Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come fare un PowerPoint

di

Durante una riunione di lavoro o una lezione a scuola ti è stato chiesto di creare una presentazione in PowerPoint e tu, non avendo particolare dimestichezza con questo software, non sai bene da dove cominciare? Non ti preoccupare: sei capitato nel posto giusto al momento giusto! Nelle righe che seguono, infatti, ti spiegherò come fare un PowerPoint in maniera semplice e senza inutili perdite di tempo. Ti garantisco che non avrai bisogno di grandi conoscenze informatiche per ottenere buoni risultati: dovrai avere soltanto di un po’ di pazienza e tanta fantasia da infondere nelle tue presentazioni.

Come facilmente intuibile, il programma più usato per la realizzazione di presentazioni è Microsoft Office PowerPoint, che è incluso nel pacchetto Office di Microsoft, ma non si tratta dell’unico strumento adatto allo scopo: se Microsoft Office PowerPoint non ti piace e/o non sei disposto ad acquistare una licenza per usarlo, devi sapere che esistono altri programmi in grado di realizzare presentazioni di sicuro impatto. Uno di questi è LibreOffice Impress, che è completamente gratuito, open source ed è compatibile con tutti i principali sistemi operativi per PC. Te ne parlerò nella seconda parte del tutorial. Altra cosa di cui ti parlerò più avanti è la versione mobile di PowerPoint, che è compatibile con la maggior parte degli smartphone e dei tablet e permette di realizzare presentazioni complete proprio come su PC.

Infine, se proprio non vuoi o non puoi installare programmi né app sul tuo computer e hai comunque necessità di creare una presentazione PowerPoint, ti spiegherò anche come realizzare slide di ottimo livello usando alcuni servizi online. Allora, che ne dici? Ti ho incuriosito? Sei pronto per iniziare? Perfetto, allora prenditi il tuo tempo, leggi quanto scritto nelle righe successive e segui i miei consigli. Ti assicuro che i risultati che riuscirai ad ottenere ti sorprenderanno!

Indice

Come fare un PowerPoint su PC

Creare una presentazione PowerPoint su computer è il modo più comodo: la disponibilità di mouse e tastiera e uno schermo più grande ti semplificheranno sicuramente il lavoro. Come ti spiegavo poc’anzi, ti mostrerò due diversi programmi per fare una presentazione usando il tuo PC: il primo è il “classico” Microsoft Office PowerPoint, il secondo è LibreOffice Impress.

Tra questi due programmi ci sono diverse differenze ma, a dire il vero, la più importante è il prezzo. Microsoft PowerPoint richiede infatti il pagamento di una licenza o la sottoscrizione di un abbonamento e si può usare in modo gratuito soltanto per un mese. LibreOffice Impress, invece, è open source e completamente gratis: ciò significa che non si paga nulla per installarlo e utilizzarlo.

Ti darò, di seguito, le informazioni più importanti di cui hai bisogno per creare una buona presentazione con entrambi i programmi.

Microsoft Office PowerPoint

Se non hai ancora installato Microsoft Office PowerPoint sul tuo computer, è arrivato il momento di farlo. Questo programma è disponibile sia per Windows che per macOS: le due versioni sono molto simili e, anche se userò la versione per Windows, sappi che le procedure da seguire sono quasi identiche anche su Mac.

Come ti ho anticipato, PowerPoint non è gratis, è a pagamento e ci sono due modi per ottenerlo.

  • Acquistando il pacchetto Office 365 Home & Student 2016 – in tal caso è previsto il pagamento di 149 euro in un’unica soluzione.
  • Abbonandosi al servizio Office 365 – al costo di 7 euro al mese o 69 euro all’anno; questo programma è l’unico che permette di provare gratuitamente il programma (e tutti gli altri applicativi del pacchetto Office) per 30 giorni.

Se hai deciso di optare per la seconda soluzione e di provare Office 365 gratis prima di abbonarti, procedi come segue: collegati alla pagina per scaricare PowerPoint, sposta il mouse sul pulsante Prova Gratis e poi clicca su Per la Casa. Si aprirà una nuova pagina, all’interno della quale dovrai cliccare sul pulsante Prova gratis. A questo punto, vai su Avanti e accedi al tuo account Microsoft. Non hai ancora un account Microsoft? Poco male: consulta la mia guida su come creare un account Microsoft e riuscirai a ottenerne uno in men che non si dica.

