Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare foto in movimento

di

Da buon appassionato di fotografia quale sei, vorresti realizzare degli scatti “artistici”, magari delle foto che catturino il movimento e la dinamicità di altri soggetti. Ho indovinato? Allora lascia che ti dia qualche “dritta” su come fare foto in movimento. Che si tratti di scattare delle foto nitide mentre sei tu a muoverti oppure di realizzare degli scatti artistici con acqua, luci o altri elementi in movimento, ti assicuro che potrai raggiungere il tuo scopo senza problemi, purché tu segua le “dritte” che ti darò tra poco.

Per completezza d’informazione, poi, dopo averti spiegato come usare una Reflex per realizzare degli scatti artistici sfruttando il movimento dei soggetti da immortalare, ti fornirò anche delle indicazioni che ti saranno utili nel caso in cui tu voglia realizzare foto in movimento con l’iPhone (le cosiddette Live Photos) o su Instagram, in quest’ultimo caso utilizzando l’effetto Boomerang.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Bene: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di mettere in pratica i consigli che ti darò. Sono sicuro che, facendolo, realizzerai delle foto di buonissimo livello. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come fare foto in movimento con Reflex

Desideri sapere come fare foto in movimento utilizzando una Reflex, in modo da realizzare scatti nitidi mentre ti sposti oppure perché desideri realizzare foto con effetti artistici utilizzando l’acqua, le luci o lo sfondo di un soggetto in movimento? Non c’è problema: se vuoi, posso spiegarti io come riuscire a fare tutto ciò. Accendi la tua macchina fotografica e poi segui le indicazioni che trovi di seguito.

Nota: nei prossimi paragrafi farò riferimento alle impostazioni e ai pulsanti della Reflex in mio possesso, una Canon EOS 1300D. In linea di massima, però, le indicazioni che ti fornirò dovrebbero essere valide per tutte le fotocamere Reflex, anche se chiaramente possono cambiare i nomi dei pulsanti e delle opzioni da selezionare.

Fare foto nitide in movimento

Foto che mostra un reflex

Se è tua intenzione fare foto nitide in movimento, sappi che puoi riuscirci in due modi: utilizzando tempi di scatto molto corti oppure adoperando obiettivi stabilizzati, i quali sono perfetti per ridurre al minimo le possibilità di incappare nell’effetto micro-mosso generato dal naturale tremolio della mano.

Per scattare foto nitide utilizzando tempi di scatto molto corti, devi tenere conto di diversi fattori, in primis il soggetto da fotografare: si tratta di una macchina che sfreccia alla massima velocità? Oppure di un bambino che tira quattro calci al pallone? I tempi di scatto saranno differenti: nel primo caso sarebbe consigliabile utilizzare un tempo molto più corto (es. 1/1000), mentre nel secondo potrebbe essere sufficiente utilizzare un tempo di scatto un po’ più lungo (es. 1/320).

Un altro fattore di cui tener conto nella scelta del tempo di scatto è la condizione di luce dell’ambiente in cui ci si trova. Mettiamo il caso che ti sia in un ambiente interno: utilizzare un tempo di scatto molto corto (es. 1/1000) significherebbe ottenere quasi certamente una foto sottoesposta. Al contrario, se ti trovi all’aperto, dove la luce solare può essere molto intensa (soprattutto in alcuni momenti della giornata), utilizzare un tempo di scatto molto corto (es. 1/100) potrebbe far ottenere scatti sovraesposti.

In questi casi, per trovare la “quadra”, potresti regolare altri parametri come la sensibilità ISO (aumentandola se ti trovi in ambienti più bui e diminuendola in ambienti più luminosi) e regolando l’apertura del diaframma (aprendola il più possibile se ti trovi in ambienti poco luminosi o abbassandola se ti trovi in ambienti con una luce molto intensa).

Come puoi regolare i valori in questione? Dopo aver acceso la macchina fotografica e aver impostato la modalità di scatto manuale, pigia sul pulsante Av/+– (se necessario) e regola il tempo di scatto ruotando la ghiera principale (la “rotellina” dentata situata vicino al pulsante di scatto). Fai la stessa cosa anche per quanto riguarda la modifica dell’apertura del diaframma (contrassegnata dalla sigla f/). Per modificare l’ISO, invece, pigia sull’omonimo pulsante posto sul corpo macchina, così da regolare il valore: non aumentarlo troppo, altrimenti la foto sarà “rumorosa”.

Se decidi di utilizzare degli obiettivi stabilizzati, sarai ancora più agevolato nel realizzare foto nitide anche se sei in movimento, soprattutto se vuoi evitare il micro-mosso generato dal naturale tremolio delle mani. Di solito, gli obiettivi stabilizzati sono facilmente riconoscibili dalla sigla IS (Image Stabilization) e, per ovvi motivi, costano un po’ di più rispetto a quelli che sono sprovvisti dello stabilizzatore d’immagine. Se vuoi qualche “dritta” su quale obiettivo comprare, non esitare a leggere la guida all’acquisto che ti ho appena linkato.

Fare foto all’acqua in movimento

Desideri fotografare l’acqua in movimento perché hai intenzione di realizzare il suggestivo effetto seta che tutti i fotografi in erba prima o poi vogliono imparare a riprodurre? Per riuscirci, non devi far altro che chiudere al massimo il diaframma per evitare di fare entrare troppa luce sul sensore (cosa che causerebbe uno scatto sovraesposto) e impostare un tempo di scatto ragionevolmente lungo (es. 1″, 5″, 30″, etc.).

