Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare Inkscape

di

Ti stai appassionando al mondo della grafica vettoriale e hai sentito parlare molto bene di Inkscape, considerato da moltissimi utenti la migliore alternativa free e open source al celebre Illustrator di Adobe. Tuttavia, non ti è mai capitato di utilizzarlo prima d’ora e non ti dispiacerebbe avere qualche delucidazione su come funziona.

Se ti trovi nella situazione che ho appena descritto, sappi che sarò lieto di darti una mano. Nei prossimi paragrafi, infatti, avrò modo di spiegarti nel dettaglio come usare Inkscape guidandoti nella sua installazione su Windows e macOS e illustrandoti le sue principali funzionalità e caratteristiche.

Vedrai che, grazie alle “dritte” che ti darò, riuscirai a familiarizzare con l’interfaccia di Inkscape in un battibaleno e potrai così muovere i tuoi primi passi in quest’applicazione senza difficoltà. Devi soltanto continuare a leggere questo tutorial e mettere in pratica le “dritte” che ti darò. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come scaricare Inkscape

Home page del sito di Inkscape

La prima cosa che devi fare è, chiaramente, scaricare Inkscape: per riuscirci, recarti sul sito di Inkscape, passa con il cursore del mouse sulla voce SCARICA e fai clic sulla voce Scarica presente nel menu apertosi.

Nella pagina successiva, clicca sul nome del sistema operativo in uso sul computer. Se, ad esempio, hai deciso di scaricare Inkscape su Windows, clicca sul link 32-bit o 64-bit (in base alla versione di Windows in uso) e poi sulla voce Windows Installer Package.

Se, invece, hai deciso di scaricare Inkscape su macOS, dopo aver cliccato sul link relativo al sistema operativo Apple, attendi il download automatico del file di installazione del programma (se non avviene in automatico, avvialo tu “manualmente”, cliccando sul link click here presente nella pagina apertasi).

A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .msi che hai ottenuto, clicca sul pulsante Next, apponi il segno di spunta sulla casella I accept the terms in the License Agreement, clicca ancora su Next per due volte consecutive e poi sui bottoni Install, e Finish, per concludere il setup. Per aprire il programma, poi, non ti resta che fare doppio clic sul collegamento che è comparso sul desktop.

Installazione di Inkscape su Windows

Se utilizzi macOS, invece, apri il file .dmg che hai ottenuto e trascina l’icona di Inkscape nella cartella Applications, agendo dalla finestra apertasi.

Successivamente, recati nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona di Inkscape e seleziona la voce Apri per due volte consecutive: questa operazione va fatta soltanto al primo avvio di Inkscape e serve a “scavalcare le restrizioni imposte da Apple verso i software provenienti da fonti sconosciute.

Installazione di Inkscape su macOS

Hai visto com’è stato semplice scaricare Inkscape? Adesso non ti resta che scoprire come si utilizza il programma, leggendo e mettendo in pratica le indicazioni riportate nel prossimo capitolo della guida.

Come si usa Inkscape

Finestra principale di Inkscape

Ora che hai scaricato e avviato il programma, puoi finalmente scoprire come si usa Inkscape. Innanzitutto, ti invito a notare com’è strutturata la sua interfaccia: sulla sinistra c’è la toolbar contenente i vari strumenti di disegno disponibili (tra poco vedremo quelli principali); in basso è presente la palette dei colori; nella barra in alto sono presenti i pulsanti relativi ad alcune funzioni rapide del programma; nella parte superiore della finestra ci sono i vari menu (su macOS si trovano nella barra dei menu di sistema ovviamente) e al centro c’è il foglio di lavoro vero e proprio.

Per iniziare a tracciare un disegno su Inkscape, tutto ciò che devi fare è selezionare uno strumento dalla toolbar collocata sulla sinistra e iniziare a usarlo direttamente sul foglio di lavoro posto al centro della finestra.

Tra i principali tool di Inkscape troviamo: Seleziona e trasforma gli oggetti (rappresentato dall’icona della freccia nera), che permette di selezionare un oggetto ed eventualmente spostarlo, ridimensionarlo e così via; Modifica tracciati dai nodi (rappresentato dalla freccia che tocca un nodo), che consente di personalizzare la forma e la dimensione degli oggetti, arrotondarne i bordi, etc.; e poi Crea rettangoli e quadrati, Crea cerchi ellissi e archi, Crea stelle e poligoni, Crea solido 3D e Crea spirali tramite i quali è possibile, rispettivamente, disegnare rettangoli e quadrati, ellissi e archi, stelle e poligoni, forme tridimensionali e spirali.

Tramite i restanti strumenti è poi possibile tracciare linee (Disegna tracciati e linee dritte), disegnare linee e forme a mano libera (Disegna linee a mano libera), tracciare linee calligrafiche e pennellate (Crea linee calligrafiche o pennellate) e aggiungere e modificare oggetti testuali.