Scegli ora il tuo metodo di pagamento preferito (PayPal o carta di credito) e compila i campi con le informazioni richieste. Tieni presente che questa operazione è necessaria per avere la versione di prova, ma non ti sarà addebitato niente se annulli l’abbonamento prima della scadenza dei 30 giorni gratuiti. Clicca su Avanti e aspetta che il download del programma inizi automaticamente.

Il grosso è fatto: per installare la suite Office in prova (o definitiva, se hai deciso di acquistarla), non devi fare altro che cliccare due volte sul file .exe scaricato. Su Mac, invece, devi aprire il file dmg scaricato, avviare l’eseguibile Office Installer e seguire le istruzioni a video (si tratta di cliccare sempre su Continua e di digitare la password dell’account utente su macOS).

Ricorda che, se non vuoi acquistare Microsoft Office, dovrai aver cura di annullare il rinnovo automatico dell’abbonamento da questa pagina prima del termine dei 30 giorni di prova. In caso di dubbi, puoi consultare la la mia guida approfondita su come scaricare PowerPoint in cui ti ho illustrato più in dettaglio la procedura di download e installazione di PowerPoint su Windows e macOS.

Creare una presentazione con Microsoft PowerPoint

Hai scaricato e installato PowerPoint sul tuo PC Windows o sul tuo Mac? Perfetto: ora è il momento di aprirlo e mettersi al lavoro per creare la presentazione da sfoggiare durante una riunione al lavoro o la spiegazione di una ricerca a scuola.

Per iniziare, fai partire PowerPoint facendo clic sulla sua icona (quella marrone con una lettera “P” al centro). Ora puoi procedere in due modi: se vuoi creare una presentazione vuota, in cui sarai tu a personalizzare lo sfondo e i colori, clicca su Presentazione vuota. Se invece non hai molta fantasia o non vuoi perdere troppo tempo sulla scelta dei colori, puoi sempre usare uno dei modelli già disponibili all’interno del programma.

Qualunque scelta tu abbia fatto, il programma ti mostrerà il pannello di lavoro contenente gli strumenti che potrai utilizzare per dare forma, piano piano, alla tua presentazione. Gli strumenti sono racchiuse in comode schede, suddivise per categorie.

  • Home – in questa scheda sono presenti gli strumenti più usati di PowerPoint, tra cui i tasti per la formattazione del testo, la creazione rapida di nuove diapositive, l’inserimento di frecce, forme e quant’altro.
  • Inserisci – in questa scheda sono presenti gli strumenti per inserire elementi nella diapositiva: immagini, forme, collegamenti ipertestuali, box di testo e altro.
  • Progettazione – in questa scheda ci sono gli strumenti che permettono la modifica della struttura della slide: colore, dimensione e carattere del testo, decorazioni e altro.
  • Transizioni – qui sono presenti gli strumenti per decidere con quale effetto passerai da una slide a un’altra della tua presentazione. Se hai usato qualche volta Movie Maker, saprai sicuramente di cosa sto parlando.
  • Animazione – qui sono presenti gli strumenti per decidere l’effetto con cui gli elementi entreranno nella slide, come fossero “animati”. Ad esempio, è possibile far entrare del testo dall’alto, delle immagini con effetto ingrandimento e molto altro.
  • Presentazione – da questa scheda puoi vedere in anteprima la tua presentazione e definirne il comportamento nel dettaglio.
  • Revisione – qui trovi gli strumenti per rivedere rapidamente i contenuti delle tue slide. Inoltre, sempre da qui, se lo vorrai, potrai inserire delle annotazioni a penna.
  • Visualizza – questa scheda ti permette di modificare l’interfaccia di visualizzazione slide di PowerPoint: permette di eliminare i colori, sovrapporle, mostrare delle anteprime allineate, affiancarle, ingrandirle, rimpicciolirle e molto altro.

Ora che sai dove trovare gli strumenti necessari, vediamo i primi passi per creare la tua presentazione. Cliccando su Fare clic per inserire il titolo puoi immettere il titolo della presentazione, così come il sottotitolo. A questo punto puoi dare spazio alla tua fantasia: tramite la scheda Inserisci puoi aggiungere immagini, sfondi, forme, grafici e molto altro. Gli elementi inseriti possono essere spostati trascinandoli con il mouse.

