Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare GIMP

di

Sei sempre stato attratto dal mondo della grafica e del fotoritocco ma non hai mai trovato il tempo di mettere in pratica questa passione, almeno fino a oggi. Alla fine, però, hai fatto di tutto per ritagliarti almeno qualche minuto da dedicare regolarmente al mondo del photo editing e vorresti spenderlo provando qualche bel programma per migliorare e ritoccare le foto al computer. Che ne dici di GIMP?

GIMP è un famosissimo programma di fotoritocco gratuito e open source, disponibile per Windows, macOS e Linux, considerato da molti una delle migliori alternative free al costosissimo Photoshop, dal momento che permette di migliorare facilmente l'aspetto delle foto digitali, applicare effetti speciali alle immagini, distorcerle, ridimensionarle, ruotarle e compiere tante altre operazioni.

Se vuoi un consiglio, comincia il tuo “tour” nel mondo della grafica partendo proprio da GIMP, visto che si tratta di un software alquanto semplice da utilizzare e, allo stesso tempo, molto versatile. Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso mostrarti come usare GIMP: ti garantisco che rimarrai piacevolmente sorpreso dalle potenzialità di questo programma.

Indice

Come scaricare GIMP

gimp web

Prima di illustrarti come usare GIMP, è necessario guidarti nell'installazione del programma. Ti garantisco che la procedura di installazione del software è semplicissima. Se utilizzi Windows 10 o Windows 11, ti basta usare il Microsoft Store.

In alternativa puoi ottenere il classico pacchetto d'installazione del programma: per farlo, collegati al sito Internet di GIMP, pigia sul pulsante rosso Download [versione] e poi fai clic sul pulsante arancione Download GIMP [versione] directly, che si trova sulla parte destra della pagina, oppure su quello GIMP for Windows o GIMP for macOS, in base al sistema operativo che utilizzi.

Una volta che il download del file di installazione di GIMP sarà stato portato a termine, aprilo facendo doppio clic su di esso e segui la procedura guidata che ti viene proposta: su Windows, ad esempio, devi pigiare sul pulsante e poi su OK, Installa e Fine.

Se utilizzi un Mac, invece, devi trascinare l'icona di GIMP nella cartella Applicazioni di macOS, fare clic destro sull'icona del software e selezionare la voce Apri per due volte (devi effettuare questa procedura soltanto al primo avvio di GIMP, per “scavalcare” le restrizioni applicate da Apple nei confronti dei software provenienti da sviluppatori non certificati).

Se usi un Mac e non riesci a scaricare il pacchetto di installazione di GIMP perché visualizzi il messaggio “There is no macOS package yet, sorry. Please check back later” sotto la dicitura GIMP for macOS, significa che purtroppo l'ultima versione di GIMP non è stata ancora resa disponibile per macOS. Con molta probabilità riuscirai a installare il programma nelle prossime settimane: controlla di tanto in tanto la pagina di download di GIMP, o consulta la pagina con le release precedenti Per maggiori dettagli su come scaricare GIMP, ti lascio al mio tutorial dedicato.

Come usare GIMP: tutorial

gimp

Non appena avrai installato GIMP, noterai che il programma sembra essere alquanto lento nell'avviarsi: questo è dovuto al processo di configurazione iniziale, che viene effettuato al primo avvio del software e che risulta necessario per ottimizzare tutte i suoi componenti. Ti garantisco che gli avvii successivi saranno decisamente più rapidi!

Una volta che GIMP si sarà finalmente avviato, potrai notare che la sua interfaccia è suddivisa in tre “blocchi” principali: la toolbar, situata sulla sinistra, che contiene tutti gli strumenti necessari per modificare le immagini (il pennello, la matita, la gomma da cancellare, lo strumento di riempimento colore ecc.); l'area di lavoro principale situata al centro, nella quale visualizzerai le immagini da modificare, e la barra degli strumenti collocata sulla destra, che invece contiene i comandi avanzati per la gestione dei livelli, la visualizzazione della cronologia delle modifiche e quant'altro.

Nella parte in alto ci sono poi i vari menu a tendina, dove trovare ogni genere di funzione avanzata o altre impostazioni del programma. Per esempio, con la voce Visualizza, hai accesso a una serie di opzioni per modificare l'area di lavoro e gli aiuti visivi. Con Immagine puoi eseguire modifiche avanzate sul file che stai lavorando, mentre con Livello agisci sui livelli. I loro nomi sono abbastanza intuitivi da far capire cosa potrai trovare al loro interno, quindi passiamo all'azione!

Come usare GIMP per modificare foto

Come usare GIMP

La prima cosa da fare è quella di selezionare un file dalla memoria del tuo PC e, per farlo, non devi far altro che selezionare la voce Apri… dal menu File (in alto) e scegliere l'immagine su cui lavorare. Una volta scelta premi il pulsante Apri e, se ti vene richiesto se ti viene richiesto se convertire o mantenere il profilo colore, la scelta giusta nel 99% dei casi è di mantenere, ma questo lo devi decidere tu.