Barra degli strumenti di Inkscape

Dalla teoria, adesso, passiamo alla pratica e vediamo come usare alcuni degli strumenti sopraccitati per creare un disegno vettoriale molto semplice: questo esercizio ti sarà di aiuto per capire il funzionamento generale del programma.

Per prima cosa, seleziona lo strumento di tuo interesse (es. Disegna linee a mano libera, Crea rettangoli e quadrati, etc.) e scegli il colore del contorno (se si tratta di una linea) o il colore di riempimento (se si tratta di una figura geometrica). Dopodiché traccia sul foglio di lavoro la linea o la forma geometrica scelta, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse e rilasciandolo quando hai ottenuto la linea o la forma desiderata.

Se hai intenzione di modificare le dimensioni della forma che hai disegnato, richiama lo strumento Seleziona e trasforma gli oggetti dalla toolbar posta sulla sinistra, seleziona la forma o la linea di tuo interesse e trascina verso l’esterno o verso l’interno del disegno fatto le frecce comparse a schermo, in base al risultato che vuoi ottenere. Ripeti poi i passaggi appena descritti per tutte le altre forme, linee e oggetti che desideri aggiungere al disegno.

Modificare una forma su Inkscape

Per modificare il colore di un oggetto, selezionalo e avvaliti della palette dei colori posta in fondo per applicare il colore di tuo interesse. Per applicare sfumature e altre modifiche cromatiche all’oggetto che hai aggiunto, invece, fai clic destro sulla forma stessa e seleziona la voce Riempimento e contorni dal menu che compare.

Nel riquadro apertosi, clicca poi sulla scheda relativa all’elemento che vuoi modificare (es. Riempimento o Colore contorno), seleziona una delle tipologie di gradienti tra quelli disponibili (cliccando su uno dei quadratini presenti nel riquadro) e regola sfocatura e opacità tramite gli appositi slider.

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, fai clic sulla x posta in alto a destra per chiudere il box relativo alla modifica del riempimento e dei contorni dell’oggetto.

Modifica colore di riempimento Inkscape

Trattandosi di un software per la grafica vettoriale, Inkscape ovviamente permette di lavorare anche su più livelli, cosa che può tornare utile per gestire al meglio tutti gli elementi e gli oggetti inseriti nel progetto al quale si sta lavorando (specialmente se è un progetto abbastanza articolato e complesso, com’è probabile che sia).

Per aggiungere un livello, apri il menu Livello e seleziona la dicitura Aggiungi livello da quest’ultimo. Nel riquadro apertosi, fornisci poi il nome del livello nel campo di testo dedicato, seleziona la sua posizione mediante l’apposito menu a tendina (es. Sopra l’attuale, Sotto l’attuale o Un sottolivello dell’attuale) e clicca sul bottone Aggiungi.

Aggiungere livello su Inkscape

Recandoti nel menu Livello e selezionando la voce Livelli hai la possibilità di gestire in tutto e per tutto i livelli, tramite il box comparso sulla destra: potrai così rinominare i livelli (facendo clic destro su di essi e selezionando la voce Rinomina livello dal menu successivo), spostarli in alto o in basso (trascinandoli mentre tieni premuto il tasto sinistro del mouse), bloccarli/sbloccarli (tramite l’icona del lucchetto) e aggiungerne di nuovi e/o rimuoverli più facilmente (mediante i pulsanti + e/o ).

Tramite il menu Filtri, invece, puoi applicare vari filtri ed effetti agli oggetti presenti nel disegno che stai realizzando. Per riuscirci, tutto ciò che devi fare è selezionare l’oggetto di tuo interesse, aprire il menu Filtri e selezionare quello di tuo interesse (es. Colore, Distorto, Ombre e aloni, Texture, etc.).

Se, per esempio, hai intenzione di applicare un’ombreggiatura molto sfumata e leggera all’oggetto, recati nel menu Filtro > Ombre e aloni > Proietta ombre e, avvalendoti degli indicatori presenti nel riquadro apertosi, agisci sul raggio della sfocatura, sulla sua proiezione, etc. dopodiché clicca sul pulsante Applica per apportare le modifiche desiderate.

Applicare un'ombreggiatura su Inkscape

Quando avrai terminato il tuo disegno vettoriale con Inkscape, provvedi a salvarlo. Per riuscirci, apri il menu File (in alto a sinistra) e seleziona la voce Salva come da quest’ultimo.

Nella finestra che si apre, assegna un nome al disegno, tramite il campo di testo posto in alto, seleziona la posizione in cui salvarlo e scegli anche il formato di output tramite il menu a tendina situato in basso (es. SVG, PDF, etc.).

Disegno realizzato con Inkscape

Vista la complessità relativa all’uso di Inkscape, devi continuare a esercitarti per padroneggiare tutti gli strumenti del programma. Ci vorrà del tempo, ma vista la versatilità di questo software ne varrà sicuramente la pena.

Per questo motivo, ti invito a consultare anche i tutorial scritti e quelli video (in lingua inglese) che sono reperibili sul sito ufficiale del programma. Sono sicuro che anche queste risorse ti saranno utili per imparare a utilizzare appieno Inkscape.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.