Inoltre, puoi personalizzare la maggior parte degli elementi tramite la barra degli strumenti fissa in alto o tramite altre piccole barre che compaiono durante l’inserimento dei vari elementi nel piano di lavoro. Puoi poi accedere ad ulteriori opzioni di personalizzazione cliccando con il tasto destro del mouse sull’elemento da modificare.

Come ti ho accennato poco fa, ciascun elemento della tua slide può essere animato: ciò significa che quando mostrerai la presentazione, l’elemento comparirà con l’animazione scelta. Spostati sulla scheda Animazioni e sbizzarrisciti: riproduci ogni volta l’anteprima dell’animazione fin quando non avrai ottenuto il risultato sperato. Fai attenzione se deciderai di animare scritte: non usare animazioni troppo rapide o troppo vistose, rischieresti di “imbruttire” la tua slide!

Ricorda sempre che si possono inserire nuove diapositive cliccando sul pulsante Nuova Diapositiva. Se hai scelto un modello preimpostato, la diapositiva seguirà gli stessi colori e le stesse caratteristiche. E’ possibile riprodurre tutte le slide della presentazione, o solo una parte di esse, usando i pulsanti della scheda Presentazione. In questo modo vedrai subito se l’ordine degli elementi, le animazioni e le transizioni ti soddisfano e, in caso negativo, cambiarli.

Con un po’ di fantasia e qualche clic del mouse sei riuscito ad ottenere il risultato sperato? Perfetto: non devi fare altro che cliccare su File e poi su Salva Con Nome per memorizzare il file sul tuo computer. Fare un PowerPoint con il programma di Microsoft non è stato difficile, vero?

LibreOffice Impress

Microsoft Office PowerPoint non ti piace? Hai esaurito il tuo periodo di prova e sei alla ricerca di una soluzione gratis che ti aiuti a ottenere un risultato simile? Se hai letto attentamente l’inizio di questa guida ricorderai che ti ho parlato anche di LibreOffice Impress, un programma per PC che non costa nulla e permette di fare un ottimo lavoro.

LibreOffice Impress è sviluppato e mantenuto dalla Document Foundation, è completamente open source e può essere liberamente scaricato e utilizzato sia in ambito casalingo che aziendale. E’ disponibile per Windows, Mac e Linux. Esistono due versioni di LibreOffice: Fresh e Still. La versione Fresh è quella che riceve più aggiornamenti in funzionalità ed è più adatta agli utenti non professionali. La versione Still, invece, è la versione più stabile e che riceve meno aggiornamenti: è pensata principalmente per le aziende. In questa guida ti mostrerò come usare Impress da LibreOffice Fresh ma, se vorrai, potrai comunque scaricare la versione Still, che è molto simile.

Ottenere LibreOffice Impress è molto semplice: recati sulla pagina di download di LibreOffice Fresh e clicca sul pulsante verde Scaricate la versione X.Y.Z (al posto di X, Y e Z troverai dei numeri): partirà in automatico il download del file più adatto al tuo sistema operativo. In alternativa, se desideri scaricare LibreOffice per un sistema operativo differente, scorri in basso la pagina fino a trovare la voce Sistemi Operativi e clicca sul file che ti interessa scaricare.

Una volta completato il download fai clic sul file scaricato e segui le istruzioni a video per procedere con l’installazione dell’intera suite LibreOffice. Occhio che se utilizzi un Mac, oltre al pacchetto d’installazione della suite dovrai scaricare anche il Language pack italiano, cliccando sul pulsante Interfaccia utente tradotta. Se incontri qualche difficoltà nella procedura d’installazione di LibreOffice, leggi il mio tutorial su come creare PDF in cui trovi spiegato tutto in dettaglio.

Creare una presentazione con LibreOffice Impress

Hai finito di scaricare e installare LibreOffice sul tuo computer? Ottimo, è ora di metterti a lavoro e creare la presentazione di cui hai bisogno. Per prima cosa apri il programma LibreOffice e avvia la creazione di una nuova presentazione in Impress pigiando sull’apposito pulsante collocato nella barra laterale di sinistra.

A questo punto puoi creare una presentazione partendo da un modello già presente (puoi sceglierlo fin da subito dalla finestra che ti compare al primo avvio, facendo clic sulla sua anteprima e poi su Apri) o partire da una presentazione vuota, cliccando sul tasto Annulla.

Qualunque sia stata la tua scelta, ora sei faccia a faccia con il piano di lavoro: per prima cosa, fai clic sulla voce Fai clic per aggiungere un titolo per inserire un titolo nella tua slide; fatto ciò, puoi subito inserire del testo cliccando su Fai clic per aggiungere testo.

