Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare foto artistiche con il cellulare

di

Avere uno smartphone dotato di un buon comparto fotografico non basta per realizzare degli scatti mozzafiato, che siano in grado di catturare l’attenzione di altre persone, specialmente sui social network, dove la concorrenza è ormai “spietata”. Per cogliere nel segno, infatti, bisogna armarsi di una buona dose di inventiva, fantasia e creatività.

Come dici? Temi di non avere queste capacità, o meglio, di non saperle mettere in pratica? Beh, puoi sempre provare a svilupparle nel corso del tempo, scatto dopo scatto. In che modo? Ad esempio, seguendo i consigli su come fare foto artistiche con il cellulare che sto per darti. Ti assicuro che a volte basta davvero poco per trasformare uno scatto banale in una foto interessante: provaci e te ne renderai conto!

Dato che ti vedo alquanto preso dall’argomento, sai che ti dico? Mettiamo immediatamente da parte le chiacchiere e passiamo all’azione! Coraggio: prenditi il tempo che ti occorre per leggere questo tutorial e cerca di applicare sul campo le idee e gli spunti che ti darò. Sono certo che, se lo farai, prova dopo prova, svilupperai un tuo personalissimo stile e le tue foto non passeranno più inosservate. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Trarre l’ispirazione giusta

Trarre l'ispirazione giusta

Trarre l’ispirazione giusta può aiutarti a trovare le idee necessarie per la realizzazione di foto artistiche con lo smartphone. Se hai un “blocco creativo” o se sei solito avere poca fantasia, fare ciò t aiuterà sicuramente a “sbloccarti”.

Dove puoi trovare ispirazione per i tuoi prossimi scatti? Sui social network ovviamente, specialmente quelli che hanno nelle foto una parte preponderante dei contenuti condivisi dagli utenti, come Instagram e Pinterest. Magari potresti fare una ricerca per hashtag, utilizzandone alcuni specifici, come #artisticphotography, #fotoartistiche e #artisticstyle.

Dopodiché prendi visione delle foto postate dagli utenti, cercando di trovare quelle che si avvicinano di più al tuo stile fotografico (o allo stile che ti piacerebbe adottare). Osserva attentamente gli scatti in questione e cerca di capire quali particolari ti colpiscono di più. Nota anche la composizione delle foto, cercando di capire se fattori come la prospettiva e la posizione del soggetto offrono un quid in più agli scatti presi in esame.

Una volta che avrai “studiato” le foto trovate sui social network, prova a “riportare” lo stile e le caratteristiche degli scatti che hanno catturato la tua attenzione sulle foto che intendi realizzare. Ovviamente, questo non significa copiare le foto di altri fotografi, ma semplicemente trarre ispirazione dalle stesse per rielaborarne personalmente lo stile.

Non usare impostazioni automatiche

ProCam

Le impostazioni automatiche sono la “morte” delle fotografie artistiche e degli scatti d’autore, il perché è molto semplice: non permettono di controllare alcun parametro di scatto, lasciando alla fotocamera tutto il lavoro.

Tanto per cominciare, dunque, prova a non usare impostazioni automatiche. Per evitare le impostazioni di scatto automatiche, però, dovrai quasi sicuramente ricorrere ad app Fotocamera di terze parti, come **Camera FV-5 Lite per **Android (gratis) e Halide per iPhone (9,99 euro). L’app Fotocamera presente “di serie” su Android e iOS/iPadOS, infatti, non offre la possibilità di controllare manualmente i parametri di scatto.

Nell’agire manualmente sui parametri in questione, tieni conto di alcuni aspetti meramente tecnici che ti permetteranno di evitare errori comuni ai fotografi abituati a scattare in modalità automatica.

  • Sensibilità ISO — non aumentare troppo questo valore: il sensore farebbe uno sforzo eccessivo per rendere lo scatto più luminoso e questo genererebbe un disturbo, chiamato in gergo “rumore”, che rovinerebbe lo scatto (nel peggiore dei casi anche in modo irrimediabile). Pertanto, evita di aumentare troppo gli ISO.
  • Velocità dell’otturatore — se aumenti questo valore, le foto che realizzerai non saranno di certo mosse (visto che il tempo di scatto sarà alquanto breve), ma occhio a non aumentare troppo la velocità dell’otturatore se ti trovi in condizioni di luce non ottimali, perché potresti realizzare foto sottoesposte. Fai attenzione anche a non diminuire troppo la velocità dell’otturatore, in quanto potresti realizzare scatti sovraesposti e/o mossi (specialmente se lo smartphone non è alloggiato su un supporto).
  • Apertura massima del diaframma — le applicazioni presenti sugli store generalmente non offrono la possibilità di agire sul diaframma. In ogni caso, se dovessi trovarne una in grado di fare ciò, sappi che questo valore si riferisce al quantitativo di luce in grado di passa nell’obiettivo e viene misurato nel menu _f_-stop (es. f/1.8 o f/4.5, e così via). Più questo valore è basso, più ampia è l’apertura del diaframma e, di conseguenza, più luce entrerà nell’obiettivo conferendo maggiore luminosità alle foto. Impostando un valore basso, la profondità di campo (cioè la distanza davanti e dietro il soggetto messo a fuoco) sarà minore e maggiore sarà la porzione di foto che sarà sfocata.