Una volta aperta nell'area di lavoro, puoi iniziare a modificare l'immagine a tuo piacimento. Per utilizzare uno degli strumenti presenti nella barra degli strumenti, devi cliccare prima sull'icona dello strumento che intendi utilizzare e poi sulla porzione dell'immagine su cui desideri agire.

Quelli principali sono gli strumenti di selezione, quelli di modifica dei colori, i pennelli, quelli di clonazione e il prelievo colore. Se impari a usare questi, allora sarai in grado di fare la maggior parte delle modifiche alle tue foto senza alcun tipo di problema.

Gli strumenti di selezione servono per selezionare e deselezionare parti della foto per poi modificarle, la modifica dei colori permette di aggiungerli (anche se è più utile per disegnare), coi pennelli ci puoi fare praticamente qualunque cosa e danno il meglio accoppiati coi livelli (di cui ti parlerò tra un secondo), la clonazione serve per copiare parti d'immagine e sostituirli ad altri (magari per nascondere magagne), mentre il prelievo colore permette di individuare esattamente il colore di un determinato punto per replicarlo. In ultimo ci sono i livelli, ovvero ciò che ti dà accesso alla creazione di effetti più spinti, ma di questo parleremo più avanti.

gimp luminosità

Per fare un esempio, se tu volessi utilizzare GIMP per migliorare i colori, la luminosità e le altre proprietà di una foto: apri il file su cui vuoi lavorare mediante la procedura che ti ho descritto poc'anzi, clicca sul menu Colori e seleziona uno degli strumenti presenti in esso (Bilanciamento colore… per regolare i colori, Luminosità-contrasto… per regolare la luminosità e il contrasto, e così via).

Nella finestra che si apre, regola le proprietà dell'immagine come meglio credi aiutandoti con l'anteprima in tempo reale delle modifiche apportate e pigia sul pulsante OK per applicare i cambiamenti effettuati.

Per ridimensionare o ruotare una foto, invece, non devi far altro che selezionare uno degli strumenti presenti nel menu Immagine: Trasforma, per ruotare l'immagine orizzontalmente o verticalmente oppure Scala immagine…, per specificare le nuove dimensioni da far assumere alla foto.

Per ritagliare una foto, seleziona lo strumento Selezione rettangolare dalla barra degli strumenti collocata sulla sinistra (l'icona del rettangolo grigio con il perimetro tratteggiato situato in alto a sinistra), disegna con il mouse un rettangolo attorno alla porzione di immagine da ritagliare e seleziona la voce Ritaglia alla selezione dal menu Immagine. Nella guida in cui spiego come ridimensionare foto con GIMP, puoi trovare altre informazioni che ti saranno senz'altro utili per usare appieno la funzionalità di ridimensionamento delle foto di GIMP.

Per rimuovere una scritta o un'imperfezione (es. un neo, un graffio ecc.) da una foto, seleziona lo strumento Duplica, Clona in prospettiva o Cerotto (l'icona del doppio cerotto situata nella toolbar sulla sinistra), tieni premuto il tasto Ctrl (su Windows) o cmd (su macOS) e fai clic nel punto della foto circostante all'imperfezione per selezionare la porzione di immagine con cui coprirla.

Per concludere, rilascia il tasto Ctrl (su Windows) o cmd (su macOS) e “picchietta” ripetutamente nel punto della foto in cui è presente l'elemento da rimuovere facendo tanti clic finché non raggiungi il risultato sperato. Se vuoi approfondire il funzionamento dello strumento Cerotto, leggi la guida in cui spiego come rimuovere un elemento da una foto con GIMP.

Per aggiungere una scritta alle foto con GIMP, seleziona lo strumento Testo dalla barra degli strumenti di sinistra (la lettera A maiuscola), clicca nel punto dell'immagine in cui vuoi scrivere disegnando un rettangolo e digita il testo al suo interno. Per cambiare tipo di carattere o colore della scritta, utilizza il pannello di controllo che compare nella parte in basso a sinistra della toolbar di GIMP e il gioco è fatto. Per avere altre informazioni su come scrivere sulle foto con GIMP e su come firmare le foto con GIMP, dai un'occhiata agli approfondimenti che ti ho appena linkato.

Non appena avrai finito di modificare una foto con GIMP, salva il risultato ottenuto: recati nel menu File, seleziona la voce Salva come… e, nella finestra che si apre, indica il formato in cui salvare l'immagine di output e la cartella di destinazione. Hai visto com'è stato semplice utilizzare GIMP? Sono sicuro che, facendo un po' di pratica, ritoccare foto con questo versatile programma diventerà sempre più facile. Per maggiori dettagli su come modificare una foto con GIMP, ti lascio alla mia guida sul tema.

Come usare GIMP per fotomontaggi

gimp maschera

Se hai letto il capitolo precedente, avrai sicuramente visto che ho accennato ai livelli. Essi, in accoppiata con le maschere, funzionano proprio come la carta semitrasparente che viene usata dai bambini a scuola per imparare a disegnare. Servono per far vedere parti di una immagine e unirli con quelle di altre foto (tra le altre cose).

