Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come dividere lo schermo iPad

di

Dopo averci pensato a lungo, hai deciso di compare il tuo primo iPad e, a distanza di qualche giorno dal tuo acquisto, sei completamente soddisfatto del dispositivo e della sua facilità d’utilizzo. Solo ora, però, sei venuto a conoscenza di una funzione che consente di usare due applicazioni contemporaneamente, dividendo lo schermo del tablet Apple in due. Essendo interessato all’argomento, hai effettuato alcune ricerche sul Web per avere maggiori informazioni in merito e sei finito dritto su questa mia guida.

Le cose stanno così, vero? Allora lasciati dire che oggi è il tuo giorno fortunato. Con questo tutorial, infatti, ti spiegherò come dividere lo schermo iPad fornendoti tutte le indicazioni necessarie per creare due aree di lavoro separate e usare contemporaneamente le applicazioni compatibili con questa modalità. Prima, però, sarà mio compito fornirti alcune informazioni preliminari che ti consentiranno di saperne di più su questa funzionalità di iPadOS e sulle sue compatibilità con i vari modelli di tablet Apple.

Se, dunque, sei d’accordo e non vedi l’ora di saperne di più, non perdiamo altro tempo prezioso e vediamo come procedere. Mettiti comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Seguendo attentamente le indicazioni che sto per darti e provando a metterle in pratica, sono sicuro che riuscirai a dividere lo schermo del tuo iPad in due e usare più applicazioni contemporaneamente. Buona lettura e, soprattutto, buon lavoro!

Indice

Informazioni preliminari

Foto di iPad con schermo diviso

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e mostrarti la procedura dettagliata per dividere lo schermo iPad, potrebbe esserti utile sapere che questa funzionalità si chiama Split View e consente non solo di affiancare e usare due applicazioni contemporaneamente ma, in alcuni casi, anche di spostare elementi (es. foto, file o semplice testo) da un’app all’altra.

La funzione Split View divide lo schermo dell’iPad verticalmente in due parti, ciascuna delle quali occupa il 50% del display. È anche possibile modificare l’area di lavoro e “offrire” più spazio a una delle due applicazioni aperte, allargando la singola sezione fino al 70% del display. Inoltre, la modalità Split View è compatibile con Slide Over, un’altra interessante funzionalità di iPadOS che consente di aprire un’applicazione sopra un’altra precedentemente aperta.

Devi sapere che la Split View è stata introdotta su iPad a partire da iOS 9. Tuttavia, tale funzionalità non è supportata da tutti i tablet Apple: è possibile dividere lo schermo del proprio iPad con Split View su iPad Pro, iPad 2017 e successivi, iPad Air 2 e successivi e iPad mini 4 e successivi.

Inoltre, non tutte le applicazioni possono essere aperte e usate con lo schermo di iPad diviso in due. Nella maggior parte dei casi, poi, quelle compatibili devono essere posizionate nella barra Dock per poter essere aperte in Split View e Slide Over. Tutto chiaro fin qui? Bene, allora passiamo all’azione.

Come dividere lo schermo iPad in due

Come dividere lo schermo iPad in due

Dividere lo schermo iPad in due è una procedura semplice e veloce che, come accennato nelle righe iniziali di questa guida, consente di affiancare due applicazioni e usarle contemporaneamente. Prima di usare la modalità Split View, però, è necessario verificare che tale funzionalità sia attiva nelle Impostazioni di iPadOS e che almeno una delle due applicazioni da affiancare sia collocata nella barra Dock.

Prendi dunque il tuo iPad, premi sull’icona della rotella d’ingranaggio presente in Home screen, per accedere alle Impostazioni di iPadOS, seleziona l’opzione Schermata Home e Dock e fai tap sulla voce Multitasking. Nella nuova schermata visualizzata, assicurati che le modalità Split View e Slide Over siano attive: in caso contrario, sposta la levetta accanto alla voce Consenti più app da OFF a ON.

A questo punto, sei pronto per dividere lo schermo del tuo iPad. Prima di farlo, però, devi sapere che per attivare la modalità Split View almeno una delle due applicazioni da affiancare deve essere posizionata nella Barra Dock di iPadOS (cioè la barra in basso con le icone delle varie app).

Se così non fosse, apri l’app che vuoi richiamare e questa sarà momentaneamente visibile nella barra Dock; se, invece, vuoi farla restare sulla barra Dock in maniera permanente, fai un tap prolungato sulla sua icona e seleziona l’opzione Modifica schermata home dal menu che si apre. A questo punto, non devi far altro che trascinare l’applicazione di tuo interesse nella barra Dock e premere sul pulsante Fine, in alto a destra, per salvare le modifiche.

Adesso, apri la prima delle due applicazioni che intendi usare in Split View facendo tap sulla sua icona. Richiama, poi, la barra Dock facendo uno swipe dal basso verso l’alto sullo schermo del tuo iPad, tieni il dito premuto sull’icona della seconda applicazione da aprire e trascinala verso il bordo destro o sinistro dello schermo (a seconda di come preferisci affiancare le due app), in modo che vada a occupare uno dei lati dell’area di lavoro.

