Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come scontornare una immagine

di

Ti stai appassionando sempre di più al mondo del fotoritocco: non sei ancora un esperto, ma nelle ultime settimane hai imparato a fare davvero tantissime cose. Sei decisamente bravo, ma c’è una cosa che non sei ancora riuscito a imparare, ovvero come scontornare un’immagine. Ci hai provato tantissime volte ma, nonostante i ripetuti tentativi, non sei stato ancora in grado di estrapolare il soggetto di una foto dallo sfondo ottenendo risultati apprezzabili.

Che ne dici se ti aiuto io a colmare questa lacuna? Ti va? Ottimo! Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso mostrarti come utilizzare al meglio alcuni dei più famosi programmi di photo editing per scontornare i soggetti presenti nelle foto e “appiccicarli” su altri sfondi o salvarli con uno sfondo trasparente. E qualora tu voglia agire direttamente dal browser o dai tuoi dispositivi mobili, troverai molto utili i servizi e le app elencate nell’ultima parte del tutorial.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Bene, non perdiamo altro tempo prezioso e passiamo subito all’azione. Forza: mettiti subito bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Se lo farai, non avrai il benché minimo problema nello scontornare i soggetti immortalati nei tuoi scatti. Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Come scontornare un’immagine con Photoshop

photoshop 2023 rimuovi sfondo

Una guida come questa non può che iniziare da Photoshop, il programma di fotoritocco più famoso al mondo, apprezzato sia dai professionisti che dai semplici appassionati del photo editing. Come forse già saprai, Photoshop non è gratis: è possibile testarne le funzionalità gratuitamente per soli 7 giorni sfruttando la trial (se ricordi ti ho spiegato come fare in un altro articolo) e, al termine della prova, bisogna sottoscrivere uno dei piani ad Adobe Creative Cloud, a partire da 12,19 euro/mese.

Se decidi di utilizzare Photoshop per compiere i tuoi ritocchi fotografici, non devi fare altro che avviare il programma sul tuo PC o Mac, importare in esso l’immagine su cui vuoi lavorare selezionando la voce Apri… dal menu File e poi seguire scrupolosamente le istruzioni riportate di seguito. Immediatamente sotto la immagine, dovrebbe esserti comparsa una barra con delle azioni veloci, tra le quali il pulsante Rimuovi sfondo. Premendolo, in una manciata di secondi dovrebbe essere automaticamente rimosso il medesimo, senza necessità di fare altro.

Se non vedi il pulsante in questione, premi Ctrl+F (cmd+f su Mac) o vai nel menu Guida > Aiuto di Photoshop. Nel pannello Scopri, vai su Sfoglia > Azioni rapide > Rimuovi sfondo.

Se il lavoro eseguito in automatico da Photoshop non fosse di tuo gradimento, puoi optare per una soluzione “manuale”: dopo aver importato la foto contenente il soggetto che vuoi scontornare, devi attivare la modalità Maschera veloce facendo clic sul simbolo del rettangolo con il cerchio che si trova nell’angolo in basso a sinistra, selezionare il colore nero nella tavolozza e poi colorare gli elementi che vuoi rimuovere dalla foto (quindi lo sfondo) tramite lo strumento Pennello. Cerca di essere accurato nell’eseguire questa operazione perché da questo dipenderà il risultato finale che otterrai.

Ora, disattiva la modalità Maschera veloce pigiando nuovamente sul simbolo del rettangolo con il cerchio situato in basso a sinistra, seleziona uno strumento di Selezione dalla toolbar collocata sulla sinistra (es. Selezione rettangolare), fai clic destro sulla selezione che hai eseguito poc’anzi e scegli la voce Seleziona inverso dal menu contestuale. A questo punto, clicca sul pulsante Migliora bordi collocato in alto a destra e usa le barre di regolazione che compaiono sullo schermo per perfezionare la tua selezione e renderla più naturale (senza sbavature). Quando hai finito, clicca su OK.

Adesso, premi contemporaneamente i tasti Ctrl+C (su Windows) o cmd+c (su macOS) per copiare il soggetto che vuoi scontornare e crea una nuova immagine selezionando la voce Nuovo dal menu File. Dopodiché scegli le dimensioni — ovvero la larghezza e l’altezza — della nuova immagine, seleziona le impostazioni riguardanti l’aspetto che vuoi conferire allo sfondo dell’immagine dal menu Contenuto sfondo (se vuoi ottenere un’immagine con lo sfondo trasparente, ad esempio, seleziona la voce Trasparente) e fai clic su OK.

