Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare un PowerPoint sul telefono

di

Il tuo PC ti ha “abbandonato” proprio nel momento del bisogno e ora non sai come realizzare la presentazione che dovevi realizzare per lavoro o per la scuola. In situazioni di emergenza come questa, puoi cercare di salvare la situazione avvalendoti del tuo smartphone. Sì, hai letto bene!

Dal momento che PowerPoint e tante altre app per la realizzazione di presentazioni sono disponibili anche come app per dispositivi mobili, puoi tranquillamente portare a termine il tuo lavoro dal telefono e portare ugualmente a casa un risultato sufficiente. Certo, non sarà comodo come lavorare sul PC, ma sempre meglio di niente, non trovi?

Coraggio, dunque: prenditi cinque minuti di tempo libero e scopri come fare un PowerPoint sul telefono grazie alle indicazioni che sto per darti. Contrariamente a quanto tu possa pensare, realizzare una presentazione dal proprio dispositivo mobile è tutt’altro che complicato. Detto questo, non mi resta altro da fare, se non augurarti una buona lettura e un buon lavoro!

Indice

Informazioni preliminari

PowerPoint logo

Prima di addentrarci nel vivo della guida e vedere in modo dettagliato come fare un PowerPoint sul telefono, mi sembra doveroso fornirti alcune informazioni utili che penso ti saranno di aiuto per procedere nel migliore dei modi.

Innanzitutto ci tengo a ribadire quanto detto nelle battute iniziali dell’articolo: realizzare una presentazione dallo smartphone non è esattamente il massimo della comodità, e non ci vuole un genio per capire il perché, viste le dimensioni sensibilmente ridotte del proprio spazio di lavoro (ovvero lo schermo).

Come ti dicevo qualche riga più su, è possibile realizzare una presentazione PowerPoint da mobile usando l’app di PowerPoint, che ti ricordo essere gratuita sui dispositivi con dimensioni pari o inferiori ai 10.1″. Chi non ha sottoscritto un abbonamento a Microsoft 365 (ex Office 365), che parte da 7 euro/mese, non può però disporre di alcun funzioni avanzate, come quelle relative all’aggiunta delle note del relatore, l’inserimento di effetti per le immagini e l’aggiunta di forme e colori personalizzati.

In alternativa, è possibile ricorrere ad applicazioni di terze parti che permettono di realizzare presentazioni in modo altrettanto comodo, per cui non devi sentirti costretto a usare l’app di Microsoft. Scegli autonomamente quale soluzione adoperare, in base a quelle che sono le tue esigenze.

Come si fa un PowerPoint sul telefono

Andiamo, dunque, al sodo e vediamo come si fa un PowerPoint sul telefono adoperando sia la celebre app di casa Microsoft che alcune pratiche e utili soluzioni di terze parti.

PowerPoint (Android/iOS/iPadOS)

PowerPoint mobile

Se preferisci usare l’app ufficiale di PowerPoint, installala e avviala sul tuo dispositivo Android/iOS/iPadOS, effettua il login al tuo account Microsoft e decidi se creare un nuovo documento, premendo sul pulsante (+), o se modificarne uno già esistente, facendo tap sull’icona della cartella. Puoi selezionare file dalla memoria del dispositivo oppure da uno dei servizi di cloud storage supportati (es. OneDrive, Dropbox, etc.).

Se hai scelto di creare un nuovo documento, decidi se creare un progetto partendo da zero (Presentazione vuota) oppure se usare uno dei template disponibili (es. Madison, Atlante, etc.). Per modificare il layout della diapositiva corrente, fai tap sull’icona del rettangolo diviso in tre parti (in basso a sinistra) e seleziona quello che preferisci utilizzare (es. Diapositiva titolo, Due contenuti, Confronto, Solo titolo, etc.).

Successivamente, fai doppio tap su uno dei campi di testo presenti nella slide e digita la scritta con cui sostituire il testo d’esempio. Per formattare il testo, fai tap sull’icona della A con la matita posta in alto (se non la vedi, chiudi la tastiera che era comparsa a schermo) e, dopo esserti accertato che sia selezionata la scheda Home (in basso a sinistra), modifica font, colore del carattere, etc., mediante gli appositi menu e pulsanti che sono presenti nella parte inferiore dello schermo.

