Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come rendere una foto sfocata

di

Hai visto dei ritratti che ha scattato un tuo amico fotografo in cui la nitidezza del soggetto in primo piano viene esalata da uno sfondo morbido e sfocato: dato che anche tu sei appassionato di fotografia, vorresti essere in grado di riprodurre quell’effetto. Ottimo! Sei nel posto giusto e al momento giusto.

Quello che vorrei spiegarti in questo tutorial, infatti, è come rendere una foto sfocata, o solo una parte di essa, ad esempio lo sfondo. Ti descriverò in che modo procedere, sia direttamente in fase di scatto con una macchina fotografica, sia utilizzando lo smartphone o il tablet, sia durante l’elaborazione delle immagini con il computer. Sono pronto a consigliarti anche le migliori app e programmi adatti allo scopo.

Non vedi l’ora di metterti all’opera? Allora ritagliati giusto qualche minuto di tempo libero per leggere ciò che ho da dirti: vedrai che, se seguirai passo passo le indicazioni fornite, riuscirai a rendere una foto sfocata come la desideri e in pochi passaggi. Dunque, non mi resta che augurati buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come rendere una foto sfocata con la fotocamera

Come rendere una fotosfocata con la fotocamera

Vorrei iniziare questa guida parlandoti di come rendere una foto sfocata con la fotocamera, cioè realizzarla in questo preciso modo già mentre scatti.

Per prima cosa, devo farti una premessa: per immortalare immagini con effetti particolari, come ad esempio una parte del fotogramma sfocato, è preferibile utilizzare macchine fotografiche che ti permettono di decidere in prima persona i parametri di esposizione. Altrimenti, se vuoi che l’intero frame sia sfocato, ti basta semplicemente non mettere a fuoco o disattivare l’autofocus: ma dubito si tratti di ciò che realmente desideri ottenere.

Le fotocamere perfette, a questo punto, sono soprattutto quelle a ottica intercambiabile, come le reflex e le mirrorless, seguite anche da apparecchi zoom, come le fotocamere bridge e, infine, da qualche compatta di tipo avanzato, sebbene su di esse i valori di scatto siano prevalentemente automatizzati.

Nel caso in cui fossi interessato a macchine fotografiche digitali del genere, ti invito a leggere le mie guide con tutti i consigli su quale reflex comprare e la guida all’acquisto alle migliori mirrorless.

Nikon D780 Body Fotocamera Reflex Digitale, 24.5 Mp, Cmos Fx Pieno For...
Vedi offerta su Amazon
CANON EOS R6 Body
Vedi offerta su Amazon
Fujifilm X-T4 Fotocamera Digitale Mirrorless 26MP con Obbiettivo XF16-...
Vedi offerta su Amazon

Per rendere una foto sfocata con la fotocamera, ottenendo un risultato morbido e pastoso, sappi che entra in gioco anche l’obiettivo. Se di tipo intercambiabile, infatti, più luce è in grado di far passare dalla sua apertura, migliori saranno i risultati. Incide anche la lunghezza focale, che dovrebbe essere compresa tra i 70 mm e i 300 mm. Per maggiori dettagli, leggi la mia guida su quale obiettivo compare.

Nikon Obiettivo Nikkor AF-S 24-70 mm, F/2.8E ED VR, Nero [Nital Card: ...
Vedi offerta su Amazon
Canon EF 85mm f/1,8 USM Obiettivo
Vedi offerta su Amazon
Fujifilm XF 35 mm F1.4 R, Obiettivo 35 mm, f/1.4, Attacco X Mount
Vedi offerta su Amazon

Inoltre, potrebbe esserti molto utile avere anche un treppiede fotografico a portata di mano, sul quale agganciare stabilmente l’apparecchio di ripresa. Avrai, così, la libertà d’impostare qualsiasi tempo di esposizione, senza il pericolo di ottenere foto mosse. A meno che il tuo fine non sia proprio capire come ottenere foto mosse: in tal caso, te lo dico subito, sarà già sufficiente scattare con tempi inferiori a 1/80 di secondo, senza adeguata stabilizzazione. Oppure utilizzare tempi di esposizione molto lunghi.

Manfrotto MKCOMPACTADV-BK Treppiede Serie Compact con Testa Tre Vie, 5...
Vedi offerta su Amazon
Manfrotto Befree Advanced con Chiusura Twist, Kit Treppiede da Viaggio...
Vedi offerta su Amazon
Manfrotto MTPIXIEVO-BK Treppiedi da Tavolo a 2 Sezioni, per Fotocamere...
Vedi offerta su Amazon

Tornando all’argomento principale di questo tutorial, ora che ho terminato di elencarti gli “ingredienti” utili per rendere una foto sfocata già mentre scatti, ecco il succo di quello che dovresti fare. Inquadra la scena e seleziona un’apertura di diaframma molto ampia, la massima che ti consente il tuo obiettivo (f/3.5,f/2.8, f/1.8, f/1.4) e così via, ad esempio, sono l’ideale), dunque imposta un tempo di posa coerente, tale da non sottoesporre o sovraesporre la foto.