Per finire, incolla l’immagine che hai copiato poc’anzi premendo contemporaneamente i tasti Ctrl+V (su Windows) o cmd+v (su macOS) e salva la foto scontornata nel formato che più preferisci (se hai scelto di realizzare una foto con lo sfondo trasparente, ricordati di salvare il file nel formato PNG o GIF). In alternativa, puoi aprire una foto già esistente e incollare su di essa l’immagine scontornata, usando sempre la combinazione Ctrl+V cmd+v.

Photoshop

Se poi avessi interesse nelle funzioni legate alla intelligenza artificiale di Photoshop, sappi che potresti usare il Riempimento Generativo per sostituire o rimuovere parti della immagine. Per farlo però, dovrai scaricare la versione Beta di Photoshop che trovi a questa pagina. Una volta installata, avrai più opzioni di scelta nei vari menu.

Se vuoi maggiori informazioni su come scontornare con Photoshop, leggi pure il tutorial che ti ho appena linkato: lì troverai altri spunti interessanti per utilizzare al meglio il software di casa Adobe.

Come scontornare un’immagine con GIMP

Come scontornare un'immagine

Se Photoshop ti sembra troppo costoso, sappi che puoi affidarti anche a soluzioni gratuite altrettanto valide come GIMP, famosissimo software di fotoritocco (disponibile per Windows, macOS e Linux) che negli anni si è costruito la reputazione di migliore alternativa gratuita e open source a Photoshop. Gli strumenti messi a disposizione da questo software permettono di scontornare i soggetti presenti nelle foto in modo piuttosto facile e veloce: scopriamo in che modo.

Il primo passo che devi compiere per scontornare un’immagine con GIMP è scaricare il programma sul tuo computer: per farlo, collegati al suo sito Internet ufficiale, clicca su Download x.x.xx e poi pigia sul pulsante Download GIMP x.x.xx directly. A download ultimato, apri il file d’installazione che hai appena scaricato e segui la procedura guidata per portare a termine il setup.

Se utilizzi Windows, devi pigiare sul bottone e poi su OK, Installa e Fine. Su Mac, invece, devi trascinare GIMP nella cartella Applicazioni di macOS, fare clic destro sull’icona del programma e selezionare la voce Apri dal menu che si apre. Questa operazione va fatta soltanto al primo avvio di GIMP ed è necessaria per “scavalcare” le restrizioni applicate da Apple nei confronti dei software provenienti da sviluppatori non certificati.

Dopo aver avviato GIMP, apri il menu File del programma, seleziona la voce Apri… e scegli la foto che vuoi scontornare. Aumenta, quindi, il livello di zoom dell’immagine, impostandolo almeno al 200% (per farlo, utilizza il menu a tendina situato in basso a sinistra nella finestra centrale di GIMP) e seleziona la voce Commuta maschera veloce dal menu Seleziona. A questo punto, hai la tua foto zoomata e illuminata da una luce rossa (che non è applicata direttamente alla foto, tranquillo!) che ti permetterà di calcarne in maniera precisa i bordi.

Seleziona, quindi, lo Strumento tracciati cliccando sull’icona della penna stilografica dalla barra degli strumenti collocata sulla sinistra e cerca di ricalcare nella maniera più precisa possibile i bordi del soggetto che vuoi scontornare dalla foto. Per fare ciò, devi cliccare e “punteggiare” i bordi di tutto il soggetto con delle ancore di collegamento distanziate di pochissimo l’una dall’altra. A operazione completata, perfeziona la selezione delle parti più curve dell’immagine spostando le linee di collegamento in modo che aderiscano perfettamente al profilo del soggetto da scontornare, così da ottenere un risultato ancora più preciso.

Ora, disabilita la maschera veloce nello stesso modo in cui l’hai abilitata prima (quindi selezionando di nuovo la voce Commuta maschera veloce dal menu Seleziona), clicca sul pulsante Selezione dal tracciato che si trova nella barra degli strumenti collocata sulla sinistra per trasformare il tuo tracciato in una selezione vera e propria e scegli la voce Inverti dal menu Seleziona per invertire la selezione. In questo modo, hai selezionato solo sfondo della foto che ora dovrai andare a cancellare per scontornare il soggetto di cui hai “ricalcato” il perimetro poc’anzi.

Prima di cancellare lo sfondo della foto, ti consiglio di selezionare la voce Sfumata dal menu Seleziona di GIMP per “addolcire” un po’ la selezione e renderla più precisa. Nella finestra che si apre, imposta 3,000 come valore Selezione sfumata di e clicca sul pulsante OK per salvare i cambiamenti. Fatto ciò, cancella pure lo sfondo della tua foto premendo il tasto Canc/Backspace della tastiera del computer e il gioco è fatto.

