Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

di

Photoshop è uno dei software di fotoritocco più avanzati al mondo. Utilizzandolo si possono fare delle vere e proprie "magie". Questo però non significa che non possa essere utilizzato anche per le operazioni di photo editing più semplici. Tutt'altro: grazie alle sue numerose funzionalità e alle infinite possibilità di personalizzazione che offre, Photoshop si rivela vincente anche in quegli ambiti in cui software meno complessi – e meno costosi – possono sembrare più adeguati. Un esempio su tutti? Il ridimensionamento delle immagini.

Usando Photoshop per ridimensionare le foto si ottengono vantaggi non indifferenti. Si ottiene, infatti, la possibilità di agire su dei parametri che consentono di determinare in maniera precisa l'aspetto e la qualità del risultato finale. Ad esempio è possibile regolare in maniera minuziosa le tecniche di ricampionamento da utilizzare per l'ingrandimento o il rimpicciolimento dell'immagine, si possono impostare le proporzioni, si possono eliminare parti "inutili" di foto senza intaccare i soggetti e così via. Si possono perfino ridimensionare più immagini in contemporanea senza distorcerne il contenuto, ma di questo parleremo più in là.

Insomma, non ti consiglio di acquistare Photoshop solo per ridimensionare delle foto, ma se hai già installato Photoshop sul tuo computer e hai bisogno di ridimensionare delle immagini, tienilo seriamente in considerazione. Sono convinto che il software di Adobe riuscirà a stupirti anche stavolta con le sue potenzialità! Se vuoi metterlo alla prova, prenditi qualche minuto di tempo libero, leggi le indicazioni su come ridimensionare un’immagine con Photoshop che trovi qui sotto e mettile in pratica.

Indice

Ridimensionare una foto con Photoshop

Cominciamo dalle basi. Se vuoi ridimensionare un’immagine con Photoshop per diminuire o aumentare le sue dimensioni, apri la foto da modificare tramite il menu File > Apri del software Adobe e, ad operazione completata, seleziona la voce Dimensione immagine dal menu Immagine.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

Nella finestra che si apre, digita le dimensioni di larghezza e altezza che vuoi far assumere all’immagine oppure seleziona una dimensione predefinita dal menu a tendina Adatta a (utile ad esempio se devi ridimensionare una foto per stamparla su un foglio A4 o A6). Le dimensioni di larghezza e altezza possono essere specificate in pixel o in percentuale a seconda dell’opzione impostata negli appositi menu a tendina.

Dopo aver impostato le dimensioni da far assumere all'immagine, devi scegliere il metodo di ricampionamento da utilizzare per ingrandire o rimpicciolire quest'ultima. Per compiere quest'operazione, assicurati che ci sia il segno di spunta accanto al menu a tendina Ricampiona e seleziona una delle voci disponibili in quest'ultimo.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

  • Lasciando attiva l'opzione Automatico, lascerai a Photoshop il compito di scegliere un metodo di ricampionamento adatto all'immagine da elaborare e all'operazione da compiere (ingrandimento o rimpicciolimento della foto).
  • Scegliendo l'opzione Mantieni dettagli (ingrandimento) puoi migliorare la qualità delle immagini ingrandite e riderne i disturbi usando un'apposita barra di regolazione che comparirà appena sotto il menu a tendina.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

  • Selezionando l'opzione di ricampionamento Bicubica più morbida (ingrandimento) puoi ingrandire le immagini "ammorbidendone" i tratti.
  • L'opzione Bicubica più nitida (riduzione) permette di ridurre le dimensioni di un'immagine preservandone i dettagli, che risulteranno dunque particolarmente contrastati.
  • L'opzione Bicubica (sfumature uniformi) consente di ridimensionare le foto in maniera molto precisa (anche se abbastanza lenta) analizzando i valori di ogni singolo pixel e agendo di conseguenza. Consente di avere risultati né troppo morbidi né troppo contrastati.
  • Scegliendo l'opzione Vicina più prossima (contorni ben definiti) si riescono a ridimensionare le immagini molto velocemente ma in maniera meno precisa rispetto a quanto fa l'opzione bicubica con sfumature uniformi. Mantiene i bordi ben definiti ma può causare un fastidioso effetto scalettato.
  • Infine, c'è il metodo di ricampionamento Bilineare che aggiunge dei pixel in base ai valori di colore medi dei pixel circostanti. Permette di ottenere dei risultati di discreta qualità in poco tempo.