Se hai letto il capitolo precedente, noterai che l’interfaccia di Impress è molto meno intuitiva rispetto a quella di Office. Ciò però non significa che le funzionalità non siano altrettanto buone, anzi! La barra degli strumenti collocata in cima allo schermo permette di agire sulla presentazione in maniera molto intuitiva: consente di avviarla e riprodurla, inserire nuovi oggetti (come testo, immagini, audio ecc.), di disegnare a mano libera e molto altro ancora.

La barra degli strumenti collocata immediatamente sotto quella in cima allo schermo, invece, permette di modificare l’oggetto selezionato cambiandone, ad esempio, il colore e i bordi, permette di inserire forme, oggetti 3D e molto altro ancora. Puoi accedere, poi, ad altre funzioni usando i menu in alto (ModificaVisualizzaInserisciFormato e via discorrendo).

Adesso ti starai chiedendo se anche LibreOffice Impress permette di aggiungere animazioni: certo che si, anche se tramite una procedura un po’ più complessa rispetto a quella prevista Microsoft PowerPoint. Per inserire delle animazioni, clicca sul menu Formato e scegli Animazione. Ti comparirà un piccolo pannello: clicca sull’elemento che vuoi animare, poi sul tasto (+) situato a metà del pannello e il gioco è fatto. Grazie ai menu a tendina, puoi anche scegliere l’effetto desiderato, la modalità di avvio dell’animazione, la sua direzione e la sua durata.

Queste sono le funzionalità di base di LibreOffice Impress. Ora devi soltanto dare spazio alla tua fantasia e creare una presentazione con i fiocchi! Quando sarai soddisfatto del risultato ottenuto, clicca sul menu File (in alto a sinistra) e poi sulla voce Salva con Nome per memorizzare la presentazione sul tuo computer. Fai molta attenzione al formato di salvataggio: se sul computer da cui dovrai mostrare la slide è presente Impress, sentiti libero di usare il formato predefinito .odp. Se, invece, avrai a che fare con un computer su cui è presente solo Microsoft Office PowerPoint, ti consiglio di salvare il file in formato .pptx. Puoi scegliere il formato di output della presentazione tramite l’apposito menu a tendina che si trova in basso nella finestra di salvataggio del file.

Hai visto? Sei riuscito a creare un PowerPoint usando un programma alternativo completamente gratis!

Come fare un PowerPoint su smartphone e tablet

Come dici? Ti secca usare il computer e preferisci il tuo smartphone o il tuo tablet per fare un PowerPoint in poco tempo? Come ti ho accennato all’inizio della mia guida ho una soluzione anche per questo! Nelle righe seguenti troverai le migliori app per creare presentazioni su smartphone e tablet: grazie a queste applicazioni, non avrai problemi a portare a termine il tuo lavoro e, seguendo i miei consigli, ti riuscirà nel miglior modo possibile!

PowerPoint

Sono lieto di dirti che è possibile farlo! Microsoft, infatti, ha reso disponibile una versione di PowerPoint gratuita anche per smartphone e tablet Android, iOS e Windows 10 Mobile. Devo però avvisarti da subito che se non hai un abbonamento a Office 365, potrai inserire i vari elementi ma non potrai personalizzarli nel dettaglio. In caso tu abbia bisogno di funzionalità complete, dovrai scegliere uno degli abbonamenti a Office 365 di cui ti ho già parlato nel paragrafo dedicato a Microsoft Office PowerPoint per PC. Se deciderai di sottoscrivere un abbonamento a Office 365 avrai molte più funzioni nell’app mobile: potrai inserire e modificare elementi WordArt, aggiungere ombre e riflessi alle immagini, aggiungere e modificare gli elementi di un grafico, aggiungere sfumature personalizzate alle celle delle tabelle, controllare le note in modalità visualizzazione Relatore e aggiungere colori personalizzati alle forme. Inoltre, è bene precisare che se il tuo tablet ha uno schermo più grande di 10.1 pollici, dovrai obbligatoriamente avere un abbonamento a Office 365 per usare Microsoft Office PowerPoint.

Le app di PowerPoint per le varie piattaforme sono molto simili tra loro, differiscono soltanto per qualche dettaglio. Io userò come riferimento l’app per Android, ma tu non avrai nessun problema a ripetere la procedura su iPhone, iPad o su un dispositivo Windows 10 Mobile. Tutto chiaro? Bene, allora puoi metterti finalmente al lavoro!