Se sei soddisfatto del risultato ottenuto, salva la tua immagine scontornata selezionando la voce Esporta come dal menu File di GIMP e, nella finestra che si apre, scegli il nome, il formato e la posizione in cui desideri salvare la foto di output (scegli PNG o GIF se vuoi mantenere lo sfondo trasparente). In alternativa, copia l’immagine scontornata e incollala su una foto già esistente.

Come scontornare un’immagine con Paint

Layer e trasparenza Paint

Devi compiere piccoli lavori di fotoritocco e ritieni che sia “esagerato” ricorrere alle soluzioni che ti ho proposto nelle righe precedenti? In tal caso, se usi Windows, sappi che puoi scontornare un’immagine utilizzando Paint, il famoso programma di grafica che è installato su tutte le versioni del sistema operativo Microsoft. Per quanto possa sembrare “primitivo”, ti garantisco che, questo programma, se usato nel modo giusto, può consentire di scontornare le foto in modo egregio, specialmente se si tratta di immagini non troppo complesse.

Per procedere, apri l’immagine su cui vuoi lavorare utilizzando Paint (facendo clic destro sulla sua anteprima e selezionando le voci Apri con > Paint dal menu contestuale). Una volta avviato il programma, se disponi di una versione recente di quest’ultimo, magari legata a Windows 11, non ti resta che fare clic sull’icona dell’omino con sfondo trasversale, presente in alto a sinistra. In questo modo, il programma proverà a rendere trasparente lo sfondo in automatico. Certo, non sempre questo sistema funziona perfettamente, ma capisci bene che i passi in avanti effettuati da Paint nel corso degli anni non sono di certo di poco conto.

In alternativa, se proprio vuoi procedere alla “vecchia maniera”, pigia sul bottone Seleziona situato in alto e, nel menu che si apre, seleziona lo strumento Seleziona figura a mano libera, così da poter selezionare “manualmente” l’area da rimuovere e, cercando di essere il più preciso possibile, ricalca il perimetro del soggetto che vuoi scontornare.

Non appena avrai ultimato il “ricalco” del soggetto che ti interessa, pigia di nuovo sul pulsante Seleziona, clicca sulla voce Inverti selezione e sposta fuori dall’area di lavoro lo sfondo che vuoi eliminare dall’immagine semplicemente trascinandolo fuori da essa. Se sei stato abbastanza preciso e se sei soddisfatto del risultato ottenuto, salva l’immagine di output facendo clic sul bottone File e poi selezionando la voce Salva dal menu che si apre. Più semplice di così?!

Se il tuo PC è equipaggiato con Windows 10 o successivi, invece, potresti voler usare Paint 3D (la nuova versione di Paint) che integra uno strumento di seleziona automatica che è ancora più semplice da utilizzare (oltre che più accurato). Se ricordi, te ne ho parlato in modo più approfondito in un’altra guida.

Come scontornare un’immagine con Anteprima

Come scontornare un'immagine

Se usi un Mac e vuoi evitare di installare programmi di terze parti per scontornare le foto, sappi che puoi utilizzare a tale scopo Anteprima: l’applicazione inclusa in macOS, con la quale è possibile visualizzare e modificare immagini e file PDF. Scopriamo insieme come adoperarla per il lavoro che sei chiamato a compiere oggi, ovvero scontornare una foto.

Tanto per cominciare, fai doppio clic sulla foto che vuoi aprire con Anteprima (se il programma non è il lettore di immagini predefinito, fai clic destro sul file che vuoi aprire e poi fai clic sulle voci Apri con > Anteprima). Dopodiché pigia sul simbolo della matita situato in alto, pigia sul pulsante raffigurante il quadrato tratteggiato e, nel menu che si apre, seleziona lo strumento Laccio smart. Ora sei pronto per scontornare uno dei soggetti presenti nell’immagine: passa con il cursore sul perimetro della foto, così da evidenziarlo con una linea rossa cercando di essere il più accurato possibile.

Portata a termine questa prima fase, pigia sul bottone Ritaglia situato in alto a destra, pigia sul pulsante Converti per convertire l’immagine nel formato PNG (se l’immagine è in un formato diverso) e, se sei soddisfatto del tuo lavoro, seleziona la voce Salva dal menu File per salvare l’immagine di output. Semplice, vero?