Per scegliere la tecnica di ricampionamento più adatta alla tua immagine, guarda attentamente l'immagine di anteprima posta sulla sinistra. Quanto alle proporzioni delle foto: per impostazione predefinita, Photoshop preserva le proporzioni dell'immagine e impedisce che queste vengano distorte. Ciò significa che se cambi la larghezza della foto, il programma cambia automaticamente l’altezza (o viceversa) in modo che il rapporto di forma dell'immagine non venga stravolto.

Se vuoi ridimensionare liberamente la tua immagine e impedire che Photoshop corregga automaticamente altezza o larghezza, clicca sull'icona della catena che si trova tra i campi Larghezza e Altezza. Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, clicca sul pulsante OK per salvare le impostazioni e ridimensionare le tue immagini.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

A questo punto, per salvare la foto ridimensionata, vai nel menu File > Salva con nome di Photoshop e scegli nome, formato di output e cartella di destinazione della tua immagine. Non è stato difficile, vero?

Nota: se sei un appassionato di scorciatoie da tastiera, puoi richiamare la finestra di dialogo per il ridimensionamento delle immagini in Photoshop anche premendo la combinazione di tasti CTRL+ALT+I sulla tastiera del PC (cmd+alt+i su Mac).

Ridimensionare una foto in Photoshop preservandone il contenuto

Le versioni più recenti di Photoshop includono un'utilissima funzionalità che permette di ridimensionare le immagini in base al contenuto, cioè di ridimensionare una foto preservando contenuti ritenuto importanti dall'utente, come ad esempio persone, animali, monumenti o edifici. Il riconoscimento degli elementi da preservare può avvenire in maniera automatica (non funziona sempre benissimo però), oppure lo si può perfezionare selezionando "manualmente" gli elementi da preservare.

Per selezionare un oggetto, un edificio o una persona da preservare nel ridimensionamento di una foto, seleziona l'elemento da preservare usando uno dei tanti strumenti messi a disposizione da Photoshop (es. il lazo magnetico, la selezione rettangolare, la maschera veloce e così via). Dopodiché attiva il pannello Canali che si trova nel riquadro collocato in basso a destra e clicca sull'icona Salva selezione come canale (il rettangolo con il cerchio all'interno) per salvare la selezione come canale.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

A questo punto, seleziona l'intera immagine da ridimensionare (richiamando la voce Tutto dal menu Selezione di Photoshop o premendo la combinazione di tasti Ctrl+A/cmd+a sulla tastiera del computer) e richiama il comando Scala in base al contenuto dal menu Modifica.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

Per concludere, seleziona il nome dell'elemento che hai salvato come canale (es. Alfa 1) dal menu a tendina Proteggi (nella barra degli strumenti posta in cima alla finestra di Photoshop), ridimensiona la tua immagine usando gli indicatori che compaiono lungo i suoi bordi e, quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, premi Invio per salvare i cambiamenti.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

Se nella foto sono presenti delle persone e vuoi preservare queste ultime, clicca anche sull'icona dell'omino che si trova in cima alla finestra di Photoshop. Per salvare il risultato finale recati, come al solito, nel menu File > Salva con nome di Photoshop.

Ridimensionare il quadro di un’immagine con Photoshop

Puoi anche ridimensionare un’immagine con Photoshop senza adattarne il contenuto alla risoluzione indicata, ossia tagliando la parte di foto che eccede da quest’ultima. Per fare ciò, seleziona la voce Immagine > Dimensione quadrodal menu di Photoshop e, nella finestra che si apre, indica le nuove dimensioni che vuoi far assumere all’immagine nei campi Larghezza ed Altezza.