Dovresti già notare nell’anteprima dal mirino o dal display LCD della macchina, dietro un soggetto fissato come principale, quel particolare effetto sfocato, detto anche bokeh. Per tutti i dettagli del caso, ti esorto a leggere la mia guida su come sfuocare lo sfondo con la reflex, valida anche per le macchine senza specchio (mirrorless) e simili.

Nel caso in cui fossi in possesso di una macchina fotografica digitale compatta, che non ti permette tante personalizzazioni, il consiglio che posso darti è quello di avvicinarti quando più possibile al soggetto da immortalare.

Canon PowerShot G7 X MARK II Fotocamera Compatta Digitale da 20.1 Mega...
Vedi offerta su Amazon
Sony RX100 III Fotocamera Digitale Compatta, Sensore da 1.0'', Ottica ...
Vedi offerta su Amazon
Panasonic DC-TZ90EG-K Fotocamera compatta da viaggio con zoom 30x, fun...
Vedi offerta su Amazon

Se vuoi saperne di più sull’argomento, leggi la mia guida su come fare foto con sfondo sfocato.

Come rendere una foto sfocata da smartphone

Ormai la maggior parte delle foto sono realizzate con il telefono, quindi non posso che spiegarti subito come rendere una foto sfocata da smartphone e, pertanto, anche da tablet.

Come rendere una foto sfocata su Android

Come rendere una foto sfocata con Android

Se vuoi sapere come rendere una foto sfocata su Android, sappi che, a seconda del dispositivo che usi e della versione del sistema operativo in uso sullo stesso, molti strumenti potresti averli già a tua disposizione, in quanto presenti di fabbrica sul device: te li voglio far conoscere.

Tanto per cominciare, apri l’app Fotocamera, presente sul tuo dispositivo, quindi scorri il menu collocato nella parte bassa del display, fino alla voce Altro e sfiorala.

All’interno della schermata successiva, seleziona la voce Apertura. Dovresti trovare l’icona del diaframma della fotocamera con indicato un valore: fai tap su di essa e trascina il cursore in prossimità dell’apertura che preferisci. Ti ricordo che per incrementare l’effetto bokeh dietro al soggetto principale devi utilizzare i valori collocati più a sinistra.

Una volta trovata l’apertura che più ti soddisfa (magari effettua qualche scatto di prova), premi il tasto di scatto e immortala la foto, che ritroverai nella galleria immagini del dispositivo.

In alternativa a questo procedimento, potresti dover seguire un altro percorso: apri sempre l’app Fotocamera e seleziona la voce Altro nel menu, quindi scegli la funzione Pro. A questo punto, seleziona lo scatto manuale e una misurazione esposimetrica: sfiora l’icona M e scegli, ad esempio, il secondo simbolo che vedi, della misurazione spot. Alla voce ISO, scegli un valore coerente con la luminosità della scena, osservando l’anteprima dell’immagine sul display.

Fai dunque tap sul simbolo S (Speed) per impostare un tempo di scatto adatto: cerca di non andare su valori troppi lenti e avvicinati al soggetto per avere l’anteprima di come fare una foto sfocata dietro di esso. L’ultimo valore che ti consiglio di configurare è quello relativo alla voce AF: sfiorala e scegli l’opzione AF-S.

Adesso, quando sei pronto, scatta la foto e osserva il risultato ottenuto, aprendola dalla galleria foto: se non ti ritieni soddisfatto ripeti l’operazione variando i parametri appena indicati.

Sempre dal menu Altro, è possibile selezionare l’opzione Immagine in movimento che, secondo il movimento del soggetto ritratto o del dispositivo, può registrare delle immagini che sembrano dei brevi filmati e, nelle quali, può essere impresso un effetto sfocato, dato dal moto stesso.

Infine, se il tuo obiettivo è scattarti un autoritratto con il tuo dispositivo Android, apri l’app della Fotocamera e, nel menu posto in basso, scegli la voce Ritratto, usa il tasto apposito per rivolgere la fotocamera verso il tuo volto, quindi fai tap sulla voce Effetti: seleziona un filtro che crea lo sfondo sfocato dietro di te, troverai diversi tipi di bokeh, ad esempio circolare, a forma di cuore e così via. Quando ti ritieni soddisfatto del risultato, scatta il selfie e guardalo dalla galleria foto.