Come scontornare un’immagine online

remove bg

Se le soluzioni che ti ho indicato nei capitoli precedenti non sono state di tuo gradimento, prova a rivolgerti a qualche servizio online utile per scontornare immagini. Uno dei migliori sulla piazza è Remove.bg che sfruttando un potente algoritmo in grado di riconoscere i volti umani, permette di scontornare anche i soggetti più complessi in maniera del tutto automatica.

Per scontornare un’immagine con Remove.bg, collegati alla sua home page, clicca sul pulsante Carica immagine e seleziona lo scatto che intendi ritoccare oppure, se preferisci, trascinala direttamente dentro la pagina. Dopo aver effettuato l’upload dell’immagine che intendi modificare, questa verrà analizzata ed elaborata dall’algoritmo di Remove.bg: tu non dovrai fare nient’altro, se non premere il pulsante Scarica per salvare il risultato sul tuo PC.

Se volessi apportare delle modifiche o usarlo in un progetto più ampio, potrai premere sul pulsante sul pulsante Aggiungi un design seguito da Crea il tuo design gratuito per trasportare questo ritaglio direttamente in un progetto di Canva, laddove iniziare fin da subito a lavorarci su.

Altri servizi online per scontornare immagini

photopea

Se Remove.bg non ti ha soddisfatto, sappi che puoi rivolgerti anche a molti altri servizi online per scontornare immagini. Dai un’occhiata a quelli elencati di seguito: sono certo che ne troverai qualcuno che possa fare al caso tuo!

  • Edit Photos for Free — si tratta di un’applicazione Web che permette di scontornare le immagini tramite l’uso di alcuni semplici pennelli con i quali delimitare le aree dell’immagine da mantenere e quelle da rimuovere.
  • Photopea — se vuoi scontornare foto utilizzando un servizio Web che abbia un’interfaccia simile a quella dei software di photo editing menzionati in questa guida, questa è la soluzione che fa al caso tuo. Photopea include infatti numerosi tool tramite i quali scontornare le immagini: è gratis e funziona senza registrarsi e, soprattutto, senza scaricare plugin aggiuntivi nel browser. Maggiori informazioni qui.

App per scontornare immagini

Come scontornare un'immagine

Al momento non hai il PC a portata di mano e vorresti sapere se c’è un modo per scontornare le immagini dal tuo dispositivo mobile? Certo che c’è: basta scaricare una delle app per scontornare immagini che sono elencate di seguito e utilizzarle nel modo giusto per portare a termine il tuo lavoro.

  • Photo Layers (Android) — integra numerosi tool tramite i quali ritoccare le proprie foto, permette di gestire fino a un massimo di 11 livelli e consente di scontornare le immagini in modo facile e veloce. Per apprendere il funzionamento, dai un’occhiata a questo articolo.
  • Superimpose Studio (iOS) — se hai un iPhone o un iPad, questa app per scontornare immagini può fare al caso tuo, dal momento che la sua interfaccia “pulita” e minimale è in perfetto stile Apple. Pur essendo gratuita, l’app richiede acquisti in-app a partire da 1,09 euro per eliminare i banner pubblicitari che caratterizzano la sua versione free.
  • Foto di Apple — l’app Foto, a partire da iOS 16 e solo dai modelli iPhone X e successivi, consente facilmente di scontornare un soggetto di una foto o di un fotogramma di un video semplicemente mantenendo la pressione del dito sull’elemento da ritagliare. Rilasciando il dito dal display, utilizza i tasti in alto per copiare l’elemento nella clipboard di iOS oppure fai tap su Condividi per inviare il soggetto scontornato tramite un’app di terze parti oppure salvarla come immagine nella galleria.

Come scontornare un’immagine con Illustrator

illustrator

Se vuoi scontornare la tua immagine usando Illustrator, lo puoi fare in pochissimi secondi. La prima cosa da fare è importare l’immagine trascinandola direttamente nel riquadro di lavoro, oppure premere il pulsante Apri e andare a selezionarla dalla memoria.

Adesso, una volta che hai la foto, vai sulla scheda Visualizza e assicurati di avere la spunta di fianco alla voce Trasparenza. Adesso prendi lo strumento Penna dalla colonna di sinistra, poi comincia a disegnare un tracciato intorno al soggetto che vuoi separare dallo sfondo. Puoi anche usare altri strumenti di selezione, ma questo è il più preciso.

Adesso chiudi il tracciato, poi seleziona lo strumento Selezione dalla colonna di sinistra. Da qui fai clic sul soggetto all’interno del tracciato, poi tieni premuto il pulsante Maiuscolo e fai clic anche sull’area non selezionata all’interno del tracciato. Adesso, dalla finestra di trasparenza, premi il pulsante Maschera per rimuovere lo sfondo. per salvare il risultato, vai sulla voce File seguito da Esporta ed Esporta come. Se ti servono maggiori informazioni su come usare Illustrator, ti lascio la mia guida.

