Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Settimana del Black Friday
Scopri le migliori offerte dell'Amazon Black Friday 2018. Vedi le offerte Amazon

Come vettorializzare una immagine

di

Hai scaricato un’immagine da Internet e vuoi convertirla in un file di grafica vettoriale che può essere zoomato all’infinito senza sgranarsi o perdere di qualità? Non è affatto una missione impossibile: se l’immagine in questione è abbastanza “semplice” (ossia caratterizzata da tratti e forme non eccessivamente “complesse”) e non contiene moltissimi colori, può riuscirci tranquillamente!

Ti stai chiedendo come? La risposta è semplice: utilizzando i programmi giusti e, soprattutto, nel modo giusto, in modo da vettorializzare un’immagine partendo da formati “standard” (come JPG o PNG) e trasformandola in un file SVG. E qualora te lo stessi chiedendo, sappi che esistono anche dei servizi online che permettono di fare questo genere di lavoro direttamente dal browser. Insomma, devi solo capire qual è la soluzione che fa al caso tuo e adoperarla: tutto qui!

Allora, sei pronto per scoprire come vettorializzare un’immagine? Sì? Benissimo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, soprattutto, attua i suggerimenti che sto per darti in relazione all’uso dei software elencati qui sotto. A me non resta altro da fare, se non augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon divertimento!

Indice

Come vettorializzare un’immagine con Illustrator

Una delle prime soluzioni che ti consiglio di provare per vettorializzare un’immagine è Illustrator, famosissimo programma di grafica vettoriale che fa parte della suite Adobe Creative Cloud e che è utilizzato e apprezzato da designer professionisti di tutto il mondo.

Usare Illustrator per lo scopo oggetto di questo tutorial non è affatto complicato. La prima cosa che devi fare per servirtene è lanciarlo e pigiare sul bottone Crea nuova… presente nella sua finestra principale, così da avviare la creazione di un nuovo progetto. Dopodiché seleziona la voce Pixel dal menu a tendina relativo all’unità di misura che preferisci utilizzare, imposta i valori di larghezza e altezza corrispondenti all’immagine che vuoi vettorializzare e clicca sul bottone Crea.

Ora, seleziona la voce Inserisci… dal menu File (in alto), scegli la foto che vuoi trasformare in un’immagine vettoriale, poi fai clic sul foglio di lavoro per importarla in Illustrator e, se necessario, adattala al foglio di lavoro utilizzando i quadratini bianchi che si trovano sui bordi. Ora, fai clic sinistro sull’immagine, così da selezionarla, apri il menu Oggetto e seleziona le voci Ricalco > Crea.

Adesso l’immagine dovrebbe aver assunto le sembianze di un un disegno vettoriale in bianco e nero: per modificarne l’aspetto selezionala nuovamente e, dal menu a tendina Selezionate un predefinito di ricalco presente nella sezione Ricalco immagine, scegli la tipologia di ricalco che più ti aggrada (es. Foto alta fedeltà, 3 colori, etc.).

Dal pannello Ricalco immagine puoi anche scegliere la modalità di ricalco da utilizzare (es. Colore, Scala di grigio, etc.), la palette di colori con cui colorare l’immagine (es. Automatico, Tono completo, etc.) e la quantità di colori da adoperare.

Una volta che avrai terminato di applicare tutte le modifiche desiderate, salva l’immagine nel formato SVG selezionando la voce Salva con nome… dal menu File di Adobe Illustrator e, nella finestra che si apre, scegli la posizione in cui salvare il file di output.

Qualora tu voglia approfondire l’argomento e avere ulteriori delucidazioni su come vettorializzare un’immagine con Illustrator, consulta pure l’approfondimento che ti ho linkato. Sono sicuro che anche questa ulteriore lettura ti tornerà utile.

Come vettorializzare un’immagine con Photoshop

Come vettorializzare un’immagine con Photoshop

Non hai molta dimestichezza con Illustrator, perché sei solito utilizzare Photoshop ? In tal caso, sappi che puoi procedere anche con il celeberrimo software di photo editing… che però, va detto, non è studiato in maniera specifica per lavorare con la grafica vettoriale (per quello c’è Illustrator!).