Se stai usando lo smartphone, apri l’app di PowerPoint facendo tap sulla sua icona. Se disponi di un abbonamento a Microsoft Office 365 o vuoi accedere ai tuoi file su OneDrive, puoi effettuare l’accesso al tuo account Microsoft sfiorando il pulsante Accedi. Altrimenti, per creare un nuovo PowerPoint, fai tap sul pulsante Nuovo e scegli se creare la tua presentazione partendo da un documento vuoto (Presentazione Vuota) o usando uno dei modelli esistenti.

Per aggiungere nuove slide alla tua presentazione, tocca il pulsante (+). Dal menu che compare puoi scegliere se inserire del testo o altri elementi facendo tap sulla matita, se tagliare la slide corrente facendo tap sul simbolo delle forbici, se eliminarla scegliendo la voce Elimina e così via.

Quando avrai raggiunto il risultato sperato, potrai salvare il tuo lavoro sfiorando il pulsante () e selezionando la voce Salva con Nome. Puoi salvare la presentazione sul dispositivo o in un’altra posizione. Ricorda che se hai effettuato l’accesso con un account Microsoft, la presentazione verrà salvata automaticamente sul cloud di OneDrive.

Se stai usando un tablet, puoi trovare le stesse funzionalità di PowerPoint per smartphone, ma l’aspetto della app sarà più simile a quella del programma per PC: avrai infatti a disposizione un’interfaccia a schede e, sfiorando ciascuna scheda, potrai accedere agli strumenti per portare a termine il tuo lavoro. Inoltre avrai una piccola barra degli strumenti che ti permetterà di aggiungere al volo una nuova diapositiva, di cambiarne l’aspetto, di formattare il testo e di riprodurre l’intera presentazione.

Come ti ho accennato qualche riga fa, la versione di Microsoft Office PowerPoint per iPhone è un po’ diversa da quella per Android: all’inizio vedrai una sola diapositiva e, per muoverti tra le altre diapositive che hai creato nella tua presentazione, dovrai usare il pratico menu che troverai in basso. Un’altra piccola differenza consiste nelle voci che troverai all’interno del menu contestuale, che verrà fuori quando farai tap su una slide: non preoccuparti, tutto resta intuitivo e i vari strumenti sono quelli che hai già imparato a conoscere e usare.

Altre app per fare PowerPoint

Microsoft Office PowerPoint per smartphone e tablet non ti ha soddisfatto? Sei alla ricerca di altre app che ti permettano di creare una presentazione usando i tuoi dispositivi portatili? Allora lascia che ti dia qualche consiglio per guidarti al meglio nella scelta.

  • AndrOpen Office – è praticamente LibreOffice riadattato per funzionare su Android. La sua interfaccia può risultare un po’ scomoda da usare su smartphone, poiché è molto simile a quella per PC (menu compresi!), ma gli strumenti offerti sono veramente tanti e degni di essere usati. Particolarità di AndrOpen Office è quella di poter essere arricchito con degli add-on scaricabili dal Play Store, che permettono tra le altre cose di aggiungere il controllo ortografico e installare nuovi font.
  • WPS Office – è sicuramente un’ottima app per creare PowerPoint usando smartphone e tablet. Il suo funzionamento è molto semplice e gli strumenti sono ridotti al minimo indispensabile, tuttavia è un’app veramente stabile e veloce che merita di essere provata. Oltre a creare presentazioni, WPS Office permette di creare rapidamente anche fogli di lavoro e fogli di calcolo. WPS Office è disponibile per Android, per iPhone e iPad.
  • Polaris Office – anche Polaris Office è un’app che permette di creare PowerPoint dai dispositivi mobili. Molto simile a Microsoft Office, il suo punto di forza è la presenza di numerosi strumenti con un’interfaccia pratica e pensata appositamente per l’uso con i tap su schermo. Polaris Office è disponibile sia in versione gratuita che in versione a pagamento (29.99€/anno o 4.19€ al mese): quest’ultima aggiunge la possibilità di esportare documenti come PDF, proteggere i file, usare la scrittura a mano e tanto altro. Polaris Office è disponibile per Android, per iPhone e iPad.
  • Presentazioni Google – è uno strumento molto pratico per creare PowerPoint da smartphone e tablet. Oltre ad essere ricco di funzionalità, permette di importare documenti creati con Microsoft Office e modificarli in collaborazione con altri colleghi o compagni di studio. Per usare quest’app bisogna avere un account Google. Una volta effettuata l’autenticazione, è possibile lavorare anche senza connessione a Internet. Presentazioni Google è compatibile con Android, iPhone e iPad.

