovi un cavo jack da 3.5“ che puoi collegare a qualsiasi dispositivo digitale come uno smartphone, un tablet, un computer o uno stereo, dunque, collega un’estremità al tuo player preferito e l’altra estremità al controller Colorful X2, nell’ingresso siglato con la voce IN. Poi collega il secondo cavo jack da 3.5” all’uscita del controller, siglata con la voce OUT mentre l’altra estremità la dovrai collegare al tuo amplificatore o al sistema audio a cui sono collegati i tuoi speaker.

colorful x2

Benissimo, ci siamo quasi, adesso con il telecomando del controller, sempre in dotazione, tocca il tasto con l’icona della nota musicale per modificare la modalità operativa in Musica, vedrai 20XX sul display del controller, dove 20 indica la modalità operativa e XX il numero di gioco di luce selezionato. Ecco fatto! Avvia il tuo brano preferito e goditi i giochi di luce muoversi e intensificarsi a ritmo di musica!

Con il telecomando puoi fare moltissime cose, come ad esempio cambiare il tipo di animazione programmata, ce ne sono ben 27! Poi puoi velocizzare o rallentare le transazioni luminose, aumentare o diminuire il volume, invertire la direzione delle animazioni LED oppure uscire dalla modalità musica e utilizzare la striscia LED come una normale fonte di luce ambientale colorata. In tal caso se appoggi il dito sul cerchio dei colori, potrai scegliere un colore specifico e regolarne l’intensità.

Se non vuoi utilizzare cavi per trasmettere musica e vuoi avere un ambiente in cui qualsiasi suono o musica faccia reagire e animare i LED colorati svincolandoti da connessioni tra dispositivi, allora ti propongo un altro prodotto apposito. Il Music IR Controller è un dispositivo con microfono integrato che cattura i suoni e li converte in impulsi luminosi colorati ad altissima sensibilità, facendoti ottenere un risultato prestante e soddisfacente.

In questo caso ti basterà una o due strisce LED RGB a 4 pin (non digitali e massimo 180W di potenza combinata) e collegare ogni filo al rispettivo morsetto sul controller: Il cavo bianco (o nero) al morsetto (+), il cavo verde al morsetto G, il cavo rosso al morsetto R e il cavo blu al morsetto B.

Come per la soluzione precedente, anche qui dovrai attrezzarti di alimentatore a 12V DC per alimentare il controller, poi non serve altro. Una volta installato l’alimentatore e la striscia LED RGB ai morsetti del controller come indicato in precedenza, sei pronto per partire.

Striscia LED 10M, Strisce LED RGB 5050 Multicolore, Tagliabile e IP65 ...
Vedi offerta su Amazon
Tempo Di Saldi - Alimentatore 5A 12V Striscia Led Trasformatore 5 Ampe...
Vedi offerta su Amazon

Noterai che i giochi di luce si avvieranno anche quando il controller percepirà la tua voce, quindi fai partire un brano musicale a tutto volume per vederne l’effetto.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.