Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come dividere lo schermo in due parti

di

Hai davvero un gran bel monitor! Grande, per non dire enorme. Perché non sfruttarlo fino al suo ultimo pixel? Utilizzando al meglio le funzioni integrate su Windows e macOS, infatti, è possibile affiancare più finestre e lavorare simultaneamente con più programmi, aumentando così la propria produttività. Come dici? Ci avevi già pensato ma non hai la più pallida idea di come dividere lo schermo in due parti? E allora lascia che ti dia una mano a capire come procedere!

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso spiegarti come procedere non solo sul PC, ma anche sui dispositivi mobili in tuo possesso (ove possibile). Ti garantisco che dividere (virtualmente) lo schermo del computer o degli altri device a tua disposizione sarà davvero un gioco da ragazzi: dovrai solo sfruttare al meglio le funzioni offerte dal sistema operativo in uso.

Allora, si può sapere cosa ci fai ancora lì impalato? Mettiti subito all’opera: concentrati sulla lettura dei prossimi paragrafi, attua le “dritte” che ti darò e vedrai che dividere in più parti lo schermo dei tuoi dispositivi sarà facile come bere un bicchiere d’acqua. Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Come dividere lo schermo in due parti su Windows

Foto di un computer portatile con Windows 10

Disponi di un PC aggiornato a Windows 10? Allora sarai ben felice di sapere che puoi dividere lo schermo in due parti utilizzando una funzione che è stata introdotta da Microsoft sulla versione più recente del suo celebre sistema operativo.

Se vuoi accertarti che la funzione in questione sia effettivamente attiva sul tuo PC, recati nelle Impostazioni di Windows 10 (facendo clic sull’icona dell’ingranaggio presente nel menu Start), pigia sul pulsante Sistema, poi sulla voce Multitasking (dalla sidebar sulla sinistra) e assicurati che accanto alle voci Disponi automaticamente le finestre trascinandole sui lati o negli angoli dello schermo, Quando ancoro una finestra, adattala automaticamente in base allo spazio disponibile, Quando ancoro una finestra mostra cosa posso affiancare e Quando ridimensiono una finestra ancorata, ridimensiona contemporaneamente qualsiasi finestra ancorata adiacente sia presente la dicitura Attivato. In caso contrario, provvedi ad attivare le impostazioni in questione manualmente spostando su ON i relativi interruttori.

Ora puoi finalmente dividere in due lo schermo: clicca nella parte superiore della finestra del programma che vuoi inserire in una delle due metà; tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, sposta la finestra verso il lato destro o verso il lato sinistro dello schermo e poi rilasciala. Nella parte “vuota” del display, visualizzerai le finestre eventualmente aperte: clicca su quella che vuoi affiancare a quella che hai già posto su una delle due metà dello schermo e il gioco è fatto.

Se vuoi, puoi anche modificare le proporzioni delle finestre tramite il divisore che compare fra una finestra e l’altra al passaggio del mouse. Come puoi notare, modificando la dimensione di una finestra, verrà modificata automaticamente anche quella dell’altra, adattandola in base allo spazio disponibile.

Se sul tuo PC è installata una versione di Windows meno recente, purtroppo non puoi usufruire della funzionalità relativa all’adattamento automatico delle dimensioni delle finestre affiancate. Comunque sia puoi affiancare due finestre esattamente come ti ho mostrato nel paragrafo precedente (ovvero prendendo una finestra, posizionandola a uno dei lati dello schermo e poi ripetendo la medesima operazione per la finestra di un altro programma).

L’unico “inconveniente” riguarda il fatto che dovrai poi provvedere a modificare manualmente le dimensioni delle rispettive finestre (se necessario) perché, come ti ho già detto, ciò non avviene in modo automatico nelle versioni di Windows più obsolete.

Come dividere lo schermo in due parti su macOS

Usi un Mac aggiornato a El Capitan o a una versione successiva di macOS? In tal caso puoi dividere in due lo schermo affiancando due applicazioni diverse tramite la funzionalità Split View.

Per richiamare la funzione in questione, individua innanzitutto una delle due finestre che vuoi inserire in una delle due metà dello schermo, pigia sul tondino verde situato nell’angolo in alto a sinistra della stessa e mantieni premuto il pulsante in questione: la finestra verrà ridotta e potrai trascinarla nella parte sinistra o destra dello schermo (in base a come più preferisci).

Fai  quindi clic su una delle finestre che visualizzi nella parte “non occupata” dello schermo, così da aprirla in modalità Split View. Se non vi sono altre finestre aperte visualizzerai nella parte di schermo “vuota” il messaggio Nessuna finestra disponibile.

Se hai aperto a tutto schermo una delle due finestre che vuoi visualizzare in modalità Split View, puoi affiancarle tramite la modalità Mission Control, la quale permette di avere una panoramica generale di tutte le finestre aperte in un dato momento, permettendo di affiancare quelle aperte a tutto schermo.