Avvia, dunque, Photoshop, pigia sul pulsante Crea nuova…, seleziona la voce Pixel dal menu a tendina relativo all’unità di misura da utilizzare come riferimento e imposta i valori riguardanti la larghezza e l’altezza del foglio di lavoro, utilizzando le stesse dimensioni dell’immagine che vuoi vettorializzare. Dopodiché pigia sul pulsante Crea.

Adesso devi provvedere a importare in Photoshop l’immagine che vuoi vettorializzare: seleziona, dunque, la voce Apri… dal menu File e scegli il file che ti interessa. A questo punto, se lo ritieni necessario, isola il soggetto che si trova in primo piano eliminando lo sfondo dell’immagine (quindi la parte che non ti “serve”). Per riuscirci, richiama lo strumento lazo dalla toolbar collocata sulla sinistra, seleziona la voce lazo magnetico e, cercando di essere il più preciso possibile, crea una selezione intorno al soggetto che vuoi far risaltare. Per perfezionare la selezione, ti consiglio poi di pigiare sul pulsante Migliora bordo e regolare le barre Raggio, Arrotonda e Sfuma fino a quando non ti ritieni soddisfatto del risultato ottenuto.

Come vettorializzare un’immagine con Photoshop

Ora è giunto il momento di cancellare lo sfondo: fai clic destro in un punto qualsiasi della selezione fatta, clicca sulla voce Seleziona inverso dal menu contestuale e schiaccia il tasto Canc/Backspace sulla tastiera. Nella finestra che si apre, seleziona poi il colore Bianco dal menu a tendina Contenuto e fai clic sul pulsante OK per portare a termine l’operazione.

A questo punto devi passare alla procedura di vettorializzazione vera e propria: recati, dunque, nel menu Immagine > Regolazioni, seleziona lo strumento Soglia e, nel pannello che compare a schermo, sposta lo slider nel punto di soglia più basso e poi pigia sul pulsante OK per salvare anche questa modifica.

Successivamente, recati nel pannello dei livelli situato in basso a destra, fai clic destro sul nome del livello dell’immagine e seleziona  la voce Opzioni di fusione… dal menu contestuale. Scegli, poi, la voce Opzioni di fusione, sposta verso la parte sinistra della prima barra di regolazione situata sotto la voce Fondi se e clicca sul pulsante OK.

nel menu Immagine > Regolazioni e utilizza la funzione Soglia che permette di ottenere delle immagini monocromatiche perfette per il formato vettoriale.

Ora puoi recarti nel menu Livello > Nuovo > Livello… e, per creare un nuovo livello che abbia lo sfondo trasparente, imposta l’opzione Nessuno dal menu a tendina Colore, dopodiché schiaccia il pulsante OK. Fai poi clic destro sul livello che hai appena creato e seleziona la voce Unisci visibili dal menu che si apre, per “fondere” ambedue i livelli dell’immagine.

Per concludere l’opera, recati nel menu File > Esporta > Esporta come…, seleziona il formato SVG dall’apposito menu a tendina, pigia sul bottone Esporta tutto, seleziona la posizione in cui salvare l’immagine di output e il gioco è fatto.

Qualora avessi bisogno di qualche delucidazione in più su come vettorializzare un’immagine con Photoshop non esitare a consultare la guida che ho dedicato all’argomento.

Come vettorializzare un’immagine con Inkscape

In una guida su come vettorializzare un’immagine, non può mancare Inkscape, il famoso software di vettorializzazione gratuito e open source che permette di fare questo genere di lavori in maniera facile e veloce. Dal momento che integra una funzione ad hoc per trasformare immagini in formato JPG, BMP, etc. in file vettoriali SVG, non perdiamo altro tempo e vediamo subito come usarlo al meglio.

Per prima cosa, scarica Inkscape sul tuo computer: collegati al sito Internet del programma e clicca sull’icona del sistema operativo che utilizzi (es. l’icona di Windows, il logo di Apple, etc.). Se utilizzi un PC Windows, nella pagina che si apre, clicca sul collegamento 64-bit o 32-bit, in base alla versione di Windows presente sul tuo PC, e poi pigia sul link msi.