Dal momento che aumentare il tempo di scatto significa far entrare un quantitativo di luce notevole sul sensore, risulta praticamente impossibile non ricorrere all’uso di un filtro N/D. Grazie a questo accessorio, che va applicato sull’obiettivo, è possibile ridurre di diversi stop la luce, permettendo di impostare i tempi di scatto necessari per ottenere l’effetto seta, senza andare incontro a problemi di sovraesposizione.

NiSi Filtro ND1000 (10 Stop) PRO Nano HUC IR (77mm)
Vedi offerta su Amazon
Gobe - Filtro ND8 77mm MRC a 16 Strati ND
Vedi offerta su Amazon

Chiaramente, utilizzando tempi di scatto molto lunghi, è d’obbligo utilizzare anche un cavalletto sul quale poggiare la macchina fotografica (altrimenti la foto viene mossa).

Fare foto con luci in movimento

Qualora tu voglia fotografare le luci in movimento devi adottare più o meno gli stessi accorgimenti che ti ho indicato nel capitolo precedente relativo all’acqua in movimento. Anche in questo caso, infatti, devi impostare un’apertura del diaframma piuttosto bassa (es. f/11, f/16, etc.) e utilizzare un tempo di scatto ragionevolmente lungo (es. 2″, 10″, 30″, etc.).

Ti rammento che, impostando un tempo di scatto molto lungo, è d’obbligo utilizzare un cavalletto sul quale poggiare la macchina fotografica, così da non generare foto che presentino del mosso o del micro-mosso.

Fare foto con sfondo in movimento

Vuoi realizzare scatti con sfondo in movimento, utilizzando la cosiddetta tecnica del panning? Questa è un’ottima idea, soprattutto se vuoi conferire una certa dinamicità al soggetto principale della foto. Per riuscirci, devi innanzitutto impostare un tempo di scatto relativamente corto (es. 1/60, 1/30, etc.) e poi assicurarti di aver attivato l’autofocus automatico.

Oltre a ciò, assicurati anche che la modalità di seleziona aerea dell’autofocus sia a punto singolo e dinamica. Per quanto riguarda la macchina fotografica in mio possesso, bisogna pigiare sul pulsante AF e poi selezionare la voce AI Servo. Per quanto riguarda la Reflex in tuo possesso, fa’ riferimento al manuale d’uso della stessa.

Impostando i parametri in questione, potrai posizionare dove più preferisci il punto di messa a fuoco, con la possibilità di seguire il soggetto mentre si muove e al tempo stesso correggere la messa a fuoco. Se hai una lente con stabilizzatore d’immagine, per evitare che l’effetto mosso non venga in qualche modo corretto, ricordati di disabilitare la stabilizzazione dall’apposito pulsante che dovrebbe essere collocato sull’obiettivo in uso.

Come fare foto in movimento con iPhone

Desideri fare foto in movimento con iPhone, le cosiddette Live Photos? Se hai un iPhone 6s o un modello successivo dello smartphone Apple puoi riuscirci senza il benché minimo problema. La prima cosa che devi fare è aprire l’app Fotocamera e fare tap sull’icona del cerchio tratteggiato posta in alto: quest’ultimo si colorerà di giallo e comparirà la dicitura LIVE, a indicazione che hai attivato la modalità di scatto in questione.

A questo punto, non ti resta che scattare la Live Photo pigiando sul pulsante di scatto posto al centro dello schermo (in basso). Per visualizzare la Live Photo, poi, pigia sulla miniatura della stessa che è comparsa nell’angolo in basso a sinistra dello schermo e, per riprodurre l’immagine in movimento, effettua una pressione maggiore su di essa (oppure effettua un tap prolungato, se il tuo iPhone è sprovvisto di 3D Touch).

Hai intenzione di scattare foto in movimento con l’iPhone, nel senso che vuoi realizzare scatti nitidi nonostante tu sia in movimento? Se la fotocamera del tuo iPhone è stabilizzata, come in tutti i modelli più recenti dello smartphone Apple, non dovresti avere grossi problemi nel riuscirci (ma non aspettarti miracoli!). Se, invece, vuoi “giocare” un po’ con i parametri di scatto, puoi farlo utilizzando app di terze parti, come le famosissime ProCam ed Halide, in quanto l’app Fotocamera inclusa “di serie” in iOS non offre la possibilità di modificarli.

Se vuoi consigli in merito a quali parametri utilizzare per realizzare foto nitide, fa’ riferimento alle indicazioni che ti ho fornito in uno dei capitoli precedenti.

Come fare foto in movimento su Instagram

Desideri scattare foto in movimento su Instagram, ovvero uno di quegli scatti (anche se sarebbe più corretto parlare di brevi video) che vengono riprodotti in loop? Per riuscirci, non devi far altro che utilizzare l’effetto Boomerang. Per procedere, avvia l’app di Instagram sul tuo dispositivo Android o iOS, accedi al tuo account, pigia sull’icona dell’omino posta in basso a sinistra e poi fai tap sul bottone (+) che si trova sulla tua immagine del profilo collocata in alto a sinistra.

Nella schermata che si apre, scorri le varie modalità di scatto disponibili e seleziona quella chiamata Boomerang. Per scattare la foto in movimento, poi, pigia sul pulsante raffigurante il simbolo dell’infinito (∞) e muovi il telefono, in modo tale che venga generato l’effetto mosso.

Per concludere, fai tap sul pulsante La tua storia per pubblicare il contenuto come Storia di Instagram, oppure pigia sul pulsante della freccia rivolta verso il basso per aggiungerlo agli elementi salvati. Più semplice di così?!