Pensare prima di scattare

Fotografare con il cellulare

Un ottimo accorgimento per riuscire a fare foto artistiche con il cellulare è pensare prima di scattare. Se una foto è “ragionata”, risulterà particolare, interessante e molto più bella da vedere. Soprattutto, eviterai di commettere alcuni errori banali che potrebbero rovinare in modo irrimediabile lo scatto o che, comunque, rischierebbero di non renderlo così interessante come potrebbe essere.

Per andare più sul pratico, cosa dovresti fare in questa fase preliminare? Guardati intorno e cerca di trovare un soggetto interessante: una persona, un animale, una pianta, etc. Dopodiché cerca di capire come puoi valorizzarlo al meglio.

Per esempio, nota se puoi posizionare il soggetto davanti a uno sfondo particolare e, nel caso si tratti di un soggetto statico che non puoi spostare a tuo piacimento, prova a cambiare il cosiddetto PDR o Punto Di Ripresa: avvicinati al soggetto o, al contrario, allontanati da esso; prova a inquadrarlo dall’alto, dal basso o di lato.

Insomma, cerca di carpire quali sono i dettagli in grado di dare un quid in più alle tue foto. Forse starai pensando che si fare questo lavoro preliminare sia solo una perdita di tempo: in realtà non è così! È vero, forse avrai meno tempo per scattare tante foto, ma è molto meglio riuscire a portare a casa poche foto interessanti (o anche una sola) che realizzare tanti scatti banali. Dico bene?

Sperimentare

Gioco di luce

Dopo aver pensato a come scattare la foto, devi sperimentare, sperimentare e, ancora, sperimentare! Solo così potrai effettivamente capire come impostare lo scatto e realizzare foto divertenti, belle da vedere, particolari e coinvolgenti.

Qualche idea su alcuni sperimenti che puoi fare? Se ti trovi all’aperto e vuoi fare una foto a una persona, prova a vedere se è possibile creare una sorta di cornice naturale con le chiome di alberi presenti nelle vicinanze e/o con dei fiori. Facendo posizionare il soggetto nel punto giusto e bilanciando bene la prospettiva, potresti riuscire a tirare fuori foto decisamente particolari.

Rimanendo in tema di prospettiva, potresti sfruttare quest’ultima a tuo vantaggio per realizzare “equivoci fotografici” realmente interessanti. Ad esempio, se devi scattare una foto a più soggetti, potresti creare dei giochi di prospettiva e dare l’illusione che alcune persone siano sul palmo della mano del tuo soggetto principale, che siano poggiate a un monumento, che siano all’interno di un bicchiere o con la testa infilata sul collo di una bottiglia. Insomma… prova a dare sfogo alla tua creatività, senza porvi alcun limite.

Un’altra cosa che potrebbe dare un tocco decisamente interessante alle tue foto è creare l’effetto silhouette, che è molto apprezzato sui social network. Come puoi riuscirci? Nulla di complicato: posiziona il tuo soggetto davanti a una fonte di luce (il sole, una lampada, etc.), fagli assumere la posizione desiderata, in base al messaggio che vuoi far passare, e scatta la foto.

A volte, per realizzare una foto artistica, può bastare giocare con la luce, naturale o artificiale che sia. Nel caso della luce naturale, ti consiglio di scattare all’alba o al tramonto, così da creare ombre molto morbide e piacevoli al soggetto di tuo interesse: se questo viene colpito dalla luce diretta del sole, lo scatto assumerà un tono caldo, rilassante e piacevole.

Se vuoi usare la luce artificiale, invece, varia la posizione e l’intensità delle lampadine utilizzate. Se si tratta di lampade RGB, inoltre, prova a creare dei contrasti cromatici interessanti: ad esempio giallo e viola, blu e rosso, arancione e verde, e così via.

App per fare foto artistiche

Prisma

Concludo questo tutorial elencandoti alcune app per fare foto artistiche. Considera queste soluzioni come un “ausilio” per post-produrre i tuoi scatti, ma non dimenticarti che la differenza la farai se applicherai i consigli riportati nelle righe precedenti. Intesi?

  • Prisma (Android/iOS/iPadOS) — è una delle migliori app appartenenti alla categoria in oggetto. Prisma, infatti, integra un ampio set di filtri artistici, che trasformano i propri scatti (anche quelli oggettivamente più brutti) in vere e proprie opere d’arte. Integra anche una sorta di piattaforma social interna mediante la quale è possibile condividere i propri scatti. Di base è gratuita, ma offre un piano d’abbonamento che parte da 7,99 euro/mese e offre l’accesso a tutti i filtri e che consente di scaricare le immagini in alta definizione.
  • PicsArt (Android/iOS/iPadOS) — è un’altra app che consente di applicare filtri fotografici alle proprie foto: i filtri sono applicabili sia alle foto già presenti in Galleria che in tempo reale agli scatti che si desidera realizzare. Funziona gratuitamente previa registrazione, ma alcune funzioni e filtri possono essere sbloccate effettuando acquisti in-app a partire da 2,29 euro.
  • Photo Lab (Android/iOS/iPadOS) — altra app appartenente alla categoria in oggetto, che vanta un set di effetti e filtri davvero ampio, in grado di trasformare le proprie foto e renderle perfette per la condivisione sui social. Anch’essa di base è gratis, ma l’accesso a tutti i filtri ed effetti richiede la sottoscrizione di un abbonamento da 7,49 euro/mese.

Per maggiori informazioni circa l’utilizzo di queste e altre app per effetti fotografici, ti rimando alla lettura dell’approfondimento che ho dedicato a queste ultime.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.