Facendo tap sulla scheda Home (in basso a sinistra), puoi aprire il menu che permette di navigare tra le altre schede di PowerPoint: Inserisci, mediante la quale è possibile aggiungere tabelle, immagini, video, audio, forme, caselle di testo aggiuntive, nuove diapositive e così via; Disegno che consente di disegnare sulla presentazione, inserire evidenziazioni, etc.; Progettazione che offre la possibilità di agire sullo sfondo della presentazione, applicare dei temi; Transizione, per aggiungere effetti di transizione tra una diapositiva e l’altra; Animazioni, per inserire effetti di entrata, enfasi e uscita agli oggetti presenti nelle slide; Presentazione, per riprodurre un’anteprima dell’intera presentazione o della diapositiva corrente; Revisione, per aggiungere commenti e annotazioni e Visualizza, per modificare le opzioni di visualizzazione.

Una volta che avrai terminato il lavoro sulla presentazione realizzata su PowerPoint, salvala: per riuscirci, fai tap sul pulsante raffigurante i tre puntini (in alto a destra) e premi sul pulsante salva.

PowerPoint è disponibile anche per tablet. Il suo funzionamento però, in questo caso, ricalca quello della versione desktop del programma, con le schede in alto e non in basso.

Presentazioni Google (Android/iOS/iPadOS)

Presentazioni Google

Una soluzione alternativa a PowerPoint che ti invito vivamente a provare è Presentazioni Google. Come facilmente intuibile dal nome, quest’app per smartphone e tablet Android e iOS/iPadOS (disponibile anche come servizio online), offre la possibilità di realizzare presentazioni partendo da template pronti all’uso che facilitano in modo importante il proprio lavoro.

Dopo aver installato e avviato l’app sul tuo dispositivo, accedi al tuo account Google (se non l’hai già fatto) e, dopo aver saltato il tutorial iniziale, premi sul pulsante (+) collocato in basso a destra; dopodiché decidi se partire da un template pronto all’uso (Scegli un modello) oppure se creare una presentazione da zero (Nuova presentazione).

Per inserire nuovi elementi nella presentazione, fai tap sul pulsante (+) collocato in alto e aggiungi un commenti, testi, immagini, forme, linee, tabelle, etc., premendo su una delle voci presenti nel menu che è comparso a schermo. Per aggiungere una nuova slide, invece, fai tap sull’icona della diapositiva con la + posta in bassa destra e, nel menu che si apre, scegli quale vuoi inserire nel progetto (es. Solo titolo, Titolo e due colonne, etc.)

Per agire sulle caselle di testo presenti nelle slide, invece, fai doppio tap su quella di tuo interesse e scrivi la scritta con cui sostituire il testo d’esempio. Per formattare il testo aggiunto nella presentazione, fai tap sul pulsante raffigurante la A con le quattro lineette (in alto) e personalizza il carattere, le dimensioni, il colore del testo, il colore dell’evidenziazione, la disposizione del testo, etc., mediante i pulsanti e i menu disponibili sotto le schede Testo e Paragrafo (in basso).

Quando sei pronto per farlo, rivedi la presentazione pigiando sul simbolo del triangolino (in alto), seleziona la voce Avvia presentazione su questo dispositivo e rivedi il tuo progetto nella sua interezza. Se ne sei soddisfatto, premi sull’icona dei tre puntini (in alto a destra), seleziona la voce Condividi ed esporta e decidi se salvare il contenuto o se condividerlo con altri utenti, scegliendo una delle modalità di esportazione/condivisione tra quelle disponibili.

Altre app per fare un PowerPoint sul telefono

Keynote

Ti segnalo anche altre app per fare un PowerPoint sul telefono che possono tornarti utili se le soluzioni di cui ti ho parlato nelle righe precedenti non ti hanno soddisfatto.

  • AndrOpen Office (Android) — si tratta di una sorta di versione mobile di LibreOffice (nota suite per la produttività gratuita e open source disponibile in ambito desktop). Utilizzarla sullo smartphone potrebbe essere particolarmente scomodo (visto che la UI non è stata ridisegnata per gli smartphone ma ricalca quella delle applicazioni desktop), ma te ne consiglio l’utilizzo a motivo della versatilità data dalla possibilità di installare add-on aggiuntivi, anch’essi disponibili sul Play Store.
  • WPS Office (Android/iOS/iPadOS) — altra app che ti consiglio di provare per realizzare presentazioni (e non solo) da smartphone e tablet. La sua interfaccia semplice e intuitiva la rendono perfetta da utilizzare anche per chi non è molto esperto nella realizzazione di presentazioni.
  • Keynote (iOS/iPadOS) — se hai un iPhone (o anche un iPad) puoi avvalerti dell’app per dispositivi mobili di Apple dedicata alla realizzazione di presentazioni. È inclusa “di serie” sui dispositivi del colosso di Cupertino ma, in caso di rimozione, è possibile installarla gratuitamente dall’App Store.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.