Per richiamare il Mission Control, scorri verso l’alto con 3 dita sul trackpad oppure premi il tasto F3 sulla tastiera. Dopo aver aperto Mission Control, trascina una finestra sulla miniatura dell’applicazione aperta a tutto schermo (in alto) scegliendo il lato in cui posizionarla (nel quale è presente il simbolo +) e il gioco è fatto.

Dopo aver affiancato le due finestre, potrai poi ridimensionarle allargandole e/o restringendole tramite la linea nera che divide in due lo schermo. Ti rammento che alcune applicazioni potrebbero non supportare lo Split View.

Come dividere lo schermo in due parti su Android

Vorresti dividere lo schermo sul tuo dispositivo Android? Se il tuo smartphone o il tuo tablet è aggiornato ad Android 7.0 Nougat, o a una versione successiva, sarai felice di apprendere che puoi fare ciò sfruttando la funzione Split Screen che è stata implementata da Google nelle versioni più recenti del suo sistema operativo mobile.

Per dividere in due lo schermo su un device Android, pigia sul pulsante del multi-tasking (l’icona del quadratino, che di solito si trova in basso a destra o in basso a sinistra, a seconda della configurazione del dispositivo), individua una delle applicazioni che vuoi aprire in modalità Split Screen e pigia sull’icona dei due rettangoli posta sulla scheda dell’app scelta.

A questo punto, l’app in questione verrà aperta e occuperà una porzione dello schermo. Nella parte “libera”, invece, visualizzerai ancora il multi-tasking di Android, dal quale potrai scegliere la seconda app da affiancare alla prima: pigia su di essa, così da aprirla, e il gioco è fatto. Volendo, potrai poi “ripartire” lo schermo tramite il divisore posto al centro.

Su alcuni device Android aggiornati ad Android 6.0 Marshmallow o a versioni ancora più obsolete del sistema operativo mobile di “Big G”, sono state integrate dai vari OEM (es. Samsung) delle funzioni ad hoc che permettono di dividere lo schermo in due. Per verificare che sul tuo dispositivo sia supportata una funzione del genere, contatta il produttore del tuo smartphone o del tuo tablet per chiedere delucidazioni a tal proposito oppure esegui una breve ricerca su Google utilizzando query del tipo “[nome del dispositivo] funzione split screen“.

Come dividere lo schermo in due parti su iOS

Foto della parte posteriore di un iPad

Anche su iOS è possibile dividere in due lo schermo sfruttando la funzione Split View (di cui ti ho parlato nel capitolo dedicato a macOS), la quale è disponibile per gli iPad aggiornati ad iOS 9 e versioni successive (la funzione non è presente su iPhone). La funzione Split View, non va confusa con Slide Over: mentre la prima permette dividere in due lo schermo dell’iPad, la seconda permette di visualizzare una sorta di finestra ridotta di un’altra app aperta, la quale “copre” l’applicazione aperta a tutto schermo. Ti rammento, inoltre, che Split View è una feature disponibile soltanto sugli iPad più “potenti” dal punto di vista hardware (a partire dall’iPad Air 2 in poi).

Fatte queste doverose precisazioni, permettimi di mostrarti come adoperare al meglio la funzione Split View: apri innanzitutto una delle due applicazioni a cui vuoi far occupare una parte dello schermo, effettua uno swipe dal basso verso l’alto per richiamare il Dock, pigia sull’icona dell’app che vuoi affiancare a quella che hai aperto poc’anzi, trascinala nella parte destra o sinistra della schermata (fino a visualizzare una porzione dello sfondo impostato sul tuo iPad) e rilasciala.

Come puoi notare, l’app aperta occuperà la porzione di schermo desiderata: per regolarne le dimensioni, pigia sul divisore e sposta la linea nera verso sinistra o verso destra, in base alla modalità di visualizzazione che più preferisci. Per uscire dalla modalità Split View, tieni premuto sul trattino situato in alto a una delle due app aperte ed effettua uno swipe verso il basso, in modo tale da accedere alla modalità Slide Over. Ti rammento che alcune app potrebbero non supportare la funzione Split View.

La funzione Split View è disponibile anche su Safari, il che può risultare utile per affiancare due pagine Web all’interno del browser “made in Cupertino” quando l’iPad è in landscape, ovvero in orizzontale (se l’iPad è in verticale non è possibile usufruire di questa funzionalità). Per richiamare la funzione in questione, apri due pagine Web su Safari (basta premere sul pulsante + e digitare l’indirizzo del sito nella barra degli indirizzi di Safari), effettua un tap prolungato su una delle due schede aperte e poi trascinala a destra o a sinistra (in base a come più preferisci) e rilasciala: le due pagine Web verranno affiancate.