Clicca poi su uno dei riquadri presenti accanto alla voce Ancoraggio per decidere la direzione della foto in cui deve essere effettuato il “ritaglio”, imposta il colore di estensione del quadro (cioè il colore con cui riempire eventuali parti di quadro aggiuntive rispetto all'immagine originale) usando l'apposito menu a tendina e clicca sul pulsante OK per salvare i cambiamenti.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

Nota: per quanto riguarda le scorciatoie da tastiera, questa funzione di Photoshop può essere richiamata premendo la combinazione di tasti CTRL+ALT+C (oppure cmd+alt+c su Mac). 

Ridimensionare più immagini in serie con Photoshop

Hai bisogno di ridimensionare più immagini contemporaneamente? Nessun problema, Photoshop permette di fare anche questo. Non devi far altro che richiamare il menu File > Script > Elaboratore immagini del programma e, nella finestra che si apre, indicare la cartella in cui sono conservate le foto da ridimensionare, cliccando sul primo pulsante Seleziona cartella. Se la cartella selezionata include altre cartelle e vuoi ridimensionare le immagini contenute in queste ultime, metti il segno di spunta accanto alla voce Includi tutte le sottocartelle.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

Successivamente, devi scegliere la cartella in cui salvare le immagini ridimensionate cliccando sul secondo pulsante Seleziona cartella (quello sotto la voce Selezionate la posizione in cui salvare le immagini elaborate) e devi mettere il segno di spunta accanto alla voce relativa al formato di file che vuoi ottenere come output. Ad esempio, se vuoi salvare le immagini ridimensionate come JPEG, devi mettere il segno di spunta accanto alla voce Salva come JPEG

Dopodiché devi attivare l'opzione Ridimensiona e devi usare i campi L ed A per specificare le dimensioni di larghezza e altezza da applicare alle immagini (in pixel). Occhio però, il ridimensionamento delle immagini non sarà "esatto": verrà effettuato in modo da avvicinarsi il più possibile alla risoluzione specificata dall'utente (cioè da te) senza distorcere le proporzioni originali delle foto (quindi se, ad esempio, tu imposti una larghezza di 600px, potrebbero venir fuori delle immagini da 590px, 595px, 600px e così via). Se vuoi creare delle immagini ottimizzate per il Web, metti il segno di spunta anche accanto alla voce Converti profilo in sRGB.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

Una volta impostate tutte le preferenze, fai clic sul pulsante Esegui e le immagini vengono elaborate rapidamente in sequenza da Photoshop. Le vedrai e aprirsi rapidamente nel programma, tu non dovrai fare nulla.

Ridimensionare un’immagine incollata in Photoshop

Infine, vediamo come ridimensionare un’immagine con Photoshop quando la si incolla su una foto già esistente (o un nuovo quadro creato per la circostanza), e quindi si ha il bisogno di adattarla perfettamente al nuovo contesto in cui è stata inserita. 

In questo caso, dopo aver incollato l’immagine e aver selezionato il suo livello dal riquadro in basso a destra, devi selezionare la voce Modifica > Trasforma > Scala dal menu di Photoshop, cliccare sugli indicatori che compaiono intorno alla foto e premere il tasto Invio sulla tastiera del PC per salvare i cambiamenti.

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

Se vuoi mantenere le proporzioni dell'immagine in modo da non alterare il rapporto tra altezza e larghezza di quest'ultima, mentre ridimensioni l'immagine con il mouse tieni premuto il tasto Shift sulla tastiera del computer. Se invece non vuoi mantenere le proporzioni dell'immagine e, anzi, vuoi distorcerla liberamente alterandone anche la prospettiva, clicca sul pulsante Passa dalla modalità di trasformazione libera a quella di alterazione e viceversa (la griglia distorta che si trova in alto a destra).

Come ridimensionare un’immagine con Photoshop

Indipendentemente dal metodo di ridimensionamento scelto, puoi impostare le dimensioni esatte per il ridimensionamento e/o il metodo di ricampionamento da utilizzare (es. bicubica, bilineare ecc.) sfruttando la barra degli strumenti che compare in cima alla finestra di Photoshop.

Al termine dei lavori, come al solito, puoi salvare il risultato ottenuto come una nuova immagine recandoti nel menu File di Photoshop e selezionando la voce Salva con nome da quest’ultimo. Facile, no?