A download completato, avvia il pacchetto d’installazione .msi che hai ottenuto e, nella finestra che si apre, pigia sul bottone Next, apponi il segno di spunta accanto alla voce I accept the terms in the License Agreement e poi pigia sui bottoni Next, Typical, Install, e Finish.

Se usi un Mac, invece, pigia sul link .dmg e poi provvedi a scaricare il componente XQuartz (necessario per usare il programma su macOS) recandoti sulla sua pagina di download e facendo clic sul link XQuartz-x.x.xx.dmg.

Ora, apri il pacchetto .dmg che contiene XQuartz, fai clic destro sull’eseguibile xQuartz.pkg che si trova al suo interno e seleziona la voce Apri dal menu che si apre. Nella finestra che compare a schermo, poi, fai clic sul bottone Continua per tre volte consecutive e poi su Accetta e Installa. Per concludere, digita la password d’amministrazione di macOS e pigia sui bottoni Installa software, OK e Chiudi.

Dopo aver installato il componente XQuartz, puoi effettuare l’installazione di Inkscape. Apri, dunque, il pacchetto .dmg che hai scaricato dal sito del programma e trascina la sua icona nella cartella Applicazioni di macOS. Dopodiché riavvia il Mac, avvia XQuartz (magari cercalo con Spotlight per facilitarti il lavoro), seleziona la voce Preferenze… dal menu XQuartz situato in alto a sinistra e regola le impostazioni nel seguente modo: nella scheda Ingresso verifica che siano spuntate soltanto le opzioni Abilita equivalenti da tastiera con X11 e I tasti opzione inviano Alt_L e Alt_R, mentre nella scheda Appunti accertati che siano spuntate solo le voci Abilita sincronizzazione e Aggiorna CLIPBOARD quando gli appunti cambiano.

Nell’avviare Inkscape su Mac, poi, ricordati di fare clic destro sulla sua icona e pigiare due volte su Apri per “bypassare” le restrizioni di macOS verso i software provenienti da sviluppatori non certificati (è necessario fare ciò soltanto al primo avvio del programma).

Una volta avviato Inkscape, seleziona la voce Importa… dal menu File e seleziona l’immagine che vuoi trasformare in vettoriale. Clicca, quindi, sul pulsante OK (accertandoti che ci sia il segno di spunta accanto alla voce Incorpora) e usa il mouse per spostare/ridimensionare l’immagine importata in modo da adattarla nel modo migliore al piano di lavoro.

A questo punto, devi passare alla vettorializzazione vera e propria dell’immagine. Seleziona la voce Vettorizza bitmap… dal menu Tracciato di Inkscape e, nella finestra che si apre, metti il segno di spunta accanto alla voce Colori. Aumenta di qualche punto il valore del campo Scansioni (portandolo da 8 a 12-15 o più) e clicca sul pulsante Aggiorna per visualizzare un’anteprima dell’immagine trasformata in grafica vettoriale. Se il risultato ti soddisfa, pigia sul pulsante OK per applicare le modifiche fatte e chiudi la finestra dello strumento Vettorizza bitmap.

Missione compiuta! Adesso, non ti rimane che salvare la tua immagine in formato SVG selezionando la voce Salva come… dal menu File e, nella finestra che si apre, seleziona la cartella in cui intendi salvare il file, digita il nome che vuoi assegnargli nel campo Nome File e pigia sul pulsante Salva per completare l’operazione.

Come vettorializzare un’immagine con GIMP

Se sei giunto su questa guida con l’obiettivo di vettorializzare un’immagine con GIMP, in parte rimarrai deluso. Per quale motivo? Perché in realtà GIMP non offre la possibilità di salvare file nel formato SVG. Comunque sia, sappi che un modo per utilizzare questo programma per lo scopo che ti sei prefissato in realtà c’è: editare l’immagine tramite gli strumenti di GIMP, salvarla in uno dei formati disponibili (es. PNG) e poi ricorrere a un convertitore online per esportare l’immagine in SVG. Lascia che ti spieghi come procedere.

