Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sfocare le foto

di

Ultimamente senti l’esigenza di caratterizzare maggiormente le foto che posti sui social network e hai notato che le immagini con lo sfondo sfocato risultano spesso particolarmente attraenti e originali. Vorresti dunque provare a replicare questo effetto anche sui tuoi scatti, ma non sei particolarmente esperto in queste cose e non sai bene da dove cominciare.

Ebbene, oggi è proprio il tuo giorno fortunato! In questo tutorial, infatti, ti mostrerò come sfocare le foto tramite alcuni fra i migliori strumenti per PC, smartphone e tablet, fornendoti dei preziosi consigli sulle varie tecniche che è possibile applicare per conferire l’atmosfera particolare tipica di questo effetto.

Ti basterà dedicare solo qualche minuto del tuo prezioso tempo alla lettura dei prossimi paragrafi e vedrai che non ci metterai molto a realizzare lo stile di sfocatura in grado di rappresentare al meglio la tua estetica fotografica: ad esempio, apprenderai come applicare la sfumatura allo sfondo di un ritratto e come realizzare l’effetto miniatura dei paesaggi tipico della tecnica Tilt-Shift. Come dici? È proprio quello che cercavi e non vedi l’ora di metterti all’opera sulle tue foto preferite? Allora non perdiamoci in altre chiacchiere e mettiamoci subito all’opera. Non mi rimane che augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come sfocare le foto su PC

Ti trovi proprio davanti al tuo computer e sei alla ricerca di un software professionale di fotoritocco in grado di aiutarti a realizzare dei risultati di ottima qualità per quanto riguarda la sfocatura delle immagini. In effetti c’è solo l’imbarazzo della scelta: nei prossimi paragrafi ti mostrerò nel dettaglio come sfocare le foto su PC prendendo in particolare come riferimento alcuni programmi tra i più diffusi.

Come sfocare le foto con Photoshop

duplica livello Photoshop

Sicuramente avrai sentito parlare tante volte con toni entusiastici del celebre programma di Photoshop. Non a caso si tratta di uno dei software più gettonati fra i professionisti del settore, in quanto mette a disposizione diversi strumenti di grande valore per l’editing delle immagini. Vediamo, dunque, come sfocare le foto con Photoshop.

Come prima cosa, dopo aver scaricato e installato Photoshop (si può provare gratis per 7 giorni), avvialo e importa in esso l’immagine da elaborare cliccando sul menu File > Apri (in alto a sinistra).

A questo punto, individua la sezione Livelli, in basso a destra, e clicca col tasto destro del mouse sull’immagine denominata Sfondo, premendo a seguire sull’opzione Duplica Livello dal menu contestuale. Per comodità, rinomina il nuovo livello in Livello 1 tramite la schermata che compare, quindi conferma l’operazione sul pulsante OK.

Seleziona rapida Photoshop

Ora, fai clic destro sul simbolo Seleziona Oggetto (una freccia che punta all’interno di un rettangolo) nella barra degli strumenti posta a sinistra e premi sull’opzione Strumento Selezione Rapida. Pigia, quindi, sulla voce Seleziona soggetto presente in alto e attendi che la tecnologia Adobe Sensei individui automaticamente il soggetto, tratteggiando i suoi contorni. In caso di difficoltà, puoi provare a mettere in pratica la procedura che ti ho illustrato nel mio tutorial su come scontornare in Photoshop.

Torna sul pannello dei livelli e premi sul simbolo dell’occhio in corrispondenza del nuovo livello creato, quindi seleziona il livello di base denominato Sfondo. A questo punto, per procedere occorre rimuovere il soggetto principale dall’immagine: vai nel menu Modifica > Riempimento in base al contenuto e attendi l’elaborazione: noterai che al posto del soggetto selezionato il software avrà inserito un campionamento dell’ambiente circostante.

Dal pannello di sinistra, clicca sul campo Output in e seleziona dal menu a tendina l’opzione Duplica livello, quindi premi sul pulsante OK per confermare l’operazione: il nuovo livello verrà denominato Sfondo copia.

Nella sezione livelli, agisci sul Livello 1 rendendolo nuovamente visibile, cliccando sul simbolo dell’occhio, e procedi alla creazione di una maschera premendo sull’apposito pulsante posto in basso (ha il simbolo di un cerchio all’interno di un rettangolo), quindi nascondi gli altri due livelli creati allo stesso modo visto in precedenza: in questo modo visualizzerai solamente il soggetto.