Come già detto, non tutti i dispositivi Android sono uguali e, dunque, alcune delle funzioni illustrate poc’anzi potrebbero non essere presenti sul tuo device. In tal caso, potresti provare a installare un’app per regolare manualmente tutti i parametri di scatto, es. Camera FV-5, oppure dovrai agire in post-produzione dello scatto, come spiegato più avanti.

Come rendere una foto sfocata su iPhone

Come rendere una foto sfocata su iPhone

Se possiedi uno smartphone Apple, non preoccuparti: puoi imparare come rendere una foto sfocata su iPhone (così anche come su iPad) in modo molto semplice.

Nel caso in cui il tuo scopo sia quello di rendere una foto con lo sfondo sfocato, utilizzando un iPhone o un iPad, il modo più immediato di agire è quello di aprire l’app Fotocamera e avvicinarti al soggetto principale (puoi farlo fino a 2 centimetri da esso): dovresti vedere lo sfondo “ammorbidirsi”, grazie alla modalità Macro attuata automaticamente dal software che gestisce la fotocamera.

Un’altra soluzione è quella dedicata ai ritratti: di nuovo, per prima cosa, apri l’app Fotocamera e seleziona una foto scattata in modalità Ritratto (disponibile da iPhone 7/8 Plus e successivi), quindi fai tap sulla voce Modifica e sfiora l’icona della f, posta nel menu superiore. Ora vedrai un cursore sotto l’immagine: trascinalo verso sinistra per aumentare l’effetto sfocato dietro chi si trova in primo piano. Quando sei soddisfatto, premi la voce Fine e salva la foto.

Infine, attraverso la funzione Live Photo dei dispositivi del marchio con la mela morsicata, puoi anche aggiungere effetti alle foto in movimento. Ad esempio, apri l’app Fotocamera, scegli l’opzione Live Photo, tocca il simbolo dei cerchi concentrici e seleziona la voce Esposizione lunga: otterrai la simulazione dell’esposizione prolungata che di solito si ha con le fotocamere a ottica intercambiabile, delle quali ti ho parlato nel capitolo precedente e che si traduce visivamente in un effetto di movimento sfocato.

App per rendere una foto sfocata

Se non hai potuto scattare una foto con sfondo sfocato con il tuo smartphone in tempo reale, ecco delle app per rendere una foto sfocata in post-produzione di cui ti puoi servire.

Snapseed (Android/iOS/iPadOS)

Come rendere una foto sfocata con Snapseed

Una delle app più complete per modificare foto da smartphone e tablet è senz’altro Snapseed: di proprietà di Google, è ricca di strumenti utili al fotoritocco, ed è gratuita.

Inizia scaricando Snapseed per Android da Play Store (o da uno store alternativo, se non disponi dei servizi di Google sul tuo dispositivo), oppure da App store per iOS/iPadOS, quindi avvia l’app e, se richiesto, verifica la tua identità tramite Face ID, Touch ID o ID Apple.

Fatto ciò, sfiora il simbolo + o la dicitura che vedrai sul display Tocca un punto qualsiasi per aprire una foto. Seleziona dalla galleria presente sul tuo dispositivo l’immagine che vuoi rendere sfocata (o meglio, di cui vuoi sfocare lo sfondo), dopodiché scegli la voce Strumenti, nel menu posto in basso sullo schermo, poi seleziona dall’elenco lo strumento Sfocatura.

Utilizza il menu collocato in basso per decidere la forma della sfocatura: fai tap sull’icona del pallino dentro il cerchio per passare a una sfocatura orizzontale, altrimenti sfiora l’icona del pallino tra due linee per tornare alla sfocatura circolare. Trascinando il dito sul display puoi anche scegliere il punto di origine dell’effetto che, ti ricordo, ha la sua massima intensità nelle zone più lontane dal soggetto principale della composizione.

Adesso puoi sfiorare l’icona dei cursori per aprire un altro menu, in cui sono presenti le voci Intensità sfocatura, Transizione e Vignettatura: seleziona ciascuna di esse, o quelle che desideri, quindi agisci spostando il cursore sistemato nella parte più in alto del display, per aumentare o diminuire l’intensità degli effetti.

Tra le opportunità creative offerte dall’app, c’è anche quella di dare una forma all’effetto sfocato: sfiora l’icona del campionario e seleziona una delle forme disponibili.

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, tocca il simbolo della spunta, per salvare le modifiche e, infine, scegli la voce Esporta.

Per maggiori dettagli su quest’ottima app, leggi la mia guida su come usare Snapseed.