Innanzitutto, provvedi a scaricare il programma sul tuo computer: collegati al sito di GIMP, clicca sul pulsante Download x.xx.x e poi sul bottone Download GIMP x.xx.x directly situato a destra. Una volta portato a termine il download del programma, apri il file d’installazione di GIMP e segui le istruzioni che compaiono a schermo per portare a termine il setup.

Su Windows, clicca sul pulsante  e poi fai clic sui bottoni OKInstalla e Fine. Su Mac, invece, trascina GIMP nella cartella Applicazioni, fai clic destro sull’icona del software e seleziona la voce Apri dal menu che si apre per due volte di seguito, in modo tale da “bypassare” le restrizioni di macOS verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria soltanto al primo avvio di GIMP).

Dopo aver installato e avviato GIMP, attendi che compaia l’editor del programma (al primo avvio potrebbe volerci qualche secondo in più) e poi importa l’immagine che vuoi vettorializzare aprendo il menu File > Apri e selezionandola dall’apposita finestra. Se lo ritieni necessario, cancella lo sfondo presente nell’immagine, così da far risaltare il soggetto in primo piano. Per riuscirci pigia sullo strumento selezione in primo piano (l’icona dell’omino situata nel pannello degli strumenti sulla sinistra) e traccia i contorni del soggetto che ti interessa. Dopodiché usa il cursore del mouse per “colorare” l’area che vuoi mantenere e dai Invio sulla tastiera per attivare la selezione.

Successivamente, fai clic destro sull’immagine che stai ritoccando, seleziona le voci Seleziona > Inverti dal menu contestuale e premi il tasto Canc sulla tastiera per eliminare la porzione di foto che non ti interessa.

Terminata quest’operazione, apri il menu Colori, seleziona la voce Desaturazione per applicare all’immagine la scala di grigi e poi fai clic sulla voce Posterizza (sempre dal menu Colori). Nel pannello che si apre, sposta il cursore Livello di posterizzazione sul livello che ti permette di ottenere il risultato desiderato e, quando hai trovato il livello di posterizzazione che ritieni più adatto alle tue esigenze, pigia sul bottone OK. Per concludere, recati nel menu File > Esporta ed esporta il lavoro nel formato desiderato (es. PNG).

Per vettorializzare l’immagine che hai editato poc’anzi, devi poi ricorrere a un convertitore online, come Image Online Convert. Dopo esserti recato sulla pagina che ti ho linkato, pigia sul pulsante Choose Files posto al centro dello schermo ed effettua l’upload dell’immagine che ti interessa. Per finire, apponi il segno di spunta sulla voce Monochrome, pigia sul bottone Start conversion e, come per “magia”, l’immagine verrà convertita nel formato SVG.

Se ti va di approfondire l’argomento, consulta la guida in cui spiego in maniera più dettagliata come vettorializzare un’immagine con GIMP.

Come vettorializzare un’immagine online

Desideri vettorializzare un’immagine online? E che problema c’è: ci sono un’infinità di servizi online che permettono di fare ciò ottenendo risultati più o meno soddisfacenti. Tra questi, spicca Vectorizer.io, un servizio online gratuito che è stato ideato al solo scopo di vettorializzare immagini (ecco spiegato il suo nome!).

Per adoperare Vectorizer.io, collegati alla sua home page, clicca sul pulsante blu Upload image situato sulla sinistra della pagina e seleziona l’immagine che desideri trasformare in vettoriale. Se lo desideri, puoi anche agire su alcune impostazioni della stessa utilizzando a tale scopo il menu a tendina Presets per selezionare uno dei tanti preset disponibili (es. Photo, ClipartTatoo, etc.) ed eventualmente personalizzare anche i colori da applicare all’immagine utilizzando i pulsanti e i menu a tendina collocati nella parte inferiore della pagina.

Per salvare l’immagine che hai caricato, poi, non devi fare altro che cliccare sul bottone blu SVG Download posto immediatamente sotto l’anteprima della foto vettorializzata situata sulla destra.