Come scontornare un’immagine con Canva

canva

Se utilizzi Canva, il servizio online che ti permette di creare fantastici lavori di grafica in forma gratuita, sappi che esiste anche una funzione per contornare le immagini. Essa però, a differenza della maggior parte degli strumenti, è tra quelle funzioni a pagamento.

Il prezzo del piano Canva Pro è di 11,99 euro/mese per una sola persona, di 23,99 euro/mese per il piano che prevede fino a 5 persone che usano il medesimo profilo contemporaneamente. Una volta attivato il piano, collegati alla pagina principale del servizio per procedere.

Da qui premi sul pulsante Progetti grafici, poi sulla voce Editor di foto e poi sul pulsante Inizia a modificare gratuitamente. Adesso carica una immagine trascinandola nel frame, poi accedi al tuo profilo (nel caso ancora non l’avessi fatto) e premi il pulsante Carica. Una volta scelta la foto, fai clic sulla voce Modifica foto in alto, poi clicca sul pulsante Rimuovi sfondo: Canva farà tutto il lavoro in un clic. Per saperne di più su come usare Canva, ti lascio alla mia guida sul tema.

Come scontornare un’immagine con Inkscape

inkscape

Se utilizzi Inkscape o sei alla ricerca di un programma gratuito per fare il lavoro, questo capitolo fa al caso tuo. Scontornare qui è facilissimo e riprende le meccaniche che abbiamo già visto anche per GIMP.

La prima cosa da fare è quella d’importare una foto da scontornare, aprendo il programma e trascinandola direttamente nella finestra di lavoro. Da qui dai OK a eventuali messaggi visualizzati, poi cerca lo strumento Penna che trovi nella colonna di sinistra.

Adesso, tramite il medesimo, disegna un tracciato creando dei punti successivi intorno a ciò che vuoi scontornare, andando poi a richiudere il medesimo facendo clic sul primo punto creato. Ora fai clic sullo strumento Seleziona, poi tieni premuto il tasto maiuscolo e fai clic prima sull’area selezionata, poi sulla parte esterna alla medesima, andando a selezionare l’intera immagine. Adesso vai sulla voce Oggetto, poi su Maschera e infine su Imposta maschera per applicarla. Ora il tuo oggetto è scontornato. Per maggiori dettagli su come usare Inkscape, ti lascio alla mia guida sul tema.

Come scontornare un’immagine con PowerPoint

powerpoint

Se utilizzi PowerPoint e hai bisogno di rimuovere lo sfondo, lo puoi fare praticamente in un solo clic. Ti avverto però che è una funzione abbastanza grezza nel suo essere, quindi non aspettarti lavori estremamente puliti a meno di non avere una immagine incredibilmente semplice da scontornare.

Detto questo, una volta aperto PowerPoint fai clic sulla voce Inserisci seguita da Immagini e Questo dispositivo. Adesso scegli l’immagine da importare poi, una volta in PowerPoint e selezionata, premi il pulsante Rimuovi sfondo dalla scheda Formato immagine. Da qui usa gli strumenti Segna aree da mantenere e Segna aree da rimuovere per decidere cosa tenere e cosa no, poi premi il pulsante Mantieni modifiche per confermare. Per maggiori dettagli su come usare PowerPoint, ti lascio alla mia guida sul tema.

Come scontornare un’immagine con CorelDRAW

corel photo

Se utilizzi CorelDRAW, devo informarti che non è lo strumento più appropriato per rimuovere lo sfondo da una foto, ma non occorre disperarsi. Insieme al pacchetto è presente anche il programma Corel PHOTO-PAINT, grazie al quale potrai fare tutto senza problemi.

Per riuscirci apri Corel PHOTO-PAINT, poi importa una immagine cliccando sulla voce File seguita da Apri, poi seleziona la foto in questione. Adesso vai sullo strumento Maschera rettangolare e clicca sulla parte bassa a destra del quadrato, in modo da aprire gli strumenti disponibili.

Da qui scegli quello che è più adatto al tuo caso, seleziona il soggetto della foto, premi il pulsante Inverti maschera, poi prendi lo strumento Gomma e usalo per cancellare lo sfondo. Grazie alla selezione effettuata, il soggetto non verrà cancellato anche se passi la gomma sopra. Per sapere in dettaglio come scaricare CorelDRAW, ti lascio alla mia guida sul tema.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.