Tu puoi avere 10 immagini su 10 livelli e mostrare un dettaglio di ognuna grazie alle maschere. Ogni livello può essere reso completamente opaco, completamente trasparente e tutto ciò che sta tra questi estremi. Puoi, per esempio, rendere visibile un bellissimo cielo stellato sopra la foto di casa tua, ti basterà prendere due scatti (uno col bel cielo e uno della tua casa) e rendere visibile il suolo e la casa di uno e il cielo nell'altro.

gimp maschera

Per agire sui livelli utilizzi le maschere di livello in accoppiata coi pennelli. La maschera, come dice il nome, serve per coprire mentre, i pennelli, vanno a modificare la trasparenza di tale elemento. Per applicare una maschera vai sul livello in questione, premi sul pulsante della mascherina che trovi in basso a destra (ultime icone minuscole) e poi usa il pennello di colore bianco sulla maschera stessa (quadrato di fianco all'immagine) per far visualizzare le aree dove passi o il pennello nero per coprire. Se vuoi sapere più in dettaglio come sovrapporre immagini con GIMP, ti lascio al mio tutorial dedicato.

Come usare GIMP per togliere sfondo

gimp sfondo

Vuoi togliere un orribile sfondo a una tua foto dove sei venuto benissimo? Preparati allora, perché puoi farlo in 5 minuti con GIMP. La prima cosa da fare, anche in questo caso, è quella di aprire il file in questione per iniziare così a lavorarci sopra.

Ora hai diversi strumenti che possono essere utilizzati, quali la Selezione libera, oppure quella più avanzata dello strumento Selezione forbici. Io userò la seconda perché è più semplice e ha degli automatismi interessanti, ma tu scegli ciò che preferisci.

Una volta selezionata la Selezione forbici cliccando col destro sull'icona del lazo e poi selezionando tale voce, fai un primo clic nel punto dove vuoi iniziare la selezione e poi un secondo non troppo lontano lungo i bordi del soggetto. Vedrai che i due punti saranno uniti da una linea retta o spezzata, la quale indica il bordo della selezione. Continua con questo processo fino ad aver fatto il giro completo del tuo soggetto.

Quando hai finito, premi il pulsante della maschera e seleziona la voce Selezione per far si che venga reso visibile solo il contenuto della tua selezione, con il resto che diventerà trasparente. Se vuoi sapere come usare le maschere puoi tornare nel capitolo precedente mentre, per sapere come rimuovere lo sfondo con GIMP, ti lascio al mio tutorial dedicato.

Come usare GIMP per disegnare

gimp disegno

Vuoi un programma per disegnare che però non sia costoso come quelli professionali? Allora in GIMP potresti trovare una buona soluzione per i tuoi scopi (anche se in realtà sarebbe meglio optare per software di grafica vettoriale, come Inkscape, o comunque a programmi per disegnare progettati per questo scopo).

La prima cosa da fare è aprire un foglio bianco di lavoro e, per farlo, clicca sulla voce File e poi su Nuova nel menu in alto, indicando poi le dimensioni della tavola. Una volta premuto il pulsante OK, ti apparirà il foglio di disegno in una nuova finestra, laddove iniziare a disegnare.

Lo strumento più ovvio da usare in questi casi è il pennello, il quale può avere infinite forme (puoi consultare il mio tutorial su come aggiungere pennelli a GIMP) e fare le cose più disparate. Nella versione classica, nel riquadro di sinistra trovi tutti i cursori per cambiare forza, dimensione, angolo, spaziatura, durezza e rapporto di dimensioni.

Appena sotto vi è una manciata di opzioni dinamiche che si possono applicare spuntando la rispettiva casella, come quella che applica un tremolio al tratto o che lo smussa. Per cambiare colore, fai clic sui due quadratini che si trovano sotto le icone strumenti.

Una volta scelto un quadrato, puoi applicare qualunque colore della tavolozza oppure usare lo strumento per “rubare il colore” in modo tale da avere corrispondenze perfette. Puoi avere selezionati due colori, uno per quadrato, i quali si scambiano facendo clic sulla freccia appena sopra di essi. Tutti gli altri strumenti di cui ho parlato finora, possono poi essere applicati anche al disegno a seconda dei casi, quindi ti consiglio di leggere anche i paragrafi precedenti.

Vuoi sapere come usare GIMP con tavoletta grafica? Ti basta configurarla andando nel menu Modifica, facendo clic sull'opzione Preferenze e poi scegliendo la voce Dispositivi d'ingresso. Ora clicca sulla voce Configurazione dispositivi di ingresso estesi… e, se tutto funziona bene, dovresti avere la tua tavoletta pronta all'uso. Per sapere come aggiungere pennelli a GIMP, ti lascio alla mia guida sul tema.

Come usare GIMP online

pc

Se volessi utilizzare una versione online di questo programma, allora mi duole informarti che ancora non è stata creata (e potrebbe non esserlo mai). Se cerchi delle vare alternative, però, quelle non mancano di certo: a tal proposito puoi leggere la mia guida su come editare foto online gratis, nella quale ne ho menzionate diverse.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.