Attivare la modalità Split View

Non appena visualizzi il display diviso in due, rilascia la presa per attivare la modalità Split View e creare due aree di lavoro separate, ciascuna delle quali occuperà il 50% del display. Per modificare lo spazio occupato da ciascuna applicazione aperta, trascina la linea di divisione delle app collocata al centro dello schermo verso sinistra (per impostare una divisione 30-70) o verso destra (per avere un’area di lavoro 70-30).

Devi sapere, inoltre, che iPadOS consente di dividere lo schermo e avere due aree di lavoro separate ma relative alla stessa applicazione. Tale opzione, però, è disponibile esclusivamente con alcune applicazioni (tra cui quelle predefinite del sistema Apple, come Safari, Note, Mail, File e Messaggi).

Per aprire la stessa applicazione in Split View e avere due aree di lavoro, puoi sia seguire le indicazioni che ti fornito nelle righe precedenti per dividere lo schermo di iPad con due diverse applicazioni che procedere dall’app stessa. Per capire meglio, facciamo un esempio pratico vedendo nel dettaglio come dividere schermo iPad con Safari.

Per prima cosa, avvia il browser in questione facendo tap sulla sua icona (la bussola celeste) e premi sul pulsante +, per aprire un secondo pannello. Fatto ciò, tieni il dito premuto sul pannello in questione, trascinalo verso il bordo destro o sinistro dello schermo e, automaticamente, si creeranno due aree di lavoro entrambe relative a Safari.

Se, invece, ti sei collegato a un sito Web e hai individuato un link di una pagina che vorresti aprire in Split View, fai un tap prolungato sul link in questione e trascinalo verso il bordo destro o sinistro dello schermo. Allo stesso modo, puoi procedere anche con un qualsiasi altro elemento delle pagina Web (es. un’immagine o un video).

Safari in modalità Split View

In qualsiasi momento, puoi cambiare una o entrambe le applicazioni in uso mantenendo attiva la modalità Split View. Tutto quello che devi fare è richiamare la barra Dock e trascinare l’icona della nuova app da utilizzare nella parte di schermo di tuo interesse. Se, invece, vuoi passare alla modalità Split View alla visualizzazione in Slide Over, individua la lineetta collocata nella parte alta di ciascuna delle applicazioni aperte e, tramite quest’ultima, trascina l’applicazione di tuo interesse sopra l’altra.

È possibile anche aggiungere un’app in Slide Over a quelle in Split View, avendo quindi un numero di tre app su schermo contemporaneamente (che, teoricamente, possono diventare anche quattro, se si attiva la visualizzazione contemporanea di un video in Picture-in-Picture). Per aggiungere un’app in Slide Over, basta selezionare la sua icona dalla barra Dock e spostarla al centro dello schermo, per poi rilasciare la presa.

Se ti stai domandando come si disattiva la visualizzazione in Split View, devi sapere che sono disponibili due diverse procedure. Se la tua intenzione è continuare a lavorare su una singola applicazione di quelle che hai aperto precedentemente in Split View, trascina la linea di divisione delle app verso il bordo di destra o di sinistra (a seconda dell’applicazione che intendi lasciare aperta).

La procedura per disattivare Split View chiudendo entrambe le app in uso, invece, è analoga a quella per chiudere una singola applicazione. Scorri, quindi, il dito dalla parte bassa verso la parte centrale dello schermo e tieni premuto finché non visualizzi tutte le applicazioni in esecuzione. A questo punto, individua la miniatura relativa alle due applicazioni aperte in Split View, fai uno swipe dal basso verso l’alto su di essa e il gioco è fatto.

Come dividere schermo iPad in orizzontale

Dividere schermo iPad in orizzontale

Se ti stai chiedendo se è possibile dividere schermo iPad in orizzontale riferendoti alla possibilità di usare Split View con due applicazioni affiancate orizzontalmente (cioè una nella parte bassa dello schermo e una nella parte alta), mi dispiace dirti che la risposta è negativa.

Infatti, almeno nel momento in cui scrivo questa guida, iPadOS consente di affiancare due applicazioni con Split View e di impostare la grandezza dell’area di lavoro (50-50, 30-70 o 70-30) ma non permette di scegliere un posizionamento diverso rispetto a quello verticale.

Se, invece, ti riferisci alla possibilità di usare Split View con il tuo iPad posto orizzontalmente e verticalmente, in tal caso sarai contento di sapere che non c’è alcuna differenza e che puoi dividere lo schermo del tuo tablet a prescindere da come lo hai posizionato sulla scrivania o da come lo stai tenendo in mano. Tieni presente, però, che con iPad posto con il lato corto in orizzontale, la divisione dello schermo non può essere impostata a 50-50 ma esclusivamente a 30-70 e 70-30.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.