Come fare un PowerPoint online

Non vuoi installare programmi né app e vorresti fare un PowerPoint usando soltanto il browser? Ti accontento subito: Microsoft offre gratuitamente una versione web di Office PowerPoint, che puoi usare gratuitamente da qualsiasi browser.

Prima di andare avanti devo però avvisarti che si tratta di una versione molto limitata nelle funzionalità: nonostante la sua interfaccia sia del tutto simile a quella del programma per computer, non troverai molti strumenti per personalizzare i tuoi oggetti, inserire animazioni o transizioni. Insomma, se non hai bisogno di cose particolarmente complesse ma di creare un PowerPoint di base questa versione è adatta a te.

Per usare Microsoft PowerPoint online non devi fare altro che collegarti al sito dell’applicazione web e inserire le credenziali del tuo account Microsoft (che in questo caso è obbligatorio; se non ne hai già uno, ti ho spiegato come creare account Microsoft in un mio tutorial). A questo punto, clicca sull’icona di PowerPoint e scegli se creare un documento vuoto (Nuova presentazione vuota) o partire da uno dei modelli disponibili. Fatto ciò, puoi accedere alle varie funzionalità dell’app usando le schede a disposizione.

  • Home – contiene gli strumenti più usati: è possibile inserire nuove diapositive, formattare il testo, inserire forme e stili.
  • Inserisci – contiene gli strumenti per inserire elementi esterni alla diapositiva come immagini, forme, grafici, caselle di testo e commenti.
  • Progettazione – permette di modificare al volo lo stile della presentazione.
  • Transizioni – permette di impostare il tipo di transizione tra una slide e l’altra.
  • Animazioni – contiene gli strumenti per aggiungere le animazioni agli oggetti.
  • Revisione – contiene gli strumenti per un controllo generale sui contenuti (ad esempio il controllo della grammatica).
  • Visualizza – permette di cambiare lo stile di visualizzazione della presentazione.

Quando sarai soddisfatto del tuo lavoro, potrai salvarlo sul computer o sul tuo dispositivo cliccando sul pulsante File e poi sulla voce Scarica Come. Potrai scegliere se scaricare il tuo documento nel formato Microsoft Office .pptx (cliccando su Scarica Copia), se salvarlo come PDF oppure come file ODP (il formato Open compatibile anche con LibreOffice). In tutti i casi, ricorda sempre che il tuo file viene continuamente salvato sul cloud di OneDrive.

Come dici? PowerPoint online non ti ha pienamente soddisfatto? Allora ti consiglio di dare un’occhiata a Presentazioni Google: si tratta di un servizio di Google che permette di creare PowerPoint direttamente usando il browser. È completamente gratuito ed integrato con Google Drive. Usarlo è molto semplice: collegati innanzitutto alla sua pagina principale e inserisci i dati per accedere al tuo account Google. Poi, per creare una presentazione, fai clic sul grosso tasto (+) rosso che troverai in basso a destra.

Segui le indicazioni a schermo e fai clic sulle varie voci per aggiungere titolo e sottotitolo. Tieni presente che, in qualsiasi momento, potrai modificare il tema delle slide usando il pannello a destra, o riprodurle usando il pannello a sinistra. Puoi trovare tutti gli strumenti nei menu in alto: i più importanti sono Inserisci, che permette di inserire nuovi elementi alla slide, e Diapositiva, che permette di definire gli aspetti generali della tua presentazione. Inoltre, cliccando con il tasto destro del mouse su ciascun elemento, comparirà un pratico menu contestuale che ti permetterà di modificarlo. Il tuo lavoro sarà salvato in tempo reale su Google Drive ma, se vorrai, potrai scaricarlo sul computer cliccando sul pulsante File, poi sulla voce Scarica come e, infine, sul formato in cui vuoi scaricare la tua presentazione.

Hai visto? E’ possibile creare PowerPoint soddisfacenti anche senza installare nulla! A questo punto, se hai seguito i miei consigli, sono sicuro che avrai fatto un ottimo lavoro divertendoti anche tantissimo.