Strumento sfoca Photoshop

Torna sul livello Sfondo copia, rendilo visibile (sempre cliccando sul simbolo dell’occhio) e cliccaci sopra con il tasto destro, quindi seleziona dal menu contestuale l’opzione Converti in oggetto avanzato, al fine di prepararlo all’applicazione di un filtro. Ora, devi sapere che esistono diverse modalità per applicare la sfocatura: vai nel menu Filtro > Galleria Sfocatura, quindi seleziona, ad esempio, la funzionalità Campo Sfoca, che verrà aperta in un apposito pannello a destra.

Aumentare il livello di sfocatura è molto semplice: ti basterà intervenire sull’indicatore in alto, sotto la voce Sfoca e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, spostarlo verso destra fino a raggiungere l’effetto desiderato.

Ti consiglio, infine, di provare a intervenire anche sugli altri parametri presenti nel pannello in questione per definire maggiormente la qualità della sfocatura. Quando ti ritieni soddisfatto del risultato, pigia sul pulsante OK, in alto.

effetto miniatura Photoshop

Se, invece, vuoi applicare l’effetto miniatura, che di norma si utilizza per foto panoramiche riprese dall’alto al fine di dare la sensazione illusoria di un paesaggio fotografato con obbiettivo Macro, dopo aver caricato l’immagine, duplicato il livello (come visto in precedenza) e selezionato quest’ultimo, vai nel menu Filtri > Galleria Sfocatura > Scostamento inclinazione.

Verranno mostrate delle linee che servono a definire i diversi livelli di sfocatura a varie altezze. Puoi avvicinarle o allontanarle rispetto al soggetto che vuoi mantenere nitido: per farlo passaci sopra con il mouse e noterai che il cursore cambierà in una freccia nera con due punte. A questo punto, tenendo premuto il tasto sinistro potrai spostarle nella direzione che preferisci. Allo stesso modo, puoi modificare l’inclinazione agendo sul puntino al centro delle suddette linee (il cursore, stavolta, diventa una freccia curva).

Ora puoi aumentare l’intensità della sfocatura tramite l’indicatore Sfoca presente nel pannello a destra, come già visto per lo strumento Campo Sfoca. Al termine, pigia sul pulsante OK per applicare definitivamente l’effetto.

Infine, se vuoi solamente usare la sfocatura per censurare una parte di una fotografia (un viso o la targa di una macchina, ad esempio), ti basterà cliccare sullo strumento Lazo nella barra degli strumenti e disegnare i contorni dell’area che vuoi nascondere, quindi premere sul menu Filtro > Effetto Pixel > Mosaico e usare l’indicatore Cella per modificare la dimensione dei quadrati.

Non rimane che esportare l’immagine: vai nel menu File > Salva con nome e clicca sull’opzione Salva nel tuo computer, quindi scegli la cartella di destinazione e premi sul pulsante Salva.

Se qualche passaggio non ti è chiaro, ti invito ad approfondire leggendo i miei tutorial su come sfocare lo sfondo con Photoshop, come sfocare le foto con Photoshop e come usare Photoshop.

Come sfocare le foto con GIMP

duplica livello GIMP

Se vuoi applicare l’effetto di sfocatura alle tue foto con un software di ottima qualità e , cosa non da poco, anche gratuito, ti consiglio vivamente di utilizzare GIMP, celebre alternativa open source a Photoshop disponibile per Windows, macOS e Linux (qui trovi il dettaglio della procedura di download e installazione). Non è assolutamente difficile, infatti, capire come sfocare le foto con GIMP tramite i filtri messi a disposizione da questo ottimo programma.

Come prima cosa importa la fotografia cliccando sul menu File > Apri, selezionando l’immagine desiderata e premendo sul pulsante Apri. Ora, nel pannello di destra, individua la sezione Livelli e clicca con il tasto destro del mouse sul primo livello creato automaticamente dal software, quindi seleziona la voce Duplica Livello.

