Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

Come ridimensionare un’immagine con GIMP

di

Hai bisogno di rimpicciolire alcune foto da pubblicare sul tuo blog ma non vuoi affidarti a programmi troppo basilari che non permettono di controllare tutti i parametri del ridimensionamento dell’immagine? E allora che ne dici di rivolgerti a GIMP? Lo hai installato sul tuo PC, ogni tanto usalo!

GIMP è la migliore alternativa gratuita a Photoshop per ritoccare le foto digitali. È compatibile con tutti i principali sistemi operativi e, a dispetto della sua potenza, è molto semplice da usare anche per gli utenti alle prime armi con il fotoritocco. Se non ci credi, leggi come ridimensionare un’immagine con GIMP e provaci anche tu.

Se vuoi imparare come ridimensionare un’immagine con GIMP, il primo passo che devi compiere è avviare il programma ed importare in esso la foto da ridimensionare (tramite il menu File > Apri della finestra centrale). Ad operazione completata, seleziona la voce Scala immagine dal menu Immagine e, nella finestra che si apre, digita la nuova dimensione in pixel che vuoi far assumere alla foto.

Se non vuoi che Larghezza ed Altezza dell’immagini mantengano le loro proporzioni originali, clicca sull’icona della catena collocata accanto ai campi in cui bisogna digitare la nuova risoluzione della foto. Seleziona quindi il tipo di Interpolazione che vuoi usare per rimpicciolire (o ingrandire) la foto nell’apposito menu a tendina e clicca sul pulsante Scala per salvare i cambiamenti. Se non sai cos’è l’interpolazione, lascia l’impostazione predefinita nel menu (Cubica).

Se vuoi ridimensionare un’immagine con GIMP e contemporaneamente ritagliarla, eliminando la parte di foto che eccede rispetto alla risoluzione desiderata, devi recarti nel menu Immagine del programma e selezionare la voce Dimensione superficie dal menu che compare. Nella finestra che si apre, digita le dimensioni di Larghezza ed Altezza che vuoi far assumere all’immagine (sempre in pixel) e clicca sul pulsante Ridimensiona per salvare i cambiamenti.

Cliccando sul pulsante Centra puoi anche centrare l’immagine prima di ridimensionarla e ritagliarla (in modo che venga tagliata ai due lati), mentre utilizzando i campi X ed Y puoi impostare una posizione personalizzata nella quale effettuare il ritaglio della foto originale. Aiutati con l’anteprima visualizzata in basso per ottenere un risultato perfetto.

Se desideri opzioni ancora più avanzate per ridimensionare le tue foto con GIMP, puoi anche installare Liquid Rescale. Si tratta di un componente aggiuntivo gratuito per GIMP che permette di ridimensionare e ritagliare le immagini in maniera “intelligente”, lasciando intatte le parti più importanti delle foto e riempiendo automaticamente le porzioni di immagine aggiunte o tagliate.

È più facile usarlo che spiegare il suo funzionamento, quindi collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca prima sul pulsante Windows e poi su standard GIMP installation ed here per scaricare il plugin sul tuo PC. A download completato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (es. gimp-lqr-plugin_0.7.1-liblqr_0.4.1_GIMP2.8_win32_setup.exe) e, nella finestra che si apre, clicca prima su Si e poi su OK, Next e I Agree. Seleziona quindi la cartella in cui è installato GIMP (es. C:Program FilesGIMP 2) cliccando sul pulsante Browse e concludi il setup facendo click prima su Install e poi su Finish.

Ad intallazione completata, puoi avviare il filtro Liquid Rescale richiamandolo dal menu Livello di GIMP. Nella finestra che si apre, digita quindi le dimensioni a cui vuoi ridurre o ingrandire la tua foto e clicca sul pulsante OK per lasciare al plugin il compito di ridimensionare in maniera automatica l’immagine per te. Quando sei soddisfatto del risultatto ottenuto, puoi salvare la tua foto ridimensionata selezionando la voce Salva come dal menu File di GIMP. Facile, no?