Altre app per rendere una foto sfocata

Come rendere una foto sfocata con Pixlr

La proposta descritta poc’anzi non soddisfa del tutto la tua voglia di conoscere ancora altre app per rendere una foto sfocata: nessun problema, ecco una lista di utili soluzioni alternative.

  • Adobe Photoshop Express (Android/iOS/iPadOS) — come avrai intuito si tratta dell’app derivata dal più noto programma di fotoritocco esistente: ovviamente permette di sfocare le foto, attraverso delle semplici barre di regolazione. Maggiori informazioni qui.
  • Fotor (Android/iOS) — altra app molto completa per modificare immagini, nei suoi menu è presente la voce Focus, che permette di decidere tipo di sfocatura intorno al soggetto e intensità.
  • Pixlr (Android/iOS/iPadOS) — si tratta di una nota app per il fotoritocco, dotata di un’apposita funzione per la sfocatura dell’immagine.
  • Focos (iOS/iPadOS) — applicazione dedicata agli utenti Apple che permette di riprodurre l’effetto bokeh tipico delle fotocamere reflex, o simili, tramite smartphone e tablet.

Se vuoi conoscere ancora altre app del genere, leggi la mia guida alle app per sfocare foto.

Come rendere una foto sfocata da PC

Hai scattato le tue foto e, ora, le hai scaricate sul computer: ciò che vorresti proprio sapere è come rendere una foto sfocata da PC, con i migliori programmi per fotoritocco. Continua a leggere e avrai le risposte che cerchi.

Come rendere una foto sfocata con Photoshop

Come rendere sfocata una foto con Photoshop

Tanto per iniziare, penso tu debba sapere come rendere una foto sfocata con Photoshop, il più noto software professionale di fotoritocco e post produzione delle foto (ti ho spiegato come installarlo in una guida apposita, qualora ti servisse).

Ebbene, una volta che il software sarà operativo, apri la foto che vuoi rendere sfocata con Photoshop: puoi farlo tramite il menu File > Apri collocato in alto a sinistra. Quando l’immagine sarà caricata, quello che dovrai fare è utilizzare una maschera o una maschera veloce per selezionare le parti che vuoi restino nitide, mentre dovrai applicare il Filtro sfocatura sul resto del fotogramma.

Ti ho spiegato tutto nel dettaglio nella mia guida su come sfocare lo sfondo con Photoshop.

Altri programmi per rendere una foto sfocata

Come rendere una foto sfocata con GIMP

Tutto sommato non ti va di spendere soldi per procurati Photoshop, quindi ti stai chiedendo se esistono altri programmi per rendere una foto sfocata: la risposta è affermativa e la trovi nell’elenco qui di seguito.

  • GIMP (Windows/macOS/Linux) — si tratta della miglior alternativa gratuita e open source ad Adobe Photoshop, le funzioni sono praticamente le stesse. Maggiori informazioni qui.
  • PhotoWorks (Windows) — è un programma dedicato agli utenti Windows, intuitivo e avanzato al tempo stesso, con tutte le funzioni studiate per il fotoritocco ed è disponibile per il download a partire da 14€.
  • Photopea (Online) — se non vuoi scaricare programmi sul PC e agire velocemente dal tuo browser, puoi usare questo editor Web, anch’esso del tutto simile a Photoshop e gratuito. Maggiori informazioni qui.
  • Pixlr X (Online) — è un altro strumento da usare online, completo di tutte le funzioni per eseguire un fotoritocco professionale, comprese le sfocature sulle foto o parti di esse.

Come rendere una foto sfocata nitida

Come rendere una foto sfocata e poi renderla nitida con Photoshop

Ti sei reso conto che l’effetto sfocato non ti piace granché, quindi adesso vorresti capire come rendere una foto sfocata nitida, piuttosto che il contrario: nessun problema, sono qui apposta.

Ebbene, sappi che cercare di recuperare “il danno” non è impossibile, se la sfocatura non è esageratamente evidente. Esistono diversi software per PC o app per smartphone e tablet in grado di darti una mano: per conoscere alcuni esempi, t’invito a leggere la mia guida su come migliorare foto sfocate.

Se vuoi andare sul sicuro, puoi utilizzare un programma professionale, come Adobe Photoshop, di cui ti parlato anche nel capitolo precedente. In linea generale, ciò che dovrai fare con tale strumento, è aprire l’immagine sfocata e provare ad applicare il Filtro Nitidezza, oppure quello denominato Accentua passaggio. Se vuoi sapere tutto sui metodi per recuperare delle immagini non perfettamente nitide, a questo punto leggi la mia guida su come sistemare una foto sfocata con Photoshop.

Infine, tornando al tema principale di questa guida, qualora desiderassi avere altri dettagli su come rendere una foto sfocata, leggi la mia guida su come fare foto sfocate.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.