Assicurati che il nuovo livello sia selezionato cliccandoci sopra un’altra volta, quindi vai nel menu Filtri > Sfocature e scegli, ad esempio, la modalità Sfocatura Gaussiana. Nella finestra che si apre, premi sui parametri Dimensione Y e Dimensione X e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, spostati verso destra o sinistra per aumentare o diminuire l’incidenza dell’effetto, quindi pigia sul pulsante OK per applicarlo.

strumento Lazo GIMP

In questo modo la sfocatura verrà applicata a tutta l’immagine: ora occorre disattivare temporaneamente le modifiche appena eseguite premendo sul simbolo dell’occhio, a sinistra del nuovo livello creato, e ritagliare i contorni del soggetto. Per farlo, clicca sullo strumento Lazo nella barra degli strumenti collocata a sinistra, quindi, se lo reputi necessario, esegui uno zoom del soggetto tramite il menu Visualizza > Zoom > Zoom avanti in modo da poter individuare con più precisione i suoi contorni.

Premi poi su un punto qualsiasi del contorno e inizia a disegnare un tracciato del perimetro del soggetto cliccando di volta in volta quando devi modificare l’indirizzamento della linea: vedrai comparire dei piccoli cerchi che servono proprio a delimitare queste variazioni. Prosegui fino a ricongiungerti con il punto iniziale. Molto del risultato finale dipenderà dalla precisione con la quale eseguirai questa fase. In caso di difficoltà, puoi provare a mettere in pratica la procedura che ti ho illustrato nel mio tutorial su come scontornare in GIMP.

Ora, clicca nuovamente sul simbolo dell’occhio relativo al livello in questione per riattivare l’effetto di sfocatura precedentemente applicato, quindi premi con il tasto destro sempre sul suddetto livello e seleziona l’opzione Aggiungi maschera di livello: in questo modo potrai separare il soggetto dal resto dello sfondo. Premi sul pulsante Aggiungi per confermare l’operazione.

Per procedere a rimuovere l’effetto di sfocatura dal soggetto occorre necessariamente invertire i colori di riferimento dal pannello di sinistra, dove è presente un quadrato nero sovrapposto a uno bianco: cliccando sulla freccia ad angolo sopra di essi il bianco prenderà il posto del nero.

strumento Gomma GIMP

Pigia, quindi, dalla barra degli strumenti in alto, sul tool denominato Cancellino (riporta l’immagine di una gomma da cancellare) e aumenta la dimensione del pennello tramite il relativo parametro in basso, cliccandoci sopra e, mantenendo premuto il tasto sinistro del mouse, spostando verso destra il relativo cursore.

Ora puoi applicare lo strumento al soggetto tenendo premuto il tasto sinistro del mouse e distribuendo il pennello sopra ad esso: noterai subito che la sfocatura verrà rimossa sulla porzione dell’immagine precedentemente identificata tramite il lazo. Per esportare il tuo lavoro, infine, vai nel menu File > Esporta come, scegli la destinazione e clicca due volte sul pulsante Esporta.

Per maggiori informazioni su come usare GIMP, consulta il mio tutorial dedicato al programma in questione.

Altre soluzioni per sfocare foto su PC

PhotoWorks

Vorresti sperimentare dei software diversi da quelli illustrati nei capitoli precedenti? Nessun problema, esistono molte altre soluzioni per sfocare foto su PC a cui puoi fare affidamento per ottenere risultati di ottima qualità. Di seguito un elenco di quelli che reputo più idonei per questa funzione.

  • CorelDRAW (Windows/macOS) — se sei alla ricerca di una suite professionale che includa più software per la modifica e la gestione delle immagini, questo è sicuramente uno dei più evoluti in questo ambito. Il prezzo del prodotto è di 609 euro, ma puoi usufruire di una prova gratuita di 30 giorni.
  • Luminar (Windows/macOS) — ottimo programma di editing grafico dotato di funzionalità di IA in grado di supportarti in molte operazioni di fotoritocco. La versione base (Master) ha un costo di 89 euro. Maggiori informazioni qui.
  • PhotoWorks (Windows) — questo software di fotoritocco per Windows offre un’interfaccia particolarmente intuitiva ma dotata allo stesso tempo di una vasta gamma di funzionalità avanzate. La versione standard ha un costo di 14 euro.

Come sfocare le foto su smartphone e tablet

smartphone e tablet

Se preferisci fare riferimento a un’app che ti consenta di applicare agevolmente l’effetto sfocatura in mobilità, esistono diverse valide alternative che puoi considerare: vediamo, dunque, come sfocare le foto su smartphone e tablet.

Come sfocare le foto con PicsArt

PicsArt

PicsArt è sicuramente una delle app in di fotoritocco più usate al momento e si presta perfettamente all’applicazione degli effetti di sfocatura. È disponibile sia per dispositivi Android (verifica anche su store alternativi se il tuo device non ha i servizi Google) che iOS/iPadOS: può essere quindi un ottimo strumento se, ad esempio, desideri capire come sfocare le foto con iPhone.

Ti informo subito che puoi usufruire di un periodo di prova gratuito di 7 giorni, al termine del quale il servizio prevede un costo di abbonamento di 34,99 euro per 12 mesi. In alternativa puoi optare per l’abbonamento di un mese a 5,43 euro senza prova gratuita. Per sapere come annullare l’abbonamento prima del termine della trial ed evitare addebiti indesiderati, consulta il mio tutorial su come annullare abbonamenti nelle app.

Dopo aver premuto sul pulsante Installa/Ottieni dai link sopra citati (su dispositivi Apple ti potrebbe essere richiesta la verifica dell’identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple) attendi il download e l’installazione, quindi fai tap sull’icona dell’app per avviarla.

Al primo avvio puoi decidere se registrarti con i tuoi account Google o Facebook premendo sulla relativa icona (verrai rimandato alla schermata di login dei relativi servizi), o creare un nuovo profilo premendo sul pulsante Crea un account e inserendo, nei tre passaggi successivi, l’indirizzo email, la password e il nome utente. Al termine, pigia sul bottone Completa e scegli la modalità di abbonamento che preferisci, facendo quindi tap sul pulsante Continua e, a seguire, sul bottone Abbonati.

Come prima cosa devi garantire l’accesso dell’app alla fotocamera e ai contenuti presenti sul tuo dispositivo: premi, quindi, su Consenti alla relativa schermata di richiesta autorizzazione. A seguire, pigia sulla voce Tutte le foto per accedere alle immagini salvate sullo smartphone e seleziona l’immagine da modificare.

Puoi sfocare le foto con PicsArt tramite diversi filtri: se, ad esempio, vuoi applicare l’effetto solo allo sfondo, fai tap sulla voce Effetti nel menu in basso, quindi, nella schermata che segue, premi sulla dicitura Sfocatura e sfiora l’opzione Zoom focale.

Quest’ultima applicherà una prima sfocatura allo sfondo prendendo il centro dell’immagine come riferimento, ma potrai agevolmente spostare il punto in questione premendo sul cerchio e trasferendolo con il dito nella posizione che reputi più idonea.

Pigiando nuovamente sul pulsante Zoom focale ti verranno mostrati alcuni parametri che potrai facilmente modificare per personalizzare maggiormente il risultato: basterà pigiare sull’indicatore e trascinare quest’ultimo verso destra o sinistra per aumentarne o diminuirne l’incidenza.

Se preferisci applicare manualmente l’effetto, puoi selezionare il filtro Sfocatura, che interviene in maniera omogenea su tutta l’immagine e premere sullo strumento Cancella, in alto (riporta il simbolo di una gomma): in questo modo ti verrà mostrato in basso un pannello con diverse opzioni.

Ora, premi sull’opzione Inverti per ripristinare un’immagine pulita e priva di filtri, quindi fai tap sul simbolo del pennello e comincia da applicare manualmente con il dito la sfumatura sulle aree della foto nelle quali vuoi che tale effetto sia presente.

Puoi agire allo stesso modo con tutti gli effetti di sfocatura presenti se, ad esempio, vuoi nascondere o censurare solo una parte dell’immagine che stai editando.

Quando ti ritieni soddisfatto del risultato premi sul segno di spunta in alto a destra e salva la tua creazione premendo in alto, sul simbolo della freccia: in questo modo verrà esportata direttamente nella tua galleria. Puoi anche condividerla sui social tramite i relativi pulsanti proposti in basso.

Altre soluzioni per sfocare foto su smartphone e tablet

snapseed sfocatura

L’app appena menzionata non ti ha convinto del tutto e vuoi testare altre soluzioni per sfocare foto su smartphone e tablet? Allora potresti prendere in considerazione Snapseed, celebre app di Google (disponibile per Android e iOS/iPadOS) che mette a disposizione vari tool di editing, con dei filtri di ottima qualità anche per quanto riguarda la sfocatura delle immagini.

Se poi nemmeno questa soluzione dovesse soddisfarti, nel mio post sulle app per sfocare le foto troverai sicuramente altri spunti interessanti.

Come sfocare le foto online

Preferisci non dover installare nulla sul tuo PC o smartphone e utilizzare delle risorse offerte dalla Rete per l’editing delle tue immagini? Nessun problema, anche in questo caso ti sarà possibile fare riferimento a diverse soluzioni per capire come sfocare le foto online.

Come sfocare le foto con Photopea

effetto sfocatura Photopea

Photopea è uno dei migliori servizi online per l’editing delle immagini disponibile sul Web. Ricalca l’interfaccia di Photoshop e permette di applicare in maniera molto veloce ed efficace alcuni validissimi filtri. È gratis, ma è possibile sostenerne lo sviluppo, rimuovere i banner pubblicitari e accedere ad alcune funzioni avanzate sottoscrivendo un abbonamento a partire da 9$/mese.

Come prima cosa, dunque, collegati alla pagina principale di Photopea e clicca sul pulsante Accetta e Procedi per confermare le scelte sulla privacy proposte, quindi, dalla schermata iniziale, seleziona l’opzione Apri da computer per caricare l’immagine dal tuo PC. In alternativa, puoi andare nel menu Apri di più > Apri da URL e caricare un’immagine già presente online.

La schermata principale di Photopea è molto elaborata e dispone di tutti gli strumenti essenziali in grado, ad esempio, di aiutarti a capire come sfocare la foto dietro e realizzare uno sfondo sfumato simile a quello che si ottiene con l’effetto Bokeh in una macchina Reflex.

Come prima cosa individua il pannello Livelli, a destra e premi col tasto destro sul livello Main ivi presente, selezionando quindi la voce Duplica livello dal menu contestuale: verrà creato un nuovo livello denominato Main Copy. Avendo tale livello selezionato, clicca in alto sul menu Filtro >Sfocatura > Controllo Sfocatura.

Vedrai comparire una nuova finestra che mostrerà un indicatore per il dosaggio di questo effetto: cliccandoci sopra e tenendo premuto il tasto sinistro del mouse potrai spostarlo verso destra per aumentare l’intensità, o verso sinistra per diminuirla. Premi, quindi, sul pulsante OK per applicare definitivamente l’effetto.

Pigia sul simbolo dell’occhio a sinistra del livello Main Copy per rimuovere temporaneamente la sfocatura, quindi delimita i contorni del soggetto principale con lo strumento Lazo, presente sulla barra degli strumenti a sinistra: per farlo occorre semplicemente cliccare su un punto qualsiasi di contorno del soggetto e iniziare a disegnare il perimetro di quest’ultimo mantenendo premuto il tasto sinistro del mouse. Al termine di questa operazione, dovrai ricongiungerti con il punto iniziale.

applicazione maschera e sfocatura Photopea

Ora, premi nuovamente sul simbolo dell’occhio per riattivare l’effetto di sfocatura, quindi pigia con il tasto destro del mouse sul livello Main Copy e fai clic sull’opzione Maschera di ritaglio. Torna sulla barra degli strumenti a sinistra e clicca sullo strumento Gomma, quindi individua, in alto, l’opzione per modificare la dimensione del pennello (il simbolo di un cerchio e un numero corrispondente al diametro attualmente utilizzato). Cliccaci sopra e usa l’indicatore per aumentare la superficie del pennello, allo stesso modo visto per lo strumento di sfocatura.

In seguito, clicca su un punto qualsiasi del soggetto e, tenendo premuto il clic sinistro, distribuisci la gomma su di esso per rimuovere l’effetto di sfocatura. Questa è la tecnica di base per realizzare un contrasto sfocato: ovviamente puoi sbizzarrirti con i numerosi effetti di cui dispone la risorsa in questione per migliorare ulteriormente la qualità del risultato finale.

Per esportare l’immagine, infine, vai nel menu Archivio > Esporta come e scegli il formato che preferisci fra quelli proposti, quindi, nella finestra che segue, pigia sul pulsante Salva.

Altre soluzioni per sfocare foto online

Online

Hai trovato la soluzione appena menzionata un po’ troppo complesso per i tuoi gusti e vorresti provare altre soluzioni per sfocare foto online più semplici e intuitive? Dai un’occhiata alle seguenti alternative: si tratta delle le migliori risorse offerte dalla Rete per questo specifico utilizzo.

  • Canva — questa risorsa online molto apprezzata dagli utenti di vari social network offre degli strumenti dedicati estremamente validi per applicare effetti di sfocatura alle tue immagini con pochi semplici clic.
  • Crello — l’editor di Crello permette di regolare la sfumatura delle tue immagini in pochi secondi, bilanciandola velocemente con